Non riuscire ad iniziare un nuovo gioco, perché…

PEVO

Moderatore
area tech
LV
2
 
Iscritto dal
26 Apr 2010
Messaggi
23,940
Reazioni
815
Medaglie
13
Vi è mai capitato di non riuscire a lanciarvi in un nuovo videogioco, nonostante lo avete lì pronto nella vostra libreria che vi sta aspettando? A me purtroppo accade spesso, soprattutto negli ultimi tempi. Pur avendo tempo di giocare, non riesco ad intraprendere una nuova avventura, perché nella mia testa mi dico: ci vorranno tante ore per completarlo, non ho voglia di mettermi a giocare una roba nuova che non conosco, e se poi non mi piace?

Mi ritrovo in questa specie di limbo dal quale spesso faccio fatica ad uscire per diversi mesi, tant’è che spesso mi passa proprio la voglia di giocare. In questi casi mi serve un gioco veramente al quale non posso rinunciare che mi catturi al 100% e mi faccia di nuovo apprezzare questo medium (credo che Elden Ring sarà il prossimo). Certe volte però vorrei sbloccarmi con qualcos’altro, magari di già uscito, ma proprio faccio fatica a farlo

Sarei curioso di sentire la vostra opinione, se vi siete già trovati in situazioni simili.
 

Olorin

Moderatore
sezione xbox
LV
1
 
Iscritto dal
11 Set 2014
Messaggi
6,701
Reazioni
1,257
Medaglie
8
A me capita spesso, principalmente se sono stanco, e quindi non ho voglia di iniziare titoli impegnativi, sia in termini di gameplay che di durata, ma alle volte si tratta solo di "prendere coraggio" e cliccare avvia: se il gioco poi mi prende, mi ci butto appena posso (mi è successo con Hades)

Alle volte, invece, preferisco fare altro come ascoltare podcast, musica su Spotify e nel mentre vado su Destiny 2 che gioco volentieri, ma non mi richiede particolare attenzione.

Poi non è detto che si debba sempre aver voglia di videogiocare in generale e ci sta prendersi una "pausa"; altre volte buttarsi su un genere sconosciuto (o comunque fuori dalla nostra comfort zone) può riaccendere la scintilla, la voglia e far passare l'indecisione
 

Nakata

Moderatore
games dome
LV
2
 
Iscritto dal
14 Giu 2008
Messaggi
25,674
Reazioni
1,518
Medaglie
11
La mia voglia di videogiocare a qualcosa di specifico viene tendenzialmente condizionata dal periodo o dallo stress; in certi momenti ho il desiderio di affrontare lunghi percorsi e immergermi in storie e mondi completamente nuovi, in altri mi va di rivivere certe esperienze già giocate e andare di retrogames (anche per mesi) e in certi momenti mi va di staccare la spina e giocare a qualcosa di poco impegnativo (un COD online o qualche match su un picchia).

Purtroppo, nel mio caso specifico, è solo il tempo a mancare, mai la voglia.
 

the mentalist1

Divinità
LV
1
 
Iscritto dal
5 Ott 2010
Messaggi
20,915
Reazioni
864
Medaglie
7
quando sto per finire il gioco che sto giocando comincio ad "inizializzare il successivo" in maniera soft con sessioni brevi in modo tale che quando finirà il primo non devo partire da zero ed essere gia coinvolto.
 

BadBoy25

Capomoderatore
games dome
LV
2
 
Iscritto dal
10 Gen 2009
Messaggi
22,465
Reazioni
2,001
Medaglie
11
Vi è mai capitato di non riuscire a lanciarvi in un nuovo videogioco, nonostante lo avete lì pronto nella vostra libreria che vi sta aspettando? A me purtroppo accade spesso, soprattutto negli ultimi tempi. Pur avendo tempo di giocare, non riesco ad intraprendere una nuova avventura, perché nella mia testa mi dico: ci vorranno tante ore per completarlo, non ho voglia di mettermi a giocare una roba nuova che non conosco, e se poi non mi piace?

