Jump to content
Stiamo effettuando la manutenzione e dei test sul Server della piattaforma. Questo può creare rallentamenti o blocchi alla navigazione. Ci scusiamo per il disagio. ×

Cart

Utente Registrato
  • Content Count

    3744
  • Joined

  • Last visited

  • Feedback

    0%

Everything posted by Cart

  1. Che poi, a parte il rosik, cosa ve ne frega dello stipendio di un parlamentare? Davvero pensate che il vostro stipendio o il vostro stato occupazionale dipenda da quello dei parlamentari e dal numero di parlamentari stessi?
  2. Evidentemente, il "basta che sto bene, che me ne frega a me" da i risultati sperati.
  3. Si vede che si pugliesi è piaciuto avere un presidente che tagliava gli ospedali affermando che erano pericolosi. Rispetto a chi prende 650 euro per 12 ore, certo che è alto. Il problema è che chi prende 650 € per 12 ore -almeno quelli che conosco io- invece di fare lotta di classe, va avanti a suon di "basta che sto bene io, che me ne fotte a me" prendendolo sempre più in culo da imprenditori e capitalisti.
  4. I sondaggi non sono pilotati, sono inutili visto che la loro validità può essere affermata solo a posteriori. 😂 Chi desiderasse sapere il perché dell'inutilità dei sondaggi può leggere un gustoso libretto degli anni '50, How to lie with Statistics.
  5. Segnalo che si parla di inquinamento da almeno 30 anni, i curiosi possono cercare la conferenza di Rio del '92 con la relativa Greta dell'epoca. Siamo sempre allo stesso punto, identico. Inoltre, se non conosci i meccanismi, forse non hai tanto motivo di ridere del fatto che trovo simili dichiarazioni un'idiozia. Comunque sti cazzi.
  6. Quello che proprio non vuoi capire è che nel caso in cui tassino le multinazionali, le loro imposte saranno pagate dai cittadini che consumano i prodotti delle multinazionali stesse. In più, saranno 20 anni che si parla di tassare le multinazionali, indovina con quale esito. Ed è proprio chi non ha capito questo che dovrebbe chiedersi perché si parla di tassare le multinazionali e non di usare un prestatore di ultima istanza.
  7. Basta questo post a mostrare che, evidentemente, non hai capito il punto, né quello della parlamentare né il mio. Inoltre, se ti sfugge il collegamento fra BCE, fondo e imposte, ecco, davvero ti sfugge il punto ma, evidentemente, te la vivi meglio a capire ciò che vuoi.
  8. No, io l'ho capito perfettamente, ed è proprio per questo che ho detto che è un'idiozia. Tu hai semplicemente capito quello che volevi capire. Rimane aperta la domanda: perché nuove imposte e non la BCE? Ci sarà una ragione, chi lo sa.
  9. Ok, non hai capito il punto. Fa niente.
  10. Come se la colpa fosse mia e non di chi si beve quelle stronzate. Ma tu hai provato a chiederti "Perché imposte e la non BCE?"? Possibile che non venga un dubbio?
  11. Faccio notare l'idiozia di quanto affermato dalla parlamentare sottolineando che non si capisce la ragione per cui i fondi non possano essere semplicemente finanziati dalla BCE come prestatore di ultima istanza. Cioè, si capisce benissimo, in realtà. Indizio: non è "eh, ma l'inflazione" 😂😂😂😂
  12. I regali da parte dell'UE. D'altra parte, ce lo meritiamo: siamo italiani. Che poi, qualsiasi tipo di nuova imposta sia, sarà pagata sempre e comunque dai cittadini.
  13. Titolo di un articolo di Repubblica di ieri: "Abiti e scarpe a prezzi stracciati: vola la deflazione, ma i consumi non decollano." Chi trova il "graziearcazzo" vince un fine settimana con Oscar Giannino e i suoi compagni di università che urlano in coro "Stato ladro".
