Cosa c'è di nuovo?

Summertime Madness - Recensioni degli Utenti

ufficiale
Summertime Madness
Una dimostrazione di amore verso l'arte

Summertime Madness è un gioco d’avventura ed enigmi in prima persona sviluppato da Sometimes You.

La storia è ambientata a Praga, nel 1945, e ci metterà nei panni di un pittore che cerca di contrastare gli orrori della guerra che lo circondano con le sue opere magnifiche. Tutt’un tratto durante la notte una losca figura gli da la possibilità di entrare in uno dei suoi dipinti per poter evadere dalla cruda realtà e, ingenuamente, il nostro protagonista accetta. Ignaro di aver appena stipulato un patto con il diavolo. Ed è proprio nel dipinto che stava completando che inizia la nostra avventura nel mondo surreale creato dal nostro protagonista, portandoci ad esplorare paesaggi artistici mentre saremo impegnati a risolvere puzzle a volte diabolici.

La resa grafica del gioco è senza ombra di dubbio il suo punto forte, andando a sfruttare l’incipit del gioco per riproporre negli ambienti fedeli riproduzioni di opere di Van Gogh o Dalì, e per non farsi mancare nulla i ragazzi di Sometimes You hanno perfino inserito un’intera sezione di puzzle basata sulla “Relatività” di Escher.

Per la maggior parte del tempo saremo immersi in paesaggi luminosi e colorati che lo stile grafico del gioco riesce a rendere ancora più vividi. Ma ciononostante ci saranno sezioni di gioco in cui non mancherà occasione di ritrovarsi immersi in un’oscurità dove si riuscirà a scorgere solamente una statua nel centro della scena.

Il gioco si svolge interamente su un’isola che evolve continuamente man mano che si procede nella storia. Procedendo nell’esplorazione vedremo infatti apparire una nave, un castello, un faro e addirittura una città futuristica senza la guerra. Ogni scenario è unico e riesce a lasciare a bocca aperta il giocatore con il suo stile.

I puzzle che compongono il gioco, così come gli scenari, cambiano man mano che si procede nella storia, andandosi ad adeguare al contesto e al momento che stiamo vivendo nel gioco. Si parte dai classici puzzle a cui tutti siamo abituati, una leva apre una porta ma ne chiude un’altra e un’altra leva abbassa una piattaforma mentre ne alza un’altra. Ma questo è solo il riscaldamento per quello che attenderà il giocatore più avanti.

vDYkAqu.png

I ragazzi di Sometimes You hanno pensato a tutto, aggiungendo un sistema di aiuti che ci permetterà di capire più o meno come bisognerà muoversi. Ma a volte gli aiuti risulteranno più criptici dell’enigma stesso. Ma come ogni puzzle game che si rispetti, ogni enigma ha la sua logica, e una volta capita si potrà procedere senza intoppi, o quasi, verso i successivi. Bisogna solo capire che tutto quello di cui abbiamo bisogno è sotto i nostri occhi, anche se non sembra, così come sono sotto i nostri occhi i vari collezionabili sparpagliati per tutti gli scenari per la gioia dei completisti.

Alcuni enigmi però potrebbero mettere a dura prova la pazienza dei giocatori portandoli ad abbandonare il gioco prematuramente, ma col giusto tempo e ragionamento ogni ostacolo che viene messo nel nostro cammino potrà essere superato. Purtroppo, però, per quanto ben elaborati siano gli enigmi, man mano che si andrà avanti nel gioco ci si renderà conto di come la storia diventi sempre più un contorno agli stessi, ed è un peccato, visto che ogni paesaggio/quadro è volto a rispecchiare i sentimenti o un’emozione del nostro protagonista, vedere come venga data sempre meno centralità alla storia.

Il comparto sonoro è nella media, gli accompagnamenti musicali sono ben scelti e si abbinano bene al mood che ci circonda durante il nostro viaggio. La longevità del gioco rientra nella media dei walking simulator, un 6 ore se si affronta con calma il viaggio raccogliendo tutti i collezionabili sparsi o 2-3 ore se si pensa solo ad arrivare ai titoli di coda.

Per concludere, Summertime Madness è un gioco speciale e difficile da consigliare, in quanto alcuni enigmi potrebbero significare un abbandono del gioco per chi non è amante dei puzzle game. Ma è assolutamente impossibile negare l’amore per l’arte degli sviluppatori, le grandi citazioni che vengono fatte alle opere più famose o anche solo la possibilità di trovarsi all’interno di una riproduzione di esse vale per intero le 3/6 ore di gioco.


+ Ottimo stile grafico
+ Offre tutto sommato un giusto livello di sfida...


- ... nonostante ci siano picchi di complessità ingiustificati in alcuni enigmi

Summertime Madness è uno di quei giochi che può tenerti incollato allo schermo dall’inizio alla fine se riesce a toccare le tue corde, altrimenti risulterà l’ennesimo walking simulator da giocare sperando di arrivare subito alla fine.


VOTO: 6,5
 
Top