Mi ritrovo in questa specie di limbo dal quale spesso faccio fatica ad uscire per diversi mesi, tant’è che spesso mi passa proprio la voglia di giocare. In questi casi mi serve un gioco veramente al quale non posso rinunciare che mi catturi al 100% e mi faccia di nuovo apprezzare questo medium (credo che Elden Ring sarà il prossimo). Certe volte però vorrei sbloccarmi con qualcos’altro, magari di già uscito, ma proprio faccio fatica a farlo

Sarei curioso di sentire la vostra opinione, se vi siete già trovati in situazioni simili.
The Witcher EE e Deus Ex DC su Steam, li ho da oltre 5 anni ma non riesco a decidermi ad avviarli. :dsax:
 

Doc E.Brown

Moderatore
LV
2
 
Iscritto dal
13 Gen 2009
Messaggi
41,621
Reazioni
914
Medaglie
9
Sintomo normalissimo soprattutto per i videogiocatori over 25, andando a salire.
Influiscono stato d'animo, stress, impegni e mille altri fattori.

Quando capita a me, semplicemente non forzo la mano: se non mi va di iniziare un gioco nuovo per mille motivi, attendo che la voglia torni e nel frattempo mi dedico a quello che ho voglia di fare in quel momento.
Fosse anche qualcosa al di fuori del gaming: vedermi un film o una serie, leggere un libro o un manga.
Poi la voglia torna da sé.
 

PEVO

Moderatore
area tech
LV
2
 
Iscritto dal
26 Apr 2010
Messaggi
23,940
Reazioni
815
Medaglie
13
Sintomo normalissimo soprattutto per i videogiocatori over 25, andando a salire.
Influiscono stato d'animo, stress, impegni e mille altri fattori.

Quando capita a me, semplicemente non forzo la mano: se non mi va di iniziare un gioco nuovo per mille motivi, attendo che la voglia torni e nel frattempo mi dedico a quello che ho voglia di fare in quel momento.
Fosse anche qualcosa al di fuori del gaming: vedermi un film o una serie, leggere un libro o un manga.
Poi la voglia torna da sé.
Questo forse è quello che mi manca. Avendo un bel backlog e sentendo in giro opinioni favolose su determinati giochi (più la voglia personale di stare “al passo” con le uscite pur non riuscendoci minimamente) mi crea quasi un’ansia ed “obbligo” di dover giocare. Forse dovrei semplicemente prendermi una pausa e dedicarmi ad altro e non forzarmi a giocare quando non ne ho voglia (che poi non succede mai, ma ho sempre il pensiero: “dovrei iniziare qualche gioco nuovo”). Poi come persona sono uno particolarmente affezionato ad alcuni giochi che mi sono rimasti particolarmente impressi nella mente, quindi tendo a rigiocarli spesso con maggiore spensieratezza (tipo Dark Souls l’ho finito 20 volte con enorme piacere)
 

Doc E.Brown

Moderatore
LV
2
 
Iscritto dal
13 Gen 2009
Messaggi
41,621
Reazioni
914
Medaglie
9
Questo forse è quello che mi manca. Avendo un bel backlog e sentendo in giro opinioni favolose su determinati giochi (più la voglia personale di stare “al passo” con le uscite pur non riuscendoci minimamente) mi crea quasi un’ansia ed “obbligo” di dover giocare. Forse dovrei semplicemente prendermi una pausa e dedicarmi ad altro e non forzarmi a giocare quando non ne ho voglia (che poi non succede mai, ma ho sempre il pensiero: “dovrei iniziare qualche gioco nuovo”). Poi come persona sono uno particolarmente affezionato ad alcuni giochi che mi sono rimasti particolarmente impressi nella mente, quindi tendo a rigiocarli spesso con maggiore spensieratezza (tipo Dark Souls l’ho finito 20 volte con enorme piacere)
Provo a darti un consiglio.
Prima anche io mi facevo prendere "dall'ansia" di voler/dover giocare tutto subito e finivo per comprare tantissima roba al D1: risultato, ok giocavo, ma inevitabilmente il backlog comunque cresceva e i soldi diminuivano ad una velocità superiore :asd:
Poi con l'età mi son dato alcune regole fondamentali (che poi son banali eh, solo bisogna rispettarle, chiaramente salve alcune eccezioni fisiologiche) e devo dire che ho trovato un buon equilibrio. Anche se il backlog, quello non muore mai :asd:

- Regola nr. 1.
Comprare al D1 solo se il gioco lo attendo così tanto da volerlo ardentemente giocare subito. Altrimenti aspettare il price cut che più si ritiene accettabile.
Eccezioni: per i titoli a bassa tiratura (tipo indie retail) ed i prodotti Nintendo, si possono comprare subito o si devono comprare subito (anche perché o rischiano di essere di difficile reperibilità oppure non calano di prezzo facilmente, ergo se si ha un buon preorder, vale la pena tenerselo).

