Cosa c'è di nuovo?

Love & FriendZone

ufficiale

Ethan Cole

Legend of forum
LV
2
 
Iscritto dal
4 Dic 2009
Messaggi
8,670
Reazioni
223
Medaglie
8
E' un anno abbondante che ogni tanto vengo qui, leggo le vostre storie, e vorrei raccontare la mia.
Il fatto che siamo tutti "sconosciuti" (non in senso offensivo, si intende) mi renderebbe più facile raccontare ciò che è accaduto.
Oltre al fatto che la diretta interessata, un tempo presente qui sul forum, pare essersi cancellata l'account, mi facilita ulteriormente il volervi far sapere i fatti miei e suoi.

L'anno scorso sono uscito da una relazione di sei anni di cui tre di convivenza con questa persona (i veterani del forum si ricorderanno di Harley Quinn, che per un pò ha bazzicato queste stesse pagine). Non è stata una rottura semplice per diverse ragioni: le è stata diagnosticata una malattia degenerativa l'anno prima e durante il lockdown 2020 è finita in ospedale per altre complicazioni. Al suo ritorno a casa nell'arco di tre giorni le ho detto che era finita. Quindi si capisce molto bene che la situazione, ai tempi, fu tutt'altro che semplice da sostenere. E non sto a rivangare tutta la relazione che ho ampiamente psicanalizzato con una professionista e mi ha fatto capire che non la amavo da molto tempo, ma che le restavo accanto più per abitudine e il volerle stare accanto nella sua malattia che per vero affetto. Ma procediamo.

I mesi successivi esserci lasciati non sono stati semplici, ma grazie al lavoro che è arrivato doppio rispetto al passato (e che continua a migliorare anche ora) è stata una manna dal cielo, mi ha permesso di tenermi focalizzato sul costruire la mia carriera di libero professionista. La nostra compagnia di amici ovviamente si era divisa e ci si vedeva in compagnia o solo con me, o solo con lei. Ho ricominciato a vedere vecchie conoscenze tra cui questa mia amica di vecchia data che conosco da 10 e passa anni, anche lei allontanata dal gruppo dopo esser stata lasciata dal nostro amico e per aver fatto scelte relazionali discutibili (si è messa con un alcolizzato che ha messo a disagio e in imbarazzo tutti noi in diverse occasioni), e che tornata single ho voluto rivedere più volentieri. Inoltre era anche la migliore amica della mia ex (conosciuta tramite me, ricordiamolo).
All'inizio dell'estate 2020 vengo a sapere che la mia ex si è messa insieme a un ragazzo (alla faccia del sentirmi dire durante la nostra relazione "se tu mi lasci io sono morta, senza di te non posso vivere") e io ho continuato tranquillamente a farmi i fatti miei, lavorare e uscire con le amicizie nuove nate negli ultimi due anni.
Io e questa mia amica non ci siamo mai visti diversamente che come amici, anzi, ci siamo sempre trovati brutti l'un l'altro. Io stavo tentando con una vecchia compagna di università e tinder di trovare qualche avventura (senza successo), mentre lei ogni settimana si trovava qualcuno con cui andava a letto. Una situazione di due amici single con il suo personale modo di divertirsi, insomma. Una sera la vado a prendere per uscire insieme, lei si è messa in tiro come mai l'avevo vista prima d'ora. Era oggettivamente davvero bella, ma per tutta la sera non l'ho mai guardata diversamente come ho sempre fatto negli anni precedenti. Abbiamo bevuto, ci siamo quasi ubriacati, lei ha cercato di mandarmi certi segnali che però io non ho voluto recepire.
Solo dopo quella sera lì le cose sono iniziate a cambiare, è nato qualcosa per me e alla fine nell'arco di poco tempo l'ho conquistata. La resistenza è stata dura da parte sua per via dell'amicizia che la legava con la mia ex, ma se ricordate lei stava già con qualcun altro, inoltre io non provavo determinate sensazioni verso qualcuno in modo così sincero e genuino da anni. Ho fatto la mia scelta e alla fine anche lei l'ha fatto. P.s. Naturalmente dopo il nostro primo bacio lei è andata subito dalla mia ex a dirle che stava nascendo qualcosa, le ha chiesto se per lei sarebbe mai stato un problema che potesse evolversi la questione e la mia ex le ha dato il via libera.
Vi lascio immaginare quando è diventato chiaro a tutti che io e lei ci stavamo frequentando com'è andata a finire.
La mia ex ha scagliato contro di lei tutte le amiche che avevano in comune additandola come persona scorretta e che ha approfittato di lei per arrivare a me; io sono diventato quella persona senza morale con cui non bisogna aver più a che fare. In definitiva lei, che attualmente è la mia compagna, è stata tagliata ulteriormente fuori da quella che anni prima era la sua di compagnia, mentre a me è andata leggermente meglio perchè i ragazzi non vogliono entrare in queste dispute e, occasionalmente, ci esco ancora senza che nascano discussioni (per quanto la "compagnia di coppie" al momento attuale comprende tutta la vecchia guardia tranne io e lei, il tutto sempre ben condiviso sui social).
Nel mentre, tra un mese sarà un anno che sto con questa persona (che ho deciso di farla venire a convivere da me da alcuni mesi), e ancora ci trasciniamo dietro l'odio e il disprezzo di queste persone con cui, un tempo, condividevo praticamente ogni venerdì e sabato della mia vita.
Sinceramente non so per quanto andrà avanti questa situazione che, francamente, trovo ridicola affrontata da persone adulte di 30 anni quando le priorità sono ben altre. Fatto sta che provo una grande delusione per queste persone che, mai una volta, sono venute a chiedere il mio di parere in tutta questa faccenda ma si sono interessate di una sola voce, quella della mia ex, e ora o mi odiano (come fai a "odiare" una persona che a te non ha mai fatto nulla) o mi ignorano come se non esistessi quasi più.

