Giochi Il thread unico sulla grafica | Lista dei confronti tra i multipiattaforma (PS5 vs Series X) nel primo post | NO CONSOLE WAR

BadBoy25

Capomoderatore
games dome
Iscritto dal
10 Gen 2009
Messaggi
19,998
Medaglie
9
LV
1
 
Benvenuti nel thread dedicato alle discussioni tecniche sui videogiochi usciti ed in uscita, siano essi esclusive o multipiattaforma. In questo thread si discute dell'aspetto meramente tecnologico dei videogiochi, lasciando quindi da parte il lavoro artistico, che pure contribuisce in maniera non trascurabile alla resa visiva complessiva. Si può discutere di titoli per qualsiasi console, anche portatile, e qualsiasi configurazione PC, così come di titoli 2D o 3D; non c'è limite, purché i discorsi siano sensati e si consideri il rapporto tra il gioco di cui si discute e l'hardware su cui gira.

Di seguito alcune norme di buona condotta:

  • è possibile confrontare videogiochi diversi, che girano sulla stessa piattaforma o su piattaforme diverse. In ogni caso sono graditi commenti logici, evitando confronti diretti tra generi diametralmente opposti o tra videogiochi che girano su piattaforme con caratteristiche intrinseche diverse (ad es. gioco su console portatile contro gioco su conssole fissa o PC);
  • evitare post volti a denigrare una piattaforma: qui si discute di videogiochi, non di hardware;
  • chiedere consigli per la configurazione di un PC da gaming o consigli sui settaggi da impostare nelle versioni PC dei videogiochi;
  • è possibile, invece, chiedere la configurazione ed i settaggi usati per gli screen e/o video postati dei videogiochi in versione PC;
  • è possibile discutere e postare screen e/o video di videogiochi con mod o strumenti simili (ad es. texture pack) che ne modificano la resa visiva, limitandosi però a quelle modifiche che incidono sulla resa tecnica e tralasciando quelle che influiscono sull'aspetto artistico (ad es. mod che introducono il cel shading nei videogiochi che in versione vanilla non usano questa particolare scelta artistica);
  • è assolutamente vietato offendere gli altri utenti per le opinioni espresse.

BREVE DIZIONARIO TECNICO

Aliasing: Scalettature presenti sulle linee diagonali nell'immagine. Può essere mitigato aumentando la risoluzione, usando filtri anti-aliasing o mediante l'effetto blur (sfocatura).

Ambient occlusion: Filtro che simula l'impatto sull'illuminazione dato dall'interazione della fonte di luce con corpi ed oggetti, i quali creano coni d'ombra.

Frame rate: Numero di fotogrammi visualizzati per ogni secondo di video. Un frame rate con forti sbalzi comporta scatti improvvisi del video o rallentamenti.

Frame time: Tempo di permanenza sul pannello di un singolo frame che compone il video, misurato in millisecondi. Un frame time non costante può comportare scatti nel video, anche in presenza di un frame rate stabile.

HDR: Acronimo di high dynamic range. Un'immagine HDR presenta una illuminazione e, conseguentemente, una resa dei colori più realistica rispetto un'immabine SDR (standard dynamic range). Per poter visualizzare correttamente le immagini HDR sono necessari pannelli appositamente abilitati.

Illuminazione globale: Sistema di illuminazione basato non solo sulle fonti di luce, ma anche sull'interazione della luce con le superfici di corpi ed oggetti presenti, sui quali la luce può "rimbalzare", eventualmente subendo anche modifiche alla gradazione ed intesità in ragione delle caratteristiche della superficie con cui interagisce, per illuminare punti che non raggiungerebbe direttamente dalla fonte.

Motion blur: Effetto sfocato volto a riprodurre la "scia" che si ha in fotografia quando vengono ripresi soggetti in movimento da un punto di vista fisso, oppure quando vengono ripresi soggetti immobili da un punto di vista in movimento.

Ray Tracing: Tecnica per tracciare il percorso della luce nella scena tenendo conto delle interazioni con l'ambiente, al fine di renderizzare in maniera precisa riflessi, ombre, rifrazioni ed illuminazione indiretta. Le GPU con supporto al ray tracing di solito hanno un hardware dedicato, in quanto è una tecnica particolarmente esosa in termini di risorse richieste.

Risoluzione: Numero di pixel che compongono un singolo frame. Risoluzioni inferiori a 1280*720 (ogni frame è composto da 1280 colonne di 720 pixel ciascuna) sono definite SD (standard definition), mentre le risoluzioni pari o superiori a 1280*720 sono definite HD (high definition). Le risoluzioni pari o maggiori di 3840*2160 sono definite UHD (ultra high definition). Alcune risoluzioni intermedie diffuse sono 1600*900, 1920*1080 (full HD) e 2560*1440.