- Regola nr. 2.
Salvo i titoli da D1, per il resto giocare in base alla voglia del momento, senza forzarsi a fare questo o quello per motivi paralleli.

- Regola nr. 3.
Nutrire il backlog, nostro padrone eterno. Inutile opporre resistenza, ma farlo con intelligenza. Quindi darsi una scala di priorità e dei costi ideali per recuperare la roba che interessa. Così si evitano spargimenti di sangue per troppi D1 che restano a prendere polvere fino al momento in cui si ha voglia di giocarli e costano 1/5.

Ripeto, son banali.
Però soprattutto seguire la prima regola, fa tutta la differenza del mondo.
E guai a costringersi a fare una cosa, è la via più veloce a stufarsi.
 

PEVO

Moderatore
area tech
LV
2
 
Iscritto dal
26 Apr 2010
Messaggi
23,940
Reazioni
815
Medaglie
13
Grazie per il consiglio Doc E.Brown

Io bene o male faccio lo stesso. Non sono certo un tipo da D1 fisso (certe volte mi faccio prendere tipo oggi con Deathloop, ma solo perché l’ho pagato 30€). Tipo non ho ancora giocato a RDR2, TLOU2, GoT, R&C ed è tutta roba che mi interessa recuperare, ma senza fretta, quando sarà il momento giusto. Oggi sono rimasto veramente stupito dalle recensioni di Deathloop. Ho ascoltato un po’ la colonna sonora su Spotify (fantastica) e mi intriga veramente tanto il gameplay shooting-stealth-puzzle con i loop alla rougelike (sono un fan di quest’ultimi). In più c’è il feedback aptico ed i grilletti adattivi fatti bene che sono sempre un piacere. Insomma, oggi ho ricevuto proprio la scossa che volevo per riprendere un po’ a giocare a qualcosa di nuovo (e non me lo aspettavo affatto, perché Deathloop non l’avevo cagato minimamente, non so perché)
 

Mr. Ganjaman

LV
0
 
Iscritto dal
8 Apr 2020
Messaggi
204
Reazioni
152
Medaglie
2
quando sto per finire il gioco che sto giocando comincio ad "inizializzare il successivo" in maniera soft con sessioni brevi in modo tale che quando finirà il primo non devo partire da zero ed essere gia coinvolto.
Post unito automaticamente:

Sintomo normalissimo soprattutto per i videogiocatori over 25, andando a salire.
Influiscono stato d'animo, stress, impegni e mille altri fattori.

Quando capita a me, semplicemente non forzo la mano: se non mi va di iniziare un gioco nuovo per mille motivi, attendo che la voglia torni e nel frattempo mi dedico a quello che ho voglia di fare in quel momento.
Fosse anche qualcosa al di fuori del gaming: vedermi un film o una serie, leggere un libro o un manga.
Poi la voglia torna da sé.
Mi hai tolto le parole di bocca, trovandomi pienamente d'accordo su tutto.
Io lo metto spesso a confronto con l'esercizio fisico: va bene farlo spesso, ma la pausa è importantissima per il corpo.
Con il tempo ho capito che ciò si applica su tantissime altre cose, fra cui la passione e la voglia di fare.
Provai tempo fa a giocare initerrottamente per quasi 7 mesi, finendo poi con "Il fiato corto" e qualche neurone in meno.

