• Accedi o registrati per ottenere la migliore esperienza possibile del forum di SpazioGames (e senza banner pubblicitari).

Alert Topic Politico | Leggere il primo post prima di intervenire

Iscritto dal
12 Dic 2019
Messaggi
745
Medaglie
2
LV
0
 
In un Paese civile, il Ministro Speranza sarebbe sotto processo e in galera per evitare la fuga in Messico o altri Paesi
 
Iscritto dal
24 Gen 2021
Messaggi
70
LV
0
 
Sì, sia chiaro, ti ho citato per spiegargli quale fosse stato il discorso fino a quel punto, non per parlare di te alle spalle :sisi:

Beh, è sotto gli occhi di tutti che ovunque le forze nazionaliste si stiano facendo strada (mente altrove, come in Ungheria e Austria, hanno già fatto strada, e in Olanda la pressione sociale nazionalista s'è vista durante le trattative per il recovery fund). Ovvio che il "sentirsi più europei" non dovrebbe essere solo un caso isolato italiano, ma dovrebbe essere una cosa collettiva, di tutti: noi, dal canto nostro, potremmo votare quei partiti che vogliono il bene comune europeo, e non dare il 34% a chi, fondamentalmente, vuole uscire dall'Europa. Dico che si dovrebbe fare così perché penso che se fossimo davvero una comunità e non, come ora, dei conviventi che si odiano ma che stanno sotto uno stesso tetto, le cose potrebbero andare decisamente meglio. E dico questo anche perché trovo insensato dare il 34% a chi in Europa non fa nulla per creare legami con gli altri Paesi, per poi lamentarsi che l'Europa fa schifo.

Qui, uscendo dal discorso "comunità europea", posso anche essere d'accordo che dobbiamo cercare i nostri interessi, però ha senso fare accordi economici con chi ha ideali totalmente opposti ai nostri, e arricchendo queste medesime persone? È una cosa un po' raccapricciante. Poi oh, non so poi se sai illuminarmi su quali sarebbero questi accordi economici con la Turchia, nello specifico. Sul "difendere" i nostri interessi, sono d'accordo, infatti personalmente mi avrebbe fatto cagare quell'accordo commerciale per cui Obama spingeva, per importare i loro prodotti alimentari (aveva un acronimo, ma non lo ricordo proprio), e i nostri esportarli da loro (almeno, mi pare che l'accordo fosse una cosa simile, ma potrei sbagliarmi, non so se te ne sai di più), oppure quando nei supermercati italiani trovo più la frutta che viene dalla Spagna che la nostra (ma qui è una lamentela più di "pancia", visto che non conosco nello specifico i trattati).
Personalmente, per i motivi detti sopra, trovo parecchio vergognoso i silenzi degli altri leader :asd: anzi, in parlamento s'è fatta la voce grossa contro Michel: sono dei pagliacci.
Ripeto, il punto per me è che quelle critiche sono comunque intellettualmente oneste. Le avesse fatte a un Trump, per dire, avrei capito, e anch'io, per quanto detesto trump, sarei stato d'accordo con te. Ma Erdoğan è un maiale veramente :asd:
Non ti preoccupare, non me lo sono presa, guardavo dall'orizzonte aspettando il momento giusto per chiarire meglio questo discorso :asd:

Io mi chiederei più che altro perché i partiti nazionalisti stanno prendendo voti, l'europa come è adesso non funziona, lo dici pure tu. Potremmo tutti crederein un'europa migliore, ma, adesso come adesso, è un'utopia irrealizzabile, un po' tipo la pace nel mondo.
Il punto è: è meglio incaponirsi nel credere all'europa di adesso coi conviventi che si odiano, o si potrebbe cercare altre strade? Da lì nasce il mio "non dobbiamo sentirci per forza europei". Figurati se gli altri paesi si sentono europei - tranne quando fa comodo a loro, per esempio coi migranti.
Ormai non possiamo più uscire dall'europa per "cause di forza maggiore" purtroppo, ma, la domanda è, l'italia starebbe meglio in Europa o fuori dall'Europa? E' un discorso complicato, da cui non si può rispondere "o europa o si muore perché sì".

