• Accedi o registrati per ottenere la migliore esperienza possibile del forum di SpazioGames (e senza banner pubblicitari).

Serie A [16° Giornata] Sampdoria-Inter, Mercoledì ore 15

Iscritto dal
5 Gen 2011
Messaggi
1,226
Medaglie
4
Ma secondo voi perché c'è questa cultura perdente nell'Inter tranne rari casi ogni 15 anni?

Cioè questi 10 anni senza vittorie non ci sono mai stati nella storia...

Pure negli anni 90 che si faceva schifo abbiamo vinto coppe UEFA, nei primi 2000 comunque: nel 2004 coppa Italia, nel 2005 Supercoppa italiana... E poi vabbè i 5 scudetti di fila, triplete ecc.

Io sono dell'idea che i giocatori di oggi sono nettamente più scarsi dei giocatori del passato, però comunque vedere i gobbi che passano gli anni e cambiano allenatori e giocatori e comunque vincono... Allora proprio vuol dire che noi proprio il mercato non lo sappiamo fare, prendono sempre gente sbagliata...
Negli ultimi 10 anni non ha vinto proprio nessuno in Italia oltre la Juve eh, mica solo noi.
Credo che la loro fortuna sia sempre stata quella di avere alle spalle una società solida. Noi e il Milan (le uniche squadre che hanno mai potuto e possono competere con i bianconeri) abbiamo passato un decennio dove di società e presidenti ne sono passate a iosa. Nuova società, nuovo presidente, nuovo progetto, nuovo allenatore, nuovi giocatori e si riparte sempre da zero...
 
Iscritto dal
13 Gen 2008
Messaggi
2,668
Medaglie
4
I fegati esplosi [cit.]

Che poi è roba che abbiamo già visto con Mancini 2015 e Spalletti 2018... puoi vincere sculando, ma prima o poi senza singoli fuoriclasse che ti trovano la giocata da soli o gioco di squadra non vai da nessuna parte... e finchè quello in panca non si smuove da un modulo e dal voler giocare tutto sul fisico/corsa sarà così.

Ma secondo voi perché c'è questa cultura perdente nell'Inter tranne rari casi ogni 15 anni?

Cioè questi 10 anni senza vittorie non ci sono mai stati nella storia...

Pure negli anni 90 che si faceva schifo abbiamo vinto coppe UEFA, nei primi 2000 comunque: nel 2004 coppa Italia, nel 2005 Supercoppa italiana... E poi vabbè i 5 scudetti di fila, triplete ecc.

Io sono dell'idea che i giocatori di oggi sono nettamente più scarsi dei giocatori del passato, però comunque vedere i gobbi che passano gli anni e cambiano allenatori e giocatori e comunque vincono... Allora proprio vuol dire che noi proprio il mercato non lo sappiamo fare, prendono sempre gente sbagliata...

Il fatto è che in Italia Napoli e Lazio son le squadre più vincenti a memoria di queste ultimi 9 anni, tolta la Juve ovviamente. E cosa hanno vinto? "Robette" come coppe italia e supercoppe al massimo, cioè davvero roba di poco valore alla fine dei conti, non che mi faccian schifo, però chissene alla fine. Era quello che vinceva la Roma quando vincevamo noi negli anni del primo Mancini per capirsi...

Il problema è più generale in Italia, visto che noi siamo gli ultimi ad aver vinto in Europa, il problema è più a fondo. Oltre al fatto che hai cambiato 3 gestioni in 10 anni, non sono poche eh (più ovvie cagate sul mercato) Alcune a memoria: Rafinha, Cancelo, Telles, Banega dati via così a caso. Sul fronte acquisti una marea di gente a fine contratto inutile come Vidic, Godin, Vidal, Kolarov etc più flopponi tipo Naingg, Kondo, Gabimerda, Cadrega e mille altri

Ah mi son dimenticato di scrivere che il primo passo per vincere passa dal giocare con una formazione a 4 dietro. Non esiste nel calcio di oggi "regalare" praticamente un difensore all'avversario
 