Ragazzi va benissimo se ogni tanto ci si dedica ad altro, poi con il passare del tempo quella voglia ritorna naturalmente al suo posto.
Un pò come per il cibo del mcdonalds :asd:
 
Ultima modifica:

Mr. Ganjaman

LV
0
 
Iscritto dal
8 Apr 2020
Messaggi
204
Reazioni
152
Medaglie
2

Lele

LV
2
 
Iscritto dal
1 Giu 2013
Messaggi
17,256
Reazioni
1,204
Medaglie
8
Mi succede principalmente per i giochi lunghi. Devo essere in una particolare situazione generali per stare dietro ad un gioco per piú di un mese.

Saranno tipo 4 volte che inizio persona 5 royal per poi rinunciarci dopo i primi 5 minuti. Adesso sembra la volta buona, anche perchè sono chiuso in casa per quarantena. :asd:
 

Sparda

Moderatore
games dome
LV
2
 
Iscritto dal
16 Dic 2006
Messaggi
21,170
Reazioni
2,445
Medaglie
9
Ho vissuto lunghi periodi così, più passano gli altri più mi confronto con questo "problema". Banalmente è che andando avanti gli impegni e i pesi dell' "età adulta" iniziano ad accumularsi e il corpo si stanca, e non sempre riusciamo ad avere la tolleranza che avevamo in passato. Io in generale nell'intrattenimento vado un po' a periodi, per esempio adesso sono almeno 2 anni che quasi non vedo più film.
Con i vg capita semplicemente che un gioco debba prendere prima di potercisi dedicare; con me la regola è che più il gioco è immediato, meno tempo devo "dedicargli" per farmi eventualmente catturare. Quando sono molto stanco e stressato e sento di non avere concentrazione ed energie mentali scelgo un gioco molto arcade, caciarone e immediato (ed è il motivo per cui nell'ultimo anno ho giocato praticamente solo musou, almeno fino all'estate). Gli ultimi mesi per me sono stati molto pesanti, e se mi ci metto a pensare ho giocato principalmente Age of Calamity, WO4, FE Warriors, Astral Chain e Hades :asd:
Invece altre volte ho un motivo molto personale: talvolta ritengo che un prodotto mi richiederà molta concentrazione (o perché molto grande, o perché ho una sorta di "reverenza" nei suoi confronti) e rimando intenzionalmente per affrontarlo ad un momento in cui so che posso dedicarci molto tempo consecutivo.
 

Mr. Ganjaman

LV
0
 
Iscritto dal
8 Apr 2020
Messaggi
204
Reazioni
152
Medaglie
2
Battute a parte, ricordatevi sempre di godervi ogni gioco che giocate senza pensare al successivo.
Altrimenti videogiocare si trasforma in un elenco di cose da fare, ed è lì che la passione muore agonizzante.
C'è un gioco che vi piace ma ora non vi sembra il momento adatto? Potreste sempre lasciare che il gioco vi sorprenda, oppure semplicemente passate ad altro.
Oltretutto ricordatevi di fare una pausa fra un gioco ed un altro, dando a voi stessi il tempo di "assorbire" l'esperienza che avete appena concluso o tranciato.
Se vi ritrovate in mano un gioco mentre siete in negozio, ma l'aquisto proprio non vi va giù, allora tenete a mente che "Se siete in dubbio ascoltate voi stessi e seguite il vostro istinto, perchè può indicarvi la via da seguire".

Seguendo questi principi io ho smesso di fare backlog da quasi 5 anni, comprando solo quando ho voglia di giocare e poi passo ad altro.
Oltretutto se il gioco costa troppo non mi trattengo più e "do dentro" qualcuno dei miei per pagarlo meno, visto che spesso stanno là solo ad occupare spazio.
Una delle scelte migliori di sempre :sisi:
 

Floxy

Moderatore
sezione cinema
LV
2
 
Iscritto dal
11 Mar 2010
Messaggi
24,915
Reazioni
916
Medaglie
11
È l'età che avanza, da ragazzino giocavo anche la m*rda, ora compro solo il necessario e mai giochi che superano le 15 ore. Le uniche eccezioni sono brand storici a cui sono fortemente legato tipo FF o KH. Ovviamente se trovo il gioco che mi prende davvero mi infogno senza problemi, adesso ad esempio sto 50 ore su Hades, ma succede raramente.
 