Tearing: Difetto di sincronia tra la fonte del video ed il pannello su cui è riprodotto il video. Tale difetto comporta che su parte del pannello viene visualizzato il frame aggiornato mentre su altra parte del pannello viene visualizzato un frame precedente, creando così il tearing (strappo) nella zona "di confine" tra i due frame differenti visualizzati sulle due parti del pannello. Può essere contrastato usando il v-sync oppure utilizzando pannelli che sincronizzano automaticamente la propria frequenza di fotogrammi rispetto la sorgente.

Texture: Immagini utilizzate per "coprire" i modelli poligonali al fine di introdurre dettagli e rendere i modelli più verosimili. Possono essere disegnate manualmente, ottenute da una fotografia od ottenute con una tecnica mista (fotografia successivamente modificata da un artista).

V-sync: Soluzione software per eliminare il tearing. La produzione di fotogrammi per secondo viene limitata per coincidere con il numero massimo di fotogrammi per secondo che possono essere mostrati dal pannello in uso. Tale soluzione presenta, tuttavia, un difetto evidente: il tetto al numero di fotogrammi al secondo da produrre può essere impostato solo usando multipli di 30, quindi, nel caso la fonte del video non riesca a garantire il frame rate prescelto, il frame rate sarà automaticamente ridotto al multiplo di 30 immediatamente inferiore, con evidenti sbalzi del frame rate.

Variable refresh rate: Tecnologia hardware che sincronizza in tempo reale la fequenza del pannello rispetto il frame rate del video riprodotto, in questo modo non può verificarsi il tearing. Rientrano in tale categoria anche le tecnologie proprietarie G-sync di nVidia e FreeSync di AMD.



Altra funzione di questo thread è orientare le scelte dei fortunati utenti che possiedono sia la PlayStation 5 che la Xbox Series X, permettendogli di individuare di volta in volta quale piattaforma offre un'esperienza grafica migliore nei titoli multipiattaforma.
Inutile snocciolare le specifiche tecniche, che trovate anche nel primo post del thread di confronto ufficiale, sulla carta Xbox è in vantaggio ai nastri di partenza, ma analizzeremo comunque i giochi in uscita cercando di individuare pregi e difetti di ogni versione.
I criteri, in ordine di importanza, saranno: frame rate; risoluzione e tecnica anti-aliasing; altri aspetti grafici (ray tracing, texture, LOD, draw distance ecc.); contenuti esclusivi, anche in esclusiva temporanea; tempi di caricamento. In calce ad ogni verdetto valorizzeremo anche l'implementazione di tecnologie uniche delle due console, ad esempio le feature esclusive del controller Dual Sense o i diversi formati audio supportati.
E' possibile contribuire alla discussione caricando screenshot o video catturati sulla propria console, oppure linkando confronti reperibili sul web, citando sempre la fonte. Ricordiamo che è vietato citare i siti concorrenti, ovvero siti italiani di informazione (anche non esclusivamente) videoludica diversi da spaziogames.it e tomshw.it. E' consentito linkare i video e gli articoli solo della versione in lingua inglese di Digital Foundry e non anche gli articoli della versione in lingua italiana.



ELENCO DEI VERDETTI

A

Assassin's Creed Valhalla
Meglio su: PlayStation 5

Il nuovo capitolo del franchise Ubisoft si presenta su entrambe le piattaforme con una duplice modalità: la prima che punta ai 60 fps e la seconda, introdotta con la patch 1.0.4, che punta ad una risoluzione 4K nativa.
La prima modalità presenta una risoluzione dinamica con target 4K e frame rate con target 60 fps, non riuscendo, tuttavia, a reggere le aspettative. Per quanto riguarda la risoluzione il picco massimo su entrambe le console è 1728p (ben lontano dai 2160p di una risoluzione 4K nativa), quello minimo 1440p su PS5 e 1188p su Series X, con una risoluzione mediamente più elevata su PS5. Anche il frame rate stenta a mantenere i 60 fps su entrambe le piattaforme, peraltro l'instabilità del frame rate è causa di screen tearing in sporadiche occasioni. Tale problema può essere risolto su Xbox se collegata ad un pannello con supporto al VRR (variable refresh rate), ma non nella versione PS5, che non supporta ancora tale funzione.
La seconda modalità, invece, si presenta identica su entrambe le console, con una risoluzione 4K nativa e 30 fps stabili.
Dal punto di vista della pulizia del codice il gioco presenta diversi bug su entrambe la macchine, ma è ancora la versione Xbox a risultare meno curata, con problemi più frequenti. Infine i tempi di caricamento risultano leggermente più veloci su PS5 ed il gioco supporta le feature esclusive del controller DualSense.
In definitiva la versione PS5 risulta essere migliore ed è la versione preferibile per gli utenti multipiattaforma.

