PDA

Visualizza la versione completa : Ultimo film visto - I commenti sono graditi !



Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 [69] 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110

p a n z e r
15-01-12, 20:55:42
Blade Runner - The final cut (1982), Ridley Scott

http://flixchatter.files.wordpress.com/2010/11/deckard_bladerunner.jpg?w=500&h=324

Il film è ambientato in una Los Angeles distopica dell'anno 2019. La tecnologia ha permesso la creazione di esseri analoghi agli umani, detti 'replicanti', destinati all'utilizzo come schiavi, dotati di capacità intellettuali e forza fisica estremamente superiori alla norma, ma con una longevità limitata a pochi anni. Sei replicanti del modello più evoluto (tre femmine e tre maschi), capitanati da Roy Batty, sono fuggiti dalle colonie extramondo e, giunti furtivamente a Los Angeles...

Purtroppo/Per fortuna la lettura del libro mi ha pregiudicato l'impressione del film, che è buona ma non ottima. Troppo scialbo e superficiale. Troppi pezzi e approfondimenti importanti presenti nel libro che potevano essere sfruttati e invece non lo sono stati o lo sono stati pochissimo (animali, mercerianesimo, empatia, test voigt-kampff) e troppi cambiamenti che potevano essere evitati. Essendo un film ''liberamente ispirato a'' e non una trasposizione è tutto accettabile ma si sarebbe potuto fare molto molto meglio. Spremendo per bene il libro ne usciva un capolavorone. Sicuramente è stato bellissimo vedere i personaggi in azione. Mi è piaciuto ma non troppo, aspetto il sequel.

come si può aspettare il sequel? :asd: per quanto liberamente ispirato (e aggiungo, per fortuna) blade runner ha comunque come solida base il capolavoro di dick, mentre il seguito si basa sul nulla assoluto. non potrà mai uscirne niente di buono

mickes2
15-01-12, 23:03:21
Battle Royale
Sublime. Un film fantastico sotto ogni aspetto con delle situazioni cattive e spietate, delle musiche azzeccatissime, un Kitano superbo e degli attori capaci che sanno coinvolgere.
Capolavoro (lasciatemelo dire).

la critica a certa società giapponese e gli insegnamenti trasmessi sono ben marcati, e accentuati nel modo in cui i ragazzi reagiscono in modi diametralmente opposti: ci sono quelli che vogliono sopravvivere in modo pacifico, ci sono quelli che non si fanno scrupoli nell'uccidersi l'un l'altro.

il problema è il modo in cui il regista sceglie di affrontare la vicenda: quasi la banalizza azzerando le psicologie e riducendo tutto a morti "fumettose" con poco mordente e senza incidere nel racconto corale. meno male che c'è la faccia di Kitano!

sto sul discreto intrattenimento, per me è un 6,5

Togg
15-01-12, 23:09:10
I lunghi capelli della morte, Antonio Margheriti
serie bbbb alla rassegna cinecapelli, prossima settimana L'uomo che non c'era :gab:

JT26
15-01-12, 23:25:08
I lunghi capelli della morte, Antonio Margheriti
serie bbbb alla rassegna cinecapelli, prossima settimana L'uomo che non c'era :gab:

Cinecapelli - Serie BBBB? Ovvero?

Togg
15-01-12, 23:34:38
Cinecapelli - Serie BBBB? Ovvero?

Cinecapelli è una rassegna palermitana di 5/6 film in cui c'entrano in svariati modi i capelli. Questo è un film italiano a bassissimo budget che dovrebbe essere un horror ma sfocia spessissimo nel comico. Serie BBB :asd:

Lateralus
15-01-12, 23:43:14
come si può aspettare il sequel? :asd: per quanto liberamente ispirato (e aggiungo, per fortuna) blade runner ha comunque come solida base il capolavoro di dick, mentre il seguito si basa sul nulla assoluto. non potrà mai uscirne niente di buono

Per la curiosità più che altro, anche perchè il finale è apertissimo. :sisi:

il pastore
15-01-12, 23:53:52
la critica a certa società giapponese e gli insegnamenti trasmessi sono ben marcati, e accentuati nel modo in cui i ragazzi reagiscono in modi diametralmente opposti: ci sono quelli che vogliono sopravvivere in modo pacifico, ci sono quelli che non si fanno scrupoli nell'uccidersi l'un l'altro.

il problema è il modo in cui il regista sceglie di affrontare la vicenda: quasi la banalizza azzerando le psicologie e riducendo tutto a morti "fumettose" con poco mordente e senza incidere nel racconto corale. meno male che c'è la faccia di Kitano!

sto sul discreto intrattenimento, per me è un 6,5
D'accordo :sisi:,anche per questo diventa una palla micidiale dopo un po'.


I lunghi capelli della morte, Antonio Margheriti
serie bbbb alla rassegna cinecapelli, prossima settimana L'uomo che non c'era :gab:
Grande Margheriti! (l'uomo che disse no a Kubrick)
Barbarona Steele:phraengo:

Il finale non ti ha ricordato un po' The Wicker man?
Cmq è un gotico eh,non punta allo spavento,ma alle suggestioni e all'atmosfera.non fare l'errore di misurarlo coi parametri moderni del cinema dell'orrore:asd:
Film fatti col cuore e con la passione (visto che i soldi mancavano,bisognava pur ingegnarsi in qualche modo:asd:).
La comicità spesso involontaria (quando c'è) è anche la forza genuina di questi prodotti.:sisi:


New York ore 3:l'ora dei vigliacchi (The Incident) di Larry Peerce.

Dramma dalla forte componente thrilling e psicologica,in cui il regista mette in campo un campionario più o meno fornito di umanità meschina e vile (pur con qualche cliché),non in grado di ribellarsi alle angherie subite da due teppisti sulla metropolitana.la prima parte,quella descrittiva,serve per introdurre i personaggi in scena;mentre nell'ultima parte,tutta sulla metro,c'è una certa solennità da "camera chiusa" che rimanda ai 12 angry men di Lumet.La violenta catarsi finale è amara e resta tutta sulla carta.Film seminale per certo cinema suburbano,tanto caro all'estetica anni70/80.Bianco e nero da brividi.

http://cdn1.iofferphoto.com/img/item/167/798/599/sWXXMccTklUyPKj.jpg

Bobby Peru
16-01-12, 00:17:15
visto the woman
e daje!!!

con martyrs e the woman mi avete fatto passare due serate degne di nota raga.

mi è piaciuto!

Gouki
16-01-12, 01:32:11
Bio Zombie
Divertentissimo (i due protagonisti sono due folli) e commovente nel finale, davvero un grande zombie movie.

Gargaros
16-01-12, 02:19:16
come si può aspettare il sequel? :asd:

Me lo chiedo pure io. Sarà una "prisata". Scommetto che Decard sarà un fighetto, avrà una pistola a raggi e ucciderà decine di replicanti. La città sarà totalmente fatta in CG, e i pedoni tutti bellissimi. :bah!:


visto the woman
e daje!!!

con martyrs e the woman mi avete fatto passare due serate degne di nota raga.

mi è piaciuto!

E' nello stesso genere? Se ti è piaciuto martyrs potrebbe piacere anche me. Me lo segno.


EDIT
Ah, non mi interessa.


Bio Zombie
Divertentissimo (i due protagonisti sono due folli) e commovente nel finale, davvero un grande zombie movie.

Segnato anche questo.

Togg
16-01-12, 06:56:54
Grande Margheriti! (l'uomo che disse no a Kubrick)
Barbarona Steele:phraengo:

Il finale non ti ha ricordato un po' The Wicker man?
Cmq è un gotico eh,non punta allo spavento,ma alle suggestioni e all'atmosfera.non fare l'errore di misurarlo coi parametri moderni del cinema dell'orrore:asd:
Film fatti col cuore e con la passione (visto che i soldi mancavano,bisognava pur ingegnarsi in qualche modo:asd:).
La comicità spesso involontaria (quando c'è) è anche la forza genuina di questi prodotti.:sisi:


Senza dubbio. Si sente la passione, è stata una visione piacevole. Ho scritto horror tanto per :asd:
Il finale, sììì!!!

mickes2
16-01-12, 07:36:01
E' nello stesso genere? Se ti è piaciuto martyrs potrebbe piacere anche me. Me lo segno.

EDIT
Ah, non mi interessa.


guardalo The woman :sisi: è un rape & revenge piuttosto solido e cattivo, affronta il disagio famigliare con ampie parentesi misogine ed ha un finale delirante.

Gargaros
16-01-12, 07:50:15
Blade Runner (Director's cut)
Non c'è bisogno di dire altro. Film immenso, perfetto, bellissimo. Però sono invecchiato: una volta mi avrebbe ammalato, ora lo trovo solo splendido ma appena finisce, non ci penso più. Forse la colpa è pure di Scot, che in questa Director's ha tagliato una delle cose più belle della vecchia versione: i discorsi esterni di Deckard. Vorrei vedere in HD la vecchia versione...



guardalo The woman :sisi: è un rape & revenge piuttosto solido e cattivo, affronta il disagio famigliare con ampie parentesi misogine ed ha un finale delirante.

Ah, quindi non è la commedia con Meg Ryan? :morristend:

Me lo risegno...

.Luke.
16-01-12, 08:41:14
Blade Runner (Director's cut)
Non c'è bisogno di dire altro. Film immenso, perfetto, bellissimo. Però sono invecchiato: una volta mi avrebbe ammalato, ora lo trovo solo splendido ma appena finisce, non ci penso più. Forse la colpa è pure di Scot, che in questa Director's ha tagliato una delle cose più belle della vecchia versione: i discorsi esterni di Deckard. Vorrei vedere in HD la vecchia versione...


Io preferisco e di molto la Director's Cut, anche solo per il finale differente. Le voci fuori campo non sono poi così funzionali al film.

Gargaros
16-01-12, 10:55:32
Io preferisco e di molto la Director's Cut, anche solo per il finale differente. Le voci fuori campo non sono poi così funzionali al film.

I pensieri di Deckard erano funzionali nella vecchia versione: alla fine si chiede come mai Roy gli salva la vita, e arriva a una ipotesi che carica il personaggio dell'androide di profonda umanità e significati. Davano spessore, ed erano inquadrati perfettamente nel clima del film e nel personaggio di Deckard.

Gouki
16-01-12, 11:50:36
Bio-Cops
Altro zombie movie molto divertente. Strappa molte risate e lo si guarda con gusto.

Lucignolo
16-01-12, 13:08:12
I pensieri di Deckard erano funzionali nella vecchia versione: alla fine si chiede come mai Roy gli salva la vita, e arriva a una ipotesi che carica il personaggio dell'androide di profonda umanità e significati. Davano spessore, ed erano inquadrati perfettamente nel clima del film e nel personaggio di Deckard.

D'accordo, ma il finale della versione originale non si può vedere dai...

James
16-01-12, 16:49:39
Gli Occhi dello Sconosciuto by Ken Wiederhorn (1981)

61120

"Stanley Herbert è un maniaco omicida che si diverte a telefonare a donne sole per poi ucciderle e infine stuprarle. Jane è una giornalista televisiva che ha a carico una sorella più giovane, Tracy , la quale non vede, non sente e non parla a causa di uno stupro subito in età giovanile. Jane scopre casualmente l’assassino e confida la cosa al suo partner David che fa l’avvocato e che però non la prende troppo sul serio. Ma il pericolo è reale"

Thriller con elementi Horror per Wiederhorn,che deve essere stato influenzato da "Maniac" per forza.Infatti dal film di Lustig prende in prestito i sempre meravigliosi effetti di Savini,l atmosfera notturna in un paio di scene e un tema musicale minimale,unica cosa che manca il degrado della città.:sisi:
Il male può nascondersi nella porta accanto e tra un paio di scene azzecate(L incipit,il primo omicidio,il terrazzo e la doccia finale) e una notevole bravura nel costruire la tensione il film scorre via con piacere.Wiederhorn trova anche il tempo di autocitarsi con la televisione che trasmette "L occhio nel triangolo".Buona la prova di una giovanissima Jennifer Jason Leigh nel ruolo della sordomuta.

Gouki
16-01-12, 17:30:22
Black Night
Un film e tre storie, ognuna autoconclusiva. L'unica cosa in comune è l'acqua.
Non fa assolutamente paura però le tre storie sono davvero belle e coinvolgono (il bambino della terza storia è odiosissimo).
Promosso.

Togg
16-01-12, 17:30:49
I pensieri di Deckard erano funzionali nella vecchia versione: alla fine si chiede come mai Roy gli salva la vita, e arriva a una ipotesi che carica il personaggio dell'androide di profonda umanità e significati. Davano spessore, ed erano inquadrati perfettamente nel clima del film e nel personaggio di Deckard.

ah no, imho la voce fuori campo era inutile ridondante ed enormemente didascalica.

kixà
16-01-12, 18:44:57
immaturi il viaggio u.u

Gargaros
16-01-12, 19:05:52
D'accordo, ma il finale della versione originale non si può vedere dai...

E picché? Deckard e Rachel fuggono dall'inferno/città nel paradiso/campagna.

Ricordo che per me l'ultima scena mi faceva tirare anche un sospiro di sollievo, perché non potevo concepire che tutto il mondo fosse avvolto da una perenne tempesta nella notte :asd:


ah no, imho la voce fuori campo era inutile ridondante ed enormemente didascalica.

Senza la voce fuori campo, soprattutto nel discorso finale su Batty, non avremmo afferrato proprio nulla del replicante. Anzi, avremmo trovato il suo voltafaccia decisamente stupido, o illogico.

in ogni caso, io trovavo la voce molto bella e poetica. Anche lei era "la magia del vecchio cacciatore"...

Lateralus
16-01-12, 19:11:47
Di Blade Runner discutetene pure nel suo topic. :sisi:

Vall77
16-01-12, 20:25:49
Manhattan

Un Woody Allen che (già già) ancora mi mancava. E che mi ha soddisfatto a metà.
Non amo Allen particolarmente. Nella sua filmografia "secondo periodo", mi bastano i capolavori Husband and Wives e Crimes and Misdemeanors.


E' un film fantastico, guardalo appena puoi perché merita tantissimo.

Visto. Devo dire che sono rimasto parzialmente deluso, e partivo con le migliori intenzioni.
Buona sicuramente la regia, buonissima la fotografia, molto meno la componente narrativa, che ho trovato oscillante tra il confuso, il noiosetto e lo stereotipato.

Non bruttissimo in ogni caso, e da vedere perchè comunque alla sufficienza arriva agevolmente.
Solo che speravo di aver trovato un sostituto di spessore a Touching the void, per quanto riguarda la resistenza all'afa.

Invece così così :/


Blade Runner (Director's cut)
Non c'è bisogno di dire altro. Film immenso, perfetto, bellissimo. Però sono invecchiato: una volta mi avrebbe ammalato, ora lo trovo solo splendido ma appena finisce, non ci penso più. Forse la colpa è pure di Scot, che in questa Director's ha tagliato una delle cose più belle della vecchia versione: i discorsi esterni di Deckard. Vorrei vedere in HD la vecchia versione...

No dai Garga.
Sono abbastanza vecchio da ricordare con una lacrimuccia la versione classica, a cui sono in qualche modo legato.

Però la voce fuori campo (retorica) e il finale (consolatorio)..... nooooo.
O meglio, non esistesse la Director's mi terrei anche quelli e continuerei a considerare grandioso il tutto. Ma con la Director's disponibile...

Togg
16-01-12, 21:12:13
e andiamooo, cofanetto is coming.
Aliens, Cameron
no ma c'è un abisso di abissi con Ridley. ma proprio un altro pianeta, non mi metterò a fare il giochino cosa c'è lì cosa non c'è qui. lì c'è tutto qui pochissimo.

7/7,5


E picché? Deckard e Rachel fuggono dall'inferno/città nel paradiso/campagna.

Ricordo che per me l'ultima scena mi faceva tirare anche un sospiro di sollievo, perché non potevo concepire che tutto il mondo fosse avvolto da una perenne tempesta nella notte :asd:

Senza la voce fuori campo, soprattutto nel discorso finale su Batty, non avremmo afferrato proprio nulla del replicante. Anzi, avremmo trovato il suo voltafaccia decisamente stupido, o illogico.

in ogni caso, io trovavo la voce molto bella e poetica. Anche lei era "la magia del vecchio cacciatore"...

gusti :) io sto con Vall!

Zeno
16-01-12, 21:17:56
Bè ma Alien e Aliens sono molto diversi, preferisco anch'io il primo ma il film di Cameron è un action cazzuto. :sisi:

Togg
16-01-12, 21:47:27
Bè ma Alien e Aliens sono molto diversi, preferisco anch'io il primo ma il film di Cameron è un action cazzuto. :sisi:

c'hai ragione, non dovrei nemmeno fare confronti visto quanto poco hanno da spartire. è che io sto action cazzuto non lo volevo vedereeeeee, voglio gli aliens fighi e micidiali :tristenev:

beppe92
16-01-12, 22:06:24
Drive - Nicolas Winding Refn

Ottimo film, ricorda molto Taxi Driver...
Mi è piaciuta anche l'interpretazione di Ryan Gosling.

mickes2
16-01-12, 22:20:17
c'hai ragione, non dovrei nemmeno fare confronti visto quanto poco hanno da spartire. è che io sto action cazzuto non lo volevo vedereeeeee, voglio gli aliens fighi e micidiali :tristenev:

il film di Cameron non lo ritengo assolutamente un degno erede della saga.

per me è un ottimo film d'azione con tecnica indiscutibile, stop.

con Fincher tornerai a godere

Lateralus
16-01-12, 23:03:33
Drive - Nicolas Winding Refn

Ottimo film, ricorda molto Taxi Driver...
Mi è piaciuta anche l'interpretazione di Ryan Gosling.