Robo@nte

Divinità
LV
1
 
Iscritto dal
15 Apr 2007
Messaggi
10,594
Reazioni
290
Medaglie
10
Avoglia se mi succede, anche recentemente. Come molti hanno scritto qui dentro, tendenzialmente ormai snobbo (il più delle volte anche dispiacendomene, son sincero) gli OW o comunque i giochi che richiedono tante ore per essere completati. Ogni tanto faccio uno strappo alla regola e me ne gioco uno (l'ultimo di questi è stato DQ VIII su 3DS a gennaio, 100 ore e qualcosa per completarlo al 100%) ma era anche un periodo in cui ero più libero al lavoro (zona rossa/arancione, lavoravo 3-4 giorni a settimana max). Ma giochi del genere ormai ne compro e finisco veramente pochi, di media ne giocherò a dir tanto due all'anno. Quindi prediligo roba che mi tiene impegnato per una "manciata di ore" (il massimo che riesco a tollerare ormai sono 30 ore per gioco, ma il più delle volte sono anche tante), altrimenti viro su altro. Quest'anno un titolo che potrebbe tenermi incollato diverse ore alla console è Pokémon Diamante/Perla, dipende da come mi girerà in quel periodo. Poi a ottobre esce Fifa, e con quello sono certo che ci giocherò praticamente tutto l'anno, ma parliamo di giochi totalmente diversi, roba che quando ho voglia prendo e mi faccio le mie tre partitine giornaliere e via. Idem BF 2042 che, se lo prenderò, probabilmente sarà la controparte "sparatutto" di fifa, ossia partitella in multy quando ne ho voglia e fine.
Adesso mi sto infognando parecchio con Cadence of Hyrule, ma è un titolo che non ha la longevità tra i suoi punti di forza (e menomale aggiungerei).
 

Aku

Legend of forum
LV
2
 
Iscritto dal
28 Lug 2010
Messaggi
4,390
Reazioni
100
Medaglie
6
Vi è mai capitato di non riuscire a lanciarvi in un nuovo videogioco, nonostante lo avete lì pronto nella vostra libreria che vi sta aspettando? A me purtroppo accade spesso, soprattutto negli ultimi tempi. Pur avendo tempo di giocare, non riesco ad intraprendere una nuova avventura, perché nella mia testa mi dico: ci vorranno tante ore per completarlo, non ho voglia di mettermi a giocare una roba nuova che non conosco, e se poi non mi piace?

Mi ritrovo in questa specie di limbo dal quale spesso faccio fatica ad uscire per diversi mesi, tant’è che spesso mi passa proprio la voglia di giocare. In questi casi mi serve un gioco veramente al quale non posso rinunciare che mi catturi al 100% e mi faccia di nuovo apprezzare questo medium (credo che Elden Ring sarà il prossimo). Certe volte però vorrei sbloccarmi con qualcos’altro, magari di già uscito, ma proprio faccio fatica a farlo

Sarei curioso di sentire la vostra opinione, se vi siete già trovati in situazioni simili.

Oh sì, ho notato che per me non è la durata un deterrente, ma tutto quello che spesso circonda i giochi.
Non conosco nello specifico il tuo caso...ma per me sono i rampicanti attorno al videogioco che spesso mi bloccano.
io mi sono messo nell'abito mentale di non dover dimostrare nulla sui social, attraverso trofei o risultati online, non ho un backlog di tremila giochi, anzi. Quando ho voglia di un gioco, provvedo. Inutile fare la lista della spesa per me, ottengo l'effetto contrario, stimolandomi a non giocare. E poi sono piuttosto libero, per certi versi. Non faccio live su YT o Twitch per un pubblico, non devo fare "schedule" tipo:

Martedì dalle 19:30 alle 23:00 - Shin Megami Tensei PARTE 45
Mercoledì dalle 22:00 alle 23:00 - Giochiamo al MAME A 45 ROM
Giovedì dalle 12:00 alle 13:00 - Giochiamo a Mario Bros con i piedi mentre impastiamo una pizza