Ultima modifica:
Iscritto dal
27 Set 2009
Messaggi
4,792
Medaglie
5
A me Conte sta tutto meno che simpatico ma ieri a parte l'ingresso di quella cosa oscena di Perisic (a me il binomio Young Perisic ricorda quello Vecino Gagliardini: quando gioca uno rimpiango l'altro :asd:) non so che rimproverargli. Abbiamo creato tantissimo, sono mancati i giocatori nella finalizzazione e abbiamo preso gol per leggerezze pazzesche (il rigore di Barella ancora è incomprensibile).
Non avremo questo calcio champagne, sicuramente ma dal mio modo di vedere vinciamo non per congiunzioni astrali ma perché la squadra è forte.
Le grandi difficoltà che abbiamo stanno nel fatto che un tiro su due sia gol, non mi stancherò mai di dirlo. I problemi sono la fragilità difensiva, vogliamo dire il portiere? Diciamolo. E la difficoltà a concretizzare (cosa che sembra paradossale con una squadra che macina gol)
Per vincere solitamente dobbiamo evitare di subire anche solo un tiro in porta. Contemporaneamente non riuscendo a capitalizzare le occasioni, e spesso stando sotto alla prima, devi creare una mole di tentativi insostenibili per segnare.
Ci può andare bene con la cattiveria che ci mettono nel fare risultato quando i valori tecnici sono imparagonabili ma non sempre è domenica. Questione ancor più delicata con squadre come la Roma a cui per forza qualcosa dovrai concedere e si tratta di partite tese che si giocano sul filo degli episodi.

Insomma, potremmo essere una macchina da gol ancora più efficiente in pillole e siamo costretti ad esserlo, pur essendo una fabbrica di gol, per sopperire al fatto che un tiro in porta su due sia gol. Uno sforzo simile non è sostenibile nel lungo periodo. Non può esserci sempre la rimonta.

Poi si potrebbe aprire una parentesi enorme su come partite fondamentali atavicamente le sbagliamo. Ma non mi sembra il caso di ieri, la prestazione c'è stata.
 
Ultima modifica:

Nyx

Say my name
Bannato
Iscritto dal
1 Dic 2012
Messaggi
2,790
Medaglie
5
Ma secondo voi perché c'è questa cultura perdente nell'Inter tranne rari casi ogni 15 anni?

Cioè questi 10 anni senza vittorie non ci sono mai stati nella storia...

Pure negli anni 90 che si faceva schifo abbiamo vinto coppe UEFA, nei primi 2000 comunque: nel 2004 coppa Italia, nel 2005 Supercoppa italiana... E poi vabbè i 5 scudetti di fila, triplete ecc.

Io sono dell'idea che i giocatori di oggi sono nettamente più scarsi dei giocatori del passato, però comunque vedere i gobbi che passano gli anni e cambiano allenatori e giocatori e comunque vincono... Allora proprio vuol dire che noi proprio il mercato non lo sappiamo fare, prendono sempre gente sbagliata...
Perchè avete basato 5 anni un gioco altalenante su un giocatore altalenante come Icardi e tremendamente limitato, e perchè vi siete affidati al talebano leccese che non sa e soprattutto non vuole trovare altre soluzioni oltre allo schema di palla a Lukaku.
Con questo gioco, i risultati buoni possono venire ma non puoi mai vincere qualcosa nè sul lungo nè nello scontro singolo con squadre forti e organizzate.
C'è un motivo se la squadra non supera i gironi di Champions League e Atalanta e Lazio ci riescono al primo anno.
 

It'saMeMario

Apprendista
Iscritto dal
1 Mar 2012
Messaggi
470
Medaglie
3
Il fatto è che in Italia Napoli e Lazio son le squadre più vincenti a memoria di queste ultimi 9 anni, tolta la Juve ovviamente. E cosa hanno vinto? "Robette" come coppe italia e supercoppe al massimo, cioè davvero roba di poco valore alla fine dei conti, non che mi faccian schifo, però chissene alla fine. Era quello che vinceva la Roma quando vincevamo noi negli anni del primo Mancini per capirsi...

