Cosa c'è di nuovo?

Guerra in Ucraina | Leggere primo post prima di intervenire

Gianpi

Capomoderatore
sezione altro
LV
2
 
Iscritto dal
27 Ago 2009
Messaggi
6,335
Reazioni
841
Medaglie
7
ANNUNCIAZIONE ANNUNCIAZIONE

Invito tutti voi a darvi una calmata, vi ricordo che è sempre un Topic Alert per il quale è importante seguire le regole che ora vi ricordo:


NO Flame/NO Member War
NO Spam/NO Continui tweet spammati
NO Trolling
NO Video in cui ci sono violenze su persone
NO Off Topic
NO Post fuori le righe
NO Contestazione pubblica alla moderazione (se volete un chiarimento su un intervento contattate me e gli altri mod in privato)
NO copiare/incollare contenuti di carattere "paywall" (ad esempio articoli che richiedono la sottoscrizione di un abbonamento per poter essere consultati)


In questo thread possono essere postati e discussi, oltre a tutti i fatti di cronaca relativi al conflitto in atto, quelli "collaterali" di carattere politico che hanno luogo al di fuori del nostro Paese. Per fare un esempio: discussione politica italiana sul caro energia come conseguenza delle sazioni alla Russia NO, matrice politica dell'attentato a Dugina SI.


Questo è l'ultimo avvertimento che vi scriviamo, da ora in poi interverremo direttamente alle trasgressioni delle regole.

Chi sarà ammonito si aspetti di poter essere bannato o addirittura oscurato dal topic, se continuerà a non rispettare le regole.
 
Ultima modifica:

Fusenr

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
3 Apr 2013
Messaggi
5,341
Reazioni
1,077
Medaglie
6
Di tutto il discorso non hai risposto a niente ed hai preso l'unica parte da ribaltare senza senso e portare, come al solito, la tua narrativa sul piatto non sapendo come rispondere ( come al solito). Complimenti fai questi giochitti con chi non ti conosce.

Quali sarebebro gli interessi comuni usa/europa in merito all'ucraina, visto che difendi tanto parsi?
Credi seriamente alla scusa della "difesa della democrazia, della sovranità" come fosse un " denazificare" o " esportiamo la democrazia"?
Gli usa sono o non sono un impero?
Gli usa hanno o non hanno presenza e basi militari su praticamente ogni paese, mare, spazio straniero?
Gli usa hanno o non hanno presenza militare in italia, europa?
Noi siamo realmente sovrani? possiamo scegliere liberamente politiche che vadano contro gli interessi usa senza ripercussioni?
Io non sto difendendo nessuno, bensì ti ho invitato ad approfondire il pensiero di Parsi (che tu, non so in base a quale deduzione, hai già bollato come "marionetta a tutto tondo", cioè hai usato una sua singola considerazione - giusta o sbagliata che sia, ma andrebbe approfondita - estrapolata da un discorso che non conosciamo, per disconoscere la validità e l'indipendenza di qualsiasi altra cosa possa uscire dalla sua bocca [almeno sulla guerra in Ucraina]). Hai visto quel video per intero?

La mia domanda ha senso e lo sai. Tu hai detto che gli USA sono "l'unico vero impero e con mire imperiali oggi presente sul pianeta", ciò implica che per te in nessuna misura questa invasione sia il prodotto dell'imperialismo russo (la cui esistenza è negata nella tua asserzione). Ti ho semplicemente chiesto conferma di ciò.

Non ho risposto al resto (come peraltro tu non l'hai fatto svariate volte nei confronti di ciò che ho scritto io rivolgendomi a te) perché di solito non rispondo avventatamente, bensì prima di rispondere punto a raggiungere un determinato livello di sicurezza e padronanza sugli argomenti che affronto, e poi perché non hai fatto domande. Adesso invece le hai fatte.

Mi garantisci che se rispondo alla domanda "gli USA hanno o non hanno presenza militare in Italia, Europa?" nel quote tu mi rispondi a quella che ti ho fatto io su questa invasione? Uno scambio equo: una domanda per una domanda, aventi più o meno lo stesso coefficiente di difficoltà.
 
Ultima modifica:

Kuro.

Legend of forum
Bannato
LV
1
 
Iscritto dal
2 Apr 2009
Messaggi
5,565
Reazioni
533
Medaglie
5
Io non sto difendendo nessuno, bensì ti ho invitato ad approfondire il pensiero di Parsi (che tu, non so in base a quale deduzione, hai già bollato come "marionetta a tutto tondo", cioè hai usato una sua singola considerazione - giusta o sbagliata che sia, ma andrebbe approfondita - estrapolata da un discorso che non conosciamo, per disconoscere la validità e l'indipendenza di qualsiasi altra cosa possa uscire dalla sua bocca [almeno sulla guerra in Ucraina]). Hai visto quel video per intero?