E niente, questo è quanto. Avevo voglia da molto tempo di darvi in pasto una bella storia da leggere e con cui trarre le vostre considerazioni.
Post unito automaticamente:

PS: che ne pensate degli amici che si mettono con vostre ex?
La tua domanda casca a pennello con la mia storia, che coincidenza.
 

BlackWizard

Moderatore
televisione
LV
2
 
Iscritto dal
28 Giu 2010
Messaggi
7,941
Reazioni
1,603
Medaglie
13
Beato chi ha trovato gente normale su Tinder, Lovoo e simili. Io come percentuale di psicopatiche sarò al 95% o comunque lì vicino

Comunque vi confesso che da ottobre/novembre (più precisamente dall'ultima esperienza/presa per il c*lo che ho scritto anche qui) ho quasi un rigetto nei confronti del sesso femminile, nel senso che non ne voglio proprio sapere di provarci e cercare e apprezzo sempre più la solitudine e la libertà impareggiabile che ne deriva. Mi sto convincendo che andrò avanti così e resterò un eterno scapolo (al momento questa cosa non la ritengo negativa) o ripiegherò su una divorziata con figlio a carico (tanto come età mi sto avvicinando) :asd:
Diciamo che ora la mia filosofia non è più "devo cercare la ragazza", ma "se accade per caso, bene, altrimenti pazienza e va bene comunque"
Poi ho ritrovato anche un vecchio amico ed un altro si è appena lasciato dopo oltre 6 anni, quindi ho qualcuno con cui uscire, a differenza di qualche mese fa in cui ero completamente solo.
È la mentalità giusta, non aspettarsi nulla e viversi ogni momento senza pensa ai "ma" e ai "però". Come dice un vecchio proverbio: non pensare a quello che non hai ma pensa a fare con quello che hai.
È la stessa mentalità che sto cercando di adottare io, visto che mi son reso conto che l'ultima quarantena mi ha destabilizzato più di quanto non credessi ma ci vuole pazienza.
Post unito automaticamente:

PS: che ne pensate degli amici che si mettono con vostre ex? Un amico di comitiva (non esce più con noi da un annetto) qualche mese fa mi chiese se poteva contattare la mia ex storica con cui sono stato 5 anni e ora stanno insieme :asd:
Dipende dal livello di amicizia che vi ha legato. Io generalmente non è una cosa che apprezzo ma lui è stato seri a chiederti almeno il permesso o.comunque a dirti come stavano le cose ed è da apprezzare.
Post unito automaticamente:

E' un anno abbondante che ogni tanto vengo qui, leggo le vostre storie, e vorrei raccontare la mia.
Il fatto che siamo tutti "sconosciuti" (non in senso offensivo, si intende) mi renderebbe più facile raccontare ciò che è accaduto.
Oltre al fatto che la diretta interessata, un tempo presente qui sul forum, pare essersi cancellata l'account, mi facilita ulteriormente il volervi far sapere i fatti miei e suoi.

L'anno scorso sono uscito da una relazione di sei anni di cui tre di convivenza con questa persona (i veterani del forum si ricorderanno di Harley Quinn, che per un pò ha bazzicato queste stesse pagine). Non è stata una rottura semplice per diverse ragioni: le è stata diagnosticata una malattia degenerativa l'anno prima e durante il lockdown 2020 è finita in ospedale per altre complicazioni. Al suo ritorno a casa nell'arco di tre giorni le ho detto che era finita. Quindi si capisce molto bene che la situazione, ai tempi, fu tutt'altro che semplice da sostenere. E non sto a rivangare tutta la relazione che ho ampiamente psicanalizzato con una professionista e mi ha fatto capire che non la amavo da molto tempo, ma che le restavo accanto più per abitudine e il volerle stare accanto nella sua malattia che per vero affetto. Ma procediamo.