Il problema è più generale in Italia, visto che noi siamo gli ultimi ad aver vinto in Europa, il problema è più a fondo. Oltre al fatto che hai cambiato 3 gestioni in 10 anni, non sono poche eh (più ovvie cagate sul mercato) Alcune a memoria: Rafinha, Cancelo, Telles, Banega dati via così a caso. Sul fronte acquisti una marea di gente a fine contratto inutile come Vidic, Godin, Vidal, Kolarov etc più flopponi tipo Naingg, Kondo, Gabimerda, Cadrega e mille altri

Ah mi son dimenticato di scrivere che il primo passo per vincere passa dal giocare con una formazione a 4 dietro. Non esiste nel calcio di oggi "regalare" praticamente un difensore all'avversario
Mah saranno anche coppette però intanto comincia a vincere qualcosa: vincere aiuta a vincere.

Si di gente oscena sul mercato tanta ne è passata, ma di quelli che hai citato te: Rafinha mi piaceva, tecnicamente bravo ma fragile di fisico; Cancelo penso l'unico prima di Hakimi a saper crossare ma difensivamente faceva pietà; Telles gli ultimi tempi aveva iniziato a ingranare ma si vede non erano convinti; Banega dai, camminava in campo, era tipo Eriksen ora.

Io dico: ma una squadra come l'Inter possibile che in 10 anni non ce l'abbia mai fatta almeno ad arrivare in finale di Coppa Italia? Cioè anche la Fiorentina e l'Atalanta ci sono arrivate qualche anno fa...

Per vincere ci vogliono 3 cose: società forte, allenatore forte e giocatori forti. Bene, presupponendo che i primi 2 più o meno ci siano è evidente che i limiti sono ancora nella squadra; ragazzi, finché non ci si libera dei vari cessi mediocri che da anni stanno in squadra e hai visto che sono dei perdenti nati che non hanno mai vinto una coppa neanche nei pulcini a 7 anni (Handanovic, Brozovic, D'Ambrosio, Ranocchia, Gagliardini, Vecino...) mettetevi l'anima in pace che le coppe le vedremo alzare purtroppo sempre agli altri.

Già arrivi in finale di Europa League e vedi la differenza tra una squadra di rammolliti cacasotto e una con nomi magari meno blasonati ma che hanno cultura vincente e i cocones grossi sotto.
 

pipigno

Master of Puppets
Supporter
Iscritto dal
12 Mar 2005
Messaggi
15,362
Medaglie
15
Nel senso che se ci fosse stato LO STRAMA a quest'ora Sanchez tirava il rigore sotto l'incrocio? Si concordo

è sicuramente Conte
Sicuramente non Stramaccioni, ma comq la mia era una provocazione. Non ho nulla contro Conte, è che un ottuso Juventino (vincente ma sempre gobbo è).
 

Hushabye

Master of forum
Iscritto dal
28 Set 2010
Messaggi
3,040
Medaglie
5
Nel senso che se ci fosse stato LO STRAMA a quest'ora Sanchez tirava il rigore sotto l'incrocio? Si concordo

è sicuramente Conte
Si, dopo aver creato una decina di occasioni nitide è sicuramente colpa di Conte che ieri, in un bel campo pesante, non ha proposto Sensi cui infortunio era quotato a 1.
Tra l'altro il presunto fenomeno danese ha avuto una punizione dal limite calciata peggio di un Candreva qualsiasi, avanti così. Vedo che la lista dei top club per prenderlo a gennaio è lunghissima


Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk
 

respawin

Legend of forum
Iscritto dal
4 Giu 2009
Messaggi
2,211
Medaglie
4
Ma le decine di occasioni dove le vedete?

Sto topic sta a diventa peggio di quello del Milan che ogni volta c'e` una congiunzione astrale per cui non vincono.
 
Iscritto dal
27 Set 2009
Messaggi
4,792
Medaglie
5
Ma le decine di occasioni dove le vedete?

Sto topic sta a diventa peggio di quello del Milan che ogni volta c'e` una congiunzione astrale per cui non vincono.
24 tiri, 7 in porta. Un rigore sbagliato. Le occasioni ci sono state eccome. E abbiamo preso 2 gol in 3 tiri.

Poi se si vuole dire Conte cattivo infiltrato o che abbiamo giocato male mi dissocio.
 

Auron307

Legend of forum
Iscritto dal
25 Mar 2009
Messaggi
7,699
Medaglie
12
Mah saranno anche coppette però intanto comincia a vincere qualcosa: vincere aiuta a vincere.