Ipoteticamente, fuori dall'europa saremmo i "cagnolini" di putin, usa o cina, e tra tutte le opzioni io crederei in quella che, come Italia, è meglio per noi - io non ne avrei idea onestamente - indipendentemente dalla situazione politica di quei paesi. Ripeto, quando berlusconi trattava con gheddafi per il petrolio, diceva "eh no meglio piuttosto spendere di più perché gheddafi è un dittatore" o guardava ai nostri interessi? Immaginati adesso conte trattate con assad o al sisi, piazzale loreto spostati.

Per la turchia, non si parla di accordi commerciali in sè tra stati, ma di relazioni tra aziende che chiuderanno per volere di erdogan dopo questa storia https://www.money.it/Turchia-dichiara-guerra-all-Italia, sono cmq entrate che diminuiscono.

Quello che mi ha stupito delle parole di draghi é che ci gioco la palla destra che, se lo sgarbo fosse stato fatto a un politico italiano, sarebbe stato zitto, anzi tutti avrebbero detto "fanno bene a prenderci per il culo"

tl;dr Sarebbe bello credere a un'europa unita e efficiente ma, visto che così non è, bisogna adeguarsi alla situazione e decidere quello che, come italia, è meglio per noi
 

Matteus

leader zone
area tech
Iscritto dal
7 Apr 2011
Messaggi
5,264
Medaglie
7
LV
2
 
Un conto sentirsi europei per valori e storia, un conto sentirsi parte di un apparato burocratico inutile e dannoso.

Se fino ad ora non ha funzionato l'UE gestita da socialisti, liberali e popolari, tanto vale provare con un'UE gestita da conservatori e vera destra che avrebbero più palle anche in situazioni come quella di erdogan.

A proposito, Le Pen sta per superare Macron nei sondaggi del ballottaggio :allegri:
 
Iscritto dal
12 Mar 2007
Messaggi
4,669
Medaglie
4
LV
0
 
Vuoi provare l'UE gestita dalla destra? Ci vivi dentro 😂

Ah, per sfizio: io l'UE socialista che socializza i mezzi di produzione e consumo, garantisce lavoro, salario, sanità e istruzione a tutti non me la ricordo.
 

Matteus

leader zone
area tech
Iscritto dal
7 Apr 2011
Messaggi
5,264
Medaglie
7
LV
2
 
Vuoi provare l'UE gestita dalla destra? Ci vivi dentro 😂

Ah, per sfizio: io l'UE socialista che socializza i mezzi di produzione e consumo, garantisce lavoro, salario, sanità e istruzione a tutti non me la ricordo.
Non è colpa mia se i partiti di sinistra hanno la scritta socialisti solo nel nome, che adesso si stanno trasformando in verdi ultra liberali
 
Iscritto dal
12 Mar 2007
Messaggi
4,669
Medaglie
4
LV
0
 
Ma infatti non ti ho dato la colpa di niente. Ho solo messo in luce che l'UE di socialista non ha mai avuto niente.

Anzi, secondo il tuo ragionamento, a sto punto sarebbe interessante vedere una UE davvero socialista visto che le altre le abbiamo viste ed erano tutte uguali.
 

Bubu

Divinità
Iscritto dal
11 Giu 2007
Messaggi
34,704
Medaglie
9
LV
2
 
Ma infatti non ti ho dato la colpa di niente. Ho solo messo in luce che l'UE di socialista non ha mai avuto niente.

Anzi, secondo il tuo ragionamento, a sto punto sarebbe interessante vedere una UE davvero socialista visto che le altre le abbiamo viste ed erano tutte uguali.
Ma quella andrebbe contro il capitale :asd:
 
Iscritto dal
26 Nov 2006
Messaggi
11,627
Medaglie
5
LV
1
 
Vuoi provare l'UE gestita dalla destra? Ci vivi dentro 😂

Ah, per sfizio: io l'UE socialista che socializza i mezzi di produzione e consumo, garantisce lavoro, salario, sanità e istruzione a tutti non me la ricordo.
Cartman te l'ho già detto in passato, non esiste solo la dx neoliberista.
 