I mesi successivi esserci lasciati non sono stati semplici, ma grazie al lavoro che è arrivato doppio rispetto al passato (e che continua a migliorare anche ora) è stata una manna dal cielo, mi ha permesso di tenermi focalizzato sul costruire la mia carriera di libero professionista. La nostra compagnia di amici ovviamente si era divisa e ci si vedeva in compagnia o solo con me, o solo con lei. Ho ricominciato a vedere vecchie conoscenze tra cui questa mia amica di vecchia data che conosco da 10 e passa anni, anche lei allontanata dal gruppo dopo esser stata lasciata dal nostro amico e per aver fatto scelte relazionali discutibili (si è messa con un alcolizzato che ha messo a disagio e in imbarazzo tutti noi in diverse occasioni), e che tornata single ho voluto rivedere più volentieri. Inoltre era anche la migliore amica della mia ex (conosciuta tramite me, ricordiamolo).
All'inizio dell'estate 2020 vengo a sapere che la mia ex si è messa insieme a un ragazzo (alla faccia del sentirmi dire durante la nostra relazione "se tu mi lasci io sono morta, senza di te non posso vivere") e io ho continuato tranquillamente a farmi i fatti miei, lavorare e uscire con le amicizie nuove nate negli ultimi due anni.
Io e questa mia amica non ci siamo mai visti diversamente che come amici, anzi, ci siamo sempre trovati brutti l'un l'altro. Io stavo tentando con una vecchia compagna di università e tinder di trovare qualche avventura (senza successo), mentre lei ogni settimana si trovava qualcuno con cui andava a letto. Una situazione di due amici single con il suo personale modo di divertirsi, insomma. Una sera la vado a prendere per uscire insieme, lei si è messa in tiro come mai l'avevo vista prima d'ora. Era oggettivamente davvero bella, ma per tutta la sera non l'ho mai guardata diversamente come ho sempre fatto negli anni precedenti. Abbiamo bevuto, ci siamo quasi ubriacati, lei ha cercato di mandarmi certi segnali che però io non ho voluto recepire.
Solo dopo quella sera lì le cose sono iniziate a cambiare, è nato qualcosa per me e alla fine nell'arco di poco tempo l'ho conquistata. La resistenza è stata dura da parte sua per via dell'amicizia che la legava con la mia ex, ma se ricordate lei stava già con qualcun altro, inoltre io non provavo determinate sensazioni verso qualcuno in modo così sincero e genuino da anni. Ho fatto la mia scelta e alla fine anche lei l'ha fatto. P.s. Naturalmente dopo il nostro primo bacio lei è andata subito dalla mia ex a dirle che stava nascendo qualcosa, le ha chiesto se per lei sarebbe mai stato un problema che potesse evolversi la questione e la mia ex le ha dato il via libera.
Vi lascio immaginare quando è diventato chiaro a tutti che io e lei ci stavamo frequentando com'è andata a finire.
La mia ex ha scagliato contro di lei tutte le amiche che avevano in comune additandola come persona scorretta e che ha approfittato di lei per arrivare a me; io sono diventato quella persona senza morale con cui non bisogna aver più a che fare. In definitiva lei, che attualmente è la mia compagna, è stata tagliata ulteriormente fuori da quella che anni prima era la sua di compagnia, mentre a me è andata leggermente meglio perchè i ragazzi non vogliono entrare in queste dispute e, occasionalmente, ci esco ancora senza che nascano discussioni (per quanto la "compagnia di coppie" al momento attuale comprende tutta la vecchia guardia tranne io e lei, il tutto sempre ben condiviso sui social).
Nel mentre, tra un mese sarà un anno che sto con questa persona (che ho deciso di farla venire a convivere da me da alcuni mesi), e ancora ci trasciniamo dietro l'odio e il disprezzo di queste persone con cui, un tempo, condividevo praticamente ogni venerdì e sabato della mia vita.
Sinceramente non so per quanto andrà avanti questa situazione che, francamente, trovo ridicola affrontata da persone adulte di 30 anni quando le priorità sono ben altre. Fatto sta che provo una grande delusione per queste persone che, mai una volta, sono venute a chiedere il mio di parere in tutta questa faccenda ma si sono interessate di una sola voce, quella della mia ex, e ora o mi odiano (come fai a "odiare" una persona che a te non ha mai fatto nulla) o mi ignorano come se non esistessi quasi più.

E niente, questo è quanto. Avevo voglia da molto tempo di darvi in pasto una bella storia da leggere e con cui trarre le vostre considerazioni.
Post unito automaticamente:


La tua domanda casca a pennello con la mia storia, che coincidenza.
Non credo abbiate fatto niente di male. Eravate single, vi conoscevate da tanto, vi siete piaciuti e fine, se dovessimo rispettare tutte le convenzioni e le conoscenze il genere umano si sarebbe estinto da un pezzo. Con questo non voglio dire non avere rispetto tra amici o conoscenti, che è la cosa più importante, ma voi non avete fatto niente di male.
Io però fossi in voi cercherei di recuperare il rapporto con gli amici, sopratutto se sono storici, senza ovviamente diventare degli untori che devono redimersi ma cercare di ricucire il rapporto con rispetto sopratutto di se stessi.
 
Ultima modifica:

Ethan Cole

Legend of forum
LV
2
 
Iscritto dal
4 Dic 2009
Messaggi
8,670
Reazioni
223
Medaglie
8
Io però fossi in voi cercherei di recuperare il rapporto con gli amici, sopratutto se sono storici, senza ovviamente diventare degli untori che devono redimersi ma cercare di ricucire il rapporto con rispetto sopratutto di se stessi.
Ci abbiamo già provato, ma non è stato possibile.
La mia ragazza una volta ha detto a uno dei nostri amici in comune che spera un giorno di ricucire i rapporti con la mia ex perchè le vuole bene. Risultato: la mia ex mi ha chiamato una sera alle 22.30 per dirmi di smetterla di parlare di lei e di lasciarla in pace.
Questo nostro amico che abbiamo in comune (che è il migliore amico da tutta la vita di lei) sostiene di essere dalla nostra parte ma ancora ora ribadisce che lui non avrebbe MAI fatto la stessa scelta.
Peccato che svariati anni fa fece la mia stessa scelta con una certa persona che, però, ebbe la fibra morale di dirgli di no, o sarebbe successa una situazione uguale in un altra compagnia che conosciamo. Ma andiamo oltre, è acqua passata.
L'ex della mia ragazza chiaramente proverebbe dell'imbarazzo a vederci in coppia lui con la sua nuova compagna e io con quella che era la sua di ex, quindi ci vediamo solo tra noi.
La fidanzata di questo altro mio amico mi odia a morte, senza motivo. Ad un matrimonio di nostri conoscenti due mesi fa (dove stato lavorando) li ho salutati e lei non mi ha nemmeno guardato, è stato come se non esistessi. E' totalmente spalla a spalla con la mia ex e solo la sua versione dei fatti è quella vera.

Capisci bene quindi che nel nostro piccolo noi vorremmo riallacciare con chi è possibile, ma sono loro che non ce lo stanno permettendo in alcun modo. E sinceramente questo conferma che è meglio perderle come persone, almeno ora.
Se tra 10 anni fossimo ancora insieme mi chiedo se questa ridicola giostra sarà ancora in funzione.
 