:rock:

Zeno
16-01-12, 23:17:46
c'hai ragione, non dovrei nemmeno fare confronti visto quanto poco hanno da spartire. è che io sto action cazzuto non lo volevo vedereeeeee, voglio gli aliens fighi e micidiali :tristenev:

Ah quello anch'io...il primo soggetto che ho scritto è stato un seguito di Alien. :asd:


il film di Cameron non lo ritengo assolutamente un degno erede della saga.

per me è un ottimo film d'azione con tecnica indiscutibile, stop.

con Fincher tornerai a godere

Alien 3 l'ho rivisto tempo fa, ero convinto che Fincher mi avrebbe riavvicinato alla saga dal momento che il suo è l'episodio concettualmente più vicino al film del '79. Purtroppo non è andata bene: le idee scarseggiano, gli effetti sono pessimi, si salvano l'atmosfera e il setting ma quest'ultimo non viene sfruttato a dovere (no il finale non basta :P).

beppe92
17-01-12, 00:23:50
:rock:
Lo so, commento scontato :asd:

Alien - R. Scott
Film impressionante, davvero superbo. Ottime atmosfere e scopro adesso che l'alieno è stato disegnato niente meno che dà Hans Ruedi Giger che ha disegnato la copertina di Brain Salad Surgery dei ELP!
Leggendo su wikipedia mi sono accorto di non essere l'unico che ha notato l'erezione del povero Kane :asd:

Gouki
17-01-12, 09:38:55
Bloody Beach
Slasher divertente.

Gargaros
17-01-12, 12:45:06
True lies
E' sempre un gran piacere rivederlo. Spassoso, divertente, spettacolare (la sequenza con l'Harrier è memorabile), zio Shwarzy in gran forma e una Curtis scopadelica.



il film di Cameron non lo ritengo assolutamente un degno erede della saga.

Cameron ha fatto bene a uscire dal solco del primo film. Ha girato un film personalissimo, spettacolare, tensivo, e anche molto bello per la storia. Ripley che "matura", uno scontro epico tra madri, l'introduzione di androidi buoni e altruisti... Direi che ce ne sono di cose valide per apprezzarlo...

medicine bottle
17-01-12, 13:01:04
as if i'm not here - **+
juanita wilson, 2010, irlanda.

belvedere - ***
ahmed imamovic, 2010, bosnia-erzegovina.

happy happy - **
anne sewitsky, 2010, norvegia.

morgen - ***+
marian crisan, 2010, romania.

il sentiero - ***+
jasmila zbanić, 2010, bosnia e dintorni.

Togg
17-01-12, 13:05:14
il film di Cameron non lo ritengo assolutamente un degno erede della saga.

per me è un ottimo film d'azione con tecnica indiscutibile, stop.

con Fincher tornerai a godere


Ah quello anch'io...il primo soggetto che ho scritto è stato un seguito di Alien. :asd:


Alien 3 l'ho rivisto tempo fa, ero convinto che Fincher mi avrebbe riavvicinato alla saga dal momento che il suo è l'episodio concettualmente più vicino al film del '79. Purtroppo non è andata bene: le idee scarseggiano, gli effetti sono pessimi, si salvano l'atmosfera e il setting ma quest'ultimo non viene sfruttato a dovere (no il finale non basta :P).

oggi vedo e vi dico tutto :sisi:

James
17-01-12, 17:26:02
Slugs by J.P. Simon (1988)

61311

"Gli scarichi chimici di una vecchia fabbrica chimica nei pressi della cittadina di Ashton, vengono portati a contatto con gli scarichi fognari a seguito ai lavori per un centro commerciale. Queste sostanze tossiche causano delle mutazioni nelle lumache, che diventano carnivore e producono una bava, tossica anche per l’uomo."

Lumache assassine? Per Simon,probabilmente affascinato dalla scena di Fulciana memoria ne "L Aldilà",è possibile fare un film interamente dedicato alle nostre viscide amiche.:wush:
Il film diverte,almeno negli omicidi,però ha una sceneggiatura con dei buchi enormi(la moglie lasciata a casa da sola per esempio),la colonna sonora entra a caso e non c azzecca un emerito cactus con le immagini.Attori che lasciano desiderare con dialoghi che lasciano molto a desiderare.
Essendo un beast movie o eco revenge il suo sporco lavoro lo fà,bello l incipit e la scena al ristorante(dai chi ci và a mangiare in un posto chiamato "Tombino"?con gestione italo americana:rickds:) molto "Scanners",a proposito belli gli effetti in lattice molto splatterosi.
Grandi risate sul finale dove per salvare la città dalle lumache fanno saltare per aria diverse case oltre ai tombini e dopo il macello il protagonista si allontana con la moglie come se nulla fosse.

mickes2
17-01-12, 17:31:45
Alien 3 l'ho rivisto tempo fa, ero convinto che Fincher mi avrebbe riavvicinato alla saga dal momento che il suo è l'episodio concettualmente più vicino al film del '79. Purtroppo non è andata bene: le idee scarseggiano, gli effetti sono pessimi, si salvano l'atmosfera e il setting ma quest'ultimo non viene sfruttato a dovere (no il finale non basta :P).

cosa intendi per setting?

cmq capisco il tuo punto di vista, posso dire che l'alien di Fincher ha il merito di tornare sulle atmosfere di Scott (aspetto che hai gradito anche te) e partendo da questo punto, la sceneggiatura e conseguente chiave di lettura sono da ricercare nell'aspetto iconografico della madre, del corpo che subisce cambiamenti, e nell'alienop che per la prima volta prende sembianze e connotati antropomorfi. allora mi domando: quante idee servivano per chiudere in bellezza una trilogia? (il quarto l'ho sempre visto come film a sè, e mi piace anche quello tra l'altro)

Gouki
17-01-12, 17:33:06
Bangkok Knockout
Amo i film d'azione che hanno come protagonista lo stile di combattimento Muay Thai.
Qua ci sono solo sane mazzate e una trama semplicissima che però sa prendere nella sua semplicità.
Le mazzate sono fantastiche degne di Tony Jaa (protagonista della trilogia di Ong-Bak e The Protector - La Legge Del Muay Thai) e sono veramente spettacolari.
In conclusione m'è piaciuto un sacco, mi ci voleva proprio un film così.

Zeno
17-01-12, 17:47:27
cosa intendi per setting?

cmq capisco il tuo punto di vista, posso dire che l'alien di Fincher ha il merito di tornare sulle atmosfere di Scott (aspetto che hai gradito anche te) e partendo da questo punto, la sceneggiatura e conseguente chiave di lettura sono da ricercare nell'aspetto iconografico della madre, del corpo che subisce cambiamenti, e nell'alienop che per la prima volta prende sembianze e connotati antropomorfi. allora mi domando: quante idee servivano per chiudere in bellezza una trilogia? (il quarto l'ho sempre visto come film a sè, e mi piace anche quello tra l'altro)

La domanda che mi sono fatto io è un'altra: serviva una trilogia? :asd:
Comunque per setting intendo il contesto, l'ambientazione e le scelte stilistiche che ne derivano.

Togg
17-01-12, 18:27:56
La domanda che mi sono fatto io è un'altra: serviva una trilogia? :asd:
Comunque per setting intendo il contesto, l'ambientazione e le scelte stilistiche che ne derivano.

visto e sono parecchio dubbioso anch'io. ma da Jeunet mi aspetto tanto!

Briky
17-01-12, 18:44:34
X-Men L'inizio

Mi è piaciuto molto, davvero bello. :sisi:

mickes2
17-01-12, 19:18:34
Cameron ha fatto bene a uscire dal solco del primo film. Ha girato un film personalissimo, spettacolare, tensivo, e anche molto bello per la storia. Ripley che "matura", uno scontro epico tra madri, l'introduzione di androidi buoni e altruisti... Direi che ce ne sono di cose valide per apprezzarlo...

di sicuro ha fatto bene, anche perchè consapevole di non essere assolutamente in grado di creare l'inquietudine e le atmosfere del film di Scott.
su Aliens so di essere molto severo, e quello che dici, nel film è presente, è innegabile.

film che apprezzo assolutamente, ma in generale si punta troppo sull'azione e credo non digerirò mai questa scelta; senza parlare della minaccia, del marcatissimo fattore assedio, dell'atmosfera gelida e cupa che si respiravano nel primo.

forse esagero quando dico che non è un degno erede, diciamo che avrei preferito altro :sisi:


La domanda che mi sono fatto io è un'altra: serviva una trilogia? :asd:
Comunque per setting intendo il contesto, l'ambientazione e le scelte stilistiche che ne derivano.
non so se serviva, ma col senno di poi dico "meno male che esiste" :asd:

Rullo
17-01-12, 20:31:15
http://www.sweetslyrics.com/images/img_gal/32866_Easy-A-Movie-12-550x366.jpg

easy A - will gluck
(2a visione)

Bella commedia che nonostante le aspettative si presenta come meno volgare del previsto e con sorprendenti spunti narrativi. La bella e brava Emma Stone rivive La Lettera Scarlatta negli anni Duemila in una scuola superiore con le sue regole sociali e di vita. Ben fatto, piacevole.

***

http://media.sbs.com.au/films/upload_media/site_28_rand_1111719411_cider_627.gif

the cider house rules - lasse hallstrom

Di buona intensità emotiva e con una soddisfacente prova da parte degli attori, Le regole della casa del sidro cerca di coinvolgere lo spettatore nella vita del protagonista, nei suoi dubbi e nelle sue avventure. L'attenzione tende talvolta a scemare per poi riprendersi con dei bei climax grazie alla sceneggiatura.

***

il pastore
17-01-12, 22:51:03
Fahrenheit 451 di François Truffaut.
Nel suo primo film a colori,Truffaut ribadisce il suo smisurato amore per i libri e l'importanza della cultura per essere liberi,mostrandoci un mondo distorto e manipolato dai massmedia al servizio di un sistema che controlla tutto,anche le emozioni.Diversi i momenti indovinati (ad esempio gli uomini-libro).Tuttavia lo stile truffautiano fatica a trovare la sua ragion d'essere in un genere che non sembra appartenergli."Solo" buono.Da un racconto di Ray Bradbury
http://cdn.blogosfere.it/worldpaytv/images/fahrenheit451words.jpg


Baci rubati (Baisers volés) di François Truffaut.
Terzo tassello della vita dell'alter ego del regista: Antoine Doinel,qui impegnato nelle insicurezze della vita di chi in giovane età si affaccia impacciatamente sul mondo del lavoro e su quello dell'amore.Il tono burlesco truffautiano si sposa mirabilmente con gli intenti della pellicola,restituendoci le solite riflessioni di chi sorride a denti stretti.Geniale,delicato,buffo.Parigi sempre magnifica nelle mani di Truffaut.Indimenticabile Delphine Seyrig,così come l'incredibile dichiarazione d'amore.
http://m2.paperblog.com/i/4/49705/baisers-voles-di-francois-truffaut-L-4.jpeg


La sposa in nero (La mariée était en noir) di François Truffaut.
La formula di questo film ha dettato legge per il genere a venire (basti pensare alle influenze su Tarantino,per esempio).Questa glaciale vendetta è accompagnata da sinuosi movimenti di camera (tra le regie più convincenti di Truffaut) ed è sorretta da un'indimenticabile Moreau:distaccata,fredda e calcolatrice (eccezionale l'escamotage risolutivo).Musica dell'Hitchcockiano Bernard Herrmann (Intrigo internazionale,giusto per dire).Da un racconto del mitico Cornell Woorlich (sceneggiato alla grandissima dal regista).
http://www.premiere.fr/var/premiere/storage/images/diaporama/jeanne-moreau/la-mariee-etait-en-noir-1967__2/1878086-1-fre-FR/la_mariee_etait_en_noir_1967_theatre_diaporama_pay sage.jpg

Gouki
18-01-12, 00:06:40
Ip Man
Combattimenti spettacolari, ottimo cast e commovente il finale.
Film sublime.

The Bottled Fools - Hellevator
Uno dei film più strani che ho visto, forse il più strano.
M'è piaciuto.

Lateralus
18-01-12, 01:01:06
The descent (2005), Neil Marshall

http://film.35mm.it/multimedia/thedescent/the%20descent%20(5).jpg

Munite di adeguate attrezzature, sei ragazze si calano in un'apertura fra le rocce. Dopo l'iniziale stupore per le meraviglie naturali del luogo, la discesa speleologica inizia a complicarsi.
Bell'horror. Interessante la storia, con i suoi risvolti e punti oscuri, e il cast tutto femminile. Mannaggia alla fottuta claustrofobia. ç_ç


Denti (2007), Mitchell Lichtenstein

http://www.ondacinema.it/images/film/Denti2.jpg

Narra la vicenda di Dawn, liceale attivista del gruppo della castità, che scopre di avere una vagina dentata.
Figata. :trollface:

Gargaros
18-01-12, 01:20:12
Contact
Ah, che bel film. Brava e bella Jodie. La fede dello scienziato. Quei momenti toccanti in cui si vede uno scenario naturale e si cerca dentro e fuori noi. Bruttissima l'esplosione della macchina aliena (i primi danni della CG), ma il film è troppo bello. Forse è stato solo una subdola mossa per atturare finanziamenti per il SETI, ma per fortuna è venuto fuori un gran bel film.


diciamo che avrei preferito altro :sisi:

La scopiazzatura? :asd:

dom87
18-01-12, 11:44:03
L'alba del pianeta delle scimmie
Quando lo annunciarono pensai subito ad una cagata simile a quella di tim burton.Ieri l'ho visto in blu ray e devo dire che mi è piaciuto molto

mickes2
18-01-12, 14:11:57
La scopiazzatura? :asd:

nono, però mi sarebbe piaciuto vedere un modus operandi più in linea con la visione impressa da Scott, magari utilizzando gli stessi elementi del film di Cameron. insomma, io volevo un altro regista per 'sto benedetto Aliens :asd:

_________

ultime visioni, freccia style:

Alien di Ridley Scott
*****

Christiane F. - Noi i ragazzi dello zoo di Berlino di Uli Edel
***!

Una separazione di Asghar Farhadi
****

Barking dogs never bite di Bong Joon-ho
***

La donna che canta di Denis Villeneuve
***!

Beyond di Pernilla August
***!

Unbreakable - Il predestinato di M. Night Shyamalan
**

Dead man's shoes di Shane Meadows
***

Parla con lei di Pedro Almodovar
****

Un mercoledì da leoni di John Milius
***!

Umberto D. di Vittorio De Sica
*****

I wish di Hirokazu Koreeda
***

Red white & blue di Simon Rumley
***!

Pointbreak - Punto di rottura di Kathryn Bigelow
***

Gouki
18-01-12, 15:11:28
Bunshinsaba
Molto bello, peccato che non faccia paura neanche un po', sarà che ormai ne ho visti talmente tanti che mi è difficile spaventarmi.
Comunque sia m'è piaciuto.

Togg
18-01-12, 22:01:59
Alien: Resurrection, Jeunet
si possono nascondere Cameron e Fincher.
8,5

il pastore
18-01-12, 23:07:20
Valhalla Rising di Nicolas Winding Refn.
La natura che sovrasta l'uomo e incombe sui destini ha qualcosa di herzoghiano ed è un piacere per i sensi (così come la sontuosa fotografia).Un delirio estetico,misterico e un po' troppo ermetico,il film viene offuscato da un'estenuante dilatazione e da una attesa che sembra non venire ricompensata.Accenni religiosi non colti del tutto.Lo rivedrò sicuramente,più in là.
http://static.blogo.it/cineblog/ValhallaRising.jpg


La mia droga si chiama Julie (La sirène du Mississipi) di François Truffaut.
L'assolutismo dell'amore,sentimento in grado di annientare e mutare ogni male azione,ogni cattivo intendimento.Un amore che lancia il suo ammaliante canto da sirena (come da titolo).Film profondo,questo di Truffaut,dove l'intreccio giallo è l'ingrediente perfetto per esaltare uno dei sentimenti più nobili.Capolavoro.
Da evitare assolutamente la versione italiota, (azzoppata di quasi MEZZ'ORA) che riduce il tutto ad un giallo monco,amputato da diverse dolci sotigliezze dell'eros,vanificando così lo splendido lavoro in sceneggiatura dello stesso regista.
http://30.media.tumblr.com/tumblr_lq16w7Az511qa83tpo1_500.jpg

JT26
18-01-12, 23:29:21
Denti (2007), Mitchell Lichtenstein

Narra la vicenda di Dawn, liceale attivista del gruppo della castità, che scopre di avere una vagina dentata.
Figata. :trollface:

Il trailer è parecchio condiviso su facebook con lololol e risate annesse e madoooo lo dobbiamo vedere.
Però con un minimo di attenzione c'è anche scritto che ha vinto, se non ricordo male, al Sundance, quindi cagata cagata non dovrebbe essere.

A parte una vagina che uccide, mi sono sempre chiesto, è un film guardabile?

medicine bottle
19-01-12, 00:26:52
è un film guardabile?

ye, molto simpatico e carino. anche abbastanza intelligente.

Lucignolo
19-01-12, 00:36:09
E intanto nomination per miglior film straniero: oltre alla prevedibile esclusione di Terraferma di Crialese c'è l'ennessima delusione per Bela Tarr che non sarà fra i nominati.


Ha ragione a dire che non farà più film......i porci (academy) NON MERITANO perle (i suoi film)...

medicine bottle
19-01-12, 00:47:05
E intanto nomination per miglior film straniero: oltre alla prevedibile esclusione di Terraferma di Crialese c'è l'ennessima delusione per Bela Tarr che non sarà fra i nominati.


Ha ragione a dire che non farà più film......i porci (academy) NON MERITANO perle (i suoi film)...

http://profile.ak.fbcdn.net/hprofile-ak-snc4/203504_210035012353132_5693322_n.jpg

https://twitter.com/#!/rrruub/status/159738827357949954

Ctekcop
19-01-12, 00:51:13
_________

ultime visioni, freccia style:


Christiane F. - Noi i ragazzi dello zoo di Berlino di Uli Edel
***!



mi piacque molto quando lo vidi :sisi:

Zeno
19-01-12, 01:28:47
Shame ***+

Appena ho tempo butto giù un commentazzo.

Gargaros
19-01-12, 05:49:08
Denti


A parte una vagina che uccide, mi sono sempre chiesto, è un film guardabile?

L'ho appena visto dopo il post di Medicine. Bel film, davvero bello. Mi aspettavo un trash involontario, invece ha una sua logica interna e dei momenti davvero intensi (e non mi riferisco alle evirazioni). Però è un film femminista. Ma devo ammettere che, per arrivare all'epilogo (che in verità è un inizio) e dare senso alla "filosofia" della storia, era necessario mettere in campo solo ragazzi stronzi.

L'ultima scena col fratello è disturbante. Mi aspettavo un lieto fine, con la scoperta che a dominare la vagina dentata fosse proprio lui (che non è stronzo del tutto), invece... Forse il destino ha imbastito una grande ingiustizia, ai danni sia del ragazzo che della povera Dawn. E forse è questa la cosa che rende la scena disturbante, perché sotto sotto le cose potevano mettersi bene.