Iscritto dal
12 Mar 2007
Messaggi
4,669
Medaglie
4
LV
0
 
Cartman te l'ho già detto in passato, non esiste solo la dx neoliberista.
E io ti ho risposto: esiste la destra fascista che, nel conflitto fra capitale e lavoro, assume le stesse posizioni della destra neoliberista, ossia la tutela del capitale. La differenza, minima, è nei mezzi di tutela dove la destra fascista non si preoccupa nel caso in cui debba usare la violenza per l'implementazione di misure economiche liberiste (tipo il Cile o l'Argentina degli anni '70/'80, così, tanto per fare nomi) e la destra neoliberista preferisce imbonire gli elettori non disdegnando la violenza quando gli elettori non si fanno imbonire (tipo la Tatcher).
 
Ultima modifica:
Iscritto dal
26 Nov 2006
Messaggi
11,627
Medaglie
5
LV
1
 
E io ti ho risposto: esiste la destra fascista che, nel conflitto fra capitale e lavoro, assume le stesse posizioni della destra neoliberista, ossia la tutela del capitale. La differenza, minima, è nei mezzi di tutela dove la destra fascista non si preoccupa nel caso in cui debba usare la violenza per l'implementazione di misure economiche liberiste (tipo il Cile o l'Argentina degli anni '70/'80, così, tanto per fare nomi) e la destra neoliberista preferisce imbonire gli elettori non disdegnando la violenza quando gli elettori non si fanno imbonire (tipo la Tatcher).
Non è il vero fascismo semicit.
 

Heinrich

Divinità
Moderatore
sezione calcio
Iscritto dal
6 Gen 2007
Messaggi
23,479
Medaglie
7
LV
1
 
E quale sarebbe il vero fascismo? No perché poi i nodi vengono al pettine e ripetere sempre le stesse cose non le rende vere.
La risposta di solito è: quello corporativista di piazza San Sepolcro. Che però poi è anche lo stesso che menava gli operai ed i contadini che scioperavano nel biennio rosso, su input dei padroni.
 
Iscritto dal
12 Mar 2007
Messaggi
4,669
Medaglie
4
LV
0
 
La risposta di solito è: quello corporativista di piazza San Sepolcro. Che però poi è anche lo stesso che menava gli operai ed i contadini che scioperavano nel biennio rosso, su input dei padroni.
Lo squadrismo nasce esplicitamente per menare gli operai e gli slavi che non gradivano il colonialismo italiano. E in questo il fascismo è sempre stato coerente e, anzi, tutti i fascismi di tutte le epoche vanno al potere per menare i lavoratori che pretendono condizioni migliori. Se uno dice "quello non era vero fascismo" quantomeno contraddice il fascismo stesso.
 
Iscritto dal
7 Ott 2009
Messaggi
49,409
Medaglie
9
LV
2
 
Non ti preoccupare, non me lo sono presa, guardavo dall'orizzonte aspettando il momento giusto per chiarire meglio questo discorso :asd:

Io mi chiederei più che altro perché i partiti nazionalisti stanno prendendo voti, l'europa come è adesso non funziona, lo dici pure tu. Potremmo tutti crederein un'europa migliore, ma, adesso come adesso, è un'utopia irrealizzabile, un po' tipo la pace nel mondo.
Il punto è: è meglio incaponirsi nel credere all'europa di adesso coi conviventi che si odiano, o si potrebbe cercare altre strade? Da lì nasce il mio "non dobbiamo sentirci per forza europei". Figurati se gli altri paesi si sentono europei - tranne quando fa comodo a loro, per esempio coi migranti.
Ormai non possiamo più uscire dall'europa per "cause di forza maggiore" purtroppo, ma, la domanda è, l'italia starebbe meglio in Europa o fuori dall'Europa? E' un discorso complicato, da cui non si può rispondere "o europa o si muore perché sì".