B
Borderlands 3

Meglio su: Xbox Series X per i 120FPS/1080p PlayStation 5 per i 60FPS/4K

Il terzo capitolo della saga looter shooter di Gearbox si aggiorna sulle nuove console portandosi a 60 FPS in 4K e migliora la coop splitscreen aggiungendo la possibilità di arrivare fino a 4 giocatori. Andando più nel dettaglio, in modalità risoluzione le due versioni sono più o meno allo stesso livello di qualità tecnica. Il gioco riesce a mantenere i 60 FPS in entrambe le console, con giusto qualche calo sporadico nelle scene più movimentate ma senza mai scendere sotto i 50. Volendo trovare una versione migliore, su PS5 avremo una migliore realizzazione delle ombre e densità della vegetazione e anche, dei caricamenti più rapidi di qualche secondo (12 secondi per il viaggio rapudo rispetto ai 14-15 della versione Series X). Invece, in modalità performance, Borderlands 3 gira a 1080p ma arrivando a 120 FPS e soprattutto, è qui che Series X riesce a superare nettamente la versione PS5 grazie al supporto al VRR che permette al framerate di non scendere al di sotto dei 90 FPS (a differenza della versione PS5 che arriva a calare fino a 80 FPS). In conclusione, le due versioni non presentano troppe differenze che portano a sconsigliarne una a discapito dell'altra, ma se si preferisce avere i 120 FPS più stabili, quella consigliata è proprio la versione Series X.

C
Call of Duty Black Ops: Cold War
Meglio su: pareggio

Il nuovo capitolo della serie FPS più conosciuta e venduta si presenta sulle console di nuova generazione con alcune interessanti novità: 120 fps, ray tracing (limitato alle ombre) e feedback peculiari per il controller DualSense.
Il gioco si comporta bene su entrambe le console sia in modalità 60 fps che in modalità 120 fps, con cali sporadici. Gli sviluppatori hanno infatti deciso di premiare la fluidità, adottando una risoluzione dinamica con target 4K (2160p) che in modalità 60 fps scala fino a 1800p, mentre in modalità 120 fps si attesta intorno i 1200p, con cali sporadici fino a 1080p. Nella modalità 60 fps la versione Xbox presenta una maggiore fluidità, soprattutto nelle scene scriptate, mentre nella versione a 120 fps è la versione PlayStation ad essere in vantaggio, anche in questo caso con maggiore evidenza nelle sezioni scriptate. Inoltre in modalità 120 fps la versione Xbox, oltre al frame rate più incerto, taglia o riduce fortememte alcuni effetti quali le fiammate delle postazioni-mitragliatrici sull'elicottero o il fumo proveniente dalla canna delle armi emntre si spara. Segnaliamo anche la presenza di sporadici bug nella campagna single player della versione PS5 giocata a 60 fps, che portano ad inspiegabili cali del frame rate fino a 45 fps. Anche se spesso riavviare l'ultimo checkpoint può risolvere il problema, auspichiamo una patch che lo elimini alla radice.
Segnaliamo, infine, l'interessante uso dei tasti dorsali adattivi del controller DualSense, che restituiscono un feedback tattile diverso per ogni arma regalando un maggiore coinvolgimento.
In definitiva le due versioni si presentano estremamente simili sotto tutti i parametri oggetto di confronto ed anche se la versione Xbox Series X sembra comportarsi meglio in modalità 60 fps e quella PlayStation 5 sembra andare meglio in modalità 120 fps, in entrambi i casi le differenza di fluidità sono minime. Pertanto consigliamo agli utenti multipiattaforma di scegliere in base a preferenze personali quali il controller (pur rimarcando le interessanti feature esclusive del DualSense) e la community di giocatori con cui confrontarsi online.

