Le visualizzazioni come ospite sono limitate

Alert Coronavirus | NO SPAM | NO FLAME | RISCHIO Ban | LINK UTILI AL PRIMO POST

Iscritto dal
23 Lug 2009
Messaggi
1,532
Medaglie
3
LV
0
 
Il DPCM non durererà fino alla sua scadenza naturale perché sarà sostituito a breve da uno più aspro. Ho questo pensiero ricorrente. Stanotte ho addirittura sognato che il TAR Lazio dichiarava improcedibile il mio ricorso avverso il predetto DPCM perché improvvisamente cessava la materia del contendere (= DPCM sostituito oppure scaduto). :asd:
Va detto che nel dpcm il governo ha fatto un errore gigantesco che al tar potrebbero anche prendere in considerazione: tra le varie premesse di legittimità, che come si conviene in un atto amministrativo sono migliaia, hanno fatto riferimento alla necessità del provvedimento per motivi di urgenza, con il paradosso che non hanno avuto nemmeno il coraggio di citare la costituzione in materia di provvedimenti urgenti. Citano come premessa di legittimità il solo decreto legge di febbraio che consentì a Conte di sparare dpcm uno dietro l'altro. Ormai quel maledetto decreto legge del 23 febbraio è sovraordinato alla costituzione per questo governo.
Ora, non ci vuole un fine giurista per sapere che c'è un solo strumento in costituzione per trattare le situazioni di urgenza, ed è il decreto legge, e non certo il dpcm che oltre a non prevedere alcun controllo parlamentare, non può interpretare autonomamente la costituzione su quale interesse prevalga tra le libertà fondamentali tipo quella di circolazione, e normali diritti sociali come la salute che nella nostra costituzione è posta sullo stesso livello dell'istruzione.
Perché nessuno fa ricorso al Tar? Basta con la costituzione presa come igienica da questa gente.
 

Nale

Professionista
Iscritto dal
14 Dic 2011
Messaggi
1,349
Medaglie
3
LV
0
 
Ah quindi c'é ancora chi va in giro senza mascherina...meravigliosi. Queste sono le persone a cui dobbiamo fare riferimento, non voi stupidi e deboli plebéi (con l'accento sulla e che fa figo) che andate in giro con la paura di beccarvi il virus. Cos'é, avete paura di non sconfiggere una normalissima influenza? Eh?

Che tristezza...
 
Iscritto dal
24 Ott 2010
Messaggi
7,946
Medaglie
5
LV
1
 
Secondo voi con queste misure a dicembre la situazione sarà migliorata ? Cosa vi aspettate ?
considerando il fatto che dal 12 dicembre in poi non ci sono date per i biglietti dei treni... hmmmm
Ad ogni modo il risultato per il momento è stato quello di evitare assembramenti d'avanti ai bar o altri esercizi che hanno speso sangue e sudore per rispettare le pesanti limitazioni (legittime per carità) per farli fare in proteste più o meno pacifiche e più o meno legali, proteste che dubito cesseranno dall'oggi al domani.
io sono d'accordo con la chiusura di piscine e palestre dell'ultimo dpcm, ma della chiusura delle attività di ristorazione alle 18 proprio no.
E poi ancora con questa didattica parzialmente in presenza? MA BASTA, toglietela in presenza, si faccia solo streaming. Questo accanimento di fare una presenza parziale è semplicemente ridicola.
 
Ultima modifica:

PEVO

Shalashaska
Iscritto dal
26 Apr 2010
Messaggi
21,095
Medaglie
12
LV
2
 
Arrivati a questo punto credo che la situazione sia già ampiamente fuori controllo. Solamente un nuovo lockdown potrebbe ristabilizzare la situazione, ma chissà quanto dovrebbe durare per essere efficiente (due mesi come in primavera non possiamo affatto permetterceli). L’immunità di gregge sembra non essere una strada percorribile, nonostante il grande numero degli asintomatici, perché il nostro sistema immunitario non rimane efficace a lungo termine e quindi c’è il rischio di ammalarsi di nuovo a distanza di qualche mese dalla prima infezione. Sono sempre più convinto che passeremo un inverno in isolamento, cercando di limitare i danni causati nelle ultime settimane/mesi. Quindi qual è la soluzione? Credo che possiamo affidarci solo ad un vaccino per stabilizzare la situazione e creare un’effettiva immunità di gregge per sconfiggere il virus. Non possiamo certamente continuare a vivere in questo modo, dove periodicamente il virus ritorna e crea disagi a tutti.
 