Ipoteticamente, fuori dall'europa saremmo i "cagnolini" di putin, usa o cina, e tra tutte le opzioni io crederei in quella che, come Italia, è meglio per noi - io non ne avrei idea onestamente - indipendentemente dalla situazione politica di quei paesi. Ripeto, quando berlusconi trattava con gheddafi per il petrolio, diceva "eh no meglio piuttosto spendere di più perché gheddafi è un dittatore" o guardava ai nostri interessi? Immaginati adesso conte trattate con assad o al sisi, piazzale loreto spostati.

Per la turchia, non si parla di accordi commerciali in sè tra stati, ma di relazioni tra aziende che chiuderanno per volere di erdogan dopo questa storia https://www.money.it/Turchia-dichiara-guerra-all-Italia, sono cmq entrate che diminuiscono.

Quello che mi ha stupito delle parole di draghi é che ci gioco la palla destra che, se lo sgarbo fosse stato fatto a un politico italiano, sarebbe stato zitto, anzi tutti avrebbero detto "fanno bene a prenderci per il culo"

tl;dr Sarebbe bello credere a un'europa unita e efficiente ma, visto che così non è, bisogna adeguarsi alla situazione e decidere quello che, come italia, è meglio per noi
I vari Salvini nascono perché manca la risposta comunitaria ai bisogni dei singoli stati. Sono (anche) un sintomo dell'Europa che non funziona, e la risposta, sempre che non sia d'accordo con loro, e con ciò che rappresentano (perché Salvini non è solo "prima gli italiani" rispetto ai cittadini degli altri stati europei), non può secondo me essere quella di dargli il 34% alle europee. Certo, il 34% non lo raggiunge dal nulla, ma anche per una (quasi, per quel che mi riguarda) totale assenza di un'idea di futuro europeo che possa convincere le persone.
Poi l'idea di fare senza l'Europa, con la Cina che mo si compra (colonizza) l'Africa, la Russia e gli stati uniti che non hanno bisogno di presentazioni non la vedo come la soluzione migliore: non ci vedo competitivi, anche perché, già solo con la nomina di Savona, potrei ricordare male, ma la borsa non reagì molto bene :hmm: però sì, concordo col dire che sul discorso "come staremmo fuori dall'Europa" siamo sul campo delle ipotesi: per me non staremmo meglio, ma, come hai detto tu, saremmo alla mercé dei big: per te sarebbe meglio, per me no, perché preferirei puntare in una situazione in cui si tratta fra eguali (e non dico quella attuale lo sia), che essere i cagnolini di qualcuno.
Sul discorso di Berlusconi mai detto essere una cosa particolarmente positiva; per me siamo alla stregua del vendere armi: una cosa sicuramente positiva per le nostre casse, però sì, va :asd: però fammi capire una cosa: se in qualche modo un accordo con la Corea del Nord potesse essere vantaggiosa per noi, tu saresti d'accordo con creare dei rapporti di interesse (interesse ch esi trasformerebbe in guadagno per la Corea) con un Paese come quello?
Su quanto sottolineato non ne sono sicuro: Draghi non mi dà l'idea di uno che china la testa :unsisi: (anche perché, per ricoprire le cariche che ha ricoperto, sicuramente non può esserlo).
Tu dici che bisogna adattarsi alla situazione e comportarsi di conseguenza, io dico che invece bisogna reagire :sisi:
 
Iscritto dal
7 Mag 2008
Messaggi
17,994
Medaglie
6
LV
1
 

Un ridicolo pagliaccio alla frutta, spero donino le manette al figlio
Come storia insegna si è giustizialisti (così come a sostegno del capitale, dei tagli alla spesa pubblica, ecc...) solo fin quando non si viene toccati in prima persona :sisi:
 
Top
AdBlock Rilevato

La pubblicità talvolta disturba, lo sappiamo!

Questo sito non potrebbe esistere senza qualche inserzione pubblicitaria, ma lavoriamo ogni giorno per rendere l'esperienza utente la più fluida ed interattiva possibile, e ciò vale anche per gli annunci promozionali. Non saranno mai invasivi od invalidanti, quindi ti chiediamo la cortesia di disattivare l'AdBlock per poter navigare. Grazie di cuore.

Ho disattivato AdBlock