Dalfi

Io sono la notte
LV
2
 
Iscritto dal
13 Nov 2010
Messaggi
22,487
Reazioni
1,529
Medaglie
10
Mettersi con uno/a della propria comitiva è sempre rischioso, perché poi se ti molli si vengono a creare ste situazioni di disagio
È capitata una cosa simile a mia sorella e purtroppo è lei quella ad essere rimasta senza ragazzo e senza amici
 

Noton

Pratico
LV
2
 
Iscritto dal
16 Mar 2008
Messaggi
704
Reazioni
102
Medaglie
8
PS: che ne pensate degli amici che si mettono con vostre ex? Un amico di comitiva (non esce più con noi da un annetto) qualche mese fa mi chiese se poteva contattare la mia ex storica con cui sono stato 5 anni e ora stanno insieme :asd:
Apprezzabile che almeno te lo abbia chiesto. Purtroppo dipende molto dove vivi: in una realtà medio-piccola sono cose che possono succedere e ad un certo punto inevitabili. A me roderebbe un po' devo dire.
 

Dalfi

Io sono la notte
LV
2
 
Iscritto dal
13 Nov 2010
Messaggi
22,487
Reazioni
1,529
Medaglie
10
Apprezzabile che almeno te lo abbia chiesto. Purtroppo dipende molto dove vivi: in una realtà medio-piccola sono cose che possono succedere e ad un certo punto inevitabili. A me roderebbe un po' devo dire.
Un po' mi rode perché:
1) sto tizio va sui social, vede le ragazze che seguono i propri amici e le aggiunge, cominciando a lasciare vagonate di like
2) si interessa a tutte le ex dei suoi amici
Sembra quasi una malattia :asd:
 

HunterKakashi

Legend of forum
LV
2
 
Iscritto dal
27 Mar 2003
Messaggi
7,237
Reazioni
666
Medaglie
10
apprezzo sempre più la solitudine e la libertà impareggiabile che ne deriva.

PS: che ne pensate degli amici che si mettono con vostre ex? Un amico di comitiva (non esce più con noi da un annetto) qualche mese fa mi chiese se poteva contattare la mia ex storica con cui sono stato 5 anni e ora stanno insieme :asd:
La condizione migliore a mio avviso è quella di abitare da soli e farsi li cazzi propri (come direbbe l'ex senatore Razzi), avere una vita sociale Q.B. e/o avere un giro di amicizie con cui uscire sempre Q.B., ed avere rapporti occasionali, basati principalmente sul sesso e di breve durata. e' chiaro che parlo di livello teorico, in quanto se i primi due punti sono abbastanza fattibili, il terzo è parecchio difficile da realizzare, ma già se si riesce a raggiungere un buon equilibrio con i primi due direi che si riesce a vivere molto ma molto bene. :asd:

Riguardo agli amici che si mettono con le ex direi che è più che legittimo, anzi, non c'è nemmeno da chiedere il permesso per quel che mi riguarda.
 
Ultima modifica:

Gianpi

Capomoderatore
sezione altro
LV
2
 
Iscritto dal
27 Ago 2009
Messaggi
6,101
Reazioni
686
Medaglie
6
Ethan Cole tu e la tua ragazza avete provato a cercare nuove amicizie nel frattempo?

Beato chi ha trovato gente normale su Tinder, Lovoo e simili. Io come percentuale di psicopatiche sarò al 95% o comunque lì vicino

Comunque vi confesso che da ottobre/novembre (più precisamente dall'ultima esperienza/presa per il c*lo che ho scritto anche qui) ho quasi un rigetto nei confronti del sesso femminile, nel senso che non ne voglio proprio sapere di provarci e cercare e apprezzo sempre più la solitudine e la libertà impareggiabile che ne deriva. Mi sto convincendo che andrò avanti così e resterò un eterno scapolo (al momento questa cosa non la ritengo negativa) o ripiegherò su una divorziata con figlio a carico (tanto come età mi sto avvicinando) :asd:
Diciamo che ora la mia filosofia non è più "devo cercare la ragazza", ma "se accade per caso, bene, altrimenti pazienza e va bene comunque"
Poi ho ritrovato anche un vecchio amico ed un altro si è appena lasciato dopo oltre 6 anni, quindi ho qualcuno con cui uscire, a differenza di qualche mese fa in cui ero completamente solo.

Magari a fine mese, dato che vado a Milano a fare visita ad un amico, mi creo un nuovo account su Tinder e vedo che succede. Qui al sud (o meglio nei dintorni del mio paesino) ci sono 3 categorie di ragazze: i roiti, quelle che se la tirano e le psicopatiche. Per non parlare del fatto che puoi tornare sull'app anche dopo mesi, ma le tipe che becchi sono sempre le stesse. È rarissimo trovarne qualcuna nuova.
Mi auguro che al nord siano più emancipate e di mentalità aperta, come si suol dire qui da me

PS: che ne pensate degli amici che si mettono con vostre ex? Un amico di comitiva (non esce più con noi da un annetto) qualche mese fa mi chiese se poteva contattare la mia ex storica con cui sono stato 5 anni e ora stanno insieme :asd:
Però essere roiti non deve avere una valenza negativa eh.
 