=NeXuS=

Veterano
Iscritto dal
12 Feb 2006
Messaggi
1,172
Medaglie
3
LV
0
 
Arrivati a questo punto credo che la situazione sia già ampiamente fuori controllo. Solamente un nuovo lockdown potrebbe ristabilizzare la situazione, ma chissà quanto dovrebbe durare per essere efficiente (due mesi come in primavera non possiamo affatto permetterceli). L’immunità di gregge sembra non essere una strada percorribile, nonostante il grande numero degli asintomatici, perché il nostro sistema immunitario non rimane efficace a lungo termine e quindi c’è il rischio di ammalarsi di nuovo a distanza di qualche mese dalla prima infezione. Sono sempre più convinto che passeremo un inverno in isolamento, cercando di limitare i danni causati nelle ultime settimane/mesi. Quindi qual è la soluzione? Credo che possiamo affidarci solo ad un vaccino per stabilizzare la situazione e creare un’effettiva immunità di gregge per sconfiggere il virus. Non possiamo certamente continuare a vivere in questo modo, dove periodicamente il virus ritorna e crea disagi a tutti.
Non si sa neanche quando arriverà, il vaccino.
Questo dpcm è l’ultima possibilità che abbiamo per provare a piegare la curva. Se non sarà sufficiente, il lockdown è inevitabile.
 

Kuro.

Legend of forum
Iscritto dal
2 Apr 2009
Messaggi
4,881
Medaglie
3
LV
0
 
considerando il fatto che dal 12 dicembre in poi non ci sono date per i biglietti dei treni... hmmmm

io sono d'accordo con la chiusura di piscine e palestre dell'ultimo dpcm, ma della chiusura delle attività di ristorazione alle 18 proprio no.
E poi ancora con questa didattica parzialmente in presenza? MA BASTA, toglietela in presenza, si faccia solo streaming. Questo accanimento di fare una presenza parziale è semplicemente ridicola.
Massi, facciamo attivita di laboratorio in streaming,
considerando il fatto che dal 12 dicembre in poi non ci sono date per i biglietti dei treni... hmmmm

io sono d'accordo con la chiusura di piscine e palestre dell'ultimo dpcm, ma della chiusura delle attività di ristorazione alle 18 proprio no.
E poi ancora con questa didattica parzialmente in presenza? MA BASTA, toglietela in presenza, si faccia solo streaming. Questo accanimento di fare una presenza parziale è semplicemente ridicola.
Massi, facciamo attivita di laboratorio in streaming, senza considerare le attivita sociali che aiutano a creacere in eta adolescenziale
 

=NeXuS=

Veterano
Iscritto dal
12 Feb 2006
Messaggi
1,172
Medaglie
3
LV
0
 
Massi, facciamo attivita di laboratorio in streaming,

Massi, facciamo attivita di laboratorio in streaming, senza considerare le attivita sociali che aiutano a creacere in eta adolescenziale
Pure le attività laboratoriali sono a distanza?
 
Iscritto dal
12 Dic 2019
Messaggi
545
Medaglie
1
LV
0
 
ormai la Costituzione è carta straccia, siamo diventati tutti apolidi nella nostra terra, ti dicono a che ora rincasare, quante persone devono stare in casa tua, tra poco ti diranno pure a che ora uscire o forse è sottinteso.

Ieri sono venuti i carabinieri a controllare perché avevano detto loro che c'erano più di 6 persone nella mia abitazione. Cosa falsa ovviamente e apprezzo l'iniziativa del Sindaco Leghista.

