• Accedi o registrati per ottenere la migliore esperienza possibile del forum di SpazioGames (e senza banner pubblicitari).

Ufficiale LAVORO | Esperienze, come trovarlo, colloqui

ufficiale

Joe_Black

Apprendista
Iscritto dal
30 Nov 2006
Messaggi
245
Medaglie
4
LV
0
 
Ovviamente non è che si abbassa sempre ma guadagnavo di più un anno e mezzo fa perché pagavo meno tasse. Ora che sono molto più competente l’aumento a inizio 2021 sarà riportare lo stipendio a quello di un anno e mezzo fa.
Sono uno sviluppatore di software.
Finché non cambio azienda le mie competenze non verranno mai valutate. E comunque in Italia è un calvario per guadagnare 1500-1600 euro. Da cui ora sono ben lontano.
Tu che lavoro facevi? Non mi ricordo mai
Meno di 1,500 euro con due anni d'esperienza a Milano? Non so esattamente quali siano le tue competenze, ma ti consiglio di cambiare subito perche` ti stanno prendendo in giro. Guadagna piu` uno sportellista in banca.
 

ale54

Legend of forum
Iscritto dal
8 Set 2009
Messaggi
3,318
Medaglie
4
LV
0
 
Meno di 1,500 euro con due anni d'esperienza a Milano? Non so esattamente quali siano le tue competenze, ma ti consiglio di cambiare subito perche` ti stanno prendendo in giro. Guadagna piu` uno sportellista in banca.
Lo so. Guadagna più chiunque. 2021 provo a cercare da altre parti
Con calma, con calma.
Tanto per avere più soldi devi quasi sempre cambiare azienda, non si scappa :asd:
Mica tanto con calma. L’anno prossimo faccio 27 anni.
 

squallwii

Signore
Iscritto dal
14 Lug 2013
Messaggi
2,169
Medaglie
4
LV
1
 
Lo so. Guadagna più chiunque. 2021 provo a cercare da altre parti

Mica tanto con calma. L’anno prossimo faccio 27 anni.
:asd:
Ai miei tempi con 2 anni di esperienza su Milano potevi prendere sui 30k.
Vai tranquillo che tanto un maggiore guadagno lo trovi, anche in questo periodo
 

ale54

Legend of forum
Iscritto dal
8 Set 2009
Messaggi
3,318
Medaglie
4
LV
0
 
Ho trovato per il mio specifico settore degli annunci su LinkedIn con anche proposte di RAL. E anche interessanti. Wow che evento
 
Iscritto dal
22 Feb 2010
Messaggi
11,695
Medaglie
23
LV
3
 
Ovviamente non è che si abbassa sempre ma guadagnavo di più un anno e mezzo fa perché pagavo meno tasse. Ora che sono molto più competente l’aumento a inizio 2021 sarà riportare lo stipendio a quello di un anno e mezzo fa.
Sono uno sviluppatore di software.
Finché non cambio azienda le mie competenze non verranno mai valutate. E comunque in Italia è un calvario per guadagnare 1500-1600 euro. Da cui ora sono ben lontano.
Tu che lavoro facevi? Non mi ricordo mai
Un anno come responsabile magazzino automatizzato, 3 turni, 1600 netti senza straordinari.
Causa "tasse" mi hanno lasciato a casa, e ho fatto altri 7 mesi come magazziniere semplice in una piccola azienda di elettronica, capo idiota a detta di TUTTI , gente da 20 anni li compresa, e prendevo qualcosa come 1250, il secondo mese a casa causa covid in cassa integrazione, per un mese circa, e nulla a fine Settembre a casa.
 

Lucignolo

Cineocchio
Iscritto dal
21 Ott 2011
Messaggi
2,684
Medaglie
5
LV
0
 
Io con 5 anni di esperienza nel settore (impiegato contabile/amministrativo) ancora prendo 1150€ perchè sto ancora sotto contratto di apprendistato che mi fecero a 28 anni.....che palle, e l'anno scorso 4 mesi di cassa integrazione....fortuna che abito da mio zio altrimenti starei chiedendo l'elemosina
 

Pole

Apprendista
Iscritto dal
19 Apr 2006
Messaggi
6,415
Medaglie
7
LV
2
 
Infatti mi prenderò tutto il 2021 per studiare il tedesco e arriverò quindi a 4 lingue parlate.