E intanto nomination per miglior film straniero: oltre alla prevedibile esclusione di Terraferma di Crialese c'è l'ennessima delusione per Bela Tarr che non sarà fra i nominati.


Ha ragione a dire che non farà più film......i porci (academy) NON MERITANO perle (i suoi film)...

Bisognerebbe spiegargli che l'Oscar è il premio cinematografico più ridicolo del mondo.

No, davvero, come si può essere dispiaciuti per la mancata candidatura a questa pagliacciata?

Togg
19-01-12, 06:57:40
http://profile.ak.fbcdn.net/hprofile-ak-snc4/203504_210035012353132_5693322_n.jpg

https://twitter.com/#!/rrruub/status/159738827357949954

però c'è Warriors of the Rainbow: Seediq Bale LOL

beppe92
19-01-12, 09:48:21
Blade Runner (Director's cut) - Ridley Scott
Film fantastico, ottima atmosfera, una città distopica realizzata perfettamente. Una nota di merito deve essere spesa anche per il giovane Harrison Ford che si cala perfettamente nella parte e una per la splendida ed elegante Sean Young (Ma non è un nome da maschietto???).
" Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi"

Gouki
19-01-12, 12:17:17
Red Cliff - La Battaglia Dei Tre Regni Versione Integrale Parte 1
Masterpiece.

Red Cliff - La Battaglia Dei Tre Regni Versione Integrale Parte 2
Masterpiece.

Key Paradise
19-01-12, 14:23:15
Shame ***+

Appena ho tempo butto giù un commentazzo.

lo voglio
visto al cinema?

Lucignolo
19-01-12, 14:38:15
Tra i candidati nemmeno "C'era una volta in Anatolia" di Ceylan.....evvabbè...ditelo che volete farci indignare...



CIOE' C'è WIM WENDERS e non Ceylan e Tarr....ma è una presa per i fondelli? ahhhnnn

Key Paradise
19-01-12, 15:26:43
CIOE' C'è WIM WENDERS

ottimo tentativo di flame ma non ci casco :sisi:

Lucignolo
19-01-12, 15:41:40
Per me sono oltre 10 anni che ha staccato la spina...XDD


In questo momento Ceylan (per non parlare di Tarr) si fanno preferire STRApreferire...




E sono uno che Il cielo sopra Berlino e Paris,Texas li conosce a memoria

Zeno
19-01-12, 15:47:54
lo voglio
visto al cinema?

Yeah.

McQueen narra questa vicenda con sequenze dense di carica espressiva e una regia essenziale, che ci consente di guardare i personaggi nella loro intimità, fisica e sentimentale, con una percezione quasi vojeuristica. Il plot si stringe attorno al dramma senza proporre variazioni sul tema, il protagonista è inesorabilmente trascinato di fronte alla propria lacerazione interiore. C'è un affermazione di stile, una fedeltà nei confronti della messa in scena che imbriglia un pò tutta la rappresentazione, ma il risultato è più che buono secondo me. Ottime le interpretazioni di Fassbender e della Mulligan.

Key Paradise
19-01-12, 15:55:24
ok grazie zeno
@lucignolo: l'ultimo wenders non lo conosco, ma per me pina è il miglior film dell'anno passato (tra quelli visti)

James
19-01-12, 18:42:23
Alterazione Genetica by Jon Hess (1988)

61583

"Dopo l’esplosione di un laboratorio di ricerche biogenetiche, esplosione avvenuta in circostanze misteriose, Oxcom, un cyborg creato per essere l’assassino perfetto, si mette in cerca di un cane, unico altro superstite dell’attentato. Quale segreto nasconde l’animale…"

Fanta Horror ispirato dal romanzo di Koontz "Mostri",prodotto da Roger Corman,e che avrà ben 2 sequel(uno vero,l altro remake).
Protagonista Corey Haim(R.I.P.:tragic:) una delle icone degli anni 80.
Il film non annoia,gli omicidi sono un po' tutti uguali(urla,sangue,non si vede niente)e quando finalmente si vede il famigerato Oxcom la delusione è tanta.Il vero protagonista è il cane guida dell Oxcom,veramente un genio e molto puccioso.C'è anche quel Bastard di Michael Ironside che tanto per variare ruolo fà il cattivone dei servizi segreti.
Bello il primo omicidio dove Hess ci ricorda che c'è anche un Regista in questo film,Fotografia da prendere e buttare.Troppo scura.
Erano gli anni 80 ed anche questo era il bello di questi film,per niente perfetti ma con buoni spunti.

Metal Matt
19-01-12, 19:42:56
Visto questa mattina Nikita, Film di Luc Besson del 1990:

Uno spettacolo, colonna sonora ottima, trama semplice ma ben fatta, protagonista fuori dagli schemi....E poi c'è Jean Reno....

Voto: 8/9....

Aku
19-01-12, 20:26:39
Alterazione Genetica by Jon Hess (1988)

61583

"Dopo l’esplosione di un laboratorio di ricerche biogenetiche, esplosione avvenuta in circostanze misteriose, Oxcom, un cyborg creato per essere l’assassino perfetto, si mette in cerca di un cane, unico altro superstite dell’attentato. Quale segreto nasconde l’animale…"

Fanta Horror ispirato dal romanzo di Koontz "Mostri",prodotto da Roger Corman,e che avrà ben 2 sequel(uno vero,l altro remake).
Protagonista Corey Haim(R.I.P.:tragic:) una delle icone degli anni 80.
Il film non annoia,gli omicidi sono un po' tutti uguali(urla,sangue,non si vede niente)e quando finalmente si vede il famigerato Oxcom la delusione è tanta.Il vero protagonista è il cane guida dell Oxcom,veramente un genio e molto puccioso.C'è anche quel Bastard di Michael Ironside che tanto per variare ruolo fà il cattivone dei servizi segreti.
Bello il primo omicidio dove Hess ci ricorda che c'è anche un Regista in questo film,Fotografia da prendere e buttare.Troppo scura.
Erano gli anni 80 ed anche questo era il bello di questi film,per niente perfetti ma con buoni spunti.

Ma "Miki" Ironside ha mai fatto un film dove non è un ******** ?
E' come Michael Rooker, quando lo vedrò buono inizierò a credere in Dio.

kixà
19-01-12, 20:36:55
mamma ho perso l'aereo, stamattina xD

JT26
19-01-12, 21:05:02
The Artist, di Hazanavicius. Brillantezza espressiva ispiratissima, un piacere. Ovviamente grandi attori, e poi ampiamente sopra le aspettative. Mi ha emozionato. 8,5.
Miracolo a Le Havre, di Kaurismaki. L'ho ammirato molto, soggetto un po' fragile ma non sono riuscito a trovare un attimo di fastidio, lavoro certosino sui volti, sulle espressioni, sui contesti, talvolta adorabile, talvolta grottesco. E risultato encomiabile. 7,5.

Gouki
20-01-12, 00:41:41
5 Centimetri Al Secondo
Molto coinvolgente e tanto commovente.
Bellissimo.

Gargaros
20-01-12, 11:37:08
L'ultimo terrestre
Che bello ceh bello, mi è davvero piaciuto. Finalmente un film fantastico italiano. Voi direte: "Eh, ma ce ne sono tanti." Invece no: di film fantastico/fantascienza italiani ce ne sono pochissimi. Quelli che vengono fuori sono delle speudoamericanate indigeribili, come 6 giorni sulla terra. Questo film è invece proprio italiano; la sua italienità va oltre la semplice ambientazione o le inflessioni dialettali; è un'italianità che si manifesta dalla storia, dai personaggi, dagli attori (che sono sublimi, tutti). E' un'ialianità che viene fuori anche dal trattamento che fa dell'elemento fantastico: mai i grigi, gli alieni, sono stati così credibilmente italiani. I dischi volanti qui atterrano a Lucca e ci crediamo.
A prte questo, il film è bello anche per i contenuti, per la storia in sé. Abbiamo un protagonista alieno sociale: timido, complessato, sfigato, incapace di rapportarsi col prossimo che non sia il padre o i colleghi (tutti marci) del locale in cui lavora. L'unico amico che ha davvero è un trans, ma solo perché non è una vera donna. Abbiamo un'umanità deprecabile. Gli alieni, portatori di pace e benessere arrivano forse per guarire questa malattia di specie. Ovviamente è un'idea vecchia s contata, ma la messa in scena mi ha davvero convinto. Un bel film e basta, per me.

Machete
Trascissimo. Personaggi assurdi ed esagerati, effettacci il giusto, una trama arzigogolata e un finale fracassone e stupido. Insomma, un gran bel film. Peccato che il trailer aveva messo su un'aspettativa immensa, e il film non convince allo stesso modo. Ma per tutti gli amanti delle esagerazioni, è da vedere.


Ma "Miki" Ironside ha mai fatto un film dove non è un ******** ?

Con quella faccia cosa ti aspetteresti? :asd:

Lelouch vi Britannia
20-01-12, 16:55:06
Silent Hill. Ovviamente non è al livello del gioco, ma è molto buono, imho.

Zeno
20-01-12, 18:21:26
A proposito quando esce il nuovo Silent Hill al cinema?

Gargaros
20-01-12, 20:02:24
Silent Hill. Ovviamente non è al livello del gioco, ma è molto buono, imho.

Anche secondo moi :sisi:


A proposito quando esce il nuovo Silent Hill al cinema?

http://www.badtaste.it/articoli/silent-hill-revelation-3d-fotografie-dalla-sala-mixaggio-audio

Pare che per in primavera uscirà in USA. Da noi... chissà?

Lucignolo
20-01-12, 21:51:28
A sangue freddo (1967)


Mio Dio che capolavorooooooooooooo:|

Uno dei migliori film crime che abbia mai visto.

Gouki
20-01-12, 22:33:29
The Incredible Hulk
Divertente e godibile.
Bello.

Mitch
20-01-12, 22:36:47
Trainspotting

McGregor FENOMENALE,un film fantastico sotto tutti i punti di vista.Io giudico quello che ho visto col mio occhio sicuramente non minuzioso come il vostro da intenditori e posso dire di aver visto un capolavoro.

Paura e delirio a Las Vegas

Se ti potesse mai balenare in testa l'idea di drogarti non guardare mai questo film..:rickds:

Vall77
21-01-12, 00:12:09
Valhalla Rising di Nicolas Winding Refn.
La natura che sovrasta l'uomo e incombe sui destini ha qualcosa di herzoghiano ed è un piacere per i sensi (così come la sontuosa fotografia).Un delirio estetico,misterico e un po' troppo ermetico,il film viene offuscato da un'estenuante dilatazione e da una attesa che sembra non venire ricompensata.Accenni religiosi non colti del tutto.Lo rivedrò sicuramente,più in là.
http://static.blogo.it/cineblog/ValhallaRising.jpg


Detto anche: il film a cui puoi dare 3 o 9 senza cadere troppo in contraddizione :asd:

A me e' piaciuto, tutto sommato.


Shame ***+

Appena ho tempo butto giù un commentazzo.

Visto il trailer, me interessa :morris82:


The Artist, di Hazanavicius. Brillantezza espressiva ispiratissima, un piacere. Ovviamente grandi attori, e poi ampiamente sopra le aspettative. Mi ha emozionato. 8,5.


Attori tutti in palla, confermo.
Ma il cane, eh?

Il cane indimenticabile :sisi:

il pastore
21-01-12, 01:46:14
A sangue freddo (1967)


Mio Dio che capolavorooooooooooooo:|

Uno dei migliori film crime che abbia mai visto.
"Dio è anche in questo posto?":tragic:
Mitico Robert "baretta" Blake.E che fotografia!:cat:
Keep your eyeeeee on the sparoooooow!

http://www.youtube.com/watch?v=qRa9uhiAPBs&feature=player_embedded



Detto anche: il film a cui puoi dare 3 o 9 senza cadere troppo in contraddizione :asd:

A me e' piaciuto, tutto sommato.

Beh,anche a me,direi :sisi:


Shame di Steve McQueen (!):phraengo:
Solitudine siderale che diventa isolamento sentimentale e "devianza" patologica.Un dramma umano e suburbano messo in scena con una certa perizia formale dal regista e interpretato intensamente da Fassbender e dalla Mulligan (qui più convincente che in Drive: bella l'interpretazione di New York New York).Si insiste un po' sui corpi,ma non si sconfina tutto sommato nel sensazionalismo ad effetto.Da vedere.Un tipo di film che poteva rientrare nelle corde di un Aronofsky (ma non so se ne avrebbe giovato il soggetto).

Lateralus
21-01-12, 12:22:57
Melancholia (2011), Lars Von Trier

http://i2.blogs.indiewire.com/images/blogs/theplaylist/archives/melancholia_3.jpg

Il film è diviso in due parti e ruota attorno al rapporto conflittuale tra due sorelle, molto diverse tra loro, mentre la Terra è minacciata da una catastrofe, per l'imminente collisione con il pianeta Melancholia.
Che dire, mi ha scombussolato un pochino, stanotte ho avuto un incubo in cui ho pure pianto; e mi sono svegliato con una tristezza che non se ne va, con un gran desiderio di tornare nell'incubo. Boh, forse ha fatto il suo lavoro...
La sposa è stata odiosa, l'ho schifata davvero tanto (la depressione non è un alibi per comportarsi in quel modo), così come la madre e qualche invitato. Per come l'ho vista io, il matrimonio (non il matrimonio in sè ma ciò che accade al ricevimento) è un pò un riassunto dell'umanità corrotta (di cui la sposa parla nella seconda parte). La speranza invece l'ho vista nella sorella e nel marito; speranza che viene meno piano piano sconfessando l'unico appiglio dell'umanità, la scienza; e lascia il posto all'inevitabile rassegnazione. Rassegnazione incarnata dalla rinsavita (per modo di dire) sposa che riesce dar forza e dignità, per quanto possibile, alla sorella e a suo nipote, aspettando la fine. Il cast di attori fa bene il suo lavoro, in particolare, ovviamente, le due sorelle seguite dai rispettivi mariti. Visivamente è uno spettacolo e la colonna sonora fa il suo effetto.

Rullo
21-01-12, 13:04:20
"Dio è anche in questo posto?":tragic:
Mitico Robert "baretta" Blake.E che fotografia!:cat:
Keep your eyeeeee on the sparoooooow!

http://www.youtube.com/watch?v=qRa9uhiAPBs&feature=player_embedded



Beh,anche a me,direi :sisi:


Shame di Steve McQueen (!):phraengo:
Solitudine siderale che diventa isolamento sentimentale e "devianza" patologica.Un dramma umano e suburbano messo in scena con una certa perizia formale dal regista e interpretato intensamente da Fassbender e dalla Mulligan (qui più convincente che in Drive: bella l'interpretazione di New York New York).Si insiste un po' sui corpi,ma non si sconfina tutto sommato nel sensazionalismo ad effetto.Da vedere.Un tipo di film che poteva rientrare nelle corde di un Aronofsky (ma non so se ne avrebbe giovato il soggetto).

shame pare proprio fichissimo, lo dovevo vedere ieri sera

Gatsu89
21-01-12, 13:43:25
Visto Benvenuti al Sud
Carino,sicuramente meglio delle solite cagate italiane però mi ha lasciato un pò così perchè penso che se si fossero spinti un pò di più,cercando di inserire anche i veri problemi del sud e non con un finale così banale sarebbe venuto fuori un bel film.
Voto=7

Price
21-01-12, 14:25:11
ho rivisto Moneyball dovo aver ricevuto alcune lavate di capo :asd:
nel guardarlo la prima volta avevo commesso un errore madornale, ossia quello di esser convinto di vedere un film sportivo.
moneyball è invece concentrato tutto sul personaggio di pitt ( e qui do la colpa/merito a hill bravissimo) ed in questo modo prende corpo la scena finale che è praticamente perfetta

http://www.youtube.com/watch?v=fkKCNXbtmcY&feature=related
il voto sale a 7/

Hushabye
21-01-12, 17:15:12
ho rivisto Moneyball dovo aver ricevuto alcune lavate di capo :asd:
nel guardarlo la prima volta avevo commesso un errore madornale, ossia quello di esser convinto di vedere un film sportivo.
moneyball è invece concentrato tutto sul personaggio di pitt ( e qui do la colpa/merito a hill bravissimo) ed in questo modo prende corpo la scena finale che è praticamente perfetta

http://www.youtube.com/watch?v=fkKCNXbtmcY&feature=related
il voto sale a 7/

''you're such a loser dad''

James
21-01-12, 17:39:44
L Albero del Male by William Friedkin (1990)

61733

"Phil e Kate hanno appena avuto un bambino, e si sono trasferiti a Los Angeles, in una villetta ai margini di un bosco; siccome Kate deve riprendere a lavorare, i due giovani sposi assumono Camilla, una giovene babysitter inglese che si dimostra molto efficiente e premurosa nei confronti del bambino.."

Fiaba nera per Friedkin(a lui questo film non piace per niente) sul filone del suo precedente lavoro(certo togliendo l esorcismo)e a quello di Richard Donner.Alcune ingenuità e buchi di sceneggiatura non scalfiscono per niente il fascino di questo Horror Demoniaco di inizio anni 90.Bello svolgimento nonostante i buchi,belle scene notturne,una Seagrove sensuale come poche e 2 scene d effetto:il trattamento riservato ai 3 balordi e il finale con motosega con sangue a litrate che ricorda vagamente Ash.
Non uno dei suoi lavori migliori ma affascinante.

Death Ship-La Nave Fantasma by Alvin Rakoff (1980)

61747

"Un gruppo di naufraghi trova insperato rifugio a bordo di una nave sbucata dalla nebbia e sulla quale sembra non esservi nessuno. Dapprima i naufraghi sono sollevati, ma lo sono molto meno quando cominciano a morire, rendendosi conto che la responsabile delle morti è la stessa nave, che sembra avere volontà propria, per nulla benevola."