Control
Meglio su: Ps5

Gli ultimi giorni hanno visto tornare agli onori della cronaca l'ultima fatica di Remedy, quel "Control" sbucato dal nulla capace di fondere insieme le idee migliori dei precedenti lavori dello studio, limandone le asperità, e confezionando una interpretazione in chiave moderna e tridimensionale del piú classico dei metroidvania.
Tuttavia sugli hardware di vecchia generazione il gioco al lancio presentava qualche intoppo di troppo dal punto di vista tecnico, oltre a vedersi precluse le meraviglie del ray tracing di cui Control, in versione pc, è uno dei piú fulgidi esempi.
Sono tuttavia disponibili le patch "next gen" e oggi parliamo proprio di queste.
Partiamo dai freddi numeri: in versione Series X e Ps5 la risoluzione nativa del gioco è fissata a 1440p con upscale a 4k. Questo vale per entrambe le modalità disponibili, ossia performance e grafica.
La modalità performance spinge il counter degli fps a 60 con sporadici e minimi cali, appena percepibili, solo nelle scene piú gravose.
La modalità grafica, invece, locka il frame a 30 granitici e inserisce i riflessi in ray tracing che tanto abbiamo amato sulle schede rtx: la qualità delle immagini riflesse su vetri, pavimenti, muri è in grado di cambiare totalmente l'aspetto del gioco e di strappare un sorriso di sincero stupore.
Tuttavia non è tutto oro quel che luccica: allo stato attuale infatti, probabilmente per un problema dell'engine del gioco, su xbox si presentano frequentemente fenomeni di stuttering non correlati all'effettistica o alla mole poligonale: il fenomeno si manifesta infatti alla comparsa di scritte e/o sottotitoli e piú in generale durante la normale esplorazione.
Curiosamente anche series s (res nativa 900p con upscale a 1080 e 60fps senza RT) presenta lo stesso fenomeno.
Non dubitiamo che tutto questo possa essere corretto da una futura patch ma, allo stato attuale, la versione ps5 è sicuramente quella preferibile.

D
Devil May Cry 5
Meglio su: Xbox Series X

L'edizione definitva di Devil May Cry 5 si presenta con un'esperienza fortemente personalizzabile dall'utente e pertanto occorre soffermarsi sulle diverse modalità: il gioco infatti offre non solo la possibilità di scelta tra 60 e 120 fps, ma in entrambe le modalità è possibile scegliere se attivare o meno le funzionalità ray tracing.
Nella modalità a 60 fps senza RT entrambe le versioni girano ad una risoluzione di 2160p (Ultra HD) ed i cali sotto i 60 fps sono rari, ma su Xbox il frame rate è mediamente più sostenuto. Attivando il RT la risoluzione 4K viene raggiunta attraverso tecniche di ricostruzione dell'immagine ed entrambe la piattaforme faticano a raggiungere il target di 60 fps, ma la versione Xbox si conferma la più performante.
La modalità a 120 fps presenta una risoluzione 4K frutto di upscaling ed entrambe le console riescono a gestire il gioco ad una media di 100 fps circa; tuttavia laddove la Xbox Series X presenta un frame rate migliore nelle cut scene, nel giocato è la versione PS5 ad avere un frame rate più consistente. Attivando il RT la risoluzione crolla a 1080p nativi (Full HD) ed il frame rate oscilla intorno i 60 fps, con un moderato vantaggio nella stabilità per la versione Xbox.
I tempi di caricamento presentano un leggero vantaggio per la versione PS5, ma la differenza è talmente risicata da non potersi considerare un vero e proprio plus per la console di casa Sony.
Alla luce delle analisi delle diverse modalità la versione per Series X esce vincitrice, mentre la versione PS5 è consigliabile solo agli utenti multipiattaforma che contano di giocare in modalità 120 fps e senza attivare il ray tracing.



Dirt
Versione migliore: Ps5 per dettaglio grafico, Series X per le performance.

Dirt non è facile da giudicare in questa sede: se prima della patch 2.00 il gioco su series x sembrava provenire direttamente dalla generazione precedente (e mi riferisco ad xbox 360, lampante il faro esagonale) ed era piagato da una insensata assenza di dettagli grafici con una draw distance molto limitata, dopo la patch la situazione è molto migliorata, portando alla luce le peculiarità dell'una e dell'altra macchina.
Abbiamo tre modalità fra cui scegliere: risoluzione, grafica e framerate.
Non è questa la sede per analizzare quale modalità implementi cosa, l'unico accenno doveroso è la totale assenza di pubblico nella modalità framerate, che spinge fino ai 120fps, come una forte diminuzione della vegetazione, o meglio della draw distance.
Dove stanno le differenze quindi?
In linea generale l'immagine su ps5 gode di una risoluzione maggiore, con texture piú nitide (implicato anche il filtro anisotropico?) e qualche dettaglio in piú nelle geometrie.
La differenza non è abissale e difficilmente avvertibile durante il gameplay.
Tuttavia mentre la controparte mantiene un frame rate sostanzialmente stabile in tutte le modalità, ps5 ha qualche lievissimo calo, che diventano importanti in modalità framerate dove si lambiscono i 100frame al secondo, mentre series x ha cali molto meno marcati.
Pertanto in questa sede ci sentiamo di consigliare series x se il vostro tv / monitor supporta i 120hz e il vrr (attualmente assente su ps5 ma in arrivo, a detta di Sony)
Mentre in tutti gli altri scenari è il gusto personale a farla da padrone decidendo se tollerare qualche, in ogni caso raro, calo di frame rate per una maggiore pulizia grafica o prediligere la stabilità dell'esperienza.

