Cosa c'è di nuovo?

Ultimo Film Visto | Consigli e Domande Inside

  • Autore discussione Staff Cinema
  • Data d'inizio

Quinlan

...
LV
1
 
Iscritto dal
23 Feb 2010
Messaggi
1,072
Reazioni
83
Medaglie
5
Boh, sarà che dopo il sacrificio del cervo sacro mi aspettavo Dio in terra, ma mi hanno lasciato l'amaro dogtooth e la favorita. Vedrò the lobster perché dicono sia bellone, però buh :(
Cavolo io l'avevo odiato Il cervo sacro :asd:, Dogtooth e La favorita sono due buoni film invece anche se personalmente ho perso sintonia con quel tipo di autorialità algida alla Haneke...
the lobster no no no no
...The Lobster è il mio preferito comunque. :asd:
 

dante3vergil

LV
2
 
Iscritto dal
7 Ott 2009
Messaggi
51,804
Reazioni
1,327
Medaglie
10
Cavolo io l'avevo odiato Il cervo sacro :asd:, Dogtooth e La favorita sono due buoni film invece anche se personalmente ho perso sintonia con quel tipo di autorialità algida alla Haneke...

...The Lobster è il mio preferito comunque. :asd:
Sarò sacrilego per alcuni, ma mi ha dato le stesse vibe che ho provato per Mulholland Drive: non mero intrattenimento ma qualcosa di più.
Comunque gli altri due non dico siano brutti film, ma solo "carini". Non li rivedrei insomma. Vedrò the Lobster :sisi:
 

Francescoc

Divinità
LV
2
 
Iscritto dal
3 Apr 2008
Messaggi
4,835
Reazioni
803
Medaglie
7
Pareri su the menu ?
 

Togg

Divinità
LV
1
 
Iscritto dal
21 Giu 2007
Messaggi
10,502
Reazioni
85
Medaglie
6
prendo sempre il vegetariano
 

ken-chan90

Professionista
LV
0
 
Iscritto dal
2 Ago 2008
Messaggi
793
Reazioni
69
Medaglie
4
In Bruges

Avevo intuito durante la visione che il regista era lo stesso di 7 Psychopaths che mi è piaciuto molto, questo è un gradino sotto ma comunque un ottimo film. Molto bella l'atmosfera della città, lo svolgimento rocambolesco (anche se a tratti forzato) e la comicità/originalità dei dialoghi.

Voto 8.
 

Maelstorm

Duca di Fisternaz
LV
2
 
Iscritto dal
11 Mag 2010
Messaggi
9,036
Reazioni
311
Medaglie
8
800 Eroi.

Film di guerra che ho scoperto per caso da Mediaworld guardando le ultime uscite brd e dvd.

E' uscito in Italia un annetto fa, ed è ambientato durante la battaglia di Shanghai nel 1937 tra i soldati giapponesi e l'esercito popolare per difendere una fabbrica di munizioni ed ultimo baluardo della resistenza dall'invasione nipponica.

La trama è interessante essendo fatti quasi sconosciuti a noi occidentali, non ci sono personaggi memorabili, e tanti riferimenti alla cultura cinese non gli ho colti.

Ci sono però alcune scene crude come violenza esplicita ma non tante come si può immaginare da un film del genere.

E' uno Stalingrad cinese ma decisamente fatto meglio del film russo del 2013.

Voto: 7,5
 

Francescoc

Divinità
LV
2
 
Iscritto dal
3 Apr 2008
Messaggi
4,835
Reazioni
803
Medaglie
7
Nel mio gruppetto è piaciuto a tutti, 1h50 volate

A me è piaciuto, cioè mi ha intrattenuto; però mi ha lasciato dentro di me qualcosa di contrastante
Mi sembra un pò grottesco che nessuno reagisca, o provi a combattere pena la morte, accettano tutto e muoiono come dei pirla. Voglio dire, armi non se ne sono viste. Poi che tutti gli chef accettino di morire ? Uhm...non so. Sarà voluto però bho. Lo stesso film senza grandi attori avrebbe reso ? Non so
 