Nave Nazista Fantasma nel 1980,stesso anno dei lebbrosi di "The Fog" di Carpenter,2 Film diversi che trattano in modo diverso il tema.
Il Film di Rakoff vira più sul classico e anche se all inizio annoia come non mai lo spettatore,quando la nave diventa protagonista cambia nettamente marcia.
Infatti,i corridoi bui sulla Nave creano molta atmosfera aiutati dalla voce di Hitler in sottofondo.Anche lo spento Kennedy dopo una prima parte di Film dove fà cascare le palpebre si riprende il ruolo di Comandante del Film.Ci sarebbe anche Richard Crenna che lo preferisco 1000 volte come Colonnello in "Rambo"
3 scene meritano attenzione:
La Doccia di Sangue
La proiezione non stop dei filmati Nazisti,con relativo suono fastidioso
Ghiacciaia e Sala delle Torture:sisi:

fil0red
21-01-12, 18:50:31
Ah, L'albero del male e Death Ship, due film della mia spensierata infanzia ;p

Secuestrados di Miguel Angel Vivas
Una famiglia borghese si trasferisce in una villa di un quartiere madrileno: la prima sera riceverà la visita di tre rapinatori albanesi e le cose andranno malissimo per tutti.
Film spagnolo che sfrutta alla perfezione i pochi spazi in cui è girato, con una macchina da presa che ha l'illuminato pregio di coniugare realismo e virtuosismo; a Vivas non interessa ne giocare con il voyeurismo dei suoi spettatori ne riflessioni sul razzismo, ma spinge al massimo sulla crudeltà degli assalitori e la disperazione delle vittime inermi piazzando in splitscreen piani sequenza da applausi. Finale al sangue in perfetto stile anni '70.

Gargaros
21-01-12, 19:33:10
Che bello quello di Friedkin :sisi:

Io invece ho visto...

Sleep dealer
Un film messicano a basso costo. Si capisce dal fatto che gli eff spec sono penosi. Però la storia si regge bene sulle gambe ed è abbastanza toccante. Parla di un futuro vicinissimo in cui la Rete abbraccierà l'umanità in modo più intimo: ora è possibile interfacciarsi coi PC e vendere memorie, sogni. I lavoratori svolgeranno le loro mansioni interfacciandosi con robot semintelligenti. Gli USA sono uno stato ipermilitarizzato e totalmente chiuso entro i suoi confini (a quanto ho capito c'è una barriera su tutto il perimetro del paese). Il protagonista provoca involontariamente la morte del padre e si trova così troncato di netto dalle radici della sua gente, quei contadini di un borgo sperduto che fanno fatica a vivere, anche perché l'unico fiume della regione è stato imbrigliato in una diga di una qualche compagnia privata, che vende l'acqua ai capagnoli a prezzi esorbitanti. Libero da pastoie, il ragazzo va in città per procurarsi gli innesti con cui poter lavorare (il lavoro viene fatto solo da robot collegati coi manovratori, e gli innesti sono fondamentali). Lì troverà l'amore e riuscirà a redimersi.
Un film "diverso", senza dubbio. Delicato e intelliggente, oltre che umanissimo; pensate che vedremo un militare con la coscienza. Il significato riposto è naturalista-tradizionalista. L'uomo se ne potrà inventare quante ne vuole, per fuggire dalla sua bestialità e naturlità, ma alla fine non c'è fuga dalla terra, dalle tradizioni e dal passato.

Price
21-01-12, 22:02:51
''you're just a loser dad''
esatto :morris82:

MasterTuri
21-01-12, 22:58:18
Limitless, 8. Fino ai tre quarti del film avrei dato un 7, ma il finale mi è piaciuto. Devo ammettere che mi ha sempre affascinato il tema trattato nel film, chissà se un giorno si potrà davvero sfruttare qualcosa in più del proprio cervello:sisi:

Lateralus
22-01-12, 00:53:43
Shame (2011), Steve McQueen

http://static.screenweek.it/2011/12/23/shame-michael-fassbender-foto-dal-film-3_mid.jpg

Brandon è un uomo d'affari trentacinquenne dipendente dal sesso, che vive a New York City. La difficoltà a controllare e gestire le sue pulsioni sessuali, che sfoga con incontri occasionali e continue masturbazioni, lo portano a condurre una vita solitaria. Solo l'arrivo in città della sorella minore, l'insicura Sissy, potrebbe spezzare la sua ossessione...
E' un film su un sessodipendente (e sul suo piccolo barlume di speranza non colto, sua sorella), quindi giustamente per tutto il film chiava. E quindi ? Mi vedevo un porno facevo prima. Fin qui tutto scontato ma ci siamo, è lecito, ma m'è piaciuta poco la cosa perchè a lungo andare annoia. Il bello è il resto; infatti c'è da dire che l'attore protagonista rende molto bene il personaggio, rendendo molto facile il compito allo spettatore di coglierne le emozioni, sensazioni, ansie, desideri, e lo dice stesso il titolo, la vergogna. Il film riesce quindi a offrire un bel quadro del problema. Per questo è interessante. Anche visivamente il film colpisce: atmosfere cupe e ansiose. Come anche la colonna sonora che contribuisce insieme al comparto visivo al coinvolgimento.

Hushabye
22-01-12, 12:52:33
esatto :morris82:

correzione:such al posto di just.... comunque mi sa che me lo rivedo al cinema..

mickes2
22-01-12, 16:07:20
Volti di John Cassavetes
http://deeperintomovies.net/journal/image08/faces6.jpghttp://deeperintomovies.net/journal/image08/faces5.jpg
Un grandissimo film completamente di attori, e che attori! Un rapporto tormentato tra marito e moglie, lo spettro della separazione che prende forma, la voglia per entrambi di cambiare, trovare un punto di riferimento e ritornare a vivere. Cassavetes si aggrappa alle psicologie del corpo attoriale con attenzione maniacale: camera a mano traballante ad accarezzare i suoi protagonisti, sviscerandone l’animo, le angosce e le paure; scruta attentamente i volti, ne decodifica le sensazioni amplificandole e facendole arrivare allo spettatore, purissime. Gena Rowlands e Lynn Carlin di ammaliante intensità e bellezza.
****

Atmosphere
22-01-12, 16:16:58
Aguirre, furore di Dio di Werner Herzog

Kinski interpreta Aguirre in modo ineccepibile: ambizioso, crudele, traditore e manipolatore. Da notare come le sue espressioni facciali siano totalmente realistiche e coerenti con il suo personaggio. Il setting è meraviglioso, e sarei stato contento se il film fosse durato un po' di più.

Zeno
22-01-12, 16:17:02
Volti di John Cassavetes
http://deeperintomovies.net/journal/image08/faces6.jpghttp://deeperintomovies.net/journal/image08/faces5.jpg
Un grandissimo film completamente di attori, e che attori! Un rapporto tormentato tra marito e moglie, lo spettro della separazione che prende forma, la voglia per entrambi di cambiare, trovare un punto di riferimento e ritornare a vivere. Cassavetes si aggrappa alle psicologie del corpo attoriale con attenzione maniacale: camera a mano traballante ad accarezzare i suoi protagonisti, sviscerandone l’animo, le angosce e le paure; scruta attentamente i volti, ne decodifica le sensazioni amplificandole e facendole arrivare allo spettatore, purissime. Gena Rowlands e Lynn Carlin di ammaliante intensità e bellezza.
****

<3 <3

mickes2
22-01-12, 16:31:41
<3 <3

yesss!!!

per me prima esperienza col cinema di Cassavetes, non poteva esserci risultato migliore :sisi:

scena che, tra le altre, mi è rimasta particolarmente impressa. ovvio, va vista contestulizzata nel film, ma quel clima di felicità apparente, ma sotto sotto di amara disillusione lo si può cogliere perfettamente in ogni caso:

http://www.youtube.com/watch?v=7BsmWI2cPdw <3

AS ste
22-01-12, 18:01:41
ho visto rec e mi è piaciuto molto :sisi:
ma il 2 riprende qualcosa dal primo?
perchè mi sono sfugguiti alcuni punti:
il'essere quando si apre la botola,alla fine, è la bambina di cui parlavano tutti gli articoli di giornale no?
e quello che cercava una cura che fine ha fatto?

Bobby Peru
22-01-12, 18:09:32
risp a spoiler
Si per la prima.
Per la seconda non ricordo... pero mi sembra che si capiva tutto nel film...

Lateralus
22-01-12, 19:39:19
ho visto rec e mi è piaciuto molto :sisi:
ma il 2 riprende qualcosa dal primo?
perchè mi sono sfugguiti alcuni punti:
il'essere quando si apre la botola,alla fine, è la bambina di cui parlavano tutti gli articoli di giornale no?
e quello che cercava una cura che fine ha fatto?

1- si
2- vedrai nel 2 :sisi:

Il 2 riprende e continua praticamente tutto, è ambientato nello stesso palazzo e temporalmente allo stesso tempo e dopo gli eventi dell'1.

Togg
22-01-12, 23:43:00
troppo bello the man who wasn't there.

JT26
23-01-12, 00:08:50
Attori tutti in palla, confermo.
Ma il cane, eh?

Il cane indimenticabile :sisi:

Assolutamente sì, appena uscito dalla sala ho mandato un sms a chi me l'aveva consigliato "Il migliore è stato il cane", e poi col passare dei giorni l'emozione si era affievolita. Confermo.

Hushabye
23-01-12, 10:56:02
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/7/7d/Descendants_film_poster.jpg/215px-Descendants_film_poster.jpg

''A family seems exactly like an archipelago,all part of the same whole,but still separate and alone.''

Poche emozioni nel film di Payne, la storia segue un copione visto e rivisto.. bravino Cloney, 6.5

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/b/b2/Up_in_the_Air_Poster.jpg/220px-Up_in_the_Air_Poster.jpg

Come sopra,roba già vista.. 6.5

Atmosphere
23-01-12, 13:05:14
A History of Violence di David Cronenberg

La storia si lascia seguire per buona parte della durata, anche se alcune scene sono inutili . Sul finire invece scade parecchio e diventa scontato e banale.

Joseki
23-01-12, 18:21:56
Il Cavaliere Oscuro [9]
Bellissimo film su Batman, a differenza del precedente Batman Begins [6], riesce a catturarmi e a tenermi incollato alla TV per tutte le 2 ore e 20 minuti di durata. Ledger interpreta in maniera perfetta il Joker, Bale invece non mi convince molto nel ruolo di Batman, ma la sua prestazione è buona. Ottima anche la regia di Nolan. Peccato per la tuta di Batman che per tutto il film mi ha dato l'idea di essere fatta "di cartone". Gli effetti speciali sono bellissimi. Film consigliato anche a chi non ama i film sui supereroi.

Lateralus
23-01-12, 18:49:03
Il Cavaliere Oscuro [9]
Bellissimo film su Batman, a differenza del precedente Batman Begins [6], riesce a catturarmi e a tenermi incollato alla TV per tutte le 2 ore e 20 minuti di durata. Ledger interpreta in maniera perfetta il Joker, Bale invece non mi convince molto nel ruolo di Batman, ma la sua prestazione è buona. Ottima anche la regia di Nolan. Peccato per la tuta di Batman che per tutto il film mi ha dato l'idea di essere fatta "di cartone". Gli effetti speciali sono bellissimi. Film consigliato anche a chi non ama i film sui supereroi.

Tra parentesi sono i voti ?

Lelouch vi Britannia
23-01-12, 18:59:07
A History of Violence di David Cronenberg

La storia si lascia seguire per buona parte della durata, anche se alcune scene sono inutili . Sul finire invece scade parecchio e diventa scontato e banale.

Concordo, una mezza occasione sprecata.

Boom Shakalaka!
23-01-12, 19:07:27
Tra parentesi sono i voti ?

spero di no :phraengo:

Azure Grimoire
23-01-12, 20:07:52
http://img.yoddl.com/images/85672603104139159487.jpg

Consiglio di dargli un'occhiata, il trailer porta fuori strada in maniera oscena, bella sorpresa :sisi:

Page <3

Hushabye
24-01-12, 10:07:07
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/3/3a/Flipped_poster.jpg/215px-Flipped_poster.jpg

come si può scappare da Juli Baker???? 7.5

il pastore
24-01-12, 13:38:29
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/3/3a/Flipped_poster.jpg/215px-Flipped_poster.jpg

come si può scappare da Juli Baker???? 7.5
Mamma mia che bel film<3
Dai Husha,alza un pochino il voto:cat:



Death Ship-La Nave Fantasma by Alvin Rakoff (1980)

61747

"Un gruppo di naufraghi trova insperato rifugio a bordo di una nave sbucata dalla nebbia e sulla quale sembra non esservi nessuno. Dapprima i naufraghi sono sollevati, ma lo sono molto meno quando cominciano a morire, rendendosi conto che la responsabile delle morti è la stessa nave, che sembra avere volontà propria, per nulla benevola."

Nave Nazista Fantasma nel 1980,stesso anno dei lebbrosi di "The Fog" di Carpenter,2 Film diversi che trattano in modo diverso il tema.
Il Film di Rakoff vira più sul classico e anche se all inizio annoia come non mai lo spettatore,quando la nave diventa protagonista cambia nettamente marcia.
Infatti,i corridoi bui sulla Nave creano molta atmosfera aiutati dalla voce di Hitler in sottofondo.Anche lo spento Kennedy dopo una prima parte di Film dove fà cascare le palpebre si riprende il ruolo di Comandante del Film.Ci sarebbe anche Richard Crenna che lo preferisco 1000 volte come Colonnello in "Rambo"
3 scene meritano attenzione:
La Doccia di Sangue
La proiezione non stop dei filmati Nazisti,con relativo suono fastidioso
Ghiacciaia e Sala delle Torture:sisi:
Intramontabili :sisi:
Per rimanere in tema:
visto/rivisto:

Il serpente e l'arcobaleno (The Serpent and the Rainbow) di Wes Craven.
Uno dei migliori lavori del regista.Recupero delle atmosfere dei vecchi zombie-movie pre-Romero (l'ambientazione haitiana,voodoo,zombi come schiavi) innestate in un contesto di denuncia politica.Decisamente visionario ed efficace negli effetti e nelle scene (in una sembra addirittura anticipare il cosiddetto torture-porn).L'ultima parte sconfina un po' troppo,perdendo atmosfera.

Audition di Takashi Miike.
Miike ha una sua cifra stilistica che gli permette di distaccarsi da certo cinema orientale che ripropone stancamente sempre gli stessi espedienti.L'orrore insertato in una vita normale,fatta di vuoti e solitudine raggiunge lo scopo,regalando diversi brividi (ci vuole un po' per arrivarci però).Confuso ma efficiente.

Dark Water di Hideo Nakata.
Horror nipponico lento nella preparazione,non sublimato da un angoscia che tarda a mostrarsi.Diversi espedienti sono ormai stilemi di un certo cinema che poco appassiona (sì,i capelli neri;sì,anche bagnati..);il regista,Hideo Nakata,un po' il papà di questo genere (Ringu),ci propone ataviche paure imbevute di simbolismi (l'acqua) e di edipici dilemmi.Scartavetra i cogliòni.

Faster,Pussycat! kill! kill! di Russ Meyer.
Il bosomane Meyer all'ennesima potenza: esondante,sopra le righe,fumettoso.Una deriva esistenziale dominata dal furore femminile della popputa Tura Satana e delle sue due compagne.Il cinema delle maggiorate per eccellenza.Fotografia da lacrime e grottesco esasperato a profusione.Faster Tarantino! kill! kill!
http://4.bp.blogspot.com/-6-pktLchLZ0/Td8v35bX93I/AAAAAAAABTs/leHfkgKG9Ng/s400/faster_pussycat_kill_kill_04.png

Togg
24-01-12, 17:35:55
capitato per caso su Antifa: Chasseurs de skins , documentario francese sull'antifascismo militante. guardabile.

.Luke.
24-01-12, 22:14:51
Giorni perduti di Billy Wilder

Storia di un fallito scrittore che annega i suoi dispiaceri nell'alcool. Lezione di regia di Billy Wilder e lezione di recitazione da parte di Ray Milland, non esagero se dico che è una delle 10 interpretazioni maschili migliori di sempre.

medicine bottle
24-01-12, 22:36:31
23° trieste film festival

doc

Na północ od Kalabrii - ***+
Marcin Sauter, 2009, Polonia.
quasi un film di finzione sulla preparazione collettiva della festa comunale. decisamente divertente.

Phnom Penh Lullaby - ***
Paweł Kloc, 2011, Polonia.
la storia di un israeliano emigrato in cambogia e della sua famiglia. una realtà che, nel suo coinvolgere i bambini in continui affidamenti e adozioni, si fa sempre più angosciante.

The Boy Who Was a King - ***+
Andrey Paounov, 2011, Ungheria e Germania.
la strana vicenda di re simeon II, eletto a soli sei anni, esiliato dal nuovo governo comunista e divenuto primo ministro nel 2001. ma un pirla rimane un pirla sia da re che da ministro. interessante la struttura scelta per mostrare i fatti, dall'esaltazione iniziale alla contestazione finale.

Freakbeat - ***
Luca Pastore, 2011, Italia.
freak antoni degli skiantos in viaggio con la figlia per trovare una mitica registrazione di un concerto di jimi hendrix con l'equipe 84. ha i suoi momenti, ma talvolta risulta ridondante.

Bijelo Dugme - ***
Igor Stoimenov, 2010, Russia.
la storia della più famosa band della jugoslavia, così popolare da influenzare le scelte politiche. documentario classicissimo con interviste e clip dell'epoca.

Dad Made Dirty Movies - ***
Jordan Todorov, 2011, Bulgaria e Germania.
la carriera di stephen c. apostolof, regista bulgaro che ha sfondato a hollywood grazie a film d'exploitation. stesso discorso del doc qui sopra.

Örvény - ***
Csaba Szekeres e John Oates, 2010, Ungheria e Gran Bretagna.
l'agghiacciante esistenza di tre famiglie rom ungheresi. inizia in modo petulante, ma l'ultima vicenda trattata (quella della giovane lulu che preferisce la morte alla vita) rivela tutto il dramma della situazione.

finzione

Němá barikáda - ***+
Otakar Vávra, 1949, Cecoslovacchia.
film partigiano sulla resistenza praghese all'invasione nazista alla vigilia della fine della seconda guerra mondiale.

Izlet - ***+
Nejc Gazvoda, 2011, Slovenia.
tre ventenni fanno un viaggio insieme. film drammatico che sa ritagliarsi momenti di comicità. le relazioni tra i personaggi sono ben intessute. peccato solo per un finale troppo lungo e con alcuni passaggi positivi non sfruttati al meglio (quando si dice: se chiudevi dopo quella scena era meglio).

Orgy of the Dead - *
Stephen C. Apostolof, 1965, Usa.
sceneggiato da ed wood è probabilmente una delle peggiori cagate di sempre. in sostanza si tratta di ragazze in topless che ballano in un cimitero. CULT!