Si di gente oscena sul mercato tanta ne è passata, ma di quelli che hai citato te: Rafinha mi piaceva, tecnicamente bravo ma fragile di fisico; Cancelo penso l'unico prima di Hakimi a saper crossare ma difensivamente faceva pietà; Telles gli ultimi tempi aveva iniziato a ingranare ma si vede non erano convinti; Banega dai, camminava in campo, era tipo Eriksen ora.

Io dico: ma una squadra come l'Inter possibile che in 10 anni non ce l'abbia mai fatta almeno ad arrivare in finale di Coppa Italia? Cioè anche la Fiorentina e l'Atalanta ci sono arrivate qualche anno fa...

Per vincere ci vogliono 3 cose: società forte, allenatore forte e giocatori forti. Bene, presupponendo che i primi 2 più o meno ci siano è evidente che i limiti sono ancora nella squadra; ragazzi, finché non ci si libera dei vari cessi mediocri che da anni stanno in squadra e hai visto che sono dei perdenti nati che non hanno mai vinto una coppa neanche nei pulcini a 7 anni (Handanovic, Brozovic, D'Ambrosio, Ranocchia, Gagliardini, Vecino...) mettetevi l'anima in pace che le coppe le vedremo alzare purtroppo sempre agli altri.

Già arrivi in finale di Europa League e vedi la differenza tra una squadra di rammolliti cacasotto e una con nomi magari meno blasonati ma che hanno cultura vincente e i cocones grossi sotto.
Scusami, ma mckennie, bernardeschi, demiral, kulusensky o praticamente tutti i giocatori del Milan tranne Ibra, oppure ancora tutti i giocatori dell'Atalanta che hanno mai vinto??
Io questa visione (che poi guarda caso è quella dell'allenatore di merda che abbiamo) non la condivido. I giocatori bisogna saperli crescere e dargli mentalità e questo viene dato da società e allenatori, più qualche giocatore bandiera (quella che riesce a fare Maldini e zanetti no).
Uno come mckennie da noi non avrebbe mai giocato e infatti Pinamonti non giocherà manco in coppa Italia e ce lo vogliamo togliere per prendere Eder....no dico Eder!!!
Dai Hakimi a Natale già era considerato un pacco e quel coglione in panchina nella prima parte di campionato manco lo faceva giocare. Tra l'altro chissà che potrebbe fare se avesse un terzino dietro a proteggerlo invece di costringerlo a fare la fase difensiva...ma l'inter è così, prendiamo pseudo allenatori pompati dai media che poi anche dove hanno vinto hanno fatto più danni che altro
Post unito automaticamente:

Si, dopo aver creato una decina di occasioni nitide è sicuramente colpa di Conte che ieri, in un bel campo pesante, non ha proposto Sensi cui infortunio era quotato a 1.
Tra l'altro il presunto fenomeno danese ha avuto una punizione dal limite calciata peggio di un Candreva qualsiasi, avanti così. Vedo che la lista dei top club per prenderlo a gennaio è lunghissima


Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk
Ieri intanto insieme ad Hakimi era l'unico che riusciva a fare cross decenti in aria. Meglio a fidarsi alle palle in tribuna di Perisic no?
Poi vabbè se vogliamo incolpare per questa sconfitta Eriksen che sbaglia praticamente la prima punizione che tira da quando è all'Inter alzo le mani (anzi la seconda, nella prima aveva preso una traversa dai 35 metri col milan)
 

respawin

Legend of forum
Iscritto dal
4 Giu 2009
Messaggi
2,211
Medaglie
4
24 tiri, 7 in porta. Un rigore sbagliato. Le occasioni ci sono state eccome. E abbiamo preso 2 gol in 3 tiri.

Poi se si vuole dire Conte cattivo infiltrato o che abbiamo giocato male mi dissocio.

Si va be mettiamoci d'accordo su quelle che sono occasioni da gol e quelle che non lo sono, ieri a parte il rigore e la successiva traversa, Lautaro ha avuto un'occasione di testa e se non sbaglio Skriniar che poi e` uscita di poco; perche poi se ogni tiro in porta e` un'occasione alzo le mani, c'e il tiro di sanchez centrale dal limite per me non e' un'occasione. (per intenderci per me con lo shaktar e` una parita dove ci siamo mangiati dei gol assurdi)

Per me non giochiamo male, per lunghi tratti della partita prorio non giochiamo che e` anche peggio, ma gia lo si vede da inizio campionato, poi se ci vogliamo appellare alla sfiga o al fatto che gli attaccanti non segnano tanto fate pure.

