Jump to content

Quattro

Utente Registrato
  • Content Count

    5369
  • Joined

  • Last visited

  • Feedback

    0%

About Quattro

  • Rank
    4
  • Birthday 03/01/1994

Informazioni personali

  • Città
    Torino / Montecatini

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Su Juventibus hanno riportato questa diretta di qualche mese fa. Al di là di essere una chiacchierata molto piacevole secondo me alcuni passaggi danno un po' l'idea di che allenatore voglia essere. Poi vedremo cosa diranno i fatti, ma al momento non c'è davvero nulla a cui aggrapparsi. Sarà un mese strano.
  2. Arrivare al 19 settembre sarà un'agonia Ogni estate se ne inventano una nuova
  3. A sto punto non ho la minima idea di cosa possa succedere da qui a settembre, e soprattutto da settembre in poi. Speriamo l'abbiano azzeccata come con Conte ma a questo giro sarebbe proprio un miracolo dal cielo, completamente a scatola chiusa.
  4. Spero il meglio, per adesso l'unica parola che mi viene in mente è AIUTO
  5. Ma poi Pirlo che accetta Non mi spiego un rischio così assurdo
  6. Inzaghi ad alti livelli è arrivato solo dopo anni alla Lazio con una squadra di uomini contati, fidati e ultra-rodati in quella realtà. In Europa ha sempre fatto meno del minimo sindacale. Analogamente Gasperini gioca un grande calcio con una squadra cucita su misura per lui in un progetto che va avanti da anni e anni. Nulla di più di quanto fatto da Sarri a Napoli, con la differenza che in questi anni non ha mai dovuto lavorare con simili livelli di pressione, che ha una Europa League e uno scudetto in meno nel palmares e un fallimento in più nell'unica squadra di livello medio-alto (l'Inter) in cui ha avuto un'occasione. Chi si aspetterebbe drastici cambi nel gioco con l'arrivo di uno di questi due fa lo stesso errore di chi dodici mesi fa si aspettava come per magia il terzo Napoli di Sarri. In comune Inzaghi e Gasperini hanno il fatto di aver lavorato bene in realtà di provincia, con il tempo dalla propria parte e senza nulla da perdere. Alla Juve nessuna di queste tre condizioni è vera. Sarri non ha fatto niente di meno di loro con il suo Napoli, e in Europa ha addirittura vinto con il Chelsea. È arrivato alla Juventus con una rosa inadatta alle sue idee, con una preparazione compromessa per motivi di salute, con una difesa monca dopo il forfait di Chiellini e Demiral e ha comunque portato a casa lo scudetto, senza tirare in ballo la quarantena e il calcio d'estate che sono stati difficili per tutti. A questo aggiungiamoci il processo che va avanti da luglio scorso, e che credo pochi altri sarebbero riusciti a lasciarsi scivolare addosso come ha fatto lui.
  7. Comunque per me uno dei momenti cruciali dello scorso mercato è stato lo scambio Danilo-Cancelo, probabilmente in certe fasi della stagione con il secondo al posto del primo avremmo visto una squadra diversa. Capisco le plusvalenze e le scadenze contabili ma ho la sensazione che a distanza di un anno i danni abbiano già superato i benefici.
  8. Non solo, ma anche la liquidità a questo giro sarà davvero scarsa. In parte questo potrebbe giocare a nostro favore, perché potrebbe rendere le altre squadre più propense ad accettare contropartite (a meno che Arthur non si riveli un mediocre lo scambio con Pjanic è un mezzo miracolo), dall'altra molti degli esuberi che abbiamo sono difficilmente collocabili (per età e stipendio e condizione fisica e mentale) e ci zavorrano proprio in un momento in cui servirebbero investimenti pesanti. Per fortuna non credo che abbiamo una società così irrazionale da esonerare Sarri senza avere una valida alternativa già in mano (Inzaghi e Gasperini non sono fra le valide alternative). Anche perché credo che si rendano conto che, al di là delle innegabili responsabilità dell'allenatore, gli è stata messa a disposizione una rosa con lacune gravi nonché poco adatta alla sua idea di calcio. Le opzioni sono due, o hanno già in mano uno Zidane/Guardiola/Klopp, o l'unica strategia ragionevole è continuare sulla strada intrapresa un anno fa, imparare dagli errori commessi e dare più tempo e risorse all'allenatore per costruire una squadra che sia tale. Smantellare tutto per poi ripiegare su nomi provinciali sarebbe un disastro strategico e ridimensionerebbe drasticamente le ambizioni di squadra e società. Fortunatamente non mi sembra che sia il caso della Juventus.
  9. Come al solito è stato Ronaldo contro tutti. Eliminazione irritante per la sterilità del gioco offensivo, che non ha dimostrato alcuna ripresa dopo le ultime disastrose prestazioni in ciabatte di campionato. Sottolineo come l'eliminazione sia maturata a marzo nel pieno della stagione regolare, per cui c'è poco da recriminare su quarantene e calendari. D'altra parte sono sincero, anche fossimo andati a Lisbona con Dybala fuori, Costa fuori e un Higuain in questo stato non credo avremmo combinato nulla. Probabilmente il danno è soprattutto economico perché dubito che contro il City avremmo fatto una gran figura. Visto com'è andata la stagione c'è tenersi stretto uno scudetto d'oro, forse dispiace di più per una coppa Italia che era tranquillamente alla portata. Ad agosto ci siamo arrivati proprio male. Più tempo per pensare attentamente alla prossima stagione, c'è molto da fare e molto poco tempo.
×
×
  • Create New...