Na wylot - ***
Grzegorz Królikiewicz, 1973, Polonia.
le esistenze sconsiderate di una moglie e di un marito. per capire di cosa si tratta vi consiglio di pensare ad eraserhead di lynch :smt003

Fort 13 - ***+
Grzegorz Królikiewicz, 1984, Polonia.
due prigionieri rimangono sepolti nel sotterraneo di un carcere dopo un bombardamento. una riflessione tout court sulla vita, con immagini del micro e del macrocosmo che anticipano malick di trent'anni.

e un numero sterminato di corti e mediometraggi

JT26
24-01-12, 23:11:56
Ed Wood :rickds:

corra91
25-01-12, 11:13:28
Kill Bill 1 e 2
Voto: 9, anzi forse 9 e mezzo per la barba del maestro :asd:

Mi vergognavo di non aver mai visto questi due film e, una volta visti, sono forse diventati i miei 2 preferiti.
Quando lei arriva a casa di Bill e c'è la bambina mi è preso un colpo, geniale!

.Luke.
25-01-12, 11:18:15
I tuoi due preferiti e gli dai 9 e mezzo? :asd:

Concordo sul giudizio, il mio voto probabilmente sarebbe un 9, anche perchè il capolavoro da 10 di Tarantino è Pulp Fiction secondo me.

Togg
25-01-12, 12:59:57
Orgy of the Dead - *
Stephen C. Apostolof, 1965, Usa.
sceneggiato da ed wood è probabilmente una delle peggiori cagate di sempre. in sostanza si tratta di ragazze in topless che ballano in un cimitero. CULT!


hai detto niente :sbav:

Akatsuki
25-01-12, 15:48:21
Amore e altri rimedi *_* bel film , mi ha stregato

Gargaros
26-01-12, 02:09:17
La tigre e il dragone
Non lo rivedevo da anni. Resta uno dei wuxia più belli, poetici e spettacolari di sempre. La storia di due storie d'amore travagliate, la saggezza e la perdizione, il desiderio di fuggire e le catene sociali e famigliari che incatenano anche i sogni più ribelli, la spada come simbolo di forza e autonomia (oltre che di emancipazione femminile). Ma ovviamente non c'è solo questo, ma anche regia sublime, musiche bellissime (non a caso scopiazzate da altri wuxia successivi), paesaggi suggestivi, e combattimenti coreografati dal maestro Juen Woo Ping (che sta dientro anche al successo di film come matrix e Kill Bill). Un film magnifico. Poi Ang Lee viene a Hollywood e sforna un inguardabile Hulk. Sarebbe stato imperdonabile se non si fosse redento con Le montagne sfondate dietro...

La pelle che abito
Almodovar si cimenta nel triller e si cimenta bene, mischiando le pazzie più alla moda di oggi: la chirugia plastica e i dottori folli. Quello che ne viene fuori è un film assurdo, ma in senso buono. Una storia contorta, deviata, ma mai illogica, mai tirata per i capelli. La chiave di lettura è l'odissea nella naturalesessualità. Insomma, un film da vedere senza battere ciglio.

Lolita
Appena fa su 4. La versione di Lyne non è male, ha delle cose che in quella di Kubirck mancavano, in primis una ragazzina per protagonista, una vera ninfetta pacioccona, pucciosa, *uttan* e stronza, aanche se l'attrice aveva allora 16/17 anni. Ha poi delle scene girate meglio, secondo me, come quella finale con Quilty. Ha delle sequenze in più che arricchiscono di interpretabilità la storia, come l'epilogo con la panoramica sul paesino. Poi, va beh, il colore, e certe scenografie naturali splendide. Ma tutto il resto lo preferisco in Kubrick, da intere scene (l'ultima nell'ospedale, per esempio) alle musiche (non men ne voglia Morricone). Eppoi dài, anche se Jeremy è bravino, qualche scena particolamente intensa l'ha svolta ammucciando saggiamente la faccia; Mason era davvero superiore. Insomma un bel film, ma ha alti e bassi. Come nella versione Kubrick, quindi è inutile fare confronti e trarre un vincitore. Se però dovessi proprio proprio scegliere, prenderei quello vecchio.

edit Lateralus: ti ho corretto un titolo

corra91
26-01-12, 10:21:33
I tuoi due preferiti e gli dai 9 e mezzo? :asd:

Si perchè si può sempre migliorare :asd:

medicine bottle
26-01-12, 13:13:18
Lolita

in questo si parla di annabelle?
sto leggendo il libro di nabokov e la versione di kubrick ha molte diversità. per quanto sia il libro che il film siano opere meravigliose, s'intende.

Togg
26-01-12, 14:06:32
in questo si parla di annabelle?
sto leggendo il libro di nabokov e la versione di kubrick ha molte diversità. per quanto sia il libro che il film siano opere meravigliose, s'intende.

io ce l'ho sul comodino in attesa :(

Gargaros
26-01-12, 14:24:44
in questo si parla di annabelle?

Chiii?! Non mi sembra di ricordare un'annabella... I personaggi sono gli stessi del film di Kubick. Manca solo la ragazza che accompagna Quindy.

Comunque, il romanzo lo devo leggere assolutamente pure io. Sono anni che lo dico, e sto rimandando troppo...


@Lateranus
Che titolo hai corretto?

Hushabye
26-01-12, 16:33:51
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/8/80/The_Girl_with_the_Dragon_Tattoo_Poster.jpg/220px-The_Girl_with_the_Dragon_Tattoo_Poster.jpg

Non avendo visto gli altri 3 dico,discreto thriller,ma la cosa migliore è il personaggio/interpretazione della Mara.. 6.5 /7-

Togg
26-01-12, 21:44:21
ho visto the artist e mi ha lasciato freddissimo. a parte la scena del sogno.

medicine bottle
26-01-12, 22:55:07
ho visto the artist e mi ha lasciato freddissimo. a parte la scena del sogno.

http://images.cheezburger.com/completestore/2011/5/3/ce2f42e6-7d39-4ca6-ae5d-25ffa3b0d592.jpg

Lateralus
26-01-12, 23:16:41
Chiii?! Non mi sembra di ricordare un'annabella... I personaggi sono gli stessi del film di Kubick. Manca solo la ragazza che accompagna Quindy.

Comunque, il romanzo lo devo leggere assolutamente pure io. Sono anni che lo dico, e sto rimandando troppo...


@Lateranus
Che titolo hai corretto?

Lateranus però no... :ban::trollface:

La pelle che abito, avevi scritto il corpo che abito.

Vall77
27-01-12, 06:55:49
ho visto the artist e mi ha lasciato freddissimo. a parte la scena del sogno.

Dai e' molto onesto e curato e carino.
Non particolarmente coinvolgente, magari, ma senz'altro non da bocciare.


Lateranus però no... :ban::trollface:

Ma lol :rickds:

Togg
27-01-12, 13:58:58
http://images.cheezburger.com/completestore/2011/5/3/ce2f42e6-7d39-4ca6-ae5d-25ffa3b0d592.jpg

lo sapevo che mi odiavi :(


Dai e' molto onesto e curato e carino.
Non particolarmente coinvolgente, magari, ma senz'altro non da bocciare.


sì ma, boh. perché?

Atmosphere
27-01-12, 15:45:08
A qualcuno piace caldo di Billy Wilder

Sono rimasto stupito da questa commedia, non me l'aspettavo di certo così ben fatta. Per tutte le due ore del film non mi sono mai annoiato e per la maggior parte del tempo avevo un sorriso stampato in faccia, Lemmon e Curtis sono formidabili e lo stesso i dialoghi. Gran film.

.Luke.
27-01-12, 17:45:38
A qualcuno piace caldo di Billy Wilder

Sono rimasto stupito da questa commedia, non me l'aspettavo di certo così ben fatta. Per tutte le due ore del film non mi sono mai annoiato e per la maggior parte del tempo avevo un sorriso stampato in faccia, Lemmon e Curtis sono formidabili e lo stesso i dialoghi. Gran film.

Di Wilder ho visto un mucchio di roba ma questo ancora mi manca.

Gargaros
27-01-12, 19:28:51
Lateranus però no... :ban::trollface:

:pffs:


La pelle che abito, avevi scritto il corpo che abito.

Un errore davvero stranissimo...

Vall77
27-01-12, 23:12:00
sì ma, boh. perché?

Perche' e' originale, ben recitato e abbastanza non paraculo?
Ma non so, magari eri solo in serata no.

medicine bottle
28-01-12, 01:53:01
roba che entrerà nella classifica di fine anno del sottoscritto ed il fatto si sbilanciarmi a gennaio dovrebbe farvi dire: madò lo devo vedere
http://www.behindthehype.com/wp-content/uploads/2011/11/martha_marcy_may_marlene_trailer1-540x359.jpg

Togg
28-01-12, 09:50:13
Perche' e' originale, ben recitato e abbastanza non paraculo?
Ma non so, magari eri solo in serata no.

pomeriggio sì! È che semplicemente non mi ha detto niente, originale in cosa? A parte la scelta del muto c'è pochin pochetto. Talmente poco da non essere nemmeno paraculo.


roba che entrerà nella classifica di fine anno del sottoscritto ed il fatto si sbilanciarmi a gennaio dovrebbe farvi dire: madò lo devo vedere
http://www.behindthehype.com/wp-content/uploads/2011/11/martha_marcy_may_marlene_trailer1-540x359.jpg

madò, lo devo vedere. (bella immagine) sembra che esca da noi il 17 febbraio :sisi:

.Luke.
28-01-12, 11:08:24
The Reader di Stephen Daldry

Bravissima come al solito la Winslet, ma che mattone di film.

Hushabye
28-01-12, 11:30:20
The Reader di Stephen Daldry

Bravissima come al solito la Winslet, ma che mattone di film.

l hai visto ieri immagino..

.Luke.
28-01-12, 11:41:31
l hai visto ieri immagino..

Si, lo volevo vedere da un po' e visto che lo hanno trasmesso in tv ne ho approfittato... Avrei potuto fare dell'altro :asd:

Togg
28-01-12, 12:54:08
The limits of control, Jarmusch - 2009
mamuà, trionfo di sguardi e molecolarità. visto che sono scansafatiche copio/incollo una rece che condivido.


La retrospettiva su Jim Jarmusch presentata al Milano Film Festival ha portato per la prima volta in una sala italiana The Limits of Control, ultimo film del cineasta americano sul quale più di un anno fa la distribuzione nazionale ha glissato, probabilmente per l’assenza di una star nel ruolo principale. Nel consueto carosello di camei celebri (Luis Tosar, Gael Garcia Bernal, Bill Murray, Tilda Swinton e John Hurt quelli degni di nota), le fattezze del protagonista sono infatti affidate ad Isaach de Bankolè (N.D.R. notevole come “Le Boxeur” in White Material di Claire Denis, interpretato lo stesso anno e già in Ghost Dog nella parte di Raymond) che presta la propria fisicità asciutta e spigolosa ad una ieratica figura di killer professionista che riecheggia in parte il Ghost Dog di Whitaker. Costruito attorno alle peregrinazioni di questo misterioso automa in lamè, impegnato nel territorio spagnolo da un indefinito e segretissimo piano criminale, The Limits of Control è un on the road metafisico in pieno stile Jarmusch, impregnato dello stesso gusto per la narrazione dispersa ed enigmatica di opere come Dead Man, Broken Flowers e Coffee & Cigarettes, intessuta sulle variegate eccentricità di personaggi che si sfiorano l’una con l’altra fra i tavolini da caffè o sui vagoni di un treno. Tra evocazioni non casuali di Tarkovskij e Kaurismaki, la parabola della narrazione si adegua al lento alzarsi di una marea di significanti in apparenza oscuri, collegati l’uno all’altro da un impalpabile filo rosso di linguaggi e relazioni semantiche: i gesti lenti e calcolati del tai-chi praticato dal killer solitario riecheggiano nelle volute delle pale eoliche che punteggiano il paesaggio iberico, e allo stesso modo i paesaggi si trasfigurano in quadri, dai quadri si materializzano personaggi che si fanno a loro effige su locandine, ciondoli e scatole di fiammiferi. Una minuziosa mitologia segnica composta di piccoli oggetti, mezze frasi e messaggi in codice che si svuotano e riempiono di senso ad intermittenza, componendo una fitta trama di rimandi sottili tra le varie scene che sostiene in pregevole equilibrio un racconto appena tratteggiato e per questo suggestivo. Identificati da nomi comuni come Nudo, Chitarra e Molecole, i corpi attoriali si fanno concetto e si aggirano in composizioni geometriche al limite dell’astrazione, mai così maniacalmente curate in un film di Jarmusch, che chiamano a gran voce la propria filiazione dalla pittura cubista e metafisica. In definitiva, uno dei lavori più compiuti del regista dell’Illinois, forse privo proprio della sghemba vitalità picaresca dei suoi film più famosi, ma ad ogni modo coerente alla propria struttura e perfettamente riuscito nei suoi intenti.

dom87
28-01-12, 14:04:40
un treno per vivere

BElla commedia che tratta la deportazione degli ebrei nei campi di concetramento

Armatus
28-01-12, 16:44:28
Forever Strong (voto: 8.8)62216
film sul rugby veramente spettacolare, merita di essere visto da tutti masci e femmine

Togg
28-01-12, 20:04:20
ACAB, Stefano Sollima
ci sta.
7+

Azure Grimoire
28-01-12, 21:31:26
Pain - Kwang Gyeong-taek
http://img.electro-maniacs.net/32801.jpg


After losing his family when he was young, Nam-soon (Kwon Sang-woo) feels no pain. He cannot feel physical pain and is emotionally barren until he meets Dong-hyun (Jeong Ryeo-won), who calls herself a vampire because she suffers from hemophilia. Unlike Dong-hyun, when Nam-soon is injured, she bleeds from even the smallest wound. As the two grow closer, Dong-hyun suddenly begins to lose his lifelong insensitivity to pain and the hurt of a lifetime washes over him.

Acting d'altissimo livello da entrambi gli attori principali, storia davvero strana ma sicuramente originale, trattata come un comedy drama in quanto a ritmo per poi cambiare radicalmente nelle scene finali, buona la colonna sonora, forse troppo invasiva in alcuni punti
Mi ha emozionato e coinvolto parecchio e sono di lacrima facile per certe storie quindi mi è definitivamente piaciuto assai :asd:

7.5

IL GURU
29-01-12, 12:59:32
Visti: Animal United e Giustizia Privata
Il primo molto divertente, mentre il secondo stratosferico,molto bella la trama:sisi:

mickes2
29-01-12, 13:29:12
Sussurri e grida di Ingmar Bergman
http://www.filmsofevillights.org/blog_images/Bergman_WAC1.jpg
il dolore fisico di una donna contrapposto all'apatica quotidianità di due sorelle. la gioia di vivere contrapposta al rancore. immensa disamina dell'universo femminile, corroborata da una messinscena sontuosa e da quattro interpreti insuperabili.

10

Togg
29-01-12, 18:50:20
Tinker Tailor Soldier Spy, Alfredson
bon, sulla sufficienza.

Hushabye
29-01-12, 19:41:29
Alla fine Tinker non l ho visto al cinema..


http://4.bp.blogspot.com/-cVYJQ6Aqbzw/Ts0VNuKK5vI/AAAAAAAAigA/L-eQGfWEGGA/s640/take%2Bshelter%2Bwhy%2Bso%2Bblu%2Bposter%2B2.jpg

Jeff Nichols regala il film dell anno(con Drive)..un racconto angoscioso,senza alcun calo di ritmo e sostenuto da un Shannon stupendo: un uomo alle prese con dei problemi psichici di cui è però consapevole.. Infatti il suo personaggio è diviso a metà: da una parte abbiamo la presa di coscienza di una malattia incombente,dall altra la convinzione che nei sogni ci sia davvero qualcosa di profetico..da qua si arriva poi al finale, rivelatore quanto enigmatico..Soundtrack perfetta...brava anche la Chastain, in un anno da incorniciare.. .. 8.5 /9-

Zeno
29-01-12, 20:30:25
Sussurri e grida di Ingmar Bergman
http://www.filmsofevillights.org/blog_images/Bergman_WAC1.jpg
il dolore fisico di una donna contrapposto all'apatica quotidianità di due sorelle. la gioia di vivere contrapposta al rancore. immensa disamina dell'universo femminile, corroborata da una messinscena sontuosa e da quattro interpreti insuperabili.

10

E andiamo :D :asd:

Lucignolo
29-01-12, 22:29:13
Il film di Bergman anni 60-70 che preferisco è senza dubbio Persona (1966). Sublime.



Stavo pensando: ma vi rendete conto che in un anno solo (1957 fonte imdb) quest'uomo ha tirato fuori Il settimo sigillo e Il posto delle fragole?


2 Tra i più grandi film di sempre....2 film che un regista medio non solo non realizza, ma NEMMENO PUO' CONCEPIRE IN UNA VITA.


E lui ha pubblicato quasi contemporaneamente.




Maestro.

mickes2
29-01-12, 22:36:59
E andiamo :D :asd:
per caso gradisci anche te Bergman? ;p


Il film di Bergman anni 60-70 che preferisco è senza dubbio Persona (1966). Sublime.


Stavo pensando: ma vi rendete conto che in un anno solo (1957 fonte imdb) quest'uomo ha tirato fuori Il settimo sigillo e Il posto delle fragole?


Persona sarà il prossimo, ma tra i film di Bergman che ho visto, ovvero Il settimo sigillo, Il posto delle fragole, Luci d'inverno, Funny & Alexander... Sussurri e grida lo piazzo in cima alla lista, perchè tra la magnificienza è il più magnifico.

si cmq autore assolutamente incredibile, sta diventando uno dei miei preferiti in assoluto

Zeno
29-01-12, 22:55:08
per caso gradisci anche te Bergman? ;p

S'è capito eh? :asd:

.Luke.
29-01-12, 22:59:15
Su Bergman sono ancora ignorante, ma ho in programma di rimediare... Non so quando, ma lo farò

Hushabye
30-01-12, 09:55:03
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/8/80/Albert_Nobbs_poster.jpg/220px-Albert_Nobbs_poster.jpg

La miserevole vita di Albert Nobbs potrebbe essere un titolo adatto a riassumere l opera.. La Close veste i panni di questo buffo personaggio in maniera ottimale,affiancata anche dalla brava Janet..Colpiscono l' atmosfera ed una storia comunque interessante.. 7+

Zeno
30-01-12, 11:15:23
Rivisto "À bout de souffle", sempre magnifico.

fil0red
30-01-12, 11:48:34
Rivisto "À bout de souffle", sempre magnifico.