G
Ghost Recon Breakpoint

Meglio su: Xbox Series X

Ubisoft rifà il trucco al più recente capitolo della serie Ghost Recon, uscito nel 2019 su PC, PS4 e Xbox One, con esiti non particolarmente convincenti, in particolare sulla nuova console di casa Sony. Cominiciamo col precisare che, come è ormai consuetudine per i giochi Ubisoft (con la rumorosa eccezione di Watch Dogs Legion), le versioni per console di nuova generazione di Ghost Recon Breakpoint presentano due distinte modalità grafiche, a seconda che l'utente prediliga la fluidità o la resa visiva.
Per quanto riguarda la modalità performance, con target a 60 fps, la versione PS5 mantiene il target in maniera costante ma a prezzo di una bassa risoluzione (appena 1080p), vegetazione ridotta, una distanza minore entro cui gli elementi della scena sono renderizzati ed ombre di qualità inferiore rispetto la controparte verdecrociata. Al contrario la versione per Series X presenta alcune incertezze nella tenuta del frame rate, ma con una risoluzione maggiore (1440p) oltre i vantaggi già citati rispetto la versione PS5.
In modalità risoluzione è la versione Series X la sola a raggiungere il target Ultra HD (2160p), mentre la versione PS5 si limita ad una deludente risoluzione 1440p, pari a quella del gioco su PS4 Pro. Anche in questo caso la versione per Series X oltre alla maggiore risoluzione presenta una maggiore distanza entro cui gli elementi dello scenario sono renderizzati ed ombre migliori.
In definitiva il lavoro svolto da Ubisoft, benché fornito sotto forma di patch gratuita, non appare soddisfacente su nessuna delle due macchine, ma al netto di qualche singhiozzo nel frame rate la versione per Series X è sicuramente quella consigliata, mentre la versione PlayStation 5, ad eccezione dei 60 fps non rappresenta un upgrade rilevante rispetto quanto già visto su PS4 Pro.

I
Immortals: Phoenix Rising


Meglio su: mod. qualità PS5, mod. performance Xbox Series X


il 2020 si è concluso con un colpo di coda della casa d'oltralpe che, sorprendendo pubblico e critica, dopo il rilascio dei suoi pesi massimi (AC: Valhalla e WD Legion) porta a compimento Immortals: Phoenix Rising (ai tempi Gods and Monsters)
Il gioco è uno spassoso action adventure capace di amalgamare con efficacia alcuni degli spunti delle migliori produzioni degli ultimi anni del genere di appartenenza, conservando tuttavia una propria identità.
Il gioco è disponibile per PC, PS5, X Box series X, series S e Switch. Ma come "gira"? Partiamo dai freddi numeri.
Immortals su ps5 e Series x offre la possibilità di scegliere tra una modalità prestazioni e una qualità che migliora la draw distance (sempre lievemente superiore su series x ), illuminazione e particellari
In modalità qualità il titolo su PS5 e Series x gira a 2160p a 30 frame al secondo.
Tuttavia mentre PS5 mantiene la risoluzione stabile, Series x sembra soffrire un po' offrendo una risoluzione dinamica con lievi e sporadici cali fino a 3328x1872.
Da segnalare una minor qualità delle ombre nella versione ps5 in questa modalità.

In modalità performance entrambe le console raggiungono i 60 fps usando però risoluzione dinamica e tecniche di upscaling (temporal reconstruction) per fornire un output a 2160p
Se la risoluzione cala su PS5 fino a raggiunge i 2275x1280, Series x cala fino a 1920x1080. Tuttavia PS5 presenta fenomeni di stuttering, anche se poco intrusivi
Entrambe le console in modalità performance raramente raggiungono i 2160p nativi e performano meglio o l'una o l'altra a seconda della scena proposta. Presentano entrambe blandi fenomeni di tearing visibili solo ai lati dello schermo che non inficiano assolutamente l'esperienza

Verdetto:
In modalità qualità la scelta cade su ps5: la risoluzione ancorata a 4k nativi e il frame rate a 30 fps compensa i pochi dettagli persi in confronto alla controparte
La modalità performance porterebbe ad un sostanziale pareggio, tuttavia lo stuttering della versione ps5 fa propendere per la console microsoft.