La mia domanda ha senso e lo sai. Tu hai detto che gli USA sono "l'unico vero impero e con mire imperiali oggi presente sul pianeta", ciò implica che per te in nessuna misura questa invasione sia il prodotto dell'imperialismo russo (la cui esistenza è negata nella tua asserzione). Ti ho semplicemente chiesto conferma di ciò.

Non ho risposto al resto (come peraltro tu non l'hai fatto svariate volte nei confronti di ciò che ho scritto io rivolgendomi a te) perché di solito non rispondo avventatamente, bensì prima di rispondere punto a raggiungere un determinato livello di sicurezza e padronanza sugli argomenti che affronto, e poi perché non hai fatto domande. Adesso invece le hai fatte.

Mi garantisci che se rispondo alla domanda "gli USA hanno o non hanno presenza militare in Italia, Europa?" nel quote tu mi rispondi a quella che ti ho fatto io su questa invasione? Uno scambio equo: una domanda per una domanda, aventi più o meno lo stesso coefficiente di difficoltà.
Ma la mappa delle basi usi la prendi in considerazioni quando dai dell’ imperialista alla Russia?
Si certo, ora la Russia sta invadendo Ucraina (quindi confermi che tu pensi che stia invadendo Ucraina per motivi imperialisti e con smanie di conquista?).
.
 

DJsparco

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
26 Nov 2009
Messaggi
3,205
Reazioni
966
Medaglie
5
Io non sto difendendo nessuno, bensì ti ho invitato ad approfondire il pensiero di Parsi (che tu, non so in base a quale deduzione, hai già bollato come "marionetta a tutto tondo", cioè hai usato una sua singola considerazione - giusta o sbagliata che sia, ma andrebbe approfondita - estrapolata da un discorso che non conosciamo, per disconoscere la validità e l'indipendenza di qualsiasi altra cosa possa uscire dalla sua bocca [almeno sulla guerra in Ucraina]). Hai visto quel video per intero?

La mia domanda ha senso e lo sai. Tu hai detto che gli USA sono "l'unico vero impero e con mire imperiali oggi presente sul pianeta", ciò implica che per te in nessuna misura questa invasione sia il prodotto dell'imperialismo russo (la cui esistenza è negata nella tua asserzione). Ti ho semplicemente chiesto conferma di ciò.

Non ho risposto al resto (come peraltro tu non l'hai fatto svariate volte nei confronti di ciò che ho scritto io rivolgendomi a te) perché di solito non rispondo avventatamente, bensì prima di rispondere punto a raggiungere un determinato livello di sicurezza e padronanza sugli argomenti che affronto, e poi perché non hai fatto domande. Adesso invece le hai fatte.

Mi garantisci che se rispondo alla domanda "gli USA hanno o non hanno presenza militare in Italia, Europa?" nel quote tu mi rispondi a quella che ti ho fatto io su questa invasione? Uno scambio equo: una domanda per una domanda, aventi più o meno lo stesso coefficiente di difficoltà.
Ti garantisco? :asd: ti ho posto delle domande rispondi oppure no. Se ti senti in difficoltà a risponde alle domande rispondi solo a quella che non hanno bisogno di risposta essendo più ovvie di altre.

La russia ha smanie imperialiste? si,no, bho. Allo stato odierno la russia non è diversa da una turchia che muove guerra ai curdi o a qualsiasi altro stato che muove guerra ad un altro. Basta questo per parlare di stati imperialisti? ok. Sta di fatto che non c'è niente ad oggi minimamente paragonabile all'impero usa, nemmeno la cina che magari in futuro potrebbe ma ad oggi in cina rimane. Per questo la frase " l'unico vero impero e con mire imperiali oggi presente sul pianeta ".
 

moon knight

Divinità
LV
2
 
Iscritto dal
13 Set 2009
Messaggi
17,534
Reazioni
772
Medaglie
8
Noi come ogni altro paese al mondo che abbia una presenza militare straniera sul proprio territorio siamo una colonia ( o invasi/in guerra) e come tale ci comportiamo.

Che argomentazione ridicola. La presenza militare straniera l'abbiamo chiesta noi perchè eravamo minacciati ad oriente. Così come la Polonia di recente.


Non c'è mezzo interesso europeo a coincidere con quello usa sulla questione ucraina ( economico, politico, geopolitico, energetico ecc..) e la situazione europea dovrebbe essere la prova più palese che non ci sia.

La situazione europea ci dimostra il contrario di quello che affermi. Ci dimostra che abbiamo sbagliato a pensare alla Russia come ad un Paese con il quale stabilire interdipendenza economica, e che abbiamo sbagliato a diventare dipendenti sul piano dell'energia da una dittatura che utilizza la propria posizione dominante sul mercato come armi di ricatto e coercizione. Paghiamo le conseguenze di politiche codarde, a partire dall'invasione russa della Georgia.
Ed è negli interessi europei che l'esercito russo si infranga in Ucraina, e che l'Ucraina, che è ricco di risorse minerarie ed è un top player mondiale nella produzione agricola, quindi con un potenziale economico enorme se sviluppato, diventi un nostro alleato all'interno dell'UE e non venga soggiogato dalla Russia.
 