Non devo scrivere articoli di alcun tipo e non devo alimentare una piccola comunità online, che magari si aspetta sempre trasmissioni Twitch
(Anche se non quando mi chiamano per monografie o progetti strani sull'horror-gaming ci sono, conosco amici che sono praticamente dei jukebox di videogiochi)
Sono praticamente e completamente avulso al 90% delle attività ludiche di come un videogiocatore moderno vive la sua passione.
Non condivido cose sui social e non ho robe online che fanno dipendere la mia passione, non posto su Instagram i miei nuovi acquisti, oppure immagini del gioco, non corro a chiedere sul gruppo "VIRTUAL LOLI SUPREMACY" come è il gioco "VIRTUAL LOLI SUPREMACY" e non perdo tempo a chiedere a gente che l'ha giocato se potrebbe piacermi, allo stesso modo non chiedo aiuto e non guardo video recensioni dei sommi guru YT, non leggo nemmeno le recensioni dei portali videoludici, se non quando ho voglia. E via dicendo.
Facendo così, in maniera completamente naturale e non premeditata, la mia passione è piuttosto genuina, per così dire.
Puntualizzo che spesso non seguo nemmeno queste regole sopraindicate. Può capitare che passi del tempo su un forum, o che legga qualche parere sparso, o che ricorra a qualche parere di un giocatore, non è una costrizione.

Del resto, ognuno vive con un suo specifico ritmo interno, ci può essere il periodo in cui non gioco, oppure ci può essere il periodo in cui scrivo solamente :D
 

blak

Veterano
LV
1
 
Iscritto dal
26 Apr 2005
Messaggi
1,138
Reazioni
17
Medaglie
6
Questo thread mi parla all'anima.

Penso che età (31 anni qui, a brevissimo 32) e relativi stress/impegni relativi giochino un fattore-chiave.
Detto banalmente, credo che siamo semplicemente "stanchi", proprio fisicamente e mentalmente, e non ce la facciamo sempre ad iniziare nuovi giochi che sappiamo essere grossi impegnativi.
Oltre a questo, e qui si va molto sull'esperienza soggettiva, crescendo si diventa più impazienti ed i gusti si affinano: magari questo ipotetico nuovo gioco che non riusciamo ad iniziare fallisce nel darci ciò che vorremmo giocare "davvero", un qualcosa di idealizzato che magari nemmeno esiste, o magari esisterà ma tra mesi se non anni.

Non sottovaluterei nemmeno la pandemia che stiamo vivendo, soprattutto contando i lockdown dell'anno scorso, situazione in cui spesso videogiocare era l'unico svago se non soluzione per avere contatti "umani". Ma il troppo di tutto stufa e questo a me portò addirittura ad un burnout videoludico, tanto che non accesi la Play per numerose sere, preferendo film, leggere e perfino anticiparmi roba del lavoro.

Io personalmente, comunque, credo che l'interesse per un determinato videogioco sia come un mucchietto di tizzoni ardenti: per vedere una bella fiammata bisogna buttarci sopra qualcosa d'infiammabile.
Nel senso che l'interesse c'è, ma a volte si assopisce per stanchezza, stress e vari motivi, ed è un peccato sacrificare proprio un hobby a causa di una brutta giornata, no?
Quello che posso consigliare in tal caso, molto banalmente, è re-informarsi sul gioco in questione, guardare video gameplay, parlarne con chi lo sta già giocando, ecc.

Altri e ben più utili consigli che potrei dare sono già stati esaustivamente scritti sopra.

L'importante è non trasformare il videogiocare in una mera checklist.
Seguite l'istinto, rimandate quello che non pensavate di rimandare ed anticipate un gioco che potrebbe sorprendervi.

Poi oh, ci sono anche momenti in cui semplicemente ad uno non va di giocare e basta, può succedere. :asd:
 

rikfer

Apprendista
LV
0
 
Iscritto dal
20 Lug 2010
Messaggi
241
Reazioni
15
Medaglie
4
Anche io con i miei 35 anni spesso ho poca voglia di giocare soprattutto in estate dove potrei contare le ore che gioco sulle dita di una mano, poi con il ritornare del freddo ricomincio a macinare qualche ora durante la settimana, ma tutto deve essere naturale e senza alcun tipo di sforzo.
Purtroppo come detto già da altri lo stress dovuto a ciò che circonda gioca un ruolo piuttosto fondamentale e spesso ci toglie la voglia di giocare.
 
Top