Paolo Tiramani, deputato della Lega e sindaco di Borgosesia (Vercelli), interviene contro gli «spioni» che segnalano assembramenti di oltre sei persone nelle case. «Oggi (mercoledì, ndr) ho deciso di fare un’ordinanza contro i delatori da Dpcm», ha scritto su Facebook, «sono stufo… non è giusto ricevere continue segnalazioni che fanno perdere tempo prezioso alla nostra polizia municipale. Chi farà una segnalazione totalmente infondata, sarà passibile di multa». “Visto che molte delle segnalazioni ricevute sono risultate prive di fondamento, e dovute esclusivamente a cattivi rapporti di vicinato – dice – ho deciso di intervenire. La parte del Dpcm sui ‘delatori’ crea problemi non indifferenti, come peraltro avevo temuto fin da subito. Le segnalazioni infondate hanno impegnato senza motivo la nostra Polizia Municipale per le opportune verifiche, facendoci sprecare tempo e denaro, per non parlare poi dell’aggravarsi delle tensioni sociali e del clima di allarmismo nei confronti dell’emergenza sanitaria. Ho quindi provveduto ad emettere immediata ordinanza per stabilire che le segnalazioni devono essere circostanziate ed effettuate in modo ufficiale”. Se effettivamente si tratterà di violazione del Dpcm, proseguono dal Comune, si interverrà opportunamente. “In caso contrario si verificherà se i segnalatori siano perseguibili per procurato allarme, e quindi passibili di ammenda da 10 a 516 euro
Arrivati a questo punto credo che la situazione sia già ampiamente fuori controllo. Solamente un nuovo lockdown potrebbe ristabilizzare la situazione, ma chissà quanto dovrebbe durare per essere efficiente (due mesi come in primavera non possiamo affatto permetterceli). L’immunità di gregge sembra non essere una strada percorribile, nonostante il grande numero degli asintomatici, perché il nostro sistema immunitario non rimane efficace a lungo termine e quindi c’è il rischio di ammalarsi di nuovo a distanza di qualche mese dalla prima infezione. Sono sempre più convinto che passeremo un inverno in isolamento, cercando di limitare i danni causati nelle ultime settimane/mesi. Quindi qual è la soluzione? Credo che possiamo affidarci solo ad un vaccino per stabilizzare la situazione e creare un’effettiva immunità di gregge per sconfiggere il virus. Non possiamo certamente continuare a vivere in questo modo, dove periodicamente il virus ritorna e crea disagi a tutti.
a me pare che la Cina ha già risolto, tutto è aperto e tutti vivono normalmente.

21 ottobre la Commissione nazionale per la salute ha riportato appena 39 nuovi casi di coronavirus in Cina, tutti «importati», un lieve peggioramento rispetto ai 26 del giorno precedente. I numeri sono impressionanti se paragonati a quelli dei paesi europei e americani. Mentre tutto il mondo ragiona su quali servizi chiudere e se imporre o meno nuovi lockdown, a costi devastanti per l’economia e la salute psicologica delle persone, il paese che per primo ha confinato i suoi abitanti e dove la pandemia ha avuto origine sembra essersi perfino dimenticato dell’esistenza del Covid 19.


Bar e ristoranti aperti, lezioni regolari a scuola, uffici pieni, mezzi di trasporto perfettamente funzionanti, rispetto (ma neanche troppo) dell’obbligo di portare la mascherina: l’immagine che ci arriva dalla Cina è quella di un paese che si è lasciato alle spalle la paura. Lo dicono gli articoli (in particolare questo dello Spiegel) e le immagini dei servizi dei corrispondenti stranieri e dei blogger di tutto il mondo – siano essi di stanza a Wuhan, Chongqing, Pechino, Shanghai o Urumqi -, lo ricorda la stampa locale e lo certificano i dati economici: nel terzo trimestre il Pil cinese è cresciuto del 4,9% rispetto allo stesso periodo del 2019 e tra le maggiori economie del mondo, quella cinese è l’unica che si avvia a chiudere il 2020 con un “più” davanti.


Parlare di “ritorno alla normalità” per la Cina è fin troppo poco. Durante la Settimana d’oro, i sette giorni di festa concessi ogni anno per celebrare la nascita della Repubblica popolare l’1 ottobre, metà della popolazione, circa 637 milioni di persone, hanno viaggiato liberamente in tutto il paese. A due settimane di distanza da questo spostamento di massa (altro che vacanze di Natale!) il dato dei contagi non registra alcuna impennata, anzi.



Se la pandemia ha davvero rallentato in Cina fino quasi a scomparire, questo non fa che aggravare le responsabilità del governo di Xi Jinping per aver colpevolmente permesso, pur avendo i mezzi per contrastare il contagio, che la pandemia si diffondesse in tutto il mondo, insabbiando per oltre un mese la presenza del primo focolaio a Wuhan e punendo i medici che avevano cercato di avvisare le autorità sanitarie e la popolazione.