Il Primo Colonizzatore

O la Pietra Desolata
LV
2
 
Iscritto dal
16 Feb 2016
Messaggi
2,853
Reazioni
983
Medaglie
8
Bones & All​
In questo periodo di tempo ho recuperato gran parte della filmografia di Guadagnino, il regista italiano più odiato in Italia e più amato dagli americani vivente. Considero We Are Who We Are, la sua miniserie tv andata in onda due anni fa, come il suo miglior lavoro. Avevo parecchio hype per questo film e devo dire che alla fine mi è piaciuto nella sua follia e trama quasi no-sense che però serve a racchiudere una metafora bellissima. Aggiungo inoltre che credo abbia il miglior sangue che abbia mai visto, una roba che nemmeno Tarantino o alcuni maestri dell'horror
 

Viscaccia

Endure and Survive
LV
2
 
Iscritto dal
25 Ott 2009
Messaggi
7,793
Reazioni
1,199
Medaglie
7
Visto ieri Violent Night, carino come impostazione, peccato che poi non diventi ne carne ne pesce e che si vada a parare sempre lì, bastava insistere un pò di più sugli spunti.
 

Divodark

Master of forum
LV
2
 
Iscritto dal
29 Gen 2012
Messaggi
2,480
Reazioni
295
Medaglie
12
Ho visto Jungle, del 2017, su PrimeVideo con Daniel Radcliffe (si, QUEL Daniel Radcliffe).
Film tratto dalla storia vera di Yossi Ghinsberg. Mi è piaciuto molto pertanto lo consiglio.
 

Quattro

4
LV
2
 
Iscritto dal
1 Ago 2008
Messaggi
5,387
Reazioni
140
Medaglie
7
Non sto vedendo molto in questo periodo, se accendo la TV è solitamente per recuperare Better call Saul o per qualche episodio di Malcolm in the middle. :dsax: A ottobre mi ero fatto una settimana di Rarovideo e l'ho usata per recuperarmi un bel pezzo di filmografia di Tsukamoto, di cui fino ad allora avevo visto solo Tetsuo. Ora è passato un po' di tempo e mi sembra di non avere molto da dire a riguardo, il che è quasi paradossale considerando quanto estremi tendano a essere sia nei soggetti che nella forma. Invece li sto dimenticando molto in fretta... problema mio o dei film?

Killing – Shinya Tsukamoto, 2018. Ben realizzato e coreografato, la storia è piccolina piccolina ma va bene così. Certo fa un pochino ridere quanto le cose degenerino data la semplicità delle premesse ma capisco sia un po' il punto del film.

A snake of june – Shinya Tsukamoto, 2004. Un bel soggetto, alcune scene non mi sono ben chiare, non mi è piaciuta tanto la fotografia monocromatica. Forse più interessante la prima parte della seconda. Sembra molto più lungo di quanto non sia in realtà (un'ora e spiccioli).

Tokyo fist – Shinya Tsukamoto, 1995. Figo anche se dopo un po' i personaggi e le urla iniziano a farsi monotoni.

Bullet ballet – Shinya Tsukamoto, 1997. Anche qui prima parte che mi stava piacendo molto, poi se non ricordo male si incanala in un intreccio vendicativo-gangsteroso più convenzionale e ho perso un po' di interesse.

Vital – Shinya Tsukamoto, 2004. Hmm non ricordo molto... è ok?

Kotoko – Shinya Tsukamoto, 2011. Riesce bene a trasmettere un certo senso di terrore nel non poter fidarsi della propria stessa mente. Sconfina però un po' nella pornografia del dolore, e mi è sembrato che a un certo punto tutte quelle urla e quel sangue servissero più che altro a compensare il fatto che più o meno il soggetto era già stato esaurito.

Unici altri due film visti:

Under the shadow – Babak Anvari, 2016. Ben realizzato, non spaventa più di tanto ma si lega bene al contesto storico e sociale il che è sempre ben accetto.

Licorice pizza – Paul Thomas Anderson, 2021. Visto distrattamente, molto lungo e abbastanza episodico, personaggi odiosi ma comunque interessante vedere questi due personaggi opposti fra loro e opposti rispetto a tutti i loro coetanei, lei grande ma emotivamente e socialmente problematica, lui piccolo ma dotato di un estro imprenditoriale e un talento sociale al limite dell'inverosimile. Probabilmente dovrei rivederlo per giudicarlo. Forse un po' fine a sé stesso e con qualche giro a vuoto ma in ogni caso non banale.
 

DJsparco

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
26 Nov 2009
Messaggi
3,205
Reazioni
966
Medaglie
5
Mi ricordo che c'è una sezione cinema solo per commentare film della minchia :asd: dovrei ricordarmelo più spesso.