Dalfi

Io sono la notte
LV
2
 
Iscritto dal
13 Nov 2010
Messaggi
22,487
Reazioni
1,529
Medaglie
10

HunterKakashi

Legend of forum
LV
2
 
Iscritto dal
27 Mar 2003
Messaggi
7,237
Reazioni
666
Medaglie
10
E' un anno abbondante che ogni tanto vengo qui, leggo le vostre storie, e vorrei raccontare la mia.
Il fatto che siamo tutti "sconosciuti" (non in senso offensivo, si intende) mi renderebbe più facile raccontare ciò che è accaduto.
Oltre al fatto che la diretta interessata, un tempo presente qui sul forum, pare essersi cancellata l'account, mi facilita ulteriormente il volervi far sapere i fatti miei e suoi.

L'anno scorso sono uscito da una relazione di sei anni di cui tre di convivenza con questa persona (i veterani del forum si ricorderanno di Harley Quinn, che per un pò ha bazzicato queste stesse pagine). Non è stata una rottura semplice per diverse ragioni: le è stata diagnosticata una malattia degenerativa l'anno prima e durante il lockdown 2020 è finita in ospedale per altre complicazioni. Al suo ritorno a casa nell'arco di tre giorni le ho detto che era finita. Quindi si capisce molto bene che la situazione, ai tempi, fu tutt'altro che semplice da sostenere. E non sto a rivangare tutta la relazione che ho ampiamente psicanalizzato con una professionista e mi ha fatto capire che non la amavo da molto tempo, ma che le restavo accanto più per abitudine e il volerle stare accanto nella sua malattia che per vero affetto. Ma procediamo.

I mesi successivi esserci lasciati non sono stati semplici, ma grazie al lavoro che è arrivato doppio rispetto al passato (e che continua a migliorare anche ora) è stata una manna dal cielo, mi ha permesso di tenermi focalizzato sul costruire la mia carriera di libero professionista. La nostra compagnia di amici ovviamente si era divisa e ci si vedeva in compagnia o solo con me, o solo con lei. Ho ricominciato a vedere vecchie conoscenze tra cui questa mia amica di vecchia data che conosco da 10 e passa anni, anche lei allontanata dal gruppo dopo esser stata lasciata dal nostro amico e per aver fatto scelte relazionali discutibili (si è messa con un alcolizzato che ha messo a disagio e in imbarazzo tutti noi in diverse occasioni), e che tornata single ho voluto rivedere più volentieri. Inoltre era anche la migliore amica della mia ex (conosciuta tramite me, ricordiamolo).
All'inizio dell'estate 2020 vengo a sapere che la mia ex si è messa insieme a un ragazzo (alla faccia del sentirmi dire durante la nostra relazione "se tu mi lasci io sono morta, senza di te non posso vivere") e io ho continuato tranquillamente a farmi i fatti miei, lavorare e uscire con le amicizie nuove nate negli ultimi due anni.
Io e questa mia amica non ci siamo mai visti diversamente che come amici, anzi, ci siamo sempre trovati brutti l'un l'altro. Io stavo tentando con una vecchia compagna di università e tinder di trovare qualche avventura (senza successo), mentre lei ogni settimana si trovava qualcuno con cui andava a letto. Una situazione di due amici single con il suo personale modo di divertirsi, insomma. Una sera la vado a prendere per uscire insieme, lei si è messa in tiro come mai l'avevo vista prima d'ora. Era oggettivamente davvero bella, ma per tutta la sera non l'ho mai guardata diversamente come ho sempre fatto negli anni precedenti. Abbiamo bevuto, ci siamo quasi ubriacati, lei ha cercato di mandarmi certi segnali che però io non ho voluto recepire.
Solo dopo quella sera lì le cose sono iniziate a cambiare, è nato qualcosa per me e alla fine nell'arco di poco tempo l'ho conquistata. La resistenza è stata dura da parte sua per via dell'amicizia che la legava con la mia ex, ma se ricordate lei stava già con qualcun altro, inoltre io non provavo determinate sensazioni verso qualcuno in modo così sincero e genuino da anni. Ho fatto la mia scelta e alla fine anche lei l'ha fatto. P.s. Naturalmente dopo il nostro primo bacio lei è andata subito dalla mia ex a dirle che stava nascendo qualcosa, le ha chiesto se per lei sarebbe mai stato un problema che potesse evolversi la questione e la mia ex le ha dato il via libera.
Vi lascio immaginare quando è diventato chiaro a tutti che io e lei ci stavamo frequentando com'è andata a finire.
La mia ex ha scagliato contro di lei tutte le amiche che avevano in comune additandola come persona scorretta e che ha approfittato di lei per arrivare a me; io sono diventato quella persona senza morale con cui non bisogna aver più a che fare. In definitiva lei, che attualmente è la mia compagna, è stata tagliata ulteriormente fuori da quella che anni prima era la sua di compagnia, mentre a me è andata leggermente meglio perchè i ragazzi non vogliono entrare in queste dispute e, occasionalmente, ci esco ancora senza che nascano discussioni (per quanto la "compagnia di coppie" al momento attuale comprende tutta la vecchia guardia tranne io e lei, il tutto sempre ben condiviso sui social).
Nel mentre, tra un mese sarà un anno che sto con questa persona (che ho deciso di farla venire a convivere da me da alcuni mesi), e ancora ci trasciniamo dietro l'odio e il disprezzo di queste persone con cui, un tempo, condividevo praticamente ogni venerdì e sabato della mia vita.
Sinceramente non so per quanto andrà avanti questa situazione che, francamente, trovo ridicola affrontata da persone adulte di 30 anni quando le priorità sono ben altre. Fatto sta che provo una grande delusione per queste persone che, mai una volta, sono venute a chiedere il mio di parere in tutta questa faccenda ma si sono interessate di una sola voce, quella della mia ex, e ora o mi odiano (come fai a "odiare" una persona che a te non ha mai fatto nulla) o mi ignorano come se non esistessi quasi più.