  14. Eppure, secondo me, la cosa particolarmente interessante da segnalare è che l'esistenza di disoccupazione consente di ottenere voti dietro ricatto (se mi voti, lavori, altrimenti, crepi).
  15. Non ho detto niente di quello che mi attribuisci. Ho detto che il tuo è un "what if" e ho spiegato perché.
  16. Lo so che lo abbiamo affrontato, e infatti ho detto "te lo rispiego". Tu dici tutte cose interessantissime, rimane ferma, tuttavia, l'impossibilità di tornare indietro nel tempo e verificare, cosa, questa, che dovrebbe abbastanza chiuderlo, il discorso. O, almeno, lo chiude per me.
  17. Aspetta, te lo rispiego: tu dici "immaginate cosa sarebbe successo se Salvini fosse stato al governo durante la pandemia". Ora, è impossibile tornare indietro nel tempo e fare una verifica e fare la controprova. Di qui la denominazione "controfattuale impossibile" o "what if". E questo indipendentemente dalle competenze o meno di Salvini. Se poi a te, come anche a me, Salvini non piace, ok. Ma questo non rende un controfattuale impossibile meno impossibile. Spero di essere stato chiaro.
  18. Nonostante quei due siano quantomeno impresentabili, il tuo è e rimane un "whatif" privo di senso.
  19. Dovrebbero assumere nel pubblico come se non ci fosse un domani, ancora non l'avete capito?
  20. L'unico modo per fare capire alle persone che quella è una cazzata è che lo dicano in TV a reti unificate e che si faccia spesa pubblica come Cristo comanda. Praticamente, è impossibile.
  21. Infatti sono cazzi degli studenti, mica di Conte.
  22. Dubito fortemente che vincerà il "No" ma, comunque, sarebbe divertentissimo vedere i 5S vedere andare a in fumo la retorica "casta, cricca, corruzione"😂
  23. Anche l'opzione di non smantellare i servizi sanitari a suon di "libero mercato", "lo vuole l'europa" e "eh ma il debito" propalate per legittimare la deflazione salariale non sarebbe stata un'ipotesi malvagia.
  24. Conte sulla riapertura delle scuole, rivolgendosi agli studenti: "Voi dovrete fare la vostra parte, dovete impegnarvi a rispettare le regole di cautela che vi consentiranno di tutelare la vostra salute e la salute delle persone che amate e che vi amano. La scuola peraltro sconta carenze strutturali che ci trasciniamo da anni aggravate dall'attuale pandemia." https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2020/09/13/scuola-conte-parla-agli-studenti-e-ai-professori_6c478732-9c53-4e3a-aab9-096eb07920a9.html Praticamente, al governo hanno avuto 6 mesi in cui si sarebbe potuto (dovuto) sistemare le strutture edilizie e assumere personale docente e amministrativo ma, impossibilitati a spendere (c'entrerà l'appartenenza ad un'area valutaria non ottimale? il fatto che il capitale desideri mantenere un esercito di disoccupati per tenere bassi i salari? chi lo sa) quanto realmente necessario, hanno messo su la pantomima dei banchi a rotelle e, ora, se qualcosa andrà male, non sarà colpa del governo, sarà colpa degli studenti che non rispettano le regole e dei governi precedenti che non hanno speso (chissà perché, come sopra). Ah, ovviamente, per spendere, anche se non per la scuola, occorrono il MES, il recovery fund e qualche altra stronzata da strozzino perché, hey, l'Unione ci ama e ci protegge. Altrettanto ovviamente, Conte ringrazia "anche le famiglie, le mamme, i papà che hanno fatto molti sacrifici. Grazie anche ai dirigenti e tutto il personale della scuola: in questi mesi estivi non vi siete fermati un attimo, avete lavorato tantissimo per essere pronti per la riapertura. Saremo con tutti voi, saremo al vostro fianco e continueremo a esserlo nei prossimi giorni e mesi". Spiritualmente è con tutti. Con i soldi, invece, "eh be, sai com'è..."
×
×
  • Create New...