Bonus:
Su series S in modalità qualità la risoluzione è ancorata a 1440p e 30 fps, senza particolari problemi. In modalità performance la risoluzione scende a 1080p con il frame rate che raggiunge i 60 fps (con lievi e sporadici cali) tranne che nelle cutscene in cui viene ridotto di default a 30

N
NBA 2K21
Meglio su: PlayStation 5

Il nuovo titolo dedicato al basket di 2K porta quest'anno grosse novità, con le versioni per le console di nuova generazione che dispongono di asset ed effetti esclusivi, oltre un'interfaccia completamente nuova.
Per quanto riguarda la risoluzione il gioco gira a 4K nativi sia su PlayStation 5 che su Xbox Series X, ma è il frame rate a premiare la console di casa Sony. Mentre su PS5 il gioco si manitene costantemente a 60 fps con tutte le visuali, su Series X ci sono dei piccoli cali con la visuale standard, che si fanno più marcati se si utilizzano visuali più ampie che mostrano a schermo un maggior numero di giocatori, tifosi ed oggetti. Entrambe le console adottano una fluidità ridotta a 30 fps per i replay.
In termini di asset, effetti e tempi di caricamento le due versioni sono identiche, mentre segnaliamo che la versione PlayStation supporta le feature esclusive del controller DualSense per una maggiore immersione.
In definitiva la versione PS5 risulta essere la migliore, anche se i cali di frame rate su Series X non sono particolarmente gravi.

T
The Division 2

Meglio per Xbox Series X

Andando ad analizzare la patch "next gen" per lo sparatutto di Ubisoft emerge forse il più importante gap visto finora per quanto riguarda le due ammiraglie.
Come al solito però partiamo con i numeri.
La patch porta tutte e tre le versioni (Ps5, Series S, Series X ) a 60 frame al secondo, aggiungendo poco o nulla dal punto di vista tecnico: abbiamo in generale una migliore qualità delle texture e una incidenza inferiore del pop up degli elementi a schermo. Tuttavia queste sono le uniche caratteristiche che accomunano le tre versioni.
La risoluzione infatti (dinamica su tutte le piattaforme) su Series S raggiunge i 1080p con cali fino a 900 p; Xbox series X raggiunge i 4k con cali fino a 1800p, mentre ps5 si ferma a 1890p con cali fino a 1080p.
Passando al lato framerate Series S è la console che mantiene in maniera più stabile i 60fps, Series X presenta diversi cali nelle scene più concitate (in particolare sembrano mettere sotto scacco la macchina gli effetti volumetrici in primo piano) mantenendo tuttavia il v-sync sempre attivo come la sorella minore. Ps5 invece pur presentando più raramente dei cali soffre in questi contesti di tearing dell'immagine.
Passando al lato caricamenti questi risultano nettamente abbreviati rispetto alla scorsa generazione e vedono Xbox series X primeggiare, tallonata dalla sorellina, mentre Ps5 in determinati frangenti impiega quasi il doppio del tempo.


W
Watch Dogs Legion
Meglio su: PlayStation 5

In controtendenza rispetto l'altro big Ubisoft disponibile al lancio delle nuove console, Assassin's Creed Valhalla, gli sviluppatori di Watch Dogs Legion hanno preferito sacrificare la la fuidità per convogliare tutte le risorse in altri aspetti. Cominciamo col dire che il gioco non presenta opzioni grafiche, dunque non ci sono opzioni per impostare il frame rate target a 60 fps o per disattivare il ray tracing. Il gioco regge i 30 fps con costanza su entrambe le piattaforme, sia nel gameplay che nelle cut scene, grazie alla risoluzione dinamica con traget 4K (2160p), che nei momenti più stressanti per gli hardware scala fino a 1440p, ma si attesta mediamente sopra i 1800p. In situazioni simili la risoluzione dinamica sulle due console tende a comportarsi in maniera simile, per cui nessuna delle due risulta in vantaggio su questo parametro. Discorso a parte merita l'implementazione del ray tracing, che non convince particolarmente su nessuna delle due macchine: i riflessi sono renderizzati a 1080p non nativi su entrambe le piattaforme.
Segnaliamo che la versione Series X presenta un pop in decisamente più marcato della controparte PS5 e fa un uso peggiore del filtro anisotropico sulle texture, mentre nella versione PS5 non sono presenti le pozzanghere nei riflessi. Inoltre la versione PS5 è in vantaggio nei tempi di caricamento, maggiori del 50% su Series X nelle rilevazioni di DF (26 secondi contro 18).
Pur non presentando vantaggi consistenti la versione PS5 risulta quindi migliore ed è quella che consigliamo agli utenti multipiattaforma.
 
Ultima modifica da un moderatore:

Giamast

Moderatore
sezione sony
Iscritto dal
25 Set 2008
Messaggi
44,038
Medaglie
21
LV
3
 
Il colpo di scena, la risoluzioni di Valhalla alla fine è mediamente più alta su PS5 rispetto a XSX. Lol
Per il resto identiche

Analisi di NXG:
- Series S runs at dynamic 1440p/30 FPS
- Series X and PS5 target 60 FPS. Both have small drops.
- Series X has adaptive V Sync and tears when under stress.
- PS5 is fully V Synced, no tearing but can skip a frame when stressed.
- Regardless, they are damn near identical in terms of performance.

- Series X and PS5 both target dynamic 4K.
- Both rarely hold 2160p. More often than not 1620p and 1800p.
- Rare drops of 1440p seen on Series X. Lowest on PS5 observed is 1620p.
 
Iscritto dal
20 Gen 2020
Messaggi
3,772
Medaglie
3
LV
0
 
Il colpo di scena, la risoluzioni di Valhalla alla fine è mediamente più alta su PS5 rispetto a XSX. Lol
Per il resto identiche

Analisi di NXG:
grande niente tearing.
Uno spende 500 si compra una console senza giochi, prende AC e si trova questi risultati.
 
Iscritto dal
18 Mag 2020
Messaggi
37
LV
0
 

Valhalla meglio su PS5

Risoluzione che scende fino a 1620p su PS5 e fino a 1440p su Serie X
Caricamenti più veloci su PS5 (soprattutto quello iniziale)
Vsink attivo solo su PS5

Cerny sta console l'ha progettata proprio bene :iwanzw:
 

PEVO

Mod in prova
Iscritto dal
26 Apr 2010
Messaggi
21,751
Medaglie
12
LV
2
 

Valhalla meglio su PS5

Risoluzione che scende fino a 1620p su PS5 e fino a 1440p su Serie X
Caricamenti più veloci su PS5 (soprattutto quello iniziale)
Vsink attivo solo su PS5

Cerny sta console l'ha progettata proprio bene :iwanzw:
Volevo giusto postarlo. Si parte con i confronti :temeno:
 

PEVO

Mod in prova
Iscritto dal
26 Apr 2010
Messaggi
21,751
Medaglie
12
LV
2
 
Sono sinceramente sorpreso da questo risultato. Ubisoft non è certo famosa per l’ottimizzazione dei propri giochi. Dovendo lavorare su 7 console diverse, dubito che abbiano investito tanto tempo nell’ottimizzazione next-gen, ma nonostante questo le performance tra PS5 e Series X sono praticamente identiche. Questo significa che come sistemi sono perfettamente bilanciati, anche se nelle singole componenti ci sono delle differenze (anche piuttosto evidenti).
 

Megaman Zero

F.K. ..in the coffee
Iscritto dal
29 Mag 2012
Messaggi
168
Medaglie
3
LV
0
 
Quello di df che sta lavorando al video:
I am working on this video and have yet to even play the games as I just finished my Watch Dogs Legion work. So John is just saying that there from his minor experience between the two consoles and a subjective one. I will see how it performs with the tools, perhaps it is that way. Perhaps not.

Ah e per John il tearing c'è su entrambe

 
Ultima modifica:

Blackcat73

Legend of forum
Iscritto dal
2 Nov 2008
Messaggi
5,909
Medaglie
6
LV
1
 
Precisamente dice che comunque è meno comune su PS5, ma alla fine per quanto fastidioso nel confronto è la cosa meno importante.
 
Iscritto dal
20 Gen 2020
Messaggi
3,772
Medaglie
3
LV
0
 
Primo, ac meglio su ps5

ninjato.
 

Cranky Kong

Fucking Casuals
Iscritto dal
24 Feb 2014
Messaggi
6,495
Medaglie
4
LV
0
 
A proposito di shit creed, avete visto che razza di performance ha su pc?

index.php


A 1080p va più su una 5700 XT (che per caso è, insieme alla 5700, la gpu fisicamente più simile alla ps5, al netto della vecchiaia) che su una 3070 (che normalmente supera la 5700 XT del 50%). Un titolo con dei risultati così bizzarri non mi sembra così affidabile da usare come metro di paragone.

Ci sono numerose bizzarrie anche a 1440p, dove la 2080S va quanto una 2080 Ti. Ha risultati più normali solo in ultra hd.
 
Ultima modifica da un moderatore:
Iscritto dal
6 Apr 2010
Messaggi
17,169
Medaglie
6
LV
1
 
Ah, le seghe sulla risoluzione. Quanto è bella la console war :ooo:
 

DJsparco

Professionista
Iscritto dal
26 Nov 2009
Messaggi
1,726
Medaglie
5
LV
1
 
frame rate identico tra ps5 e series x ( forse leggermente ma proprio leggermente più stabile su ps5 ).
parecchio tearing su series x.