Presuntuoso e poco altro, proprio come il suo creatore :.bip:; Jean Seberg bellissima però. Su Godard, Truffaut la sapeva lunga :sisi:

mickes2
30-01-12, 11:50:45
Rivisto "À bout de souffle", sempre magnifico.

càzzo si!!!!


http://www.youtube.com/watch?v=w2hDR_e1o1M

http://www.youtube.com/watch?v=LOEztp5v6QQ&feature=results_video&playnext=1&list=PL7C12EB8255B850AA

Zeno
30-01-12, 13:18:38
Presuntuoso e poco altro, proprio come il suo creatore :.bip:; Jean Seberg bellissima però. Su Godard, Truffaut la sapeva lunga :sisi:

lol, è un film d'esordio, si presta ad un'analisi tecnico-linguistica complessa e ha vagamente segnato la storia del cinema. Insieme a numerosi altri film, ovviamente.

fil0red
30-01-12, 14:10:57
lol, è un film d'esordio, si presta ad un'analisi tecnico-linguistica complessa e ha vagamente segnato la storia del cinema. Insieme a numerosi altri film, ovviamente.

Tutte cose che so perfettamente, e per cinque anni della mia vita me lo sono sentito ripetere ogni giorno anche al più infimo corso di serialità degli audiovisivi. All'atto pratico ogni volta che lo vedo, noto solo cose che mi fanno mettere le mani nei capelli. é la prova che non a tutti riesce di passare dalla camera-stylo, a quella vera e che un minimo di tecnica ci vuole :sisi:

Zeno
30-01-12, 15:12:35
Tutte cose che so perfettamente, e per cinque anni della mia vita me lo sono sentito ripetere ogni giorno anche al più infimo corso di serialità degli audiovisivi. All'atto pratico ogni volta che lo vedo, noto solo cose che mi fanno mettere le mani nei capelli. é la prova che non a tutti riesce di passare dalla camera-stylo, a quella vera e che un minimo di tecnica ci vuole :sisi:

In che senso "quella vera"? :sisi:

fil0red
30-01-12, 15:21:12
In che senso "quella vera"? :sisi:

Alla cinepresa :sisi:

p a n z e r
30-01-12, 16:40:46
dead silence, classico horror stile tensione->tensione->tensione->mostro urlante, banalotto nella trama ma carina l'idea di avvisare lo spettatore l'arrivo del momento "shit in my pants", visto che riesce paradossalmente ad aumentare la tensione. da vedere in compagnia comunque, che non offre poi molto. sufficiente per poco, giusto perché i pupazzi obiettivamente sono di quanto più spaventoso ci sia a questo mondo.


http://www.youtube.com/watch?v=HegU7HgHavA


doghouse, commedia horror dal regista di evil aliens, trashone che personalmente ho apprezzato molto. misogino, splatter (effetti davvero ben fatti) e un sacco di trovate divertenti, forse perde qualche colpo nelle fasi finali. in particolare proprio il finale è un bel punto di domanda, ho provato a pensarci un attimo ma poi ho realizzato che perdere troppo tempo dietro un film del genere semplicemente non ne vale la pena.
buono dai.

Zeno
30-01-12, 18:26:28
Alla cinepresa :sisi:

alright :kep88:

p a n z e r
30-01-12, 19:37:39
the box, del tipo di donnie darko. contorto, ma non per questo troppo difficile da capire. alla fine del film lo spettatore sa tutto ciò che deve sapere per trarre le proprie conclusioni, a differenza di donnie darko che lasciava fin troppi interrogativi. per questo, e altri motivi, ho apprezzato molto di più questo the box. in generale per un fattore personale visto che apprezzo di più la fantascienza piuttosto che un insieme senza capo ne coda di seghe mentali per teenager alternativi. ma soprattutto perché questo the box è palesemente più maturo, sia per sceneggiatura che per regia. insomma, un film sì complicato ma anche ampiamente comprensibile, e sempre parlando personalmente direi decisamente più interessante.
trovo assurdi certi commenti che leggo su internet, secondo i quali era meglio uno sviluppo verso il thriller psicologico che non la fantascienza. thriller psicologico che verte sul premere o no un bottone? vabbè, per me il film è più che buono.

Vall77
30-01-12, 21:05:28
Paese del silenzio e dell'oscurità - non tra i miei documentari preferiti del maestro. Comunque seminale e da vedere.

Togg
30-01-12, 21:12:44
visto che apprezzo di più la fantascienza piuttosto che un insieme senza capo ne coda di seghe mentali per teenager alternativi.

:rickds:


Paese del silenzio e dell'oscurità - non tra i miei documentari preferiti del maestro. Comunque seminale e da vedere.

quoto.

Gargaros
30-01-12, 23:06:01
The ward
Amavo Carpenter. Ora di più. Un film horror come se ne vedevano solo nel passato: artigianale e curato il giusto, misurato e originale. Un film fatto col solo gusto di narrare una storia nel modo migliore, senza pompe e senza strafare in niente. Bello il colpo di scena, che riporta a un livello di accettabilità le incongruenze e assurdità iniziali; a un certo punto stavo pensando che il film fosse pieno di buchi nella sceneggiatura. Ma Carpenter non poteva deludere, e non avrebbe mai diretto una cosa meno che buona sul piano tecnico.

Guerre stellari (trilogia classica... in HD!!!)
Sto ancora piangendo. Bellissima come sempre, anzi di più, con l'alta definizione. Incredibile come l'HD mostra impietosamente quanto ridicole sono le aggiunte posticcie con la CG: adesso quelle scene sono ancora più brutte di prima. Lucas sistema, corregge, aggiunge, ma lavora dove non serve. Dove invece dovrebbe correggere effettivamente, non lo fa. Ma ha perso il lume della ragione o cosa? Mi riferisco agli aloni attorno ai caccia nelle battaglie stellari, che sono il segno dell'evidente collage di pellicole su pellicole, di oggetti appiccicati sulla pellicola madre ecc. Non sono aloni fastidiosissimi, ma *****, è l'unico reale difetto dei vecchi film. Lucas però non lo vede. Lui preferisce aggiungere le palpebre sugli ewox. Grande. Fa proprio bene a ritirarsi.

Togg
31-01-12, 00:14:22
Guerre stellari (trilogia classica... in HD!!!)
Sto ancora piangendo. Bellissima come sempre, anzi di più, con l'alta definizione. Incredibile come l'HD mostra impietosamente quanto ridicole sono le aggiunte posticcie con la CG: adesso quelle scene sono ancora più brutte di prima. Lucas sistema, corregge, aggiunge, ma lavora dove non serve. Dove invece dovrebbe correggere effettivamente, non lo fa. Ma ha perso il lume della ragione o cosa? Mi riferisco agli aloni attorno ai caccia nelle battaglie stellari, che sono il segno dell'evidente collage di pellicole su pellicole, di oggetti appiccicati sulla pellicola madre ecc. Non sono aloni fastidiosissimi, ma *****, è l'unico reale difetto dei vecchi film. Lucas però non lo vede. Lui preferisce aggiungere le palpebre sugli ewox. Grande. Fa proprio bene a ritirarsi.

ma poi che mi spiegassero quale sarebbe il senso di fare un'edizione blu ray ultra mega galattica da 90euro che poi non ha neppure la doppia versione. booooooooooo!

Zeno
31-01-12, 01:19:35
The ward
Amavo Carpenter. Ora di più. Un film horror come se ne vedevano solo nel passato: artigianale e curato il giusto, misurato e originale. Un film fatto col solo gusto di narrare una storia nel modo migliore, senza pompe e senza strafare in niente. Bello il colpo di scena, che riporta a un livello di accettabilità le incongruenze e assurdità iniziali; a un certo punto stavo pensando che il film fosse pieno di buchi nella sceneggiatura. Ma Carpenter non poteva deludere, e non avrebbe mai diretto una cosa meno che buona sul piano tecnico.

Vorrei avere più tempo per discuterne... io ho provato un misto di disprezzo e pena. :asd:

The Madcap Laughs
31-01-12, 08:34:37
Questa è la mia vita
Non ne capisco niente di film, ne ho visti pochi e sto cercando di farmi una cultura generale, ma questo film di Godard mi è piaciuto molto. Non sono in grado di dare giudizi o pareri, ma posso dire che mi è piaciuto. Mi piacciono molto questi film dove lanciano un messaggio o più di uno, dove ci sono questi dialoghi filosofici (infatti la scena in cui parlano del "parlare" mi è rimasta impressa). Poi l'attrice... è il primo film che ho visto di Anna Karina e penso di essermene innamorato... ahhahahha!

Adesso penso di vedere "Il disprezzo" dello stesso autore.

Gli anni '60 mi affascinano tantissimo e vorrei approfondire, qualche consiglio? Ho visto anche "Otto e mezzo" di Fellini (che mi è piaciuto ancora di più) e a breve vedrò "La dolce vita".

See
31-01-12, 10:03:01
Visto the artist.
Un omaggio 'sperimentale' dimenticabile, nulla di speciale. Da parte la realizzazione, plagia nell'idea e nella sceneggiatura un capolavoro. Non darei una statuetta neanche per la miglior performance non umana, il che è dire tutto. Un cane-macchietta migliore della messa in scena stessa? Il problema è che il suddetto non fa altro che svenire a comando, nient'altro. Preferisco Has Fidanken. Quindi mi son chiesto, cosa rimane in mano?
Godibile a brevi tratti ma ripeto, nulla di così speciale.

Vall77
31-01-12, 12:38:08
Visto the artist.
Un omaggio 'sperimentale' dimenticabile, nulla di speciale. Da parte la realizzazione, plagia nell'idea e nella sceneggiatura un capolavoro. Non darei una statuetta neanche per la miglior performance non umana, il che è dire tutto. Un cane-macchietta migliore della messa in scena stessa? Il problema è che il suddetto non fa altro che svenire a comando, nient'altro. Preferisco Has Fidanken. Quindi mi son chiesto, cosa rimane in mano?
Godibile a brevi tratti ma ripeto, nulla di così speciale.

Comincio a pensare di essere stato io nella serata "sbagliata" quando l'ho visto, considerando che mediamente lo state demolendo tutti :asd:

"Sbagliata" nel senso che venivo da una settimana ultra-stressante (come lo sono tutte ultimamente... aaargh) cenetta e cinemino del Venerdì sera con la mia bella. E The Artist ha fatto il suo dovere di film godibile e carino e scacciapensieri.

Non ho gridato neanch'io al capolavoro assoluto, ma almeno il cane, dai :asd:

Red Devils
31-01-12, 12:46:46
Hooligans-molto bello,fatto bene,la trama è curata e descritta in modo scorrevole

Togg
31-01-12, 12:55:17
Comincio a pensare di essere stato io nella serata "sbagliata" quando l'ho visto, considerando che mediamente lo state demolendo tutti :asd:

"Sbagliata" nel senso che venivo da una settimana ultra-stressante (come lo sono tutte ultimamente... aaargh) cenetta e cinemino del Venerdì sera con la mia bella. E The Artist ha fatto il suo dovere di film godibile e carino e scacciapensieri.

Non ho gridato neanch'io al capolavoro assoluto, ma almeno il cane, dai :asd:

Ormai sto nel giro da un paio d'anni ( :asd: ) ed ancora non mi sono capitati due cinefili d'accordo su tutto. La piena soggettività della pratica visiva è l'unica cosa interessante di questo mondo dannato, teniamocela stretta!

Vall77
31-01-12, 13:09:46
Ormai sto nel giro da un paio d'anni ( :asd: ) ed ancora non mi sono capitati due cinefili d'accordo su tutto. La piena soggettività della pratica visiva è l'unica cosa interessante di questo mondo dannato, teniamocela stretta!

Giustissimo :sisi:

Allo stesso tempo, è anche sempre consigliabile tenere un certo margine di dubbio sulla propria stessa soggettività ^^

Togg
31-01-12, 13:12:41
Giustissimo :sisi:

Allo stesso tempo, è anche sempre consigliabile tenere un certo margine di dubbio sulla propria stessa soggettività ^^

Certo! In costante divenire.

See
31-01-12, 14:06:09
Il duetto funziona ma molto del merito è della forma (muto e b/n). Il lavoro di Hazanavicius è pulito, curato, e a brevi tratti delizioso. Ma al tempo stesso, non offre nulla di speciale nel contenuto. Come idea preconcetta devo dire che non ho sopportato l'estrema somiglianza con quel capolavoro di 'Singing in the rain'. Si potrebbe dire che di base si è semplicemente ripreso e riportato quel processo storico, ma per me non è sufficente. Sembra ricalcare in continuazione.

Non lo boccio ma di certo non lo premierei in assoluto... anche se, non essendo aggiornato, forse l'avrei nominato anch'io Dujardin (http://i43.tinypic.com/1zgx1kk.jpg).

Comunque sia condivido e apprezzo molto quest'ultimo scambio di battute tra Vall e Togg. :sisi:

mickes2
31-01-12, 14:55:42
Questa è la mia vita
Non ne capisco niente di film, ne ho visti pochi e sto cercando di farmi una cultura generale, ma questo film di Godard mi è piaciuto molto. Non sono in grado di dare giudizi o pareri, ma posso dire che mi è piaciuto. Mi piacciono molto questi film dove lanciano un messaggio o più di uno, dove ci sono questi dialoghi filosofici (infatti la scena in cui parlano del "parlare" mi è rimasta impressa). Poi l'attrice... è il primo film che ho visto di Anna Karina e penso di essermene innamorato... ahhahahha!

Adesso penso di vedere "Il disprezzo" dello stesso autore.

Gli anni '60 mi affascinano tantissimo e vorrei approfondire, qualche consiglio? Ho visto anche "Otto e mezzo" di Fellini (che mi è piaciuto ancora di più) e a breve vedrò "La dolce vita".

adoro moltissimo questo film di Godard, non quello che preferisco tra quelli da me visionati, ma davvero stupendo, ottima scelta!! la Karina assolutamente e meravigliosa.

continuare con (a parte Il disprezzo che hai già nominato) in ordine cronologico possibilmente Fino all'ultimo respiro, Pierrot le fou tra quelli che ho visto. ci sono anche Bande a part, La cinese, Il maschio e la femmina e Je vous salue, Marie tra i fondamentali da vedere.

di Fellini, assolutamente I vitelloni, La strada (due capolavori) e Amarcord

poi gli anno '60 sono un'epoca enorme, ti cito qualche titolo, per me fondamentali:

L'appartamento (Billy Wilder)
Il buco (Jacques Backer)
Rocco e i suoi fratelli (Luchino Visconti)
Lo spaccone (Robert Rossen)
Accattone (Pasolini)
Il buio oltre la siepe (Robert Mulligan)
Luci d'inverno (Ingmar Bergman)
Che fine ha fatto baby jane? (Robert Aldrich)
I pugni in tasca (Marco Bellocchio)
Nick mano fredda (Stuart Rosenberg)
Il laureato (Mike Nichols)
Volti John Cassavetes)
Un uomo da marciapiede (Schlesinger)
Kes (Ken Loach)

Zeno
31-01-12, 15:14:56
Giustissimo :sisi:

Allo stesso tempo, è anche sempre consigliabile tenere un certo margine di dubbio sulla propria stessa soggettività ^^

L'importante è considerare My Son My Son Staminchia una ciofeca. :sisi:

fil0red
31-01-12, 15:40:28
http://s3.imagestime.com/out.php/i644130_bvt10.gif (http://www.imagestime.com/show.php/644130_bvt10.gif.html)

See
31-01-12, 15:57:18
L'importante è considerare My Son My Son Staminchia una ciofeca. :sisi:

Da buttare? asd, non l'ho ancora visto ma c'è Michael Shannon per il quale stravedo ultimamente. :/

Complice Boardwalk. :asd:

Zeno
31-01-12, 16:24:15
Da buttare? asd, non l'ho ancora visto ma c'è Michael Shannon per il quale stravedo ultimamente. :/

Complice Boardwalk. :asd:

In verità no :asd: ma mi ricordo uno scambio di battute con .bip perché non mi era piaciuto granché mentre a lui si
è un pò troppo masturbatorio...

http://www.threadbombing.com/data/media/2/george_carlin.gif

See
31-01-12, 16:32:44
http://www.threadbombing.com/data/media/2/george_carlin.gif

:rickds:

Hushabye
31-01-12, 16:52:56
c'è Michael Shannon :/


ho solo visto Take Shelter,Rev Road e The Runaways..devo recuperare

p a n z e r
31-01-12, 18:25:49
lesbian vampire killer, un'occasione mancata. ci sono i vampiri, che sono lesbiche, e sono a vagonate, eppure si vedono pochissime tette. e pure poche scene di lesbo. insomma non pretendevo di certo qualcosa di troppo spinto o inutilmente volgare, però non mi sarebbe dispiaciuto vedere qualche tetta in più. pure i momenti in cui le vampire uhm si danno da fare non sono poi molti, e insomma è uno spreco bello e buono di tutto quel trucco e quella fotografia pure carina. l'ho già detto che si vedono poche tette?
simpatico comunque. effetti speciali indegni e diverse situazioni simpatiche. appena sufficiente comunque, poteva uscirne un film memorabile invece è solo un filmetto.

Vall77
31-01-12, 19:42:18
L'importante è considerare My Son My Son Staminchia una ciofeca. :sisi:

Ma daiii.... Certo, se ti aspetti Aguirre resti deluso :asd:
Ti rispondo con una canzone, che di argomentare non mi va lol


http://www.youtube.com/watch?v=IXdteqEjuyw

Per me assolutamente promosso, quoto .bip che ha sempre ragione :sisi:


http://s3.imagestime.com/out.php/i644130_bvt10.gif (http://www.imagestime.com/show.php/644130_bvt10.gif.html)

Ma chi è, Lars da giovane? O sono io che lo vedo dappertutto?

Rullo
31-01-12, 19:50:12
i'm boooooooooooooooorn to preach the gospeeeeeeeeeeeeeeeel <3

p a n z e r
31-01-12, 21:40:44
tucker and dale vs evil, di eli craig. voglio dire il minimo indispensabile su questo film perché parlarne troppo significherebbe rovinare la sorpresa per chi ancora non l'ha visto, e ai quali consiglio caldamente di farlo. sostanzialmente è originale, geniale e incredibilmente divertente. tyler labine e alan tudyk come buzzurri funzionano alla grande, e la bowden è carinissima. e basta, non dico altro se non che è un ottimo film.