Nurse ( 2014)

Tutto il film è un enorme scusa per mostrare fregna a più non posso ( ne ero abbastanza consapevole, per quello l'ho visto :asd:)
Tutte le infermiere sono ultrafregne ( solo una non lo è, ossia quella a cui è riservato il ruolo di siparietto comico) vestite da classiche infermierini porno ( autoreggenti ecc..) docce, spogliatoi. E poi c'è lei, paz de la huerta, vestiti trasparenti anche quando non lo sono, riesce a sculettare anche da seduta, sguardi, modo di parlare, isomma grida sesso da ogni poro. Ogni sua inquadratura ( con anche patata gratuita a caso, il film è quello l'ho detto) è porno anche si stesse scaccolando.
E niente il film questo è. Come ogni "porno" che si rispetti ( questo non lo è nemmeno in versione soft) della trama non importa a nessuno, nemmeno al regista.
 

Viscaccia

Endure and Survive
LV
2
 
Iscritto dal
25 Ott 2009
Messaggi
7,793
Reazioni
1,199
Medaglie
7
Mi ricordo che c'è una sezione cinema solo per commentare film della minchia :asd: dovrei ricordarmelo più spesso.

Nurse ( 2014)

Tutto il film è un enorme scusa per mostrare fregna a più non posso ( ne ero abbastanza consapevole, per quello l'ho visto :asd:)
Tutte le infermiere sono ultrafregne ( solo una non lo è, ossia quella a cui è riservato il ruolo di siparietto comico) vestite da classiche infermierini porno ( autoreggenti ecc..) docce, spogliatoi. E poi c'è lei, paz de la huerta, vestiti trasparenti anche quando non lo sono, riesce a sculettare anche da seduta, sguardi, modo di parlare, isomma grida sesso da ogni poro. Ogni sua inquadratura ( con anche patata gratuita a caso, il film è quello l'ho detto) è porno anche si stesse scaccolando.
E niente il film questo è. Come ogni "porno" che si rispetti ( questo non lo è nemmeno in versione soft) della trama non importa a nessuno, nemmeno al regista.
Prendo nota
 

Darton

leader zone
entertainment
LV
2
 
Iscritto dal
6 Gen 2010
Messaggi
22,511
Reazioni
388
Medaglie
19
Petite Maman
Un racconto atipico del rapporto tra una madre e una figlia, l'elaborazione di un lutto, lo scardinamento dei ruoli socio-famigliari. Tantissime le tematiche rintracciabili in questo breve film girato durante la pandemia. Una scrittura perfetta messa in scena da giovanissime intrepreti di grande talento. A volte per trovare se stessi bisogna trovare l'altro e lo sguardo di un bambino può essere più onesto e profondo di quello consumato di un adulto.
Dopo "Bande de filles", è forse il film che ho preferito della Sciamma.
 

Togg

Divinità
LV
1
 
Iscritto dal
21 Giu 2007
Messaggi
10,502
Reazioni
85
Medaglie
6
Cluny Brown, Lubitsch
Bellino. Si tira un po' narrativamente con la campagna. La critica sociale è pungente ed impeccabile e sostiene una coppia protagonista un po' leggera nei desideri. Diciamo che entrambe i lati (positivo e negativo) mancano un po' di mordente.
 

Togg

Divinità
LV
1
 
Iscritto dal
21 Giu 2007
Messaggi
10,502
Reazioni
85
Medaglie
6

Divodark

Master of forum
LV
2
 
Iscritto dal
29 Gen 2012
Messaggi
2,480
Reazioni
295
Medaglie
12
Visto Causeway, su Apple TV. Jennifer Lawrence si conferma più portata per questo genere di film indipendenti (come in Winter's Bone del 2010) piuttosto che per le grandi produzioni.
Pelliccola dal ritmo lento, riflessivo e compassato. Delicato e toccante al tempo stesso ma senza nessun guizzo.
Nel complesso si è fatto apprezzare.
 

Togg

Divinità
LV
1
 
Iscritto dal
21 Giu 2007
Messaggi
10,502
Reazioni
85
Medaglie
6
Tokyo-Ga, Wim Wenders
Un'ode gigantesca a Ozu. Fortunato perché ha 4 incontri umani non da poco nel suo film. Tutto il mondo stava a Tokyo.
 
Top