Si, mi occupo di vendite, sviluppo business,..... con le pmi che seguo.

Il mio obiettivo sarebbe andare in Austria/Svizzera, ma per perfezionare il tedesco stavo pensando di fare qualche mese prima in Alto Adige, visto che teoricamente siamo ancora in Italia. Solo che dagli annunci di lavoro tutti richiedono il tedesco C2 :sard:

E visto che mi confermi gli alti costi, non so se mi conviene andare direttamente a Vienna ad esempio (Innsbruck, Salisburgo e la Svizzera sono ancora più costose)

sono stato 18 mesi Südtirol, il tedesco lo so bene perchè ho vissuto e frequentato scuola nella Svizzera tedesca.
Hanno la mania di parlare sempre in italiano per fare gli sboroni, poi non sanno spiegarti, sbagli e la figura del mona la fai tu.
Poi magari trovi quelli "Welsch lerne i net" che parlano solo dialetto e sono analfabeti (ho corretto innumerevoli colleghi madrelingua tedesca che non sapevano scrivere 1 frase in in tedesco senza errori grammaticali/ortografia [e parlo di gente giovane tra i 18-35 anni]) e se parli Hochdeutsch fai fatica con loro e sempre la figura del mona:hmm:
Io da parte mia ho sempre parlato solo tedesco anche perchè avendo fatto diploma in quella lingua è la lingua che uso per lavorare. Però siccome sono nato 100 km piu a sudest di loro sono un italiota, e il resto non conta, e le cose mi vanno spiegate in italiano se no non capisco. Alla fine ho l'impressione, che te la cavi meglio andando la sapendo niente. basta dire sempre "si", mentre se ne aprofittano alle spalle, e non hanno paranoie che li capisci quando parlano tra loro.
Comunque ti sto parlando del settore ristorazione/Hotellerie.
In questo mi ha deluso il Südtirol, non so se solo io ho avuto sta esperienza... Comunque sono andato via causa Covid dopo un estate problematica per il lavoro.

Poi occhio alla Svizzera che ha comunque diverse varianti dialettali, e l'Hochdeutsch non lo parlano neanche nelle scuole pubbliche (iniziavano con lo standard ma poi diventava Schwyzerdütsch)
Scusate se quoto sta roba dopo 6 mesi ma magari a qualcuno è utile o magari no, comunque questa è la mia esperienza
 
Iscritto dal
22 Feb 2010
Messaggi
11,695
Medaglie
23
LV
3
 
Situazione strana, cercherò di riassumere anche se non è facile:

ho trovato un lavoro a Marzo tramite Agenzia (usando Linkedln), un Azienda molto rinomata, enorme con circa 4 sedi in Lombardia,
non hanno risentito della pandemia, ho fatto il colloquio e sono passato.
Su tre turni, anche se sia l'agenzia che l'azienda al colloquio mi aveva detto e confermato che l'orario era un 6+3, ossia 6 giorni lavorativi, ogni 2 giorni un turno (2-primo-2-secondo-notte) = stacco della notte e 2 giorni a casa.
Ero in affiancamento con un ragazzo di 23 anni (io ne ho 33), classici ragazzi che parlano alla "fra devi fare cosi" e bestemmie varie in generale.

Fatto sta che dal TERZO giorno in poi è iniziata malissimo, io come persona ormai mi conosco e so cos'è il mondo del lavoro, ho passato aziende su aziende e mai avuto problemi con i colleghi, e qui li ho avuti: ogni azione che svolgevo, se la sbagliavo (metti l'ansia da contratto di UN MESE, metti l'ansia di non voler sbagliare e tutta una serie di cose che ha una persona che vuole imparare e se la prende con se stessa se sbaglia, tenendoci al lavoro) partiva la bestemmia da parte sua,
mi diceva frasi come "la macchina non si deve mai fermare, devi volare", mi ripeteva le cose, cercavo di assimilarle (sai com'è, decine di nozioni, basilari che fossero, devi memorizzarle come tutte le cose, non puoi ricordarle tutte perfettamente dopo una settimana) e al primo sbaglio, o addirittura un azione su cui pensavo prima di agire, si stufava perchè perdevo quei secondi che lui non perde essendo li da 2 anni, e faceva lui perchè gli dava fastidio che ci mettessi del tempo.