Per me, come dico da tempo, ci sono degli equivoci tattici abbastanza evidenti che stanno uscendo fuori.
 

Hushabye

Master of forum
Iscritto dal
28 Set 2010
Messaggi
3,040
Medaglie
5
Scusami, ma mckennie, bernardeschi, demiral, kulusensky o praticamente tutti i giocatori del Milan tranne Ibra, oppure ancora tutti i giocatori dell'Atalanta che hanno mai vinto??
Io questa visione (che poi guarda caso è quella dell'allenatore di merda che abbiamo) non la condivido. I giocatori bisogna saperli crescere e dargli mentalità e questo viene dato da società e allenatori, più qualche giocatore bandiera (quella che riesce a fare Maldini e zanetti no).
Uno come mckennie da noi non avrebbe mai giocato e infatti Pinamonti non giocherà manco in coppa Italia e ce lo vogliamo togliere per prendere Eder....no dico Eder!!!
Dai Hakimi a Natale già era considerato un pacco e quel coglione in panchina nella prima parte di campionato manco lo faceva giocare. Tra l'altro chissà che potrebbe fare se avesse un terzino dietro a proteggerlo invece di costringerlo a fare la fase difensiva...ma l'inter è così, prendiamo pseudo allenatori pompati dai media che poi anche dove hanno vinto hanno fatto più danni che altro
Post unito automaticamente:


Ieri intanto insieme ad Hakimi era l'unico che riusciva a fare cross decenti in aria. Meglio a fidarsi alle palle in tribuna di Perisic no?
Poi vabbè se vogliamo incolpare per questa sconfitta Eriksen che sbaglia praticamente la prima punizione che tira da quando è all'Inter alzo le mani (anzi la seconda, nella prima aveva preso una traversa dai 35 metri col milan)
Scusa è colpa mia che sono cresciuto con gente come Baggio che quando entrava generalmente inculava qualsiasi allenatore lo tenesse fuori, ma lui del resto era davvero un fenomeno.
Questo invece ha buttato nel cesso ogni occasione avuta, che fosse titolare o avesse 20 minuti, le uniche volte che non è entrato in ciabatte sono state l'ultima in Champions e contro il Getafe.

Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk
 

Auron307

Legend of forum
Iscritto dal
25 Mar 2009
Messaggi
7,699
Medaglie
12
Scusa è colpa mia che sono cresciuto con gente come Baggio che quando entrava generalmente inculava qualsiasi allenatore lo tenesse fuori, ma lui del resto era davvero un fenomeno.
Questo invece ha buttato nel cesso ogni occasione avuta, che fosse titolare o avesse 20 minuti, le uniche volte che non è entrato in ciabatte sono state l'ultima in Champions e contro il Getafe.

Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk
Ma che c'entra Baggio? Allora perché non prendiamo esempio anche il Fenomeno? Quelli sono campioni. Nessuno dice che Eriksen sia a quei livelli, ma che addirittura debba fare il panchinaro per far giocare elementi come Gagliardini, Perisic, Vidal e Sanchez la cosa mi infastidisce. Anche perché giocatori come Eriksen e Sensi sono proprio quello che mancano all'Inter.

Poi vabbè qua ormai siamo alla follia. C'è un giocatore che ha fatto 2 partite da titolare dovendo fare ruoli non suoi, buttato fuori subito e poi fatto entrare in 4 o 5 partite al tempo di recupero negli ultimi 4 mesi. Ora a queste condizioni, con un giocatore depresso, che ha subito trattamenti al limite del mobbing, che se ne vuole andare (a sto punto giustamente) e chiaramente ormai in rotta con l'allenatore, si pretende che alla prima punizione che tira faccia gol....vabbè :asd:
 

Hushabye

Master of forum
Iscritto dal
28 Set 2010
Messaggi
3,040
Medaglie
5
Ma che c'entra Baggio? Allora perché non prendiamo esempio anche il Fenomeno? Quelli sono campioni. Nessuno dice che Eriksen sia a quei livelli, ma che addirittura debba fare il panchinaro per far giocare elementi come Gagliardini, Perisic, Vidal e Sanchez la cosa mi infastidisce. Anche perché giocatori come Eriksen e Sensi sono proprio quello che mancano all'Inter.