E niente, questo è quanto. Avevo voglia da molto tempo di darvi in pasto una bella storia da leggere e con cui trarre le vostre considerazioni.
Post unito automaticamente:


La tua domanda casca a pennello con la mia storia, che coincidenza.
Come ho più volte detto, le amicizie sono rapporti effimeri che sono destinati a finire a prescindere da qualsiasi cosa, ma non per cattiveria, ma perchè la vita porta ognuno di noi a compiere scelte differenti e a percorrere strade diverse.

Per cui se voi due siete convinti, state bene a livello di coppia, se decidete di intraprendere un rapporto serio non vedo quale problema sia avere la psicopatica (scusami, ma è così) della tua ex che vi mette la gente (evidentemente decerebrata incapace di ragionare col proprio cervello) contro di voi.

Ad ogni modo, la tua ex lo avrebbe saputo a prescindere ma non capisco tutta questa smania della tua attuale compagna di andarglielo a dire... ma come ho detto a Dalfi , ma che è sta cosa di chiedere il permesso agli ex? :asd:
 

Gianpi

Capomoderatore
sezione altro
LV
2
 
Iscritto dal
27 Ago 2009
Messaggi
6,101
Reazioni
686
Medaglie
6
Ok, allora ragazze che non rientranano nei miei gusti :azz:
Ho specificato in quel modo perchè molte volte è un termine che viene usata in maniera dispregiativa. Poi naturalmente se una ragazza non ti attrae esteticamente è una cosa che ci sta, ognuno ha le sue preferenze.
 

Dalfi

Io sono la notte
LV
2
 
Iscritto dal
13 Nov 2010
Messaggi
22,487
Reazioni
1,529
Medaglie
10
Ho specificato in quel modo perchè molte volte è un termine che viene usata in maniera dispregiativa. Poi naturalmente se una ragazza non ti attrae esteticamente è una cosa che ci sta, ognuno ha le sue preferenze.
Colpa mia, mi sono espresso malissimo :dsax:
 

Gianpi

Capomoderatore
sezione altro
LV
2
 
Iscritto dal
27 Ago 2009
Messaggi
6,101
Reazioni
686
Medaglie
6
Colpa mia, mi sono espresso malissimo :dsax:
Non ti preoccupare, a chiunque può capitare di dirlo senza essere veramente cattivi :asd: E' una tematica alla quale ci tengo molto, perchè c'è gente che soffre molto di ciò
 

Ethan Cole

Legend of forum
LV
2
 
Iscritto dal
4 Dic 2009
Messaggi
8,670
Reazioni
223
Medaglie
8
tu e la tua ragazza avete provato a cercare nuove amicizie nel frattempo?
Certamente. Io tra un gruppo di amici di un anno più giovane più i vari collaboratori di lavoro e un altro mio amico (che è un pò come mio fratello minore visto che lo conosco da quando è nato), senza considerare i ragazzi della vecchia compagnia che appunto io vedo qualche volta, sono stato in grado di creare nuovi legami nei due anni passati.
La mia ragazza ha ripreso i rapporti con una sua amica d'infanzia con cui siamo usciti diverse volte e non si è fatta problemi a entrare nella mia cerchia di conoscenze.
Quindi di fatto soli non lo siamo, tra quello ed entrambi con lavoro stabile e ben retribuito non ce ne stiamo affatto male. Stiamo pure iniziando a valutare se cercare una casa più grande.

Siamo andati avanti, ma lei rispetto a me fa più fatica a non guardarsi indietro e a provare questa continua amarezza per com'è stata trattata. Io pure, ma in maniera molto più lieve.
HunterKakashi tutto giusto ciò che dici, sulla tua ultima frase la mia compagna è una persona semplice, genuina e un pò ingenua su certe cose.
 

HunterKakashi

Legend of forum
LV
2
 
Iscritto dal
27 Mar 2003
Messaggi
7,237
Reazioni
666
Medaglie
10
Certamente. Io tra un gruppo di amici di un anno più giovane più i vari collaboratori di lavoro e un altro mio amico (che è un pò come mio fratello minore visto che lo conosco da quando è nato), senza considerare i ragazzi della vecchia compagnia che appunto io vedo qualche volta, sono stato in grado di creare nuovi legami nei due anni passati.
La mia ragazza ha ripreso i rapporti con una sua amica d'infanzia con cui siamo usciti diverse volte e non si è fatta problemi a entrare nella mia cerchia di conoscenze.
Quindi di fatto soli non lo siamo, tra quello ed entrambi con lavoro stabile e ben retribuito non ce ne stiamo affatto male. Stiamo pure iniziando a valutare se cercare una casa più grande.

Siamo andati avanti, ma lei rispetto a me fa più fatica a non guardarsi indietro e a provare questa continua amarezza per com'è stata trattata. Io pure, ma in maniera molto più lieve.
HunterKakashi tutto giusto ciò che dici, sulla tua ultima frase la mia compagna è una persona semplice, genuina e un pò ingenua su certe cose.
Io non mi preoccupavo delle amicizie... le amicizie le si possono fare in qualsiasi momento anche con dei perfetti sconosciuti, non è quello il punto, anche perchè non lo ordina il medico che uno debba passare tutta la vita attorniato di amicizie e conoscenti... per me rimane un falso problema.