Fatto sta che una cosa tira l'altra e l'altro collega (33 anni pure lui, li da circa 6 anni, che ha la mansione successiva e un più importante della nostra) facendosi un idea sbagliata sul mio conto, vedendo questo ragazzo bestemmiare e dire frasi come muoviti o non dormire, ha iniziato a "darmi contro" con frecciatine e battute al minimo cenno di errore o di me che guardava la macchina prima di agire, dicendo roba "se stai a guardarla la macchina non va da sola" o se mi muovevo "prima di muoverti devi sapere cosa devi fare, non devi fare le cose alla ca...",

era diventato un vicolo cieco, e quando cercavo di replicare e spiegare perchè mi muovevo in un certo modo o dicendo "sto imparando, non posso muovermi subito senò faccio errori, fatemi provare a fare anche se ci metto più tempo, cosi poi imparo e lo faccio in meno tempo" mi rispondevano "non mi prendere per il culo, tu non hai voglia di lavorare, tu non ci vuoi stare qua, devi volare, la macchina non deve mai stare ferma",

e poi capitava le volte che sbagliavano loro, o la macchina si inceppava e non capivano il problema e stavano minuti interi a tentare e ritentare tra una bestemmia e l'altra, perdendo tempo, e nessuno ovviamente diceva niente, trovavano il problema (anche chiamando il capo turno perchè loro non ci arrivavano) e poi tornavano a chiaccherare e ridere come se nulla fosse tra di loro, mentre io fissavo tutto il tempo la macchina.



Insomma alla fine è capitato di spiegare la situazione e parlare con il mio capo del personale (colui che mi ha fatto il colloquio) dicendo che c'era mancanza di comunicazione e rispetto verso di me, e io ho la disoccupazione finita e dei genitori a casa, quindi non mi sognerei mai di prendere in giro e la voglia di lavorare c'è,

le cose sono andate un attimo meglio, ora ho imparato il lavoro e so leggere la macchina e come muovermi, ma un ennesimo fraintendimento mi ha fatto "sbottare" (sempre in maniera garbata) con il collega di 33 anni, avendomi accusato di aver disattivato un comando al pc, cosa mai fatta.


Convocato in ufficio il capo mi ha detto che era molto insoddisfatto del mio operato e avrebbe intenzione di non rinnovarmi più il contratto.
Le cose negli ultimi giorni vanno bene e sto facendo il mio lavoro, anche con il collega con cui ho discusso sembra che le cose vadano meglio e mi risponde in maniera più gentile vedendo come lavoro,
alcuni mi hanno addirittura fatto dei complimenti dicendomi che se continuo cosi mi aiutano con il capo.




Dall'altra parte ho un altra proposta direttamente dall'azienda (dove lavoro è di mese in mese con l'agenzia, per ora), un azienda più piccola che dista a circa 3 km da me (posso andarci pure in bici volendo), come magazziniere-jolly, ossia un pò li un pò come operaio (è un azienda che produce bulloni),
MA come operaio di lv 1 metalmeccanico, circa 1180 euro al mese di base, orario lavorativo normale a giornata.


La mia azienda attuale attualmente su 3 turni mi da circa 1600 euro, ma una volta fatto il contratto con l'azienda diventeranno sui 1400/1500, se invece farò il 6+3 non so bene ma mi hanno detto sui 1300/1350, se invece faranno il 6+2 (anche se non è sicuro) saranno abbastanza di più.
Dove lavoro dista circa 8 km da me, 13 minuti in macchina.



Insomma devo decidere in queste settimane cosa fare, se il mio capo attuale cambia idea su di me il contratto va avanti, teoricamente parlando tutte e due hanno intenzioni di assumere l'operaio, e l'azienda che mi ha proposto il contratto me lo farebbe di 6 mesi, quindi devo capire cosa voglio.

Ci sarebbe il piccolo dettaglio che dove lavoro ora non c'è la pausa, mangiamo in piedi e lavoriamo per 8 ore, di legge c'è la mezz'ora, ma per la struttura del lavoro non esiste la mensa o la pausa dove all'improvviso stai fermo e basta, se la macchina va senza intoppi ti fermi un attimo e mangi, ma da quando sono la mi è capitato 3 volte di sedermi per 2 minuti guardando la macchina su un tavolo vicino alla mia postazione, il resto facevo o guardavo in piedi la macchina con il panino in mano, ma vabbè, dettagli, anche se ho un infiammazione al dito del piede ahah.
 