 

Megaman Zero

F.K. ..in the coffee
Iscritto dal
29 Mag 2012
Messaggi
168
Medaglie
3
LV
0
 
Dallo stesso canale del video sopra:

PS5 and Xbox Series X use a dynamic resolution with the highest native resolution found being 3840x2160 and the lowest native resolution found being approximately 2432x1368.
Both consoles rarely render at a native resolution of 3840x2160.
The native resolution is usually between 2432x1368 and 2880x1620 on both consoles.
PS5 and Xbox Series X use a form of temporal reconstruction to increase the resolution up to 3840x2160 when rendering natively below this resolution.


Xbox Series S uses a dynamic resolution with the highest native resolution found being 2880x1620 and the lowest native resolution found being approximately 2048x1152.
 
Ultima modifica:

DJsparco

Professionista
Iscritto dal
26 Nov 2009
Messaggi
1,726
Medaglie
5
LV
1
 
sempre dall'analisi di VG tech

il dato più rilevante è il frame time che rimane a 16.67 ms ( il tempo necessario per renderizzare 1 frame a 60 fps ) per il 97.52% del tempo su ps5 mentre cala a 87.28% su series x.

per chi nn lo sapesse il frame time è il dato più importante quando si parla di stabilità di un gioco.puoi anche renderizzare un gioco con un frame rate granitico ma se il frame time è sballato si vengono a creare gli stessi problemi di un frame rate instabile ( scatti,input lag ) come succede per bloodborne che ha problemi di frame time ( frame renderizzati a velocità differenti ).

HTqic26.png
 

DJsparco

Professionista
Iscritto dal
26 Nov 2009
Messaggi
1,726
Medaglie
5
LV
1
 
il ray tracing su Wd fa abbastanza pena.riflessi quasi a puntini che sfarfallano,riflessi non pervenuti dopo pochi metri ( sostituiti da giganti immagni ultra blurrate come fossero texture non caricate ).
ad oggi il RT di spiderman è l'esempio da seguire,da cui partire per migliorarlo ulteriormente.un perfetto equilibrio tra qualità e performance.

 

Cranky Kong

Fucking Casuals
Iscritto dal
24 Feb 2014
Messaggi
6,495
Medaglie
4
LV
0
 
il ray tracing su Wd fa abbastanza pena.riflessi quasi a puntini che sfarfallano,riflessi non pervenuti dopo pochi metri ( sostituiti da giganti immagni ultra blurrate come fossero texture non caricate ).
ad oggi il RT di spiderman è l'esempio da seguire,da cui partire per migliorarlo ulteriormente.un perfetto equilibrio tra qualità e performance.

Ottimo, se è un problema di rdna2 le nuove amd saranno dei bei cessi :asd:
 

K_for_Vendetta

Apprendista
Iscritto dal
1 Mar 2008
Messaggi
5,152
Medaglie
7
LV
1
 
Alla luce dei confronti che si stanno facendo qui dentro Su come vengono performano i giochi cross gen su ps5 e xseries. È sostanzialmente una questione di tempo

Rocket League Won’t Support 120 FPS on PS5 Because of How the Console’s Backward Compatibility Functions​

As opposed to the Xbox Series X/S, 120 FPS require a full native port of the game on the PS5.


"Our team’s main focus this year was our recent free to play transition, and updating major features like our Tournaments system,” Psyonix says in its statement. “Due to this we had to make tough decisions on what else we could achieve. Enabling 120hz on Xbox Series X|S is a minor patch, but enabling it on PS5 requires a full native port due to how backwards compatibility is implemented on the console, and unfortunately wasn’t possible due to our focus elsewhere.

Le uscite a capitoli sono state un buon successo all'inizio, ma son proprio state le sh che lo sfruttavano a rovinarsi il mercato.
Cioè l'utente spesso pagava l'intero gioco in anticipo, quindi un grosso vantaggio x la sh che si poteva permettere di investire meno, il problema è che non vi erano date certe x il completamento del gioco, ed anzi, alcuni giochi dopo il flop del primo capitolo venivano annullati, ovvio che alla lunga l'utenza si sia stancata della cosa.
Appunto
 
Top
AdBlock Rilevato

La pubblicità talvolta disturba, lo sappiamo!

Questo sito non potrebbe esistere senza qualche inserzione pubblicitaria, ma lavoriamo ogni giorno per rendere l'esperienza utente la più fluida ed interattiva possibile, e ciò vale anche per gli annunci promozionali. Non saranno mai invasivi od invalidanti, quindi ti chiediamo la cortesia di disattivare l'AdBlock per poter navigare. Grazie di cuore.

Ho disattivato AdBlock