JT26
31-01-12, 22:07:36
Comincio a pensare di essere stato io nella serata "sbagliata" quando l'ho visto, considerando che mediamente lo state demolendo tutti :asd:

"Sbagliata" nel senso che venivo da una settimana ultra-stressante (come lo sono tutte ultimamente... aaargh) cenetta e cinemino del Venerdì sera con la mia bella. E The Artist ha fatto il suo dovere di film godibile e carino e scacciapensieri.

Non ho gridato neanch'io al capolavoro assoluto, ma almeno il cane, dai :asd:

a me è sembrato fighissimo, non denso, solo figo. e per me è tanto. poi, ripeto, potenza espressiva, boom.

Togg
31-01-12, 22:35:16
The Game, Fincher
cioé :asd: io ho parecchio sorriso, da questo punto di vista manca un bel po' il colpo. Se poi dico che si intuisce tutto già in partenza credo di poter anche trovare qualche sponda. O no?
White Rabbit spacca.

(le voragini nel plot sono la cosa meno rilevante comunque)

Gargaros
01-02-12, 01:54:27
Vorrei avere più tempo per discuterne... io ho provato un misto di disprezzo e pena. :asd:

Dicci, cicci :kep88:


ma poi che mi spiegassero quale sarebbe il senso di fare un'edizione blu ray ultra mega galattica da 90euro che poi non ha neppure la doppia versione. booooooooooo!

Quella verrà messa nella Definitive Version con 3D, 4D e realtà virtuale che uscirà nel 2019. Ma prima d'allora dovranno uscire la versioni con 3D e 4D, quella col ciuffetto di peli di Chube, e quella con la realtà virtuale ma senza 4D. Nel 2019, constatato che Lucas non vuole ritirarsi presto, dovremo abbatterlo.

Zeno
01-02-12, 02:25:11
Dicci, cicci :kep88:

Metto sotto spoiler :sisi:

La sceneggiatura fa ridere: è dozzinale e fa uso di un plot twist tra i più abusati di sempre. Come horror in sé mi ha fatto quasi tenerezza. Sembra Carpenter che fa il verso a se stesso. Vogliamo parlare della caratterizzazione di quella escort della protagonista e delle sue "identità"? Tutto molto grossolano secondo me. Ecco, mi ci voleva, oggi è stata una giornata pesante. :asd:

fil0red
01-02-12, 08:02:11
Ma daiii.... Certo, se ti aspetti Aguirre resti deluso :asd:
Ti rispondo con una canzone, che di argomentare non mi va lol


http://www.youtube.com/watch?v=IXdteqEjuyw

Per me assolutamente promosso, quoto .bip che ha sempre ragione :sisi:



Ma chi è, Lars da giovane? O sono io che lo vedo dappertutto?

:sisi: esprime tutto il suo sdegno per aver letto che My son è una ciofeca :sisi:

Zeno
01-02-12, 11:27:06
:sisi: esprime tutto il suo sdegno per aver letto che My son è una ciofeca :sisi:

:asd:

Gargaros
01-02-12, 12:53:57
Metto sotto spoiler :sisi:

La sceneggiatura fa ridere: è dozzinale e fa uso di un plot twist tra i più abusati di sempre. Come horror in sé mi ha fatto quasi tenerezza. Sembra Carpenter che fa il verso a se stesso. Vogliamo parlare della caratterizzazione di quella escort della protagonista e delle sue "identità"? Tutto molto grossolano secondo me. Ecco, mi ci voleva, oggi è stata una giornata pesante. :asd:

Beh, le tue note ci stanno, non è un film esente da difetti. Ma non voleva essere un colossal. Ripeto che per quello che vuole dire e raccontare, si mantiene su un livello di adeguatezza rispettabile. E, parlando con franchezza, preferisco una produzione di questo livello e riuscita a una pompata, piena di effetti speciali e fotografie patinate, ma fallace nella narrazione perché mediocre. Per intenderci, Sucker Punk mi fa cagare proprio per l'incapacità che mostra di farmi appassionare alla storia; anche Inception non mi ha coinvolto granché. Invece The ward è tutto essenziale e misurato per una storia piccina picciò ma scritta bene.

Ora non so se mi sono spiegato (ma forse no)...

Sasuke Uchiha
01-02-12, 20:24:20
L'avete visto "Shame" di Steve McQueen? Se sì, cosa ne pensate? Io l'ho trovato davvero magnifico...

La mia recensione:

Shame di Steve McQueen è un film eccezionale, ti colpisce davvero al cuore, Michael Fassbender straordinario e una colonna sonora (di Harry Escott) da brividi, che mi è rimasta dentro e non credo che la dimenticherò facilmente...
Il film parla di Brandon, un uomo che apparentemente conduce una vita normale, ma che in realtà è distrutto dalla sua sessodipendenza, che gli impedisce di avere una relazione normale e duratura e che lo conduce in una spirale di autodistruzione.
La sua vita verrà ulteriormente sconvolta dall'arrivo in città della sorella Sissy, una ragazza che soffre di depressione, che, a causa di un passato travagliato, lui cerca costantemente di evitare nonostante lei lo perseguiti di telefonate.
E' un film che potrebbe non piacere a tutti, a causa delle scene un po' troppo spinte di sesso... a mio avviso è veramente un film imperdibile, un capolavoro come pochi, che è una rarità di questi tempi da vedere al cinema.
Purtroppo è stato distribuito solo in poco più di 100 sale, quindi affrettatevi a vederlo!
Voto: 9.5.

p a n z e r
01-02-12, 20:28:59
hobo with a shotgun, insieme a machete un altro film uscito dai finti trailer di grindhouse, e anche se non posso giudicare il lavoro di rodriguez non avendolo ancora visto, questo film è una grande ficata. la fotografia, le musiche, la violenza a fiumi, è tutto bellissimo. rutger hauer è a dir poco perfetto, e il suo personaggio con quel suo senso di giustizia incredibilmente deviato e i modi di fare di un padre premuroso è a dir poco fantastico.
la violenza è davvero tanta, non solo per gli ottimi effetti speciali ma proprio per la morbosità e la perversione di certe scene. politicamente scorretto fino al midollo, questo film regala veramente un sacco di soddisfazioni. il ritmo non cala mai un momento, e se dovessi muovere una qualche critica forse riguarderebbe l'eccessiva serietà che traspare nelle fasi finali. ho apprezzato il cinismo che fuoriesce sostanzialmente da ogni scena, ma c'è in particolare un discorso del nostro hobo che ancora devo capire come giudicarlo, se troppo serioso per il film o se sempre in sintonia con la pellicola.
ecco l'unica nota negativa, per il resto è un prodotto più che ottimo.


‎"I'm gonna sleep into your bloody corpses tonight!"

PONG
01-02-12, 20:51:01
Mi piemmizzi please?
Comunque ieri grazie a una rassegna che porta nella multisala che ho sottocasa qualche film da sinistra colta piccoloborghese che altrimenti non metterebbero mai in programmazione, mi son visto Miracolo a Le Havre che mi è proprio piaciuto, la storia è bellina e tenerissima come l' ambientazione e la vicenda, i personaggi non sembrano veri ma sono belli per quello e poi, io non ne capisco molto ma commentando il film con qualche amico, c' era chi si lamentava di regia e fotografia, bho a me sembrava tutto azzeccato, povero di proposito. Non so, comunque se può interessarvi, mentre lo vedevo ho pensato che potesse essere un film da JT, se mi leggi, recuperalo

Gargaros
02-02-12, 02:55:03
Conan the barbarian (questo l'ho visto giorni fa, ma ne parlo solo ora)
Mammamia, che film inguardabile. Ne avevo le palle piene già alla scena nella prigione. Ma come si può, dico io? Cioè, dico ma come si può per un regista avere la faccia tosta di firmare la regia per una cosa inguardabile, profondamente brutta e stupida come questa? Questi hanno perso proprio la dignità, oltre che il buon gusto. Fino a ieri ridevo di Conan il distruttore, che a dire il vero, se preso a sé, è un fantasy discreto e guardabile. Oggi devo rivalutare quel filmaccio, perché se lo paragono a questo insulso remake diventa un capolavoro. Millius non citiamolo neanche, perché credo che gli farei un'offesa incommensurabile.

R.VanPersie
02-02-12, 03:34:25
Shrooms
Tutto sommato carino ma la trama in se non ha senso asd

See
02-02-12, 13:43:35
Take Shelter

Dello stesso Jeff Nichols c'è anche Shotgun Stories, di questo non trovo i sub... com'è-com'è-com'è? Condividi. :sisi:

Hushabye
02-02-12, 15:45:33
Dello stesso Jeff Nichols c'è anche Shotgun Stories, di questo non trovo i sub... com'è-com'è-com'è? Condividi. :sisi:

l avevo scritto due pagine dietro:

Jeff Nichols regala il film dell anno( imo con Drive)..un racconto angoscioso,senza alcun calo di ritmo e sostenuto da un Shannon magistrale: un uomo alle prese con dei problemi psichici di cui è però consapevole;il suo personaggio risulta diviso a metà, da una parte la presa di coscienza di una malattia incombente,dall altra la convinzione che nei sogni ci sia davvero qualcosa di profetico..da qua si arriva poi al finale, rivelatore quanto enigmatico..Soundtrack perfetta...brava anche la Chastain, in un anno da incorniciare.. .. 8.5 /9-

Shotgun lo devo ancora vedere,ci sono i subs in inglese

Togg
02-02-12, 15:55:32
The Virgin Suicides, Sofia Coppola

la Coppola riesce a mantenere i profondi neri caratteriali anti psicologisti che caratterizzano il romanzo, un'opera prima importante perché di difficile scrittura e sagia regia. Gusto estetico già definito e che riesce anche a proporsi con una propria autonomia rispetto al soggetto ma con i giusti rilanci. L'intreccio di sguardi e definizioni è ben trasposto anche se sconta la necessità prettamente filmica di mostrare le Sorelle, seppur nascondendole all'occhio chirurgico il più possibile. E leggetelo anche, maledizione.
8

JT26
02-02-12, 15:58:21
The Virgin Suicides, Sofia Coppola

la Coppola riesce a mantenere i profondi neri caratteriali anti psicologisti che caratterizzano il romanzo, un'opera prima importante perché di difficile scrittura e sagia regia. Gusto estetico già definito e che riesce anche a proporsi con una propria autonomia rispetto al soggetto ma con i giusti rilanci. L'intreccio di sguardi e definizioni è ben trasposto anche se sconta la necessità prettamente filmica di mostrare le Sorelle, seppur nascondendole all'occhio chirurgico il più possibile. E leggetelo anche, maledizione.
8

Mustsee.

Ah assemblea d'istituto sulla memoria Schindler's List, ehvabbè, filmone, collettivo, raffinato, mai noioso, non ci speravo.


Mi piemmizzi please?
Comunque ieri grazie a una rassegna che porta nella multisala che ho sottocasa qualche film da sinistra colta piccoloborghese che altrimenti non metterebbero mai in programmazione, mi son visto Miracolo a Le Havre che mi è proprio piaciuto, la storia è bellina e tenerissima come l' ambientazione e la vicenda, i personaggi non sembrano veri ma sono belli per quello e poi, io non ne capisco molto ma commentando il film con qualche amico, c' era chi si lamentava di regia e fotografia, bho a me sembrava tutto azzeccato, povero di proposito. Non so, comunque se può interessarvi, mentre lo vedevo ho pensato che potesse essere un film da JT, se mi leggi, recuperalo


Miracolo a Le Havre, di Kaurismaki. L'ho ammirato molto, soggetto un po' fragile ma non sono riuscito a trovare un attimo di fastidio, lavoro certosino sui volti, sulle espressioni, sui contesti, talvolta adorabile, talvolta grottesco. E risultato encomiabile. 7,5.

viva la sinistra piccoloborghese. grazie del pensiero. :claudia:

Togg
02-02-12, 20:00:50
Ah assemblea d'istituto sulla memoria Schindler's List, ehvabbè, filmone, collettivo, raffinato, mai noioso, non ci speravo.


Ecco. A me ste cose scoraggiano enormemente invece. E non tanto per il film in sé che può piacere o meno (a me non piace). Ma per il tipo di approccio che stiamo mantenendo con il nazzismo e con le sue "memorie".





viva la sinistra piccoloborghese. grazie del pensiero. :claudia:

ma che è sta cosa della sinistra piccolo borghese? :rickds:

p a n z e r
02-02-12, 21:11:15
giornata trash oggi! è arrivato il momento di approfondire seriamente la roba troma, e quale modo migliore per iniziare se non con il loro eroe più famoso?


the toxic avenger, di kaufman e herz. il primo, memorabile capitolo della saga. un vero e proprio cult e simbolo dell'intera casa cinematografica, questo primo capitolo è un perfetto insieme di idee geniali e soluzioni artigianali.
la storia narra di un giovane ragazzo, melvin, che come lavoro pulisce i cessi in una palestra. vive a tromaville, ridente cittadina dove la criminalità e la corruzione la fanno da padrone. per via di uno scherzo finito male melvin finisce in un bidone contenente rifiuti tossici, i quali gli doneranno forza e resistenza fuori dal comune (e anche una bruttezza leggendaria). nasce così il vendicatore tossico! ora la sua missione è ripulire la città da ogni malvivente, diventando presto l'idolo della popolazione.
come ho detto, idee geniali e soluzioni artigianali. combattimenti coreografati in maniera goffissima e in pieno stile trash. ci si innamora subito di toxic e del modo in cui ripulisce la città, e bene o male in questo primo capitolo non succede altro. ma allora, collegandomi subito con il secondo (che commenterò subito dopo) perché questo capitolo viene ricordato così tanto? mettiamola così, personalmente ho una idea abbastanza chiaro su cosa sia un bel trash. pare paradossale, un ossimoro bello e buono, eppure è così. quando un regista ha una precisa idea in mente, per quanto questa possa essere folle o senza senso, si capisce. si riconosce subito quando l'obiettivo è solo buttare assurdità nel calderone sperando che esca fuori qualcosa di buono. non è il caso di questo primo capitolo, dove l'ironia è sì macabra ma mai fuori luogo, il no-sense non è mai esagerato o fine a se stesso.
questo invece è il problema del secondo capitolo, e purtroppo anche di altre pellicole più recenti di kaufman (come poultrygest).

the toxic avenger part II, sempre di kaufman e herz. in questo secondo capitolo questi due pazzi registi della troma non ci pensano due volte: vogliono partire in quarta, e vogliono farlo con stile. la primissima sequenza è incredibilmente divertente, vediamo tromaville felice e pulita passare le sue giornate all'insegna della spensieratezza, mentre il nostro eroe cade in depressione sentendosi sostanzialmente inutile. entrerà in scena la apocalypse inc., una malvagia industria chimica che vuole conquistare tromaville. perché vuole conquistare tromaville? perché, parole loro, prendendo tromaville prendono new york, e se non riescono a prendere new york non valgono niente. seems legit.
quelli della apocalypse si accorgono subito che il nostro toxic non è un avversario facile, e allora attuano un piano per sbarazzarsene: lo convincono ad andare in giappone, alla ricerca del padre perduto, e nel mentre possono fare i loro comodi a tromaville.
come dicevo, una partenza in quarta. il primo combattimento è esageratissimo e totalmente fuori di testa, ma purtroppo aiuta a capire la piega che prenderà il film: idee più che geniali assurde e strani suoni cartooneschi aggiunti un po' a caso.
parziale delusione, diciamo che uno stile simile sarebbe anche stato accettabile se solo la pellicola non durasse così tanto. 1 ora e 40 è decisamente troppo, e infatti sono diverse le scene fin troppo lunghe.
le situazioni memorabili non mancano, ma come dicevo prima si capisce quando si provano a buttare dentro troppe idee assurde con la speranza che il tutto funzioni. chiariamoci, a differenza di diversi commenti che ho letto in giro questo secondo capitolo rimane più che sufficiente, ma è anche decisamente inferiore al primo capitolo.


in questi giorni vedo di recuperare anche gli altri due. so già che mi aspetteranno un orribile terzo capitolo, e un buon quarto capitolo. speriamo bene.

Lucignolo
02-02-12, 23:29:56
:rickds: Il mitico vendicatore tossico! Stima...



TROMA OLE!

Key Paradise
03-02-12, 11:08:49
the descendants di alexander payne
visto esclusivamente perchè payne sembra essere uno buono. il concept è molto semplice: attorno ad un evento nefasto introdotto a circa dieci secondi dall'inizio, circolano i soggetti di una famiglia i cui legami cominciavano a dissolversi. la situazione, più particolare: l'intera vicenda è ambientata alle hawaii, vuoi per creare un simpatico contrasto tra ambiente ed avvenimenti, vuoi perchè la "terra vergine" è anch'essa uno degli elementi cui ruota attorno la "famiglia", ultimo baluardo di unità. lo sviluppo mi è piaciuto, il contesto tropicale funziona maledettamente bene, l'unico problema è che per sua stessa natura l'opera ha dei limiti.

Togg
03-02-12, 13:53:36
I ponti di Madison County.

Key Paradise
03-02-12, 14:09:42
I ponti di Madison County.

http://image.webmasterpoint.org/news/original/il-pulsante-mi-piace-di-facebook39256.jpg

la scena in auto <3

Togg
03-02-12, 14:24:04
http://image.webmasterpoint.org/news/original/il-pulsante-mi-piace-di-facebook39256.jpg

la scena in auto <3

non dire. l'ultima mezz'ora l'ho passata tutta a piangere.
10

Atmosphere
03-02-12, 14:26:02
Parola ai giurati di Sidney Lumet

Nulla da dire, semplicemente capolavoro. La sceneggiatura è fenomenale, la recitazione al top. Inoltre lascia riflettere sull'importanza della vita umana, e di quanto a volte sia dato per scontato il suo valore.

JT26
03-02-12, 15:11:54
Ecco. A me ste cose scoraggiano enormemente invece. E non tanto per il film in sé che può piacere o meno (a me non piace). Ma per il tipo di approccio che stiamo mantenendo con il nazzismo e con le sue "memorie".




ma che è sta cosa della sinistra piccolo borghese? :rickds:

Ma per essere proprio alternative avrei voluto si facesse una cosa fatta bene anche sul conflitto araboisraeliano, più attuale, meno conosciuto e più interessante, e poi la valvola di sfogo ideale per i nuovi mostri drogati di par condicio dalle tivvù, ma il tempo di organizzazione è quel che è, capitava il 27 gennaio, capitava che i nostri rappresentanti della consulta erano stati ad Auschwitz con Profumo e ci hanno riportato la loro esperienza, per cui capitava comodo il tema Memoria. L'anno prossimo lo eviterei volentieri.