Ad ogni modo, le azioni di chi oggi vi è "avverso" sono lecite nel momento in cui non sfociano sul pesante andando ad infrangere il codice civile/penale. A quel punto esistono le querele :asd:

EDIT: ah no ok pensavo avessi quotato il mio messaggio, invece mi avevi solo menzionato...ad ogni modo il concetto non cambia :asd:
 

Snow24

LV
2
 
Iscritto dal
18 Ago 2012
Messaggi
8,748
Reazioni
2,906
Medaglie
12
Comunque vi confesso che da ottobre/novembre (più precisamente dall'ultima esperienza/presa per il c*lo che ho scritto anche qui) ho quasi un rigetto nei confronti del sesso femminile, nel senso che non ne voglio proprio sapere di provarci e cercare e apprezzo sempre più la solitudine e la libertà impareggiabile che ne deriva. Mi sto convincendo che andrò avanti così e resterò un eterno scapolo (al momento questa cosa non la ritengo negativa) o ripiegherò su una divorziata con figlio a carico (tanto come età mi sto avvicinando) :asd:
Diciamo che ora la mia filosofia non è più "devo cercare la ragazza", ma "se accade per caso, bene, altrimenti pazienza e va bene comunque"
Poi ho ritrovato anche un vecchio amico ed un altro si è appena lasciato dopo oltre 6 anni, quindi ho qualcuno con cui uscire, a differenza di qualche mese fa in cui ero completamente solo.
Io non sono un grandissimo fan di questa mentalità, ti dico la verità. Magari sei fortunato e ti capita proprio sotto il naso la relazione dei tuoi sogni, ci finisci dentro senza neanche accorgertene, trovi una ragazza super intraprendente che ti prende per il colletto, ma è davvero raro e sono convinto che, rimanendo con questa mentalità, alla lunga te ne pentiresti amaramente. Alle persone piace vedere che c'è dell'interesse, piace ricevere attenzione. Spesso l'interesse e l'attrazione nei confronti di una persona nasce dal fatto che ci sentiamo trattati in maniera diversa, in un modo un po' più speciale rispetto agli altri (che alla fine è un po' quello che tutti vogliamo e ricerchiamo). Per me, se trovi una persona che ti incuriosisce, ti affascina o semplicemente ti attrae, vale la pena provarci, assolutamente, anche a costo di rimanere deluso. Ovviamente quando ti sentirai pronto, in questo momento sei sulla difensiva, si intuisce da alcune tue parole; hai vissuto un'esperienza traumatica che ti ha fatto perdere fiducia nel genere femminile, ma è normalissimo, penso sia capitato a tutti almeno una volta nella vita. In questi casi ti chiudi, ti irrigidisci un po' e cadi in questo senso di sconforto che ti spinge a diffidare e a mantenere sempre un certo distacco e indifferenza nei confronti delle ragazze che nulla ha di sano.

Io ti consiglio di non smettere di cercarla, goditi un periodo da scapolo senza pensieri (con un amico è sempre una bella esperienza), prendi la questione relazione un po' più alla leggera, fai qualche esperienza se ne senti il bisogno, ma non lasciarti andare ad una convinzione del genere, hai ancora 30 anni. Ho sempre investito tanto sui rapporti d'amicizia, sono davvero la nostra seconda famiglia in grado di aiutarci ad uscire da ogni cosa, con cui abbiamo gusti, passioni e interessi in comune e che cercando sempre di prendersi cura di noi e di aiutarci, ma l'amore, le relazioni, sono cose altrettanto importanti. Non disperare Dalfi, hai avuto un'esperienza traumatica, purtroppo capita, ma non lasciare che prenda il sopravvento su di te :sisi:
 

Glassyman

Doom Eternal
LV
1
 
Iscritto dal
8 Dic 2007
Messaggi
12,963
Reazioni
177
Medaglie
5
Un po' mi rode perché:
1) sto tizio va sui social, vede le ragazze che seguono i propri amici e le aggiunge, cominciando a lasciare vagonate di like
2) si interessa a tutte le ex dei suoi amici
Sembra quasi una malattia :asd:
1. il problema non è lui che lo fa ma loro che accettano la sua richiesta di amicizia e addirittura lo (ri)contattano per i likes che mette loro. :asd:
2. è pigrizia mentale: è più facile rimorchiare una che già si conosce per vie traverse rispetto ad una che si deve conoscere da zero.
 

benq

LV
0
 
Iscritto dal
10 Dic 2019
Messaggi
518
Reazioni
159
Medaglie
4
Consigli per approcciare a freddo per strada da soli, come attaccare bottone? sto lavorando un botto e il tragitto casa lavoro pare al momento l'unica opzione possibile :morris2:
 

BlackWizard

Moderatore
televisione
LV
2
 
Iscritto dal
28 Giu 2010
Messaggi
7,941
Reazioni
1,603
Medaglie
13
Sono tornato da poco e ne approfitto per scrivervi della mia disavventura, così vi fate due risate.
Neanche a farlo apposta stamane mi si apre un altro match su Tinder, è straniera e sembra molto carina, le rispondo a tono alla bio e lei mi risponde nel pomeriggio, tutto in inglese, io calco un po' la mano, tanto dico è straniera, era a 30 km di distanza, mal che vada investo un po' di tempo parlando con una tipa che male non fa. Si scopre che stava a Capri e arriva a Napoli verso sera.
Ad una certa lei mi chiede che programmi avessi per stasera e tra una cosa e l'altra ci diamo appuntamento, dicendomi che lei sta con un amica con cui sta viaggiando.
Io tutto preso mi sistemo, mi tiro a lucido, prendo il necessario per un eventuale rapporto sessuale e mi avvio, cercando di immaginarmi come sarebbe andata a finire.
Arrivo dove ci eravamo accordati, mi faccio dire precisamente dove sono e...
Non era prorpio proprio come me l'aspettavo, un po' sovrappeso, un po' troppo per i miei gusti. Carina si ma con 10-15 kg di troppo, l'amica non male ma niente di eccezionale, lei con un fisico più nei miei gusti ma era alta anche quanto me, questo forse poteva mascherare un po' la cosa.
Prendiamo da bere e ci facciamo un giro per il centro storico di circa un ora. Alla fine ho passato la serata con queste due, serata di un ora e mezza o poco meno, a girare per il centro raccontando aneddoti e disavventure e loro raccontandomi del loro paese (piccolo paese sconosciuto vicino alla Polonia, mai sentito).
La serata si cocnclude con loro che ritornano in hotel senza voler essere accompagnate e io sono ancora nel dubbio se ciò mi abbia fatto a meno dispiacere, perchè forse sarebbe potuto crearsi qualcosa ma non erano molto il mio tipo, magari l'amica più alta ma è stata 3/4 del tempo a scrivere al telefono, dicendo solo di voler vedere posti divertenti e di voler andare a qualche "party", non so nel loro paese ma qui è ancora martedì e difficilmente ci son serate, poi i bar chiudono prima e non c'è tutta questa attività, non saprei neanche dove averle potute portare, anche perchè ad una certa è iniziato a piovere.
Forse si aspettavano una serata diversa, come quasi sicuramente me l'aspettavo io, non so come sarebbe andata se ci avessi provato ma non ho particolari dubbi o rimorsi.
Morale della favola è stata un esperienza, inaspettata ma comunque non mi ha tolto nulla, ho passato del tempo con due ragazze straniere in vacanza qui sfoggiando un po' d'inglese, (non che io sia madrelingua ma relazionarsi e conoscere altre persone fa sempre bene) la vita è anche questo e Tinder è anche questo.
È pur sempre un esperienza e forse la rifarei sapendo come stanno le cosa...o forse no...
 
Ultima modifica:

HunterKakashi

Legend of forum
LV
2
 
Iscritto dal
27 Mar 2003
Messaggi
7,237
Reazioni
666
Medaglie
10
Sono tornato da poco e ne approfitto per scrivervi della mia disavventura, così vi fate due risate.
Neanche a farlo apposta stamane mi si apre un altro match su Tinder, è straniera e sembra molto carina, le rispondo a tono alla bio e lei mi risponde nel pomeriggio, tutto in inglese, io calco un po' la mano, tanto dico è straniera, era a 30 km di distanza, mal che vada investo un po' di tempo parlando con una tipa che male non fa. Si scopre che stava a Capri e arriva a Napoli verso sera.
Ad una certa lei mi chiede che programmi avessi per stasera e tra una cosa e l'altra ci diamo appuntamento, dicendomi che lei sta con un amica con cui sta viaggiando.
Io tutto preso mi sistemo, mi tiro a lucido, prendo il necessario per un eventuale rapporto sessuale e mi avvio, cercando di immaginarmi come sarebbe andata a finire.
Arrivo dove ci eravamo accordati, mi faccio dire precisamente dove sono e...
Non era prorpio proprio come me l'aspettavo, un po' sovrappeso, un po' troppo per i miei gusti. Carina si ma con 10-15 kg di troppo, l'amica non male ma niente di eccezionale, lei con un fisico più nei miei gusti ma era alta anche quanto me, questo forse poteva mascherare un po' la cosa.
Prendiamo da bere e ci facciamo un giro per il centro storico di circa un ora. Alla fine ho passato la serata con queste due, serata di un ora e mezza o poco meno, a girare per il centro raccontando aneddoti e disavventure e loro raccontandomi del loro paese (piccolo paese sconosciuto vicino alla Polonia, mai sentito).
La serata si cocnclude con loro che ritornano in hotel senza voler essere accompagnate e io sono ancora nel dubbio se ciò mi abbia fatto a meno dispiacere, perchè forse sarebbe potuto crearsi qualcosa ma non erano molto il mio tipo, magari l'amica più alta ma è stata 3/4 del tempo a scrivere al telefono, dicendo solo di voler vedere posti divertenti e di voler andare a qualche "party", non so nel loro paese ma qui è ancora martedì e difficilmente ci son serate, poi i bar chiudono prima e non c'è tutta questa attività, non saprei neanche dove averle potute portare, anche perchè ad una certa è iniziato a piovere.
Forse si aspettavano una serata diversa, come quasi sicuramente me l'aspettavo io, non so come sarebbe andata se ci avessi provato ma non ho particolari dubbi o rimorsi.
Morale della favola è stata un esperienza, inaspettata ma comunque non mi ha tolto nulla, ho passato del tempo con due ragazze straniere in vacanza qui sfoggiando un po' d'inglese, (non che io sia madrelingua ma relazionarsi e conoscere altre persone fa sempre bene) la vita è anche questo e Tinder è anche questo.
È pur sempre un esperienza e forse la rifarei sapendo come stanno le cosa...o forse no...
Il fatto che fossero in due credo che ti abbia messo un po in difficoltà, nel senso che o ti sarebbe uscita una cosa a 3, altrimenti che avrebbe dovuto fare l'altra? Aspettare da un altra parte finchè non avreste finito il rapporto? :asd:

Ad ogni modo in generale forse sei stato poco intraprendente...nel senso che ormai essendo nella consapevolezza che non avresti ottenuto nulla, perdere per perdere avresti potuto proporre di comprare qualcosa (birra etc) e salire in camera con loro per continuare la chiacchierata, magari con una battuta del tipo: "che fate, no mi invitate su?" Tanto, al massimo si sarebbero potute mettere a ridere mandandoti a cagare... non sarebbe cambiato nulla, tanto a queste non le rivedrai più :asd:
 
Top