Poi vabbè qua ormai siamo alla follia. C'è un giocatore che ha fatto 2 partite da titolare dovendo fare ruoli non suoi, buttato fuori subito e poi fatto entrare in 4 o 5 partite al tempo di recupero negli ultimi 4 mesi. Ora a queste condizioni, con un giocatore depresso, che ha subito trattamenti al limite del mobbing, che se ne vuole andare (a sto punto giustamente) e chiaramente ormai in rotta con l'allenatore, si pretende che alla prima punizione che tira faccia gol....vabbè :asd:
Mobbing, dio santo, finiamola qui.

Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk
 
Iscritto dal
27 Set 2009
Messaggi
4,792
Medaglie
5
Si va be mettiamoci d'accordo su quelle che sono occasioni da gol e quelle che non lo sono, ieri a parte il rigore e la successiva traversa, Lautaro ha avuto un'occasione di testa e se non sbaglio Skriniar che poi e` uscita di poco; perche poi se ogni tiro in porta e` un'occasione alzo le mani, c'e il tiro di sanchez centrale dal limite per me non e' un'occasione. (per intenderci per me con lo shaktar e` una parita dove ci siamo mangiati dei gol assurdi)

Per me non giochiamo male, per lunghi tratti della partita prorio non giochiamo che e` anche peggio, ma gia lo si vede da inizio campionato, poi se ci vogliamo appellare alla sfiga o al fatto che gli attaccanti non segnano tanto fate pure.

Per me, come dico da tempo, ci sono degli equivoci tattici abbastanza evidenti che stanno uscendo fuori.
Sono d'accordo con te che ogni tiro non corrisponde a un pericolo di per sé ma guarda che ieri azioni serie ci sono state.
E anche io non voglio parlare di sfiga. Hai perso perché i giocatori hanno fatto errori personali evidenti (Barella, Sanchez, i più eclatanti).
Noi non giochiamo proprio per larghi tratti e ci sono equivoci tecnici, dici. Allora immagino che la Samp abbia meritato complessivamente . Per me no.
Che non vuol dire appellarsi alla sfiga attenzione ma semplicemente dire che ci sono sconfitte e sconfitte. Questa secondo me non è maturata sul piano del gioco ma per nefandezze individuali. :sisi:
 

Hushabye

Master of forum
Iscritto dal
28 Set 2010
Messaggi
3,040
Medaglie
5
Appunto smettiamola qua va. Maledetto Eriksen!!! Meno male che se ne va, così finalmente Gagliardini può giocare titolare fisso come merita!!!
Vedi, la cosa buffa è pensare che criticare Eriksen significhi farsi andare bene Gagliardini quando ho scritto diverse volte in passato che se c'è una cosa che posso imputare a Conte è proprio il frequente utilizzo di quest'ultimo.

Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk
 

Auron307

Legend of forum
Iscritto dal
25 Mar 2009
Messaggi
7,699
Medaglie
12
Vedi, la cosa buffa è pensare che criticare Eriksen significhi farsi andare bene Gagliardini quando ho scritto diverse volte in passato che se c'è una cosa che posso imputare a Conte è proprio il frequente utilizzo di quest'ultimo.

Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk
No la cosa buffa è che ancora si da la colpa ad Eriksen se l'inter ha perso ieri, senza prendere in considerazione tutto quello che è successo negli ultimi mesi prima dei suoi 20 minuti di ieri.
Che poi nessuno dice che Eriksen è un fenomeno, e ieri ancora una volta ha dimostrato di non essere determinante entrando a partita iniziata. Ma la cosa che mi fa rabbia è che nonostante la prestazione appena sufficiente, ha fatto sicuramente meglio di un Perisic, di un Vidal, di un Kolarov o Gagliaridni qualsiasi. Tutta gente che nonostante gli orrori fatti gode sempre e comunque della fiducia dell'allenatore e che continua ad essere quasi dei titolari fissi (tranne Kolarov).
Non chiamiamolo Mobbing ok, ma è ovvio che non è più una questione tecnica o tattina ma sempre più mi sembra una questione di principio. Abbiamo preso un giocatore che quel coglione di Conte non voleva, e quindi è perennemente boicottato
 