A fronte, poi, della sfavillante ripresa economica cinese, che non potrà che migliorare ora che tutto il mondo si avvia verso un secondo lockdown, è impossibile negare che il Covid 19 si sta rivelando una gallina dalle uova d’oro per il Dragone. Al di là del vantaggio economico rispetto ai concorrenti americani ed europei, il gigante asiatico pregusta già l’affare miliardario rappresentato dal vaccino. La Cina ha già sperimentato il suo prototipo su almeno un milione di persone. Zheng Zhongwei, membro della task force della Commissione nazionale per la salute che sta sviluppando la cura, ha dichiarato mercoledì che entro la fine del 2020 il Dragone sarà in grado di produrre 610 milioni di dosi all’anno e la capacità «aumenterà ancora l’anno prossimo». Il vaccino, ha aggiunto, sarà venduto a un prezzo «giusto e ragionevole».


Come affermato anche dal leader Xi Jinping, il vaccino cinese sarà «un bene pubblico globale», qualsiasi cosa questo voglia dire. Di sicuro, al di là dei ricavi che ne potrà trarre, il Dragone lo considera come un’arma preziosa da utilizzare nel suo progetto di espansione. Il ministro degli Esteri Wang Yi, ad esempio, ha dichiarato a luglio che i paesi latinoamericani e caraibici riceveranno prestiti dalla Cina fino a 1 miliardo di dollari per comprare le dosi necessarie a immunizzare la popolazione. Pakistan e Indonesia invece, che stanno ospitando i test clinici del siero, avranno accesso a corsie preferenziali e a prezzi d’occasione. Le prime dosi saranno inviate a questi paesi tra due settimane.

Aspettiamoci quindi che questa crisi avrà termine quando lo decide la cina, ovvero quando la situazione di vantaggio accumulato rispetto agli altri Paesi sarà ritenuto soddisfacente e venderà a tutti il suo agente immunizzante, ovvero inizio 2021
 
Ultima modifica:

Polmo

Capomoderatore
sezione switch
Iscritto dal
11 Gen 2012
Messaggi
36,169
Medaglie
4
LV
0
 
Sinceramente faccio a capire l'odio di certa gente verso gli altri, fortunatamente abitando in un piccolo paese di periferia vedo che il 90% della gente rispetta le norme, sia nei locali che all'esterno e sinceramente dopo mesi è chiaro che i contagi partano solo per una minima parte da questi locali.
Poi è vero, se tutti portassimo la mascherina all'esterno e ci fosse gente un po' più seria, la situazione sarebbe migliore, ma dubito di chissà quanto, pure paesi come il Giappone, che nella loro cultura si porta la mascherina pure con un po' di raffreddore, hanno e stanno avendo problemi nel gestire i contagi.
I veri problemi sono altrove, come negli scarsi investimenti nel settore del trasporto pubblico, scuole e negli ospedali, che andavano tutti e due pesantemente potenziati questa estate e ci siamo giocati una bella possibilità, perchè sarebbero stati utili anche per il futuro... mah.

Ma poi si crede davvero che con un nuovo lockdown totale, anche di un mese, dopo la situazione migliorerà? Metti che chiudano tutto a novembre, vi pare che dopo ci lascino dicembre liberi? :asd:
Senza contare poi che avremmo tutti i primi mesi del 2021 e abbiamo già visto come in questi mesi, anche se partiremo nello scenario impossibile di zero persone contagiate, ci ritroveremo ancora a rischio con un'altra curva..., dopo un lockdown, la situazione è migliorata, probabilmente per via di una serie di fattori, compresa la bella stagione e il caldo.
Chi pensa al lockdown spero la faccia solo per la speranza che dopo si risolva tutto... quando invece è praticamente certo che non sarà così.

Poi purtroppo non tutte le aziende possono permettersi di lavorare in Smart Working, così come tanti lavoratori basano il loro lavoro sui clienti direttamente, come appunto palestre, cinema, bar, ristoranti, ecc... e molti di loro hanno già fatto sacrifici per adattarsi
 

Lusian

Novizio
Iscritto dal
25 Nov 2010
Messaggi
435
Medaglie
5
LV
2
 
Adesso ci deve salvare ( addirittura con prestiti ! wow!!) chi ha generato tutto questo tenendo nascosto per mesi il problema del virus. Sempre poi che le informazioni che trapelano in occidente siano vere . Diciamo che se non sei razzista..ci potresti diventare.. " un paese che ha sempre fatto che $£$$£ voleva ...e continuerà a farlo ". Scusate l'off topic
 

=NeXuS=

Veterano
Iscritto dal
12 Feb 2006
Messaggi
1,172
Medaglie
3
LV
0
 
Sinceramente faccio a capire l'odio di certa gente verso gli altri, fortunatamente abitando in un piccolo paese di periferia vedo che il 90% della gente rispetta le norme, sia nei locali che all'esterno e sinceramente dopo mesi è chiaro che i contagi partano solo per una minima parte da questi locali.
Poi è vero, se tutti portassimo la mascherina all'esterno e ci fosse gente un po' più seria, la situazione sarebbe migliore, ma dubito di chissà quanto, pure paesi come il Giappone, che nella loro cultura si porta la mascherina pure con un po' di raffreddore, hanno e stanno avendo problemi nel gestire i contagi.
I veri problemi sono altrove, come negli scarsi investimenti nel settore del trasporto pubblico, scuole e negli ospedali, che andavano tutti e due pesantemente potenziati questa estate e ci siamo giocati una bella possibilità, perchè sarebbero stati utili anche per il futuro... mah.

Ma poi si crede davvero che con un nuovo lockdown totale, anche di un mese, dopo la situazione migliorerà? Metti che chiudano tutto a novembre, vi pare che dopo ci lascino dicembre liberi? :asd:
Senza contare poi che avremmo tutti i primi mesi del 2021 e abbiamo già visto come in questi mesi, anche se partiremo nello scenario impossibile di zero persone contagiate, ci ritroveremo ancora a rischio con un'altra curva..., dopo un lockdown, la situazione è migliorata, probabilmente per via di una serie di fattori, compresa la bella stagione e il caldo.
Chi pensa al lockdown spero la faccia solo per la speranza che dopo si risolva tutto... quando invece è praticamente certo che non sarà così.

Poi purtroppo non tutte le aziende possono permettersi di lavorare in Smart Working, così come tanti lavoratori basano il loro lavoro sui clienti direttamente, come appunto palestre, cinema, bar, ristoranti, ecc... e molti di loro hanno già fatto sacrifici per adattarsi
Il lockdown è l’unica soluzione per decongestionare gli ospedali, purtroppo. Cos’altro possiamo fare, in questo momento?
 

Polmo

Capomoderatore
sezione switch
Iscritto dal
11 Gen 2012
Messaggi
36,169
Medaglie
4
LV
0
 
Il lockdown è l’unica soluzione per decongestionare gli ospedali, purtroppo. Cos’altro possiamo fare, in questo momento?
Questa è una cosa che di base non sarebbe dovuta accadere, o meglio, non con la fretta con cui è capitato il tutto, merito della scarsa lungimiranza di chi c'è al governo.
Come detto però il lockdown è una misura semplicemente di tamponamento del problema che non risolve nulla, perchè sicuramente ne necessiterà di altri se fatta ora.... per non parlare delle enorme problematiche a livello socio-economico, io non scherzerei alla gente che scrive che preferirebbe essere contagiata piuttosto che perdere tutto per altre cause.
Invece di sperperare i soldi inutilmente, andavano e vanno utilizzati per potenziare le strutture, non di certo per degli inutili banchi o bonus monopattini o chissà che altro
 

ale54

Legend of forum
Iscritto dal
8 Set 2009
Messaggi
3,272
Medaglie
3
LV
0
 
Andiamo avanti di lockdown intervallati da periodi con restrizioni fino ad aprile quindi ? Ottimo.
 

Floxy

Moderatore
sezione cinema
Iscritto dal
11 Mar 2010
Messaggi
22,830
Medaglie
8
LV
2
 
Ah quindi c'é ancora chi va in giro senza mascherina...meravigliosi. Queste sono le persone a cui dobbiamo fare riferimento, non voi stupidi e deboli plebéi (con l'accento sulla e che fa figo) che andate in giro con la paura di beccarvi il virus. Cos'é, avete paura di non sconfiggere una normalissima influenza? Eh?

Che tristezza...
Tra l'altro quelli senza mascherina erano principalmente ragazzi dai 20 ai 30 anni. Ora posso capire (ma nemmeno tanto) il vecchietto ignorante d'altri tempi che non si rende conto della situazione, ma dai giovani questa svogliatezza è inaccettabile. :bah:
 

Nale

Professionista
Iscritto dal
14 Dic 2011
Messaggi
1,349
Medaglie
3
LV
0
 
Tra l'altro quelli senza mascherina erano principalmente ragazzi dai 20 ai 30 anni. Ora posso capire (ma nemmeno tanto) il vecchietto ignorante d'altri tempi che non si rende conto della situazione, ma dai giovani questa svogliatezza è inaccettabile. :bah:
Eh d'altronde se pensano che tanto a loro il virus, pure se se lo beccano, gli fa un baffo...
 

Aeger

Apprendista
Iscritto dal
24 Mar 2012
Messaggi
887
Medaglie
4
LV
0
 
Massi, facciamo attivita di laboratorio in streaming,

Massi, facciamo attivita di laboratorio in streaming, senza considerare le attivita sociali che aiutano a creacere in eta adolescenziale
Non le fai magari? Inoltre ancora la vaccata delle "attività sociali che aiutano a crescere"
tutto giusto e tutto bello, ma ti ricordo che c'è una pandemia in giro.
 

Gavin'

Si alza al vento
Iscritto dal
9 Mar 2011
Messaggi
1,050
Medaglie
2
LV
0
 
Dai le uniche scuole che possiamo considerare necessarie sono le elementari, specialmente i primi anni, dove lo sviluppo è fondamentale.
Mia sorella è maestra con una terza elementare, mi fa che ha dovuto rifare tantissime cose perchè non sapevano più scrivere a momenti.
Ma se parliamo di medie e superiori... Considerando che c'è una pandemia bisogna adattarsi per questo periodo, mi sembra inattaccabile come ragionamento.
Il massimo che si può fare è organizzare laboratori / attività pratiche a turni e ben scaglionate negli istituti tecnici, il resto è tutto fattibile al computer.
 

Emhyr var Emreis

Jǫrmungandr
Iscritto dal
12 Set 2014
Messaggi
2,572
Medaglie
3
LV
0
 
Adesso ci deve salvare ( addirittura con prestiti ! wow!!) chi ha generato tutto questo tenendo nascosto per mesi il problema del virus. Sempre poi che le informazioni che trapelano in occidente siano vere . Diciamo che se non sei razzista..ci potresti diventare.. " un paese che ha sempre fatto che $£$$£ voleva ...e continuerà a farlo ". Scusate l'off topic
La questione Cina penso che sia una delle prove più palesi della totale disonestà intellettuale del giornalismo mainstream moderno.
Il fatto che il virus sia nato li e che il contenimento sia fallito a causa della loro negligenza è caduto completamente nel dimenticatoio.

Più che diventare razzista contro i cinesi questa cosa mi spinge a detestare ancor di più i media e chi li segue senza discernimento ne freno./OT
 
Iscritto dal
24 Ott 2010
Messaggi
7,946
Medaglie
5
LV
1
 
Dai le uniche scuole che possiamo considerare necessarie sono le elementari, specialmente i primi anni, dove lo sviluppo è fondamentale.
Mia sorella è maestra con una terza elementare, mi fa che ha dovuto rifare tantissime cose perchè non sapevano più scrivere a momenti.
Ma se parliamo di medie e superiori... Considerando che c'è una pandemia bisogna adattarsi per questo periodo, mi sembra inattaccabile come ragionamento.
Il massimo che si può fare è organizzare laboratori / attività pratiche a turni e ben scaglionate negli istituti tecnici, il resto è tutto fattibile al computer.
il problema delle medie è che sono forse un po' piccoli da lasciare da soli a casa per settimane e settimane, considerando che probabilmente entrambi i genitori lavorano
La questione Cina penso che sia una delle prove più palesi della totale disonestà intellettuale del giornalismo mainstream moderno.
Il fatto che il virus sia nato li e che il contenimento sia fallito a causa della loro negligenza è caduto completamente nel dimenticatoio.
Ma più che altro si è capito come fanno a Wuhan oggi a girare tutti senza mascherina come se nulla fosse?
 
Top
AdBlock Rilevato

La pubblicità talvolta disturba, lo sappiamo!

Questo sito non potrebbe esistere senza qualche inserzione pubblicitaria, ma lavoriamo ogni giorno per rendere l'esperienza utente la più fluida ed interattiva possibile, e ciò vale anche per gli annunci promozionali. Non saranno mai invasivi od invalidanti, quindi ti chiediamo la cortesia di disattivare l'AdBlock per poter navigare. Grazie di cuore.

Ho disattivato AdBlock