Fusenr

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
3 Apr 2013
Messaggi
5,341
Reazioni
1,077
Medaglie
6
Ti garantisco? :asd: ti ho posto delle domande rispondi oppure no. Se ti senti in difficoltà a risponde alle domande rispondi solo a quella che non hanno bisogno di risposta essendo più ovvie di altre.
Sì, ti garantisco. Sono stufo di fare domande per primo e ricevere silenzi da chi poi pretende che io risponda alle sue. E' tutto più semplice per chi legge assurdamente qualsiasi cosa riguardi questa guerra solo in chiave antiamericana. Usi la stessa ricetta per spiegarti tutto ignorando o sminuendo clamorosamente (anzi surrealmente) qualsiasi responsabilità russa. Come? Per esempio vedi sotto.
La russia ha smanie imperialiste? si,no, bho.
"Sì, no, boh"? Seriamente? Sai a cosa serve una risposta data con questi toni svogliati, incluso ciò che hai fatto seguire nella stessa riga? A sminuire la domanda e il tema da essa trattato. Visto che lo ritieni una persona che a riguardo parla con cognizione di causa, di lui ti fidi?



E non è la stessa domanda che ti ho fatto io. Te la ripeto:

Quindi per te questa invasione non è in nessuna misura il prodotto dell'imperialismo russo?

Anche la risposta a questa domanda, essendo una diretta implicazione di ciò che hai detto, dovrebbe essere, per te, ovvia, eppure mi hai "non risposto" nel modo sopracitato.
Allo stato odierno la russia non è diversa da una turchia che muove guerra ai curdi
"I curdi" non sono uno Stato riconosciuto all'unanimità dalla comunità internazionale (Russia compresa) come lo è l'Ucraina, bensì un gruppo etnico. Quindi "la Russia che muove guerra all'Ucraina", già solo per questo motivo, è diversa dalla "Turchia che muove guerra ai curdi". Sono anche questi minestroni superficiali che mi rendono difficile risponderti (se ritengo di essere in grado di dire qualcosa di sensato).
o a qualsiasi altro stato che muove guerra ad un altro. Basta questo per parlare di stati imperialisti? ok.
No, non basta questo, è una fesseria elaborata da te (non è una condizione necessaria e sufficiente che si evince dalla mia domanda). La Gran Bretagna e la Francia dichiararono guerra alla Germania nazista in risposta alla sua invasione della Polonia. In virtù di questo fatto Gran Bretagna e Francia si comportarono in quel frangente da Stati imperialisti? E' un fatto che da solo - scivolando all'interno della tua casistica a causa della superficialità con cui essa è descritta - si può usare per definire le Gran Bretagna e Francia di allora Stati imperialisti? No.
Quali sarebebro gli interessi comuni usa/europa in merito all'ucraina, visto che difendi tanto parsi?
Definisci "interessi" e definisci "comuni". Si può rispondere che l'interesse comune - quello connesso al risultato "ideale" - sia cacciare l'invasore dai territori ucraini, mentre le ragioni dietro a tale interesse non sono sempre le stesse fra Stati Uniti ed Europa. Una prima risposta sulle ragioni delll'Europa te l'ha data moon, mentre io potrei rispondere che una di quelle degli Stati Uniti, nella loro percezione (ma non solo), sia fare in modo che non si crei un precedente impunito di questo tipo in ottica Taiwan. Non "difendo tanto Parsi" e se ti interessa che io risponda dovresti smetterla di inserire queste premesse sbagliate e presuntuose nelle domande perché non fanno altro che suggerirmi che rispondere sia inutile. Esattamente lo stesso effetto che ha il tuo riassumere due ore di discorso di Parsi (che ancora non mi dici se e quanto hai ascoltato) con "puttanata sulla difesa della democrazia".
A meno di non credere alla puttanata della " difesa della democrazia" che sta sul medesimo piano di " esportiamo la democrazia" o " missioni di pace".
Qui c'è un'altra fesseria. Come si fa a dire che il concetto fallimentare e pretestuoso di "esportazione della democrazia" associato agli interventi militari degli Stati Uniti in Medio Oriente stia sul medesimo piano di quello associato ad uno Stato (non guidato da un regime totalitario) che chiede aiuto per difendersi da questa siffatta invasione da parte di un autocrate imperialista e criminale? Ti confonde il fatto che in entrambe le formulazioni sia presente la parola "democrazia"?
 
Ultima modifica:

Kuro.

Legend of forum
Bannato
LV
1
 
Iscritto dal
2 Apr 2009
Messaggi
5,565
Reazioni
533
Medaglie
5
Ed io che pensavo che abbiamo le basi nato perché abbiamo perso una guerra, che stupido!!!
 

Fusenr

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
3 Apr 2013
Messaggi
5,341
Reazioni
1,077
Medaglie
6
Ma la mappa delle basi usi la prendi in considerazioni quando dai dell’ imperialista alla Russia?
Per "dare dell'imperialista alla Russia" c'è bisogno di farlo? Se sì, perché?
Si certo, ora la Russia sta invadendo Ucraina (quindi confermi che tu pensi che stia invadendo Ucraina per motivi imperialisti e con smanie di conquista?).
Penso che l'imperialismo russo sia uno degli aspetti principali che ha scatenato e caratterizza questa invasione, ma mi sembra di averlo fatto capire (o scritto espressamente) più volte in questo topic. Sopra ho scritto "autocrate imperialista".
 
Ultima modifica:

Kuro.

Legend of forum
Bannato
LV
1
 
Iscritto dal
2 Apr 2009
Messaggi
5,565
Reazioni
533
Medaglie
5
Per "dare dell'imperialista alla Russia" c'è bisogno di farlo? Se sì, perché?

Penso che l'imperialismo russo sia uno degli aspetti principali che ha scatenato e caratterizza questa invasione, ma mi sembra di averlo fatto capire (o scritto espressamente) più volte in questo topic. Sopra ho scritto "autocrate imperialista".
Vorrei ben approfondire quali siano i tuoi pensieri riguardo i motivi che hanno scaturito questa guerra
Senza polemica, pensa che gli Usa non siano per niente coinvolti?
È ormai da secoli che le guerre non sono state scatenato per meri motivi di conquista, questo non vuole in nessun modo giustificare qualsiasi omicidio
 

Fusenr

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
3 Apr 2013
Messaggi
5,341
Reazioni
1,077
Medaglie
6
Vorrei ben approfondire quali siano i tuoi pensieri riguardo i motivi che hanno scaturito questa guerra
Senza polemica, pensa che gli Usa non siano per niente coinvolti?
È ormai da secoli che le guerre non sono state scatenato per meri motivi di conquista, questo non vuole in nessun modo giustificare qualsiasi omicidio
Una cosa alla volta e non è detto che poi abbia voglia di continuare. Io ho risposto ad una domanda scelta da te, adesso tocca a te rispondere ad una domanda scelta da me. So che può sembrare infantile ma, dato il topic e i suoi trascorsi, trovo che possa aiutare a restare onesti l'uno con l'altro.

Se pensi che esista, mi fai presente almeno una cosa che possiamo dire sull'Ucraina e/o sugli Stati Uniti (fatta da e/o che caratterizza questi due Stati) che legittimi proporzionalmente questa invasione? Se non sei d'accordo sulla premessa naturalmente basta farmelo notare con un "no, non penso che esista nessuna cosa che possiamo dire sull'Ucraina e/o sugli Stati Uniti che legittimi proporzionalmente questa invasione*".

*e puntualizzo "questa invasione" o "questa siffatta invasione" perché non intendo "un'invasione (generica)", bensì proprio specificatamente questa, con tutto ciò che ha comportato e sta comportando nei fatti e con le sue finalità.
 
Ultima modifica:

Fusenr

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
3 Apr 2013
Messaggi
5,341
Reazioni
1,077
Medaglie
6
Ecco, adesso il consigliere di Zelensky l'ha fatto, però il numero non è stato confermato da ufficiali militari ucraini.


Lo leggo come un cambiamento della postura politica e mi viene da interpretarlo come una risposta data sull'effetto della - quella che tendo a pensare sia stata una - gaffe di von der Leyen (questione che non a caso è citata anche nell'articolo).
 
Ultima modifica:

DJsparco

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
26 Nov 2009
Messaggi
3,205
Reazioni
966
Medaglie
5
Che argomentazione ridicola. La presenza militare straniera l'abbiamo chiesta noi perchè eravamo minacciati ad oriente. Così come la Polonia di recente.

Abbiamo gli usa in casa perchè abbiamo perso la guerra come germania e giappone. Ma anche non avessimo perso nessuna guerra contro di loro li avremmo avuti molto probabilmente cmq come dimostrano le basi americane ( non nato, anche se sono praticamente la stessa cosa) sparse per 3/4 del globo. Ma immagino che 3/4 di terra abbia richiesto aiuto agli americani dai cattivi orientali, senza però richiedere un ingresso in nato ( alleanza nata ufficialmente come difesa contro l'unione sovietica).
Il tuo mondo delle favole è fantastico :asd:

collana_di_perle_edito_1219.jpg

La situazione europea ci dimostra il contrario di quello che affermi. Ci dimostra che abbiamo sbagliato a pensare alla Russia come ad un Paese con il quale stabilire interdipendenza economica, e che abbiamo sbagliato a diventare dipendenti sul piano dell'energia da una dittatura che utilizza la propria posizione dominante sul mercato come armi di ricatto e coercizione. Paghiamo le conseguenze di politiche codarde, a partire dall'invasione russa della Georgia.
Ed è negli interessi europei che l'esercito russo si infranga in Ucraina, e che l'Ucraina, che è ricco di risorse minerarie ed è un top player mondiale nella produzione agricola, quindi con un potenziale economico enorme se sviluppato, diventi un nostro alleato all'interno dell'UE e non venga soggiogato dalla Russia.

Ma dimostra cosa? :rickds: La russia non ci ha obbligato a nulla, non ci ha imposto nulla con al sua forza. Tutte le conseguenze energetiche economiche che abbiamo oggi ce le siamo imposti da soli, non comprando più gas russo ed applicando sanzioni fortemente volute dagli usa. Abbiamo fatto tutto da soli perchè ha invaso un paese non europeo, ne nato. Insomma come un iraq, afghanistan, vietnam ecc.. qualunque da parte usa di cui ci fidiamo perchè sono buoni :asd:
Cigliegina sulla torta, romano prodi ai tempi chiese un analisi dei possibili partner energetici ed uscì fuori che la russia ( con cui già avevamo affari da tempo) era la più affidabile in assoluto ( oltre che a fornirci ottimo gas a basso costo) e questo fin dai tempi dell'unione sovietica ( quella brutta e cattiva).
Abbiamo sbagliato a fidarci :rickds:
Post unito automaticamente:

Sì, ti garantisco. Sono stufo di fare domande per primo e ricevere silenzi da chi poi pretende che io risponda alle sue. E' tutto più semplice per chi legge assurdamente qualsiasi cosa riguardi questa guerra solo in chiave antiamericana. Usi la stessa ricetta per spiegarti tutto ignorando o sminuendo clamorosamente (anzi surrealmente) qualsiasi responsabilità russa. Come? Per esempio vedi sotto.

"Sì, no, boh"? Seriamente? Sai a cosa serve una risposta data con questi toni svogliati, incluso ciò che hai fatto seguire nella stessa riga? A sminuire la domanda e il tema da essa trattato. Visto che lo ritieni una persona che a riguardo parla con cognizione di causa, di lui ti fidi?



E non è la stessa domanda che ti ho fatto io. Te la ripeto:



Anche la risposta a questa domanda, essendo una diretta implicazione di ciò che hai detto, dovrebbe essere, per te, ovvia, eppure mi hai "non risposto" nel modo sopracitato.

"I curdi" non sono uno Stato riconosciuto all'unanimità dalla comunità internazionale (Russia compresa) come lo è l'Ucraina, bensì un gruppo etnico. Quindi "la Russia che muove guerra all'Ucraina", già solo per questo motivo, è diversa dalla "Turchia che muove guerra ai curdi". Sono anche questi minestroni superficiali che mi rendono difficile risponderti (se ritengo di essere in grado di dire qualcosa di sensato).

No, non basta questo, è una fesseria elaborata da te (non è una condizione necessaria e sufficiente che si evince dalla mia domanda). La Gran Bretagna e la Francia dichiararono guerra alla Germania nazista in risposta alla sua invasione della Polonia. In virtù di questo fatto Gran Bretagna e Francia si comportarono in quel frangente da Stati imperialisti? E' un fatto che da solo - scivolando all'interno della tua casistica a causa della superficialità con cui essa è descritta - si può usare per definire le Gran Bretagna e Francia di allora Stati imperialisti? No.

Definisci "interessi" e definisci "comuni". Si può rispondere che l'interesse comune - quello connesso al risultato "ideale" - sia cacciare l'invasore dai territori ucraini, mentre le ragioni dietro a tale interesse non sono sempre le stesse fra Stati Uniti ed Europa. Una prima risposta sulle ragioni delll'Europa te l'ha data moon, mentre io potrei rispondere che una di quelle degli Stati Uniti, nella loro percezione (ma non solo), sia fare in modo che non si crei un precedente impunito di questo tipo in ottica Taiwan. Non "difendo tanto Parsi" e se ti interessa che io risponda dovresti smetterla di inserire queste premesse sbagliate e presuntuose nelle domande perché non fanno altro che suggerirmi che rispondere sia inutile. Esattamente lo stesso effetto che ha il tuo riassumere due ore di discorso di Parsi (che ancora non mi dici se e quanto hai ascoltato) con "puttanata sulla difesa della democrazia".

Qui c'è un'altra fesseria. Come si fa a dire che il concetto fallimentare e pretestuoso di "esportazione della democrazia" associato agli interventi militari degli Stati Uniti in Medio Oriente stia sul medesimo piano di quello associato ad uno Stato (non guidato da un regime totalitario) che chiede aiuto per difendersi da questa siffatta invasione da parte di un autocrate imperialista e criminale? Ti confonde il fatto che in entrambe le formulazioni sia presente la parola "democrazia"?

Come al solito non hai risposto a nulla. Ottimo. Alla prossima :asd:
 
Ultima modifica:

DJsparco

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
26 Nov 2009
Messaggi
3,205
Reazioni
966
Medaglie
5
Ecco, adesso il consigliere di Zelensky l'ha fatto, però il numero non è stato confermato da ufficiali militari ucraini.


Lo leggo come un cambiamento della postura politica e mi viene da interpretarlo come una risposta data sull'effetto della - quella che penso sia stata una - gaffe di von der Leyen (questione che non a caso è citata anche nell'articolo).

Ma certo che quella di von der leyen era una gaf, come puoi non credere che gli ucraini ( da fonte ucraina) abbiano perso solo 13k truppe causando però 100k morti russi e 100/150K feriti russi :rickds:
No ma davvero non c'è alcuna speranza di una discussione seria :rickds:
 

moon knight

Divinità
LV
2
 
Iscritto dal
13 Set 2009
Messaggi
17,534
Reazioni
772
Medaglie
8
Abbiamo gli usa in casa perchè abbiamo perso la guerra come germania e giappone

No. Ce l'hanno anche Spagna e UK, e non ricordo loro avessero perso alcuna guerra. E le basi americane non NATO sono state installate negli anni '50, quando nel '51, ovvero 6 anni dopo la fine della guerra, siglammo un accordo dove in cambio del terreno per l'installazione delle basi, gli USA si impegnavano a ricostruire il nostro apparato militare, dato che non ne avevamo più alcuno e la Jugoslavia premeva su Trieste (e l'URSS avrebbe potuto invadere dal Brennero, con la complicità del PCI di Togliatti, che era una quinta colonna),


La russia non ci ha obbligato a nulla, non ci ha imposto nulla con al sua forza. Tutte le conseguenze energetiche economiche che abbiamo oggi ce le siamo imposti da soli, non comprando più gas russo ed applicando sanzioni fortemente volute dagli usa.

A parte che non è proprio vero, sono molteplici i casi di corruzione da parte dei russi di funzionari dei Paesi europei per siglare accordi economici sul piano dell'energia, la strategia economica italiana è stata stupida anche per stessa ammissione di chi la portò avanti, come Scaroni e Tremonti.

Articolo del 2011.


E le sanzioni attuali sono GIUSTE, dato che sono l'unico strumento che abbiamo per indebolire la Russia e inacerbire i loro piani di conquista.

Abbiamo fatto tutto da soli perchè ha invaso un paese non europeo, ne nato. Insomma come un iraq, afghanistan, vietnam ecc.. qualunque da parte usa di cui ci fidiamo perchè sono buoni

Un'argomentazione irrilevante.

1) Perchè di quelle tre guerre, a due non abbiamo preso parte (la guerra in Vietnam fu ampiamente criticata anche dallo stesso popolo statunitense).
2) Perchè onestamente non frega un cazzo a nessuno. Avessimo anche appoggiato gli USA in Vietnam ed in Iraq, non vedrei l'invasione russa, con la distruzione totale di centri abitati, deportazioni, torture, stupri, e questo:



(che è roba più simile alla WW2 che all'invasione di Vietnam, Iraq e Afghanistan) come una normalità da accettare e dimenticare, accettando che il mio Paese e quelli europei continuino a fare affari con la Russia, supportandone la macchina bellica e continuando ad essere dipendenti da quella dittatura fascista. Vi lamentate costantemente, nei soliti deliri antioccidentali, di essere una colonia, ma volete diventare veramente una colonia di una dittatura che vi considera dei degenerati da sottomettere.


Quindi anche basta con sta tiritera sugli Stati Uniti. L'invasione della Russia è disgustosa e noi abbiamo fatto la cosa giusta nell'imporre sanzioni e nel supportare militarmente Kyiv. Sia dal punto di vista morale, che da quello dei semplici interessi. Senza dimenticare che la Russia sarebbe il motivo per cui la NATO stessa esiste, ed è il nemico dei nostri alleati orientali.
 

Fusenr

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
3 Apr 2013
Messaggi
5,341
Reazioni
1,077
Medaglie
6
Ho appena gia detto e ribadito che questa invasione non è giustificata da niente,
Mi indichi il punto dove l'avresti detto?
ti avevo chiesto una tua analisi sulla causa scatenante buttandoti li come causa l’influenza continua e ovunque degli USA
Gli USA non hanno influenza continua e ovunque (se la butti così in caciara è difficile o impossibile risponderti). Allargamento della NATO? I Paesi baltici hanno chiesto e scelto autonomamente di aderire all'alleanza (fino a prova contraria, se qualcuno la presenta). Se dobbiamo ragionare in termini di poli egemonici, allora direi che questa Russia (ma anche dato il precedente del dominio sovietico) non ha saputo usare la persuasione del soft power per attrarli a sè (non sto minimamente giustificando nemmeno l'uso del soft power), pertanto per ottenere ciò che voleva e vuole ha ripiegato e ripiega sull'uso della forza bruta (sull'Ucraina e non solo) espressione dell'autoritarismo repressivo che la contraddistingue. Penso che un'altra delle principali cause scatenanti, potrei dire quella più diretta, sia il fatto che l'attuale governo russo non ha accettato e non accetta che l'Ucraina avesse e abbia un processo politico ed economico in atto di avvicinamento all'Unione Europea perché la considera un pezzo del suo impero (dove si inserisce il revisionismo storico) da ripristinare/riportare sotto il controllo della "madrepatria" (revanscismo, discorso di Putin su Pietro il Grande) dopo la caduta dell'URSS considerata, da loro (o, se vogliamo, dalla loro ideologia), una tragedia geopolitica. Così ha cercato di interferire pesantemente nel contesto sociopolitico ucraino per interrompere e in prospettiva fare abortire tale processo con ogni mezzo - via via più brutale - fino ad invaderla (ripetiamolo ancora: questa è una guerra di aggressione avente ormai lo scopo di annettersi i territori di un altro Stato cancellando un'identità nazionale [sfaccettata] che invece mi sembra stia diventando sempre più salda e consapevole). Dal punto di vista economico vuole impadronirsi delle ricchezze territoriali e della posizione geografica che offre l'Ucraina.
come puoi non credere che gli ucraini ( da fonte ucraina) abbiano perso solo 13k truppe
Se ho capito l'ironia, dove avrei detto che credo al numero fornito da Podolyak? Numero che tra l'altro, se consideriamo quanto detto da Zelensky all'inizio di giugno relativamente alla sua stima più bassa (60 al giorno) e considerando (per ipotesi) l'arco di 9 mesi, viene già superato di circa 3200 morti.


causando però 100k morti russi e 100/150K feriti russi :rickds:
Idem come sopra. Dove avrei detto che credo fermamente a questi numeri?
Come al solito non hai risposto a nulla.
Falso, a qualcosa ho provato a risponderti.
 
Ultima modifica:

moon knight

Divinità
LV
2
 
Iscritto dal
13 Set 2009
Messaggi
17,534
Reazioni
772
Medaglie
8
Ma certo che quella di von der leyen era una gaf, come puoi non credere che gli ucraini ( da fonte ucraina) abbiano perso solo 13k truppe causando però 100k morti russi e 100/150K feriti russi :rickds:
No ma davvero non c'è alcuna speranza di una discussione seria :rickds:

Le perdite di mezzi visivamente confermate mostrano che quelle russe sono effettivamente 3,5 volte superiori a quelle ucraine.


 
Iscritto dal
8 Ott 2022
Messaggi
273
Reazioni
146
Medaglie
1
Ed io che pensavo che abbiamo le basi nato perché abbiamo perso una guerra, che stupido!!!
Ragazzi,la guerra l'abbiamo persa oltre ottanta anni fa, se davvero l'Italia, il Giappone e la Germania, erano cosi prigioniere delle basi Usa, a quest'ora, un po tutti l'avremo saputo per vie ufficiali, suvvia :galliani5:
 

Kuro.

Legend of forum
Bannato
LV
1
 
Iscritto dal
2 Apr 2009
Messaggi
5,565
Reazioni
533
Medaglie
5
Ragazzi,la guerra l'abbiamo persa oltre ottanta anni fa, se davvero l'Italia, il Giappone e la Germania, erano cosi prigioniere delle basi Usa, a quest'ora, un po tutti l'avremo saputo per vie ufficiali, suvvia :galliani5:
Ah guarda a noi piacioni e con 0 nazionalismo puoi pure rubarci la casa che non diremmo niente, figurati per vie ufficiali
Vai ad Okinawa a chiedere cosa ne pensano delle basi nato
 

rabber71

Singolare Qualunque
Bannato
LV
4
 
Iscritto dal
23 Ago 2011
Messaggi
4,244
Reazioni
663
Medaglie
10
Un'interessante analisi di Stephan M. Walt, professore di relazioni internazionali all'università di Harvard
Riporto alcuni estratti.

Poiché la guerra è incerta, le informazioni affidabili sono scarse e nessuno ha la sfera di cristallo, si potrebbe pensare che questa situazione spinga gli osservatori a dare un giusto ascolto a prospettive alternative anche quando non sono in linea con la propria. Invece, i dibattiti sulla responsabilità della guerra e sulla corretta linea d'azione da seguire sono stati insolitamente intolleranti.
[...] E' particolarmente sorprendente come gli interventisti liberali, i neoconservatori impenitenti e una manciata di progressisti che sono tutti favorevoli all'Ucraina sembrino non avere alcun dubbio sulle origini del conflitto o sulla giusta linea di condotta da seguire oggi. Per loro, il presidente russo Vladimir Putin è l'unico e totalmente responsabile della guerra, e gli unici errori che altri possono aver commesso in passato sono stati quelli di essere troppo gentili con la Russia e troppo disposti ad acquistare il suo petrolio e il suo gas. L'unico risultato che sono disposti a ottenere è una completa vittoria ucraina, idealmente accompagnata dal cambio di regime a Mosca, dall'imposizione di risarcimenti per finanziare la ricostruzione ucraina e dai processi per crimini di guerra a Putin e ai suoi associati. Convinti che qualcosa di meno di questo felice risultato ricompenserà l'aggressività e minerà la deterrenza.
[...] Se si ha la temerarietà di suggerire che l'allargamento della NATO (e le politiche ad esso correlate) ha contribuito a spianare la strada alla guerra, se si ritiene che il risultato più probabile sia un accordo negoziato e che sarebbe auspicabile arrivarci prima piuttosto che dopo, e se sei favorevole a sostenere l'Ucraina ma pensi che questo obiettivo debba essere soppesato rispetto ad altri interessi, sei quasi certo di essere bollato come un tirapiedi pro-Putin, un pacificatore, un isolazionista o peggio.
[...] Uno dei motivi per cui il dibattito pubblico è così acceso è l'indignazione morale, e ho una certa simpatia per questa posizione. Quello che la Russia sta facendo all'Ucraina è orribile, ed è facile capire perché le persone siano arrabbiate, desiderose di sostenere Kyiv in ogni modo possibile, felici di condannare i leader russi per i loro crimini e disposte a infliggere una sorta di punizione ai colpevoli.
[...] Tuttavia l'indignazione morale non è una politica e la rabbia nei confronti di Putin e della Russia non ci dice quale sia l'approccio migliore per l'Ucraina o per il mondo [...] Né l'indignazione per l'attuale condotta della Russia giustifica che coloro che hanno avvertito che la politica occidentale stava rendendo più probabile un conflitto futuro fossero dalla parte di Mosca. Spiegare perché è successo qualcosa di brutto non significa giustificarlo o difenderlo, e invocare la diplomazia (pur evidenziando gli ostacoli che tale sforzo incontrerebbe) non comporta mancanza di preoccupazione per la stessa Ucraina.
[...] I fautori dell'allargamento ora insistono che Putin ei suoi associati non sono mai stati preoccupati per l'allargamento della NATO e che le loro numerose proteste su questa politica erano solo una gigantesca cortina fumogena che nascondeva ambizioni imperialiste di vecchia data [...] ma queste linee di difesa non si adattano ai fatti: dal punto di vista russo, l'allargamento della NATO, l'accordo di adesione all'UE con l'Ucraina del 2014 e il sostegno occidentale alle rivoluzioni colorate a favore della democrazia facevano parte di un pacchetto continuo e sempre più preoccupante.
[...] Il mondo pensava che i paesi democratici stessero benignamente espandendo l'ordine basato sulle regole e creando una vasta zona di pace, ma il risultato fu esattamente l'opposto. Putin dovrebbe essere condannato per essere paranoico, troppo sicuro di sé e senza cuore, ma i politici occidentali dovrebbero essere accusati di essere arroganti, ingenui e sprezzanti.
[...] e se la guerra finisse con un compromesso disordinato e deludente invece di un lieto fine Hollywoodiano che la maggior parte del mondo vorrebbe vedere? Nonostante i positivi progressi compiuti dall'Ucraina negli ultimi mesi, un risultato così insoddisfacente potrebbe essere ancora il risultato più probabile.
Se la Russia controlla ancora notevoli quantità di territorio ucraino tra un anno, se l'Ucraina subisce ulteriori danni nel frattempo, Putin governa ancora nonostante il danno che la sua guerra ha arrecato alla Russia, e gli alleati europei degli Stati Uniti hanno dovuto assorbire un altro afflusso di rifugiati e sopportare difficili difficoltà economiche legate all'Ucraina, allora sarà sempre più difficile per l'amministrazione Biden trasformare questa guerra in una storia di successo.
[...] Se il mondo è costretto a scegliere il male minore tra una serie di scelte sbagliate, un dibattito più civile e meno accusatorio renderebbe più facile per i responsabili politici prendere in considerazione una gamma più ampia di alternative.


 

rabber71

Singolare Qualunque
Bannato
LV
4
 
Iscritto dal
23 Ago 2011
Messaggi
4,244
Reazioni
663
Medaglie
10
Dalla NATO all'Ucraina e dall'Ucraina...al mercato nero!

In una dichiarazione di martedì sulla situazione nel bacino del lago Ciad, il presidente nigeriano Muhammadu Buhari ha invitato i suoi colleghi nella regione a rafforzare la sicurezza delle frontiere, citando l'afflusso di armi dall'Ucraina e dal Sahel.
"Nonostante i successi registrati dalle truppe della Multinational Joint Task Force (MNJTF) e le varie operazioni nazionali in corso nella regione, le minacce terroristiche incombono ancora sulla regione [...] la situazione nel Sahel e la guerra che infuria in Ucraina sono le principali fonti di armi e combattenti che stanno rafforzando le fila dei terroristi nella regione [...] questo movimento illegale di armi ha intensificato la proliferazione di armi leggere e di piccolo calibro che continua a minacciare la nostra pace e sicurezza collettiva nella regione".

 

DJsparco

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
26 Nov 2009
Messaggi
3,205
Reazioni
966
Medaglie
5
Posto anche qua perchè ha rilevanza in materia

In sintesi perchè è lungo. Twitter avrebbe censurato l'articolo nel New york post e le info in generale sullo scandalo del laptop del figlio di biden su richiesta del partito democratico.


Il famoso laptop conteneva oltre cha varie porcherie ( pedofilia se non ricordo male) prove del finanziamento e del legame tra il figlio di biden e biolaboratori in Ucraina.

 
Top