Bussu

Pratico
Iscritto dal
27 Lug 2011
Messaggi
335
Medaglie
4
LV
1
 
Situazione strana, cercherò di riassumere anche se non è facile:

ho trovato un lavoro a Marzo tramite Agenzia (usando Linkedln), un Azienda molto rinomata, enorme con circa 4 sedi in Lombardia,
non hanno risentito della pandemia, ho fatto il colloquio e sono passato.
Su tre turni, anche se sia l'agenzia che l'azienda al colloquio mi aveva detto e confermato che l'orario era un 6+3, ossia 6 giorni lavorativi, ogni 2 giorni un turno (2-primo-2-secondo-notte) = stacco della notte e 2 giorni a casa.
Ero in affiancamento con un ragazzo di 23 anni (io ne ho 33), classici ragazzi che parlano alla "fra devi fare cosi" e bestemmie varie in generale.

Fatto sta che dal TERZO giorno in poi è iniziata malissimo, io come persona ormai mi conosco e so cos'è il mondo del lavoro, ho passato aziende su aziende e mai avuto problemi con i colleghi, e qui li ho avuti: ogni azione che svolgevo, se la sbagliavo (metti l'ansia da contratto di UN MESE, metti l'ansia di non voler sbagliare e tutta una serie di cose che ha una persona che vuole imparare e se la prende con se stessa se sbaglia, tenendoci al lavoro) partiva la bestemmia da parte sua,
mi diceva frasi come "la macchina non si deve mai fermare, devi volare", mi ripeteva le cose, cercavo di assimilarle (sai com'è, decine di nozioni, basilari che fossero, devi memorizzarle come tutte le cose, non puoi ricordarle tutte perfettamente dopo una settimana) e al primo sbaglio, o addirittura un azione su cui pensavo prima di agire, si stufava perchè perdevo quei secondi che lui non perde essendo li da 2 anni, e faceva lui perchè gli dava fastidio che ci mettessi del tempo.

Fatto sta che una cosa tira l'altra e l'altro collega (33 anni pure lui, li da circa 6 anni, che ha la mansione successiva e un più importante della nostra) facendosi un idea sbagliata sul mio conto, vedendo questo ragazzo bestemmiare e dire frasi come muoviti o non dormire, ha iniziato a "darmi contro" con frecciatine e battute al minimo cenno di errore o di me che guardava la macchina prima di agire, dicendo roba "se stai a guardarla la macchina non va da sola" o se mi muovevo "prima di muoverti devi sapere cosa devi fare, non devi fare le cose alla ca...",

era diventato un vicolo cieco, e quando cercavo di replicare e spiegare perchè mi muovevo in un certo modo o dicendo "sto imparando, non posso muovermi subito senò faccio errori, fatemi provare a fare anche se ci metto più tempo, cosi poi imparo e lo faccio in meno tempo" mi rispondevano "non mi prendere per il culo, tu non hai voglia di lavorare, tu non ci vuoi stare qua, devi volare, la macchina non deve mai stare ferma",

e poi capitava le volte che sbagliavano loro, o la macchina si inceppava e non capivano il problema e stavano minuti interi a tentare e ritentare tra una bestemmia e l'altra, perdendo tempo, e nessuno ovviamente diceva niente, trovavano il problema (anche chiamando il capo turno perchè loro non ci arrivavano) e poi tornavano a chiaccherare e ridere come se nulla fosse tra di loro, mentre io fissavo tutto il tempo la macchina.



Insomma alla fine è capitato di spiegare la situazione e parlare con il mio capo del personale (colui che mi ha fatto il colloquio) dicendo che c'era mancanza di comunicazione e rispetto verso di me, e io ho la disoccupazione finita e dei genitori a casa, quindi non mi sognerei mai di prendere in giro e la voglia di lavorare c'è,

le cose sono andate un attimo meglio, ora ho imparato il lavoro e so leggere la macchina e come muovermi, ma un ennesimo fraintendimento mi ha fatto "sbottare" (sempre in maniera garbata) con il collega di 33 anni, avendomi accusato di aver disattivato un comando al pc, cosa mai fatta.


Convocato in ufficio il capo mi ha detto che era molto insoddisfatto del mio operato e avrebbe intenzione di non rinnovarmi più il contratto.
Le cose negli ultimi giorni vanno bene e sto facendo il mio lavoro, anche con il collega con cui ho discusso sembra che le cose vadano meglio e mi risponde in maniera più gentile vedendo come lavoro,
alcuni mi hanno addirittura fatto dei complimenti dicendomi che se continuo cosi mi aiutano con il capo.




Dall'altra parte ho un altra proposta direttamente dall'azienda (dove lavoro è di mese in mese con l'agenzia, per ora), un azienda più piccola che dista a circa 3 km da me (posso andarci pure in bici volendo), come magazziniere-jolly, ossia un pò li un pò come operaio (è un azienda che produce bulloni),
MA come operaio di lv 1 metalmeccanico, circa 1180 euro al mese di base, orario lavorativo normale a giornata.


La mia azienda attuale attualmente su 3 turni mi da circa 1600 euro, ma una volta fatto il contratto con l'azienda diventeranno sui 1400/1500, se invece farò il 6+3 non so bene ma mi hanno detto sui 1300/1350, se invece faranno il 6+2 (anche se non è sicuro) saranno abbastanza di più.
Dove lavoro dista circa 8 km da me, 13 minuti in macchina.



Insomma devo decidere in queste settimane cosa fare, se il mio capo attuale cambia idea su di me il contratto va avanti, teoricamente parlando tutte e due hanno intenzioni di assumere l'operaio, e l'azienda che mi ha proposto il contratto me lo farebbe di 6 mesi, quindi devo capire cosa voglio.

Ci sarebbe il piccolo dettaglio che dove lavoro ora non c'è la pausa, mangiamo in piedi e lavoriamo per 8 ore, di legge c'è la mezz'ora, ma per la struttura del lavoro non esiste la mensa o la pausa dove all'improvviso stai fermo e basta, se la macchina va senza intoppi ti fermi un attimo e mangi, ma da quando sono la mi è capitato 3 volte di sedermi per 2 minuti guardando la macchina su un tavolo vicino alla mia postazione, il resto facevo o guardavo in piedi la macchina con il panino in mano, ma vabbè, dettagli, anche se ho un infiammazione al dito del piede ahah.
Fosse per me cambierei subito, non esiste non fare una pausa pranzo relax. Capisco la voglia di lavorare etc ma quanto puoi durare a questi ritmi?

Inviato dal mio Redmi Note 9 Pro utilizzando Tapatalk
 
Iscritto dal
22 Feb 2010
Messaggi
11,695
Medaglie
23
LV
3
 
Fosse per me cambierei subito, non esiste non fare una pausa pranzo relax. Capisco la voglia di lavorare etc ma quanto puoi durare a questi ritmi?

Inviato dal mio Redmi Note 9 Pro utilizzando Tapatalk
Be l'ho pensato anche io, ma poi ho pensato "in mezzo a centinaia di ragazzi che lavorano qui da mesi/anni, non devo farcela io?

è vero che loro vanno ogni 2x3 a fumare e si rilassano spesso, io non fumo, però cavolo ci dovrà pure essere una soluzione, come ho detto una volta che hai più consapevolezza nel lavoro quando puoi mangi e ti fermi qualche minuto, anche se devi guardare la macchina e se esce un problema devi fermarti in quel momento a mangiare e risolverlo,
devo pensarci, anche perchè l'altra offerta di lavoro hanno una bella differenza di stipendio....in negativo.
 

Bubu

Divinità
Iscritto dal
11 Giu 2007
Messaggi
34,710
Medaglie
9
LV
2
 
Be l'ho pensato anche io, ma poi ho pensato "in mezzo a centinaia di ragazzi che lavorano qui da mesi/anni, non devo farcela io?

è vero che loro vanno ogni 2x3 a fumare e si rilassano spesso, io non fumo, però cavolo ci dovrà pure essere una soluzione, come ho detto una volta che hai più consapevolezza nel lavoro quando puoi mangi e ti fermi qualche minuto, anche se devi guardare la macchina e se esce un problema devi fermarti in quel momento a mangiare e risolverlo,
devo pensarci, anche perchè l'altra offerta di lavoro hanno una bella differenza di stipendio....in negativo.
Più che i soldi che sono importanti devi pensare anche a cosa ti fa sentire meglio....
 
Iscritto dal
22 Feb 2010
Messaggi
11,695
Medaglie
23
LV
3
 
Più che i soldi che sono importanti devi pensare anche a cosa ti fa sentire meglio....
Il problema in questi casi è che come si dice "sai quello che lasci e non sai quello che trovi", ho fatto il "tour dell'azienda", ed è ovviamente più piccola della mia attuale, anche se il magazzino è abbastanza grande, tutto manuale quindi da organizzare di mente e corpo (con il muletto ovviamente),
la maggior parte delle persone sono di mezz'età, e avrò visto un ragazzo giovane,

c'è la pausa (ci mancherebbe) e si fa il classico 8-17 anche se li dipende poi dalla pandemia o dalla situazione, che potrebbe essere 8,15-17,15 con mezz'ora o 1 ora di pausa, nessun problema in ogni caso, sono davvero vicino da casa.

Però vorrei capire, essendo la prima volta che mi imbatto in un Primo livello metalmeccanico (ho lavorato in un azienda a turni 1 anno come metalmeccanico, III livello, e un altra con II livello), come funziona? dopo un tot mesi possono alzartelo a II dipendendo da come lavori tu, o di legge dopo tot anni è come lo scatto di anzianità? o non c'entra niente?

sono ignorante in materia avendo lavorato sempre con l'agenzia e quasi sempre a turni.

L'altra è pesante per lo stare in piedi ma se mi tengono penso che con il tempo si trovano le soluzioni, sarò più rilassato (come mi sta già succedendo), forse a maggio tornano a 6+3 o 6+2, e ovviamente prendo di più di quest'ultima.

C'è da dire che se vado a quella vicino a giornata, non faccio le notti, ho sicuro il week-end a parte il sabato mattina se serve, la pausa, e meno manutenzione alla macchuna oltre che meno carburante.


Insomma pro e contro a tutti e due, anche se mi verrebbe da pensare quando andrò a vivere da solo, 1200 tirati (magari 1250 con i sabati, dipende poi) contro quelli che oscillano tra i 1300 e i 1500 (forse di più se facciamo il 6+2) al mese.

Devo prendere una decisione.
 
Iscritto dal
22 Feb 2010
Messaggi
11,695
Medaglie
23
LV
3
 
Comunque oltre all'argomento riguardo a quando un livello può o non può aumentare (di cui mi sono informato in rete) stavo pensando appunto che il livello è collegato alla mansione e quindi alla responsabilità della stessa.

La mia mansione nell'azienda che mi ha proposto il contratto sarà di fare il Jolly (???) ossia magazziniere e operaio di produzione a seconda delle necessità, quindi ho riflettuto e ho pensato "ma se io farò due tipi di mansioni tra cui un magazziniere che andrà a prendere il posto di uno che andrà in pensione, mi pare scontato sia già di responsabilità, e con questa responsabilità dovrò andare a prendere 1189 euro (netti, esempio di busta paga che mi hanno inviato riguardo la mia futura retribuzione) ? Con la probabile realtà che potranno anche non farmi salire di secondo livello così da rimanere fregato?

La cosa non mi da belle sensazioni.
 

NDM

Esperto
Iscritto dal
11 Nov 2016
Messaggi
3,557
Medaglie
3
LV
0
 
Comunque oltre all'argomento riguardo a quando un livello può o non può aumentare (di cui mi sono informato in rete) stavo pensando appunto che il livello è collegato alla mansione e quindi alla responsabilità della stessa.

La mia mansione nell'azienda che mi ha proposto il contratto sarà di fare il Jolly (???) ossia magazziniere e operaio di produzione a seconda delle necessità, quindi ho riflettuto e ho pensato "ma se io farò due tipi di mansioni tra cui un magazziniere che andrà a prendere il posto di uno che andrà in pensione, mi pare scontato sia già di responsabilità, e con questa responsabilità dovrò andare a prendere 1189 euro (netti, esempio di busta paga che mi hanno inviato riguardo la mia futura retribuzione) ? Con la probabile realtà che potranno anche non farmi salire di secondo livello così da rimanere fregato?

La cosa non mi da belle sensazioni.
Benvenuto nel mondo del lavoro nella nostra epoca. Erano piu` fortunati i nostri padri seppur un luogo comune. Ma ne sono sempre piu` convinto.

E questo succede, perche` accettiamo tutto. Ad esempio tu hai accettato i 1189, cosa giustissima. In quanto se non li avessi accettati siuramente ci sarebbe stato qualcun altro. Cosa ben diversa se nessuno accetterebbe, ma utopistico sopratutto con i tempi che corrono.
 
Iscritto dal
22 Feb 2010
Messaggi
11,695
Medaglie
23
LV
3
 
Benvenuto nel mondo del lavoro nella nostra epoca. Erano piu` fortunati i nostri padri seppur un luogo comune. Ma ne sono sempre piu` convinto.

E questo succede, perche` accettiamo tutto. Ad esempio tu hai accettato i 1189, cosa giustissima. In quanto se non li avessi accettati siuramente ci sarebbe stato qualcun altro. Cosa ben diversa se nessuno accetterebbe, ma utopistico sopratutto con i tempi che corrono.
In realtà non ho accettato, io ho solo chiesto "potete dirmi in cosa consiste il contratto" , la cosa strana è che quando ho fatto il primo colloquio nel frattempo che aspettavo una loro risposta mi è arrivata un altra proposta che è il lavoro attuale che sto facendo, quindi ho risposto loro tramite email che purtroppo avevo in ballo un altro lavoro.
Normalmente a quel punto un azienda ti lascia stare e trova un altro, ma dopo un mese mi hanno chiesto come andasse lì e se avevo deciso di lavorare per loro, ho fatto il secondo colloquio per capire a cosa andavo incontro e alla mia frase " mi hanno rinnovato di un altro mese e ho dovuto accettare non avendo garanzie su di voi visto che aspettavo una risposta" ( avevo risposto all'email ma mi hanno risposto una settimana dopo) e mi hanno detto " vabè tanto non c'è fretta visto che ti hanno rinnovato, quindi si può aspettare un altro mese".

La cosa è strana però pare che siano lì ad aspettare solo me, per quello ho chiesto come funziona l'aumento di livello, per uno con la mia età e l'intenzione un giorno di farmi un futuro, il primo livello è da piangere, a presto 20 anni va bene, ma non ora, quindi ne posso parlare con loro e devo basarmi sul fatto futuro e se non aumentano mi attacco a vita? Dovrei capirlo avendo letto in rete che un datore può anche decidere di non aumentarlo mai.
 

NDM

Esperto
Iscritto dal
11 Nov 2016
Messaggi
3,557
Medaglie
3
LV
0
 
In realtà non ho accettato, io ho solo chiesto "potete dirmi in cosa consiste il contratto" , la cosa strana è che quando ho fatto il primo colloquio nel frattempo che aspettavo una loro risposta mi è arrivata un altra proposta che è il lavoro attuale che sto facendo, quindi ho risposto loro tramite email che purtroppo avevo in ballo un altro lavoro.
Normalmente a quel punto un azienda ti lascia stare e trova un altro, ma dopo un mese mi hanno chiesto come andasse lì e se avevo deciso di lavorare per loro, ho fatto il secondo colloquio per capire a cosa andavo incontro e alla mia frase " mi hanno rinnovato di un altro mese e ho dovuto accettare non avendo garanzie su di voi visto che aspettavo una risposta" ( avevo risposto all'email ma mi hanno risposto una settimana dopo) e mi hanno detto " vabè tanto non c'è fretta visto che ti hanno rinnovato, quindi si può aspettare un altro mese".

La cosa è strana però pare che siano lì ad aspettare solo me, per quello ho chiesto come funziona l'aumento di livello, per uno con la mia età e l'intenzione un giorno di farmi un futuro, il primo livello è da piangere, a presto 20 anni va bene, ma non ora, quindi ne posso parlare con loro e devo basarmi sul fatto futuro e se non aumentano mi attacco a vita? Dovrei capirlo avendo letto in rete che un datore può anche decidere di non aumentarlo mai.
Il fatto che un`azienda insista nell`averti e` sintomo di due cose, o sei il candidato super ideale, oppure sanno di offrire un brutto lavoro e che nessuno accetterebbe o che hanno accettato e abbandonato dopo. Io credo piu` alla seconda. Molte volte nel 99% le descrizioni non corrispondo mai con le mansioni reali.

Che poi se un`azienda non ti vuole promuovere non ti promuove puoi essere anche lo Steve Jobs della loro azienda. Ripeto e` un mondo di m***
 
Iscritto dal
22 Feb 2010
Messaggi
11,695
Medaglie
23
LV
3
 
Il fatto che un`azienda insista nell`averti e` sintomo di due cose, o sei il candidato super ideale, oppure sanno di offrire un brutto lavoro e che nessuno accetterebbe o che hanno accettato e abbandonato dopo. Io credo piu` alla seconda. Molte volte nel 99% le descrizioni non corrispondo mai con le mansioni reali.

Che poi se un`azienda non ti vuole promuovere non ti promuove puoi essere anche lo Steve Jobs della loro azienda. Ripeto e` un mondo di m***
Si capisco, l'avevo intuito anche io.
L'unica cosa positiva finora è che il posto di lavoro dista a 2 km da me, quindi o ci vado in bici o comunque risparmio molto in carburante, manutenzione ecc, per il resto mi fa tentennare la cosa di vivere tirato ogni mese per lo stipendio al minimo, o dovrei fare ore su ore di straordinari e magari, come in questo periodo, non è nemmeno possibile farle quando servono.

Ci penserò su un attimo ma neanche troppo.
 

Bussu

Pratico
Iscritto dal
27 Lug 2011
Messaggi
335
Medaglie
4
LV
1
 
Si capisco, l'avevo intuito anche io.
L'unica cosa positiva finora è che il posto di lavoro dista a 2 km da me, quindi o ci vado in bici o comunque risparmio molto in carburante, manutenzione ecc, per il resto mi fa tentennare la cosa di vivere tirato ogni mese per lo stipendio al minimo, o dovrei fare ore su ore di straordinari e magari, come in questo periodo, non è nemmeno possibile farle quando servono.

Ci penserò su un attimo ma neanche troppo.
Ma scusa hai un contratto, anche di mese in mese, tu nell'altra azienda prendi tot.
Ti sposti solo se lo fanno pari o più
Puoi trattare comunque

Inviato dal mio Redmi Note 9 Pro utilizzando Tapatalk
 

.Veg

Master of forum
Iscritto dal
20 Set 2011
Messaggi
4,071
Medaglie
5
LV
0
 
Comunque oltre all'argomento riguardo a quando un livello può o non può aumentare (di cui mi sono informato in rete) stavo pensando appunto che il livello è collegato alla mansione e quindi alla responsabilità della stessa.

La mia mansione nell'azienda che mi ha proposto il contratto sarà di fare il Jolly (???) ossia magazziniere e operaio di produzione a seconda delle necessità, quindi ho riflettuto e ho pensato "ma se io farò due tipi di mansioni tra cui un magazziniere che andrà a prendere il posto di uno che andrà in pensione, mi pare scontato sia già di responsabilità, e con questa responsabilità dovrò andare a prendere 1189 euro (netti, esempio di busta paga che mi hanno inviato riguardo la mia futura retribuzione) ? Con la probabile realtà che potranno anche non farmi salire di secondo livello così da rimanere fregato?

La cosa non mi da belle sensazioni.
Io ho visto operai diventare capoturno senza alcun aumento di livello o superminimo. Immagino dipenda dall'azienda, ma la pacca sulle spalle credo vada per la maggiore.

Devi, secondo me, chiedere assolutamente un pareggio di livello e stipendio, non c è nessuna legge per cui se fai X ti spetta il livello Y.
 
Top
AdBlock Rilevato

La pubblicità talvolta disturba, lo sappiamo!

Questo sito non potrebbe esistere senza qualche inserzione pubblicitaria, ma lavoriamo ogni giorno per rendere l'esperienza utente la più fluida ed interattiva possibile, e ciò vale anche per gli annunci promozionali. Non saranno mai invasivi od invalidanti, quindi ti chiediamo la cortesia di disattivare l'AdBlock per poter navigare. Grazie di cuore.

Ho disattivato AdBlock