E poi lo spirito piccoloborghese is now, ti pervade, lo respiri proprio nelle rassegne d'essai, mi sento tanto piccoloborghese, e pong mi capisce.

Togg
03-02-12, 18:42:13
E poi lo spirito piccoloborghese is now, ti pervade, lo respiri proprio nelle rassegne d'essai, mi sento tanto piccoloborghese, e pong mi capisce.

Se arriva freccia fa una strage :sisi:

scorpa91
03-02-12, 19:34:24
ultimo film visto: the twilight saga, breaking down parte 1...ok non chiedetemi perchè...cmq noia mortale...apparte che mi mancano da vedere twilight e eclipse ma va bè :asd: l unica scena che mi è piaciuta e tra l altro mi ha fatto ridere di gusto e stata quando bella incinta sorretta da due della famiglia cullen allunga il braccio per prendere il bicchiere di sangue si spezza la schiena piegandosi al indietro ahahahah cioè neank su saw ste cose... cmq film noioso perchè è tutto un parlare! uno magari si aspetta un po d azione da un film con lupi e vampiri...cioè non dico come underworld ma neank cosi :sad:

James
03-02-12, 20:32:00
Oh Mio Dio!Mia Madre è Cannibale by James Martin (1988)

62661

"In una cittadina americana si diffonde uno strano virus che contagia le madri di famiglia solite avere rapporti sessuali promiscui, questo virus spinge le madri ad atti di cannibalismo generalizzati anche nei confronti dei propri figli."

Film Cult dei cicli Horror delle reti locali Italiane,rivisto dopo 20 anni circa,il film di Martin si mostra per quello che è:Un film a zero Budget con qualche discreto effetto speciale.
La sceneggiatura è da serie Z,gli attori sono stati presi direttamente dal canile ed è veramente dura arrivare alla fine.(90 minuti).
Certamente ha il suo fascino con dei dialoghi talmente assurdi e scritti da delle scimmie che fanno ridere.
3 scene Cult:

1)La festa notturna che si trasforma in un barbecue
2)Il Dottore che guarda il virus con il microscopio e vede un cartone animato(tipo esplorando il corpo umano):rickds:
3)Lo scambio di battute:
Oh Joey
Oh Gina
Oh C azzo!

e

No,Mia madre ha mangiato mio Padre
Ma non l aveva mai fatto prima!

EmptyShades
03-02-12, 22:09:19
Appena visto Valhalla Rising. Film davvero particolare e atipico. Ho visto in rete che a molti non è piaciuto per la trama praticamente assente ecc...
Personalmente l'ho trovato molto affascinante, probabilmente coinvolto dall'atmosfera che emana. Un'esperienza inconsueta (almeno per me) che consiglio vivamente a chi cerca qualcosa di crudo, misterioso, primordiale.

Gargaros
04-02-12, 02:57:06
1)La festa notturna che si trasforma in un barbecue
2)Il Dottore che guarda il virus con il microscopio e vede un cartone animato(tipo esplorando il corpo umano):rickds:
3)Lo scambio di battute:
Oh Joey
Oh Gina
Oh C azzo!

e

No,Mia madre ha mangiato mio Padre
Ma non l aveva mai fatto prima!

Devo vederlo assolutamente :rickds:

Vall77
04-02-12, 09:05:39
Arca Russa Sokurov

Tecnicamente impressionante con la sua ora e mezza di piano sequenza unico e filato, non mi sento di valutarlo come puro esercizio di stile anche se la tentazione c'e'. Vera esperienza onirica, all'inizio del film siamo catapultati insieme all'invisibile narratore nelle sale e nei corridoi dell'Hermitage di San Pietroburgo, in un viaggio tra i secoli e nel cuore della cultura della Madre Russia. Piani temporali che si avvicendano senza continuita', Zar e ambienti di corte appena sfiorati, riflessioni su arte, cultura e (forse) senso della vita, volutamente non approfondite ma che sanno coinvolgere. Trama assente, a me ha dato l'impressione dell'attimo dilatato prima della morte del narratore/protagonista. Bellissimo il finale.

Un film da approcciare con le pinze senza aspettarsi un'esperienza ordinaria. Facendosi prendere dal vortice e dalla sontuosita' della messa in scena, un'opera affascinante.

Thanatos
04-02-12, 12:27:54
Oh Mio Dio!Mia Madre è Cannibale by James Martin (1988)

3 scene Cult:

1)La festa notturna che si trasforma in un barbecue
2)Il Dottore che guarda il virus con il microscopio e vede un cartone animato(tipo esplorando il corpo umano):rickds:
3)Lo scambio di battute:
Oh Joey
Oh Gina
Oh C azzo!

e

No,Mia madre ha mangiato mio Padre
Ma non l aveva mai fatto prima!

Oh mio Dio cosa mi hai appena fatto ricordare :rickds:
L'ho visto un sacco di tempo fa e la scena dell'"Oh ccazzo" è poesia in movimento :whawha:

James
04-02-12, 17:37:32
Bucky Larson by Tom Brady(2011)

62675

"La storia è ambientata in una cittadina del Midwest e vede protagonista un nerd il quale scopre improvvisamente che i suoi compassati genitori negli anni ’70 erano due celebri star del cinema a luci rosse. Nonostante i dubbi della sua innocente fidanzata, il ragazzo decide di diventare anche lui una star del porno emulando i genitori e parte per Hollywood."

La Happy Madison colpisce di nuovo,questa volta Sandler non si limita alla produzione ma scrive anche la sceneggiatura,presentando il primo ruolo da assoluto protagonista di Nick Swardson.
Il film cerca di scherzare sul mondo dell Hard,non ci riesce non si ride quasi mai,riempendo il tutto con attori passati lì per caso e riciclati dal precedente "Zohan".
Imbarazzante vedere Don Johnson come regista a luci rosse,Stephen Dorff come Pornostar poi:bah!:
Unica nota positiva Christina Ricci,in questo bellissima,anche se non capirò mai che taglia porti,in ogni film è diversa.
Di Regia non parlo,è scolastica e Swardson(in 30 Minutes or Less mi era piaciuto molto) sarà meglio che si limiti ai suoi ruoli da spalla prima di fare la fine di Rob Schneider:sisi:

Autostop Rosso Sangue by Pasquale Festa Campanile(1977)

62689

"Una coppia in crisi viaggia per la California su un camper. Dà un passaggio a un autostoppista, che si rivela però un pericoloso rapinatore. Il viaggio proseguirà con una tensione crescente, fino a un finale inatteso e scioccante."

Un Festa Campanile che non ti aspetti.
Questa sua sortita nel Road Movie che sfocia nel Rape & Revenge è una bella sorpresa:sisi:
Tutto gira sulla crisi della coppia Franco Nero/Corinne Clery che viene messa ancora di più in crisi dalla visita di David Hess(RIP) che li prenderà in ostaggio per giorni(strano è una cosa che Hess non ha fatto mai:rickds:)
Spacciare i monti Laziali per la California devo dire che funziona,non regge la parte che omaggia "Duel" inguardabile.
Grande tensione e Franco Nero in forma,fantastico quando è ubriaco nel Camping che cerca di fare sesso con sua moglie.
Bel Thriller insomma con una bella scena di stupro a lume di candela,2 sbirri a cui salta la testa,una Clery angelica e un bel finale.
Tengono in piedi molte scene le musiche di Morricone:predicatore:

Togg
04-02-12, 20:50:43
Tron Legacy, diretto da boh
e non è male! Pensavo che si vede la partecipazione di diverse professionalità rodate (fincher, pixar guys, ecc) che hanno apportato delle cose interessanti. Certo, uno sceneggiatore non avrebbe fatto male. Ma tant'è. Ci si accontenta (e anche gode, Olivia...).
7

Boom Shakalaka!
04-02-12, 21:18:38
Tron Legacy, diretto da boh
e non è male! Pensavo che si vede la partecipazione di diverse professionalità rodate (fincher, pixar guys, ecc) che hanno apportato delle cose interessanti. Certo, uno sceneggiatore non avrebbe fatto male. Ma tant'è. Ci si accontenta (e anche gode, Olivia...).
7

http://emanueledimaria.altervista.org/blog/wp-content/uploads/2011/03/1232445912_daemon-tools.jpg

I wanna mount that iso :trollface:

Togg
04-02-12, 21:30:06
http://emanueledimaria.altervista.org/blog/wp-content/uploads/2011/03/1232445912_daemon-tools.jpg

I wanna mount that iso :trollface:

e andiamo :predicatore:

_TRAUMA_
04-02-12, 21:48:50
A Bug's Life. :rickds:

Lucignolo
04-02-12, 23:09:10
parola ai giurati di sidney lumet

nulla da dire, semplicemente capolavoro. La sceneggiatura è fenomenale, la recitazione al top. Inoltre lascia riflettere sull'importanza della vita umana, e di quanto a volte sia dato per scontato il suo valore.


semplicemente stratosferico

James
05-02-12, 11:24:20
5 Bambole per la Luna D Agosto by Mario Bava(1970)

62737

"Uno scienziato che ha appena inventato una formula il cui segreto vorrebbero carpire in molti, viene invitato in una villa da uno strano riccone, insieme ad altre persone. All’interno del tetro edificio qualcuno si diverte un mondo con un gioco macabro: uccide gli invitati. Tutti sembrano vittime, nessuno pare essere il colpevole"

Mario Bava fà le prove per sfornare quella piccola perla di "Reazione a Catena" filmando una versione personale di "Dieci piccoli Indiani".
Il risultato non è dei migliori,è doppiato male le voci sono fastidiose.Come sempre la fotografia è bella grazie al sapiente uso dei colori,niente da dire.
C'è la Fenech come al solito una Dea,la sua buona prova non salva del tutto questo film.
Belle le musiche di Umiliani,per il resto sarebbe evitabile.
Visione obbligata per i fan di Bava(Mario:rickds:)

Playboy in Prova by Steve Rash (1987)

62739

"Ronald Miller è un ragazzotto diciasettenne che, tra gli altri, ha il problema di essere costantemente preso in giro dai compagni dell’istituto che frequenta, a causa della sua inettitudine con le ragazze. Stufo di questo andazzo, Ronald ricorre a uno stratagemma: offre tutti i suoi risparmi, mille dollari guadagnati con piccoli lavoretti, alla più bella della scuola, perché finga di essere la sua fidanzata."

Classica commedia romantica degli anni 80,dove lo sfigato di turno si prende la rivincita sui ragazzi belli ma stupidi dell High School.
Solito messaggio che vorrebbe farci credere che bisogna guardare la bellezza interna(p uttanate)rispetto a quella esterna e la popolarità.
Tutto funziona a dovere,il giovane Dempsey(futuro Sex Symbol) ha la faccia giusta,anche se una volta trasformato non sembra per niente un Nerd.
Il finale di "Easy A" è palesemente copiato da questo.Classico pre finale con la rivincita dei Nerd:rickds: Cmq carino.

alfiere
05-02-12, 11:30:39
I spit on your grave (1978), uscito in Italia con il titolo Non violentate Jennifer.
Pellicola a basso budget che appartiene al genere "rape and revenge" e ne è uno dei maggiori esempi assieme a "L'ultima casa a sinistra".
Ha avuto due remake, l'ultimo nel 2010 ed un sequel; ha inoltre ispirato, assieme ad altre pellicole dello stesso genere, Kill Bill di Tarantino.

Il film (manco a dirlo) ebbe all'uscita numerosissime critiche per la crudezza di alcune scene e per il tema trattato ed addirittura fu accusato di inneggiare alla violenza sulle donne.
Visto pochi giorni fa, l'effetto è sicuramente diverso da quello che ebbero i primi spettatori...

Più che per la crudezza delle scene, che in realtà non sono poi così dure (ma ricordiamoci che il film è del 1978), mi ha colpito la durata della violenza (rape) che si dilunga per buona parte del film e con diverse locations, questo a discapito della seconda parte (revenge) che viene compiuta abbastanza frettolosamente, soprattutto gli ultimi omicidi.
Altra scelta del regista abbastanza coraggiosa ma azzeccata è stata quella di non utilizzare una colonna sonora (nemmeno nei titoli di coda), questo proprio per focalizzare ancor di più l'attenzione solo sulle scene.

PONG
05-02-12, 17:08:19
ma che è sta cosa della sinistra piccolo borghese? :rickds:
Vabè dai, senza voler fare gli gnorri ad ogni costo è una descrizione che rende l' idea di quei film d' essai da recensione sul manifesto. E JT mi capisce

mickes2
05-02-12, 19:40:34
Il curioso caso di Benjamin Button, David Fincher - **!
Solaris, Andrey Tarkovsky - ****
Shame, Steve McQueen - ***!
American horror story (12 episodi), vari - **!
Il cavallo di Torino, Bela Tarr - ****
L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford, Andrew Dominik - ***!

Atmosphere
05-02-12, 20:55:11
Solaris volevo vederlo anch'io, di Tarkovsky ho visto solo Stalker (bellissimo).

mickes2
05-02-12, 21:00:01
Solaris volevo vederlo anch'io, di Tarkovsky ho visto solo Stalker (bellissimo).

Stalker eccezionale :sisi: e devo dire che lo preferisco (seppur di poco) a Solaris

Togg
05-02-12, 21:02:12
L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford, Andrew Dominik - ***!

nuooooooooooo!

p a n z e r
05-02-12, 21:02:56
solaris dovete anche leggerlo eh, mi raccomando

mickes2
05-02-12, 21:13:31
nuooooooooooo!

esprimiti :sisi:

Togg
05-02-12, 21:36:30
solaris dovete anche leggerlo eh, mi raccomando

comodino pericolante :(


esprimiti :sisi:

devo ancora studiare matematica per domani. sono interrogato :S

p a n z e r
05-02-12, 21:39:46
leva una di quelle cacate fantasy che ti piacciono tanto e vedi che il comodino smette di essere pericolante

Rullo
05-02-12, 21:53:19
leva una di quelle cacate fantasy che ti piacciono tanto e vedi che il comodino smette di essere pericolante

:rickds:

Boom Shakalaka!
05-02-12, 22:14:05
Fantastic Mr. Fox - Mr. Fox è un po' irritante, molta stima per Ash :gab: soprattutto perché si infila il pigiama dentro i calzini :sisi:

---------- Post added at 23:14:05 ---------- Previous post was at 23:13:27 ----------


leva una di quelle cacate fantasy che ti piacciono tanto e vedi che il comodino smette di essere pericolante

rotolo :rickds:

Rullo
05-02-12, 22:27:46
Fantastic Mr. Fox - Mr. Fox è un po' irritante, molta stima per Ash :gab: soprattutto perché si infila il pigiama dentro i calzini :sisi:

---------- Post added at 23:14:05 ---------- Previous post was at 23:13:27 ----------



rotolo :rickds:

ma come D:

Togg
05-02-12, 22:47:36
leva una di quelle cacate fantasy che ti piacciono tanto e vedi che il comodino smette di essere pericolante

sei abbastanza fuori strada :asd:


Fantastic Mr. Fox - Mr. Fox è un po' irritante, molta stima per Ash :gab: soprattutto perché si infila il pigiama dentro i calzini :sisi:[COLOR="Silver"]

omg

mickes2
05-02-12, 23:34:07
irritante la volpe mmm

Zeno
05-02-12, 23:37:26
mi sparo Susanna di Hawks :sisi:

il pastore
05-02-12, 23:55:32
Il curioso caso di Benjamin Button, David Fincher - **!
Solaris, Andrey Tarkovsky - ****
Shame, Steve McQueen - ***!
American horror story (12 episodi), vari - **!
Il cavallo di Torino, Bela Tarr - ****
L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford, Andrew Dominik - ***!
Mi piaci così telegrafico:sasa:
Questa volta provo a seguirti,ma a modo mio:cat:

Il ragazzo selvaggio di François Truffaut OTTIMO
Vicenda di educazione della ragione affrontata in maniera scientifica.Curiose le dissolvenze a iride.

Nel paese delle creature selvagge di Fottuto Jonze BUONO
Fiabona che scantona sempre un attimo prima del pericoloso incrocio mieloso.Sonoro e colonna da lucciconi.

The Help di Tate Taylor DISCRETO
Commedia corale gradevole ma facilotta,sulla segregazione razziale e sul ruolo dei genitori.La Davis conquista.

Il massacro di Fort Apache di John Ford BUONO
Il primo della "trilogia della cavalleria".Analizza l'astruso metodo militare e l'incapacità di chi è al comando.

I cavalieri del Nord Ovest di John Ford OTTIMO
Il secondo,mirabile,episodio della trilogia riflette sulla senilità e sul bisogno di sentirsi utili.Cromatismi da urlo.

Rio bravo di John Ford DISCRETO
Finale dal fiato corto per la trilogia cavalleresca:situazioni un po' già viste,cariche,squilli di trombe per poco.

mickes2
06-02-12, 00:01:44
Mi piaci così telegrafico:sasa:
Questa volta provo a seguirti,ma a modo mio:cat:
ihihihi:.bip:



Nel paese delle creature selvagge di Fottuto Jonze BUONO
Fiabona che scantona sempre un attimo prima del pericoloso incrocio mieloso.Sonoro e colonna da lucciconi.

su questo punto concordo, ma rimane da parte mia la rottura di belino generale :sisi:

The help lo guardo prossimamente

mentre io ho visto "Take shelter" e devo dire che, tra le altre cose, la Chastain è di una bellezza spaventosa :claudia:

Togg
06-02-12, 00:06:27
mieloso, irritante... che sezione che mi ritrovo :tragic:


( @panza, il mio comodino non vedeva un fantasy da 6 mesi. ce n'è uno dall'altro ieri, insieme ad altri 12 libri (non-f))

il pastore
06-02-12, 00:26:05
mi sparo Susanna di Hawks :sisi:
Spettacolo:sisi:


ihihihi:.bip:


su questo punto concordo, ma rimane da parte mia la rottura di belino generale :sisi:

The help lo guardo prossimamente

mentre io ho visto "Take shelter" e devo dire che, tra le altre cose, la Chastain è di una bellezza spaventosa :claudia:
:alex90:

Take Shelter lo vedrò sicuramente


mieloso, irritante... che sezione che mi ritrovo :tragic:

Come al solito non hai capito un belino:kep88: