Cosa c'è di nuovo?

Guerra in Ucraina | Leggere primo post prima di intervenire

Gianpi

Capomoderatore
sezione altro
LV
2
 
Iscritto dal
27 Ago 2009
Messaggi
6,251
Reazioni
796
Medaglie
7
ANNUNCIAZIONE ANNUNCIAZIONE

Invito tutti voi a darvi una calmata, vi ricordo che è sempre un Topic Alert per il quale è importante seguire le regole che ora vi ricordo:


NO Flame/NO Member War
NO Spam/NO Continui tweet spammati
NO Trolling
NO Video in cui ci sono violenze su persone
NO Off Topic
NO Post fuori le righe
NO Contestazione pubblica alla moderazione (se volete un chiarimento su un intervento contattate me e gli altri mod in privato)
NO copiare/incollare contenuti di carattere "paywall" (ad esempio articoli che richiedono la sottoscrizione di un abbonamento per poter essere consultati)


In questo thread possono essere postati e discussi, oltre a tutti i fatti di cronaca relativi al conflitto in atto, quelli "collaterali" di carattere politico che hanno luogo al di fuori del nostro Paese. Per fare un esempio: discussione politica italiana sul caro energia come conseguenza delle sazioni alla Russia NO, matrice politica dell'attentato a Dugina SI.


Questo è l'ultimo avvertimento che vi scriviamo, da ora in poi interverremo direttamente alle trasgressioni delle regole.

Chi sarà ammonito si aspetti di poter essere bannato o addirittura oscurato dal topic, se continuerà a non rispettare le regole.
 
Ultima modifica:

Matteus

leader zone
area tech
LV
2
 
Iscritto dal
7 Apr 2011
Messaggi
6,679
Reazioni
955
Medaglie
8
DI questa mobilitazione russa c'è anche il fattore economico; oltre al mantenimento dei soldati, ci saranno centinaia di migliaia di persone in meno in età lavorativa sul mercato.
Scompariranno lavoratori e consumatori.

Poi sto vedendo chi viene reclutato, tra uomini di mezza età ed alcolisti delle campagne, sarà un successone
 

DJsparco

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
26 Nov 2009
Messaggi
3,127
Reazioni
922
Medaglie
5
È da inizio guerra che manda ceceni, mongoli e simili. Vuole ripulire la Russia dai diversamente ariani
Probabile ma è anche vero che fuori dalle grandi città è più facile "reclutare" gente meno dissidente e propensa ad andare al fronte
 

Fusenr

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
3 Apr 2013
Messaggi
5,186
Reazioni
1,050
Medaglie
6
Colateral murder è solo l'esempio video che mi è venuto in mente mentre scrivevo e piuttosto che parlare nel merito del'argomento hai ribaltato il tutto su usa/russia che davvero non c'entrava una sega. Complimenti.
Io a differenza tua non ho scelto di fare il tifoso ( voi chi? ma con chi parli?) mi fa solo ridere chi pensa che sia impossibile che gli ucraini (che sono visti come i buoni della situazione in questo contesto) possano commettere crimini, dimostrando un ingenuità agghiacciante. Ed ecco il video postato di quelli che consideravamo i buoni in quel contesto, semplicissimo non è difficile, ci arriverebbe un bambino.
Volevo semplicemente dire che quando si tira fuori il discorso de "il grigiore onnipresente contro il bianco e nero" (secondo me, a seconda dei casi, stupido, comodo e/o disonesto e di cui ho già parlato ampiamente, quindi non mi ripeto), qui capita (abbastanza?) spesso di leggere l'esempio degli statunitensi come target del "guarda che anche loro sono cattivi" e lo trovo quantomeno curioso. Perché non, che so, i giapponesi ad esempio?

Per te anche tutti quelli che protestavano contro la guerra in Vietnam e contro quella in Iraq (cioè che invocavano a gran voce la ritirata delle truppe statunitensi) erano tifosi? Puoi rispondere in maniera chiara a questa domanda?

Voi = chiunque nel forum usi l'equazione che ha scritto yonkers. Se non è il tuo caso allora lo tolgo, non è l'elemento più importante del post e non casca il mondo.

E' ridicolo e surreale che debba esplicitare che non ho mai detto e non penso che per gli ucraini sia impossibile commettere crimini (ma poi "gli ucraini", ma che vuol dire? come popolo? come etnia? tra l'altro se pensassi una cosa del genere non sarei razzista nei confronti del resto dei popoli esclusi loro?), ma ho postato un articolo che illustra come i documenti linkati da Revolver non siano attendibili, bensì l'ennesima operazione di propaganda che io personalmente trovo inquietante e disgustosa soprattutto per il fine ultimo che si prefigge: cancellare una nazione. Dò per scontato che tu abbia letto l'articolo che spiega molto di più di quello che sto per dire.

Sono stati redatti da un'organizzazione il cui leader è Maksim Grigoriev. E' il "Chairman of the Coordinating Council for Public Control over Voting at the Civic Chamber of the Russian Federation". E' lo stesso che scrive una prefazione del genere (da pag. 4), per non parlare dei titoli dell'indice:


E' lo stesso che ha scritto il libro EuroMaidan (con quella copertina) e quello per giustificare le azioni russe in Siria.

E' lo stesso che si è impegnato nel sostenere che l'attacco chimico dell'aprile 2018 sulla città di Douma fosse una messinscena:


Quindi in conclusione quello che sto cercando di dire è che un conto è se viene postato, per esempio, un report di Amnesty International (e come abbiamo visto nemmeno Amnesty è infallibile), mentre un altro è se invece viene postata quella roba lì.

---

E' altrettanto ridicolo e surreale che debba esplicitare che gli ucraini non vengono visti come "i buoni della situazione" (se questa lettura poi ci conduce su terreni deliranti), vengono visti giustamente come chi si sta difendendo, per cui non possono essere messi sullo stesso piano di chi sta aggredendo (penso che abbiamo stabilito un record di ripetizioni di questo semplice concetto). In questo contesto la retorica della "lotta" alla presunta suddivisione in buoni e cattivi addebitata ai presunti ingenui è di una superficialità agghiacciante, oltre che ripugnante quando usata per giustificare l'invasione.
 
Ultima modifica:

Branci

Divinità
LV
1
 
Iscritto dal
17 Mag 2009
Messaggi
11,007
Reazioni
933
Medaglie
7
È da inizio guerra che manda ceceni, mongoli e simili. Vuole ripulire la Russia dai diversamente ariani
più che altro penso che sia più una questione strategica che altro.

è più facile coinvolgere gente dagli estremi della russia, nei piccoli centri, dove hanno enormi limitazioni e aspettative ben diverse sulla vita, che nelle grandi realtà dove c'è un tipo di comunicazione ben diverso e dove puoi gestire il malcontento in maniera diversa.

leggevo che lo stipendio del soldato russo chiamato in questo frangente corrisponde al 30.000 rubli ovvero una cosa attorno ai 460 euro, una cifra che praticamente nelle grandi città è ampiamente sotto la media di uno stipendio normale, mentre per le campagne è considerato un compenso ampiamente sopra la media, vien da se che tra propaganda, la promessa di uno stipendio fisso, la mancanza di prospettivi faccia in modo che sia una risorsa di uomini piu facile da convicere rispetto alle grandi città
 

Valefix

Master of forum
LV
1
 
Iscritto dal
25 Lug 2007
Messaggi
2,242
Reazioni
70
Medaglie
5
Non penso che succederà mai una guerra nucleare, però posso dire la mia ? Da quando mi sono trasferito in Australia mi sento un po' più al sicuro da tutto , ho un pochino di leggerezza in più a leggere certi titoli
A rischiare è solo l'Ucraina e gli ucraini, è una guerra per procura quella in cui siamo coinvolti.
Se Putin sganciasse un'atomica in Ucraina non interverrebbe assolutamente nessuno, nessuno vuole andare a morire per l'Ucraina.
 

Matteus

leader zone
area tech
LV
2
 
Iscritto dal
7 Apr 2011
Messaggi
6,679
Reazioni
955
Medaglie
8


Un esercito motivato ed unito è quello che serve per vincere :saske:
 

Valefix

Master of forum
LV
1
 
Iscritto dal
25 Lug 2007
Messaggi
2,242
Reazioni
70
Medaglie
5
No, non lo è.
Si, lo è.
Possiamo usare i termini che preferite, le forze NATO e la CIA addestrano gli ucraini e li riforniscono armamenti pesanti, gli USA da soli hanno dato loro armamenti per miliardi di dollari.
Di fatto è una guerra per procura, è come se fossimo in guerra, solo che a morire ci vanno gli ucraini.

Comunque, LOL, per sicurezza sono andato anche a cercarmi la definizione e spiegazione di guerra per procura, ecco a te:

 

DJsparco

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
26 Nov 2009
Messaggi
3,127
Reazioni
922
Medaglie
5
No, non lo è.

Una guerra per procura o guerra delegata[1] è un conflitto armato tra due stati o attori non statali che agiscono su provocazione o per conto di altre fazioni che non sono direttamente coinvolte nelle ostilità.[2] Affinché un conflitto sia considerato una guerra per procura, ci deve essere una relazione diretta e duratura tra gli attori esterni e i belligeranti coinvolti.[3] La suddetta relazione solitamente prende la forma di finanziamenti, addestramento militare, armi o altre forme di assistenza materiale che assistono una fazione belligerante per sostenere il suo sforzo bellico.[3]

 

Sh@rit87

Hif-1
LV
0
 
Iscritto dal
10 Giu 2009
Messaggi
638
Reazioni
208
Medaglie
4
A rischiare è solo l'Ucraina e gli ucraini, è una guerra per procura quella in cui siamo coinvolti.
Se Putin sganciasse un'atomica in Ucraina non interverrebbe assolutamente nessuno, nessuno vuole andare a morire per l'Ucraina.
Ci auguriamo tutti che mai possa accadere una sciagura come l'utilizzo di un ordigno nucleare. In tutti questi anni si sono combattute guerre, fatto cadere regimi, raso al suolo città, ma mai sono state usate armi atomiche dopo il loro primo sciagurato utilizzo. Sganciare un'atomica avrebbe un'eco enorme, che a mio avviso cambierebbe completamente l'approccio al conflitto. Già ora la Cina si sta rompendo un po' le palle e al summit di Samarcanda non è stata fatto manco la foto di rito con i leader. Ove mai si usasse l'atomica, (tra l'altro in questo momento non ci sono neanche lontanamente i presupposti per pensare ad una cosa simile) a mio avviso saremmo di fronte ad una escalation del conflitto enorme che imporrà a tutti una scelta dicotomica, di qua o di là senza mezzi termini, con tutte le conseguenze del caso.
 

Valefix

Master of forum
LV
1
 
Iscritto dal
25 Lug 2007
Messaggi
2,242
Reazioni
70
Medaglie
5
Ci auguriamo tutti che mai possa accadere una sciagura come l'utilizzo di un ordigno nucleare. In tutti questi anni si sono combattute guerre, fatto cadere regimi, raso al suolo città, ma mai sono state usate armi atomiche dopo il loro primo sciagurato utilizzo. Sganciare un'atomica avrebbe un'eco enorme, che a mio avviso cambierebbe completamente l'approccio al conflitto. Già ora la Cina si sta rompendo un po' le palle e al summit di Samarcanda non è stata fatto manco la foto di rito con i leader. Ove mai si usasse l'atomica, (tra l'altro in questo momento non ci sono neanche lontanamente i presupposti per pensare ad una cosa simile) a mio avviso saremmo di fronte ad una escalation del conflitto enorme che imporrà a tutti una scelta dicotomica, di qua o di là senza mezzi termini, con tutte le conseguenze del caso.

I presupposti?
I presupposti sono la volontà di usarla o meno.
E sulla minaccia di usarla mi sembra che Putin è stato chiaro nel suo discorso e ha ribadito pure che non bluffava (parole sue, chiaro).
Post unito automaticamente:

 

moon knight

Divinità
LV
2
 
Iscritto dal
13 Set 2009
Messaggi
17,450
Reazioni
714
Medaglie
8
Possiamo usare i termini che preferite, le forze NATO e la CIA addestrano gli ucraini e li riforniscono armamenti pesanti, gli USA da soli hanno dato loro armamenti per miliardi di dollari.
Di fatto è una guerra per procura, è come se fossimo in guerra, solo che a morire ci vanno gli ucraini.

Comunque, LOL, per sicurezza sono andato anche a cercarmi la definizione e spiegazione di guerra per procura, ecco a te:

Visto che ti piacciono tanto le definizioni:

proxy war is an armed conflict between two states or non-state actors, one or both of which act at the instigation or on behalf of other parties that are not directly involved in the hostilities

L'Ucraina non è un proxy, un tramite, che la NATO sta usando per condurre la guerra contro la Russia. Lo sarebbe stato se avesse istigato l'Ucraina ad attaccare la Russia, ma è la Russia che ha attaccato. Come fa ad essere una proxy war, quando senza l'invasione russa non ci sarebbe stata nessuna guerra? Dov'è la delega?

Il supporto militare è condizione necessaria ma non sufficiente.
 

Sh@rit87

Hif-1
LV
0
 
Iscritto dal
10 Giu 2009
Messaggi
638
Reazioni
208
Medaglie
4
I presupposti?
I presupposti sono la volontà di usarla o meno.
E sulla minaccia di usarla mi sembra che Putin è stato chiaro nel suo discorso e ha ribadito pure che non bluffava (parole sue, chiaro).
Post unito automaticamente:


Con presupposti mi riferisco a quelli che sono previsti nel loro "disciplinare" di utilizzo. Secondo molti osservatori non ci sono assolutamente le condizioni per "legittimare" il ricorso ad un tale ordigno e pertanto, che la catena di comando tutta sia concorde ad assecondare un'eventuale colpo di testa in tal senso, appare difficile da credere. Il fatto che Putin a parole dica: "non bluffiamo", deve essere inquadrato nella giusta prospettiva. In ogni caso, solo il futuro avrà le risposte e speriamo tutti che nel nostro, nessuno lanci alcun ordigno del genere.
 

Kuro.

Legend of forum
LV
1
 
Iscritto dal
2 Apr 2009
Messaggi
5,538
Reazioni
513
Medaglie
5
Visto che ti piacciono tanto le definizioni:



L'Ucraina non è un proxy, un tramite, che la NATO sta usando per condurre la guerra contro la Russia. Lo sarebbe stato se avesse istigato l'Ucraina ad attaccare la Russia, ma è la Russia che ha attaccato. Come fa ad essere una proxy war, quando senza l'invasione russa non ci sarebbe stata nessuna guerra? Dov'è la delega?

Il supporto militare è condizione necessaria ma non sufficiente.
Ah no?
 

moon knight

Divinità
LV
2
 
Iscritto dal
13 Set 2009
Messaggi
17,450
Reazioni
714
Medaglie
8

Post unito automaticamente:


Post unito automaticamente:



Bella quest'occupazione, l'Ucraina avrebbe dovuto arrendersi subito ed essere occupata, sarebbe stato meglio per loro.
 
Ultima modifica:

Kuro.

Legend of forum
LV
1
 
Iscritto dal
2 Apr 2009
Messaggi
5,538
Reazioni
513
Medaglie
5
Prossimamente nei nuovi libri di storia
Prima guerra mondiale=la prima guerra lampo
 

DJsparco

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
26 Nov 2009
Messaggi
3,127
Reazioni
922
Medaglie
5
Visto che ti piacciono tanto le definizioni:



L'Ucraina non è un proxy, un tramite, che la NATO sta usando per condurre la guerra contro la Russia. Lo sarebbe stato se avesse istigato l'Ucraina ad attaccare la Russia, ma è la Russia che ha attaccato. Come fa ad essere una proxy war, quando senza l'invasione russa non ci sarebbe stata nessuna guerra? Dov'è la delega?

Il supporto militare è condizione necessaria ma non sufficiente.

Abbiamo finanziato l'ucraina, abbiamo addestrato le sue truppe, gli forniamo le armi ed il supporto militare, i governanti europei ripetono in scioltezza " siamo in guerra" e ancora si nega la guerra per procura perchè non è stata l'ucraina ad incominciare ( che non fa alcuna differenza) ? ma che davvero?
 

moon knight

Divinità
LV
2
 
Iscritto dal
13 Set 2009
Messaggi
17,450
Reazioni
714
Medaglie
8


Abbiamo finanziato l'ucraina, abbiamo addestrato le sue truppe, gli forniamo le armi ed il supporto militare

Dopo l'invasione. Una guerra per procura significa delegare le ostilità verso una nazione ad una terza parte. E noi non abbiamo delegato la nostra guerra contro la Russia all'Ucraina, perchè questa è la guerra patriottica dell'Ucraina, non della NATO, scatenata dalla Russia. Più semplice di così non solo come metterla.

E poi come cazzo si fa a dire che non fa nessuna differenza chi ha iniziato le ostilità? Ma davvero fate?
Post unito automaticamente:

 
Ultima modifica:
Top