Hushabye

Master of forum
Iscritto dal
28 Set 2010
Messaggi
3,040
Medaglie
5
No la cosa buffa è che ancora si da la colpa ad Eriksen se l'inter ha perso ieri, senza prendere in considerazione tutto quello che è successo negli ultimi mesi prima dei suoi 20 minuti di ieri.
Che poi nessuno dice che Eriksen è un fenomeno, e ieri ancora una volta ha dimostrato di non essere determinante entrando a partita iniziata. Ma la cosa che mi fa rabbia è che nonostante la prestazione appena sufficiente, ha fatto sicuramente meglio di un Perisic, di un Vidal, di un Kolarov o Gagliaridni qualsiasi. Tutta gente che nonostante gli orrori fatti gode sempre e comunque della fiducia dell'allenatore e che continua ad essere quasi dei titolari fissi (tranne Kolarov).
Non chiamiamolo Mobbing ok, ma è ovvio che non è più una questione tecnica o tattina ma sempre più mi sembra una questione di principio. Abbiamo preso un giocatore che quel coglione di Conte non voleva, e quindi è perennemente boicottato
La questione è semplice, quando gioca Gagliardini io mi aspetto che non faccia disastri, che giochi la sua onesta partita, recuperi qualche pallone e stop. Con Eriksen le aspettive non possono essere così basse, per cui il fatto che crossi meglio di Perisic onestamente non basta.
Non è un fenomeno, non è uno che incide a partita in corso, quindi cosa sarebbe? No perché se ne parla come uno dei migliori centrocampisti in Europa a cui però anche Mourinho ha rinunciato senza grossi problemi.
Non incide mai, non sposta mai gli equibri, e le occasioni da titolare sono state molte più di due. Guarda posso anche accettare che non si trovi nel calcio italiano, è successo ad altri ben più forti di lui tipo Bergkamp, ma basta con il dipingerlo una vittima.

Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk
 

Auron307

Legend of forum
Iscritto dal
25 Mar 2009
Messaggi
7,699
Medaglie
12
La questione è semplice, quando gioca Gagliardini io mi aspetto che non faccia disastri, che giochi la sua onesta partita, recuperi qualche pallone e stop. Con Eriksen le aspettive non possono essere così basse, per cui il fatto che crossi meglio di Perisic onestamente non basta.
Non è un fenomeno, non è uno che incide a partita in corso, quindi cosa sarebbe? No perché se ne parla come uno dei migliori centrocampisti in Europa a cui però anche Mourinho ha rinunciato senza grossi problemi.
Non incide mai, non sposta mai gli equibri, e le occasioni da titolare sono state molte più di due. Guarda posso anche accettare che non si trovi nel calcio italiano, è successo ad altri ben più forti di lui tipo Bergkamp, ma basta con il dipingerlo una vittima.

Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk
Vittima lo è eccome.
Se tu per difendere un risultato levi un attaccante per mettere Perisic dietro la punta e non fai un 3511 con Eriksen è solo malafede. Potevo capire benissimo se schieravi chi dava più garanzie, ma Perisic non le da, fa schifo da 2 anni nel suo ruolo figuriamoci come seconda punta (motivo per cui Conte non l'ha voluto l'anno scorso, è bene ricordarlo).
Che poi ci si poteva aspettare di più siamo tutti d'accordo, è arrivato come salvatore della patria e questo probabilmente lo ha pure danneggiato. Ma non è tutto o bianco o nero, non è che i giocatori sono o campioni o bidoni. E la verità è che Eriksen, nel suo essere deludente, rimane comunque un giocatori nettamente migliore di molti titolari o pseudo tali che però hanno solo la fortuna di avere le simpatie dell'allenatore o per dirla alla Marotta sono più "funzionali".
Eriksen con un altro allenatore e con un modulo decente più adeguato alla nostra rosa, sarebbe un titolare senza problemi.
E tutto ciò è dimostrato dal fatto che il nostro unico "gioco" è palla a Lukaku nella speranza sia in forma che protegge la palla e la distribuisce nelle fasce.
 
Top