• Accedi o registrati per ottenere la migliore esperienza possibile del forum di SpazioGames (e senza banner pubblicitari).

Vela: 36th America's Cup

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
Ci siamo sta per cominciare un'altra avventura per Luna Rossa , il 15 Gennaio 2021 comincer'à la 36esima America's Cup gara di Regate in Round Robin, la più antica competizione sportiva del mondo la cui prima edizione si svolse nel 1851 , ovvero 170 anni prima .

Quest'anno ci sono diverse novità , anzitutto si tratta di una classe nuova AC75 ovvero classe America's Cup 75 ovvero si torna ai monoscafi dopo due edizioni sui catamarano ,veloci , belli da vedere, ma le competizioni erano poco spettacolari , sostanzialmente chi partiva primo vinceva .

Si è quindi deciso di tornare ai monoscafi , ma non si possono ignorare le nuove invenzioni e scoperte , queste barche hanno i foils come li avevano i catamarani, i foils sono delle alette poste su dei sostegni fuori bordo che le tengono in acqua e grazie al loro profilo, letteralmente la sollevano dall'acqua riducendo in modo significativo l'attrito , le vele sono fissate al ponte e sono profilate come le ali d'aereo sicchè il vento non si limita più a spingerle , crea invece portanza e ciò conferisce loro più velocità del vento stesso , anche con vento contrario .Le alette dei foils a loro volta sono profilate e sono modificabili , anche loro creano portanza facendo si che il flusso dell'acqua contribuisca al sollevamento della barca, hanno alettoni mobili come i flaps degli aerei per tenerle in posizione durante le manovre e l'ondulamento dovuto all'acqua.
Le velocità che riescono a sviluppare sono clamorose , con un vento medio-debole di 9 nodi (16 kmh) queste barche toccano i 28 nodi (51 kmh) di bolina ovvero RISALENDO il vento e 38 nodi (70 kmh) di poppa , ma il limite teorico oltre il quale non si regata è 20 nodi di vento sul campo di regata , un vento col quale queste barche toccherebbero i 50 nodi col vento in poppa ovvero 92 kmh .
parliamo di BARCHE A VELA e già con venti medio/deboli , i gommoni a motore degli Umpires, i giudici di regata, faticano a star loro dietro .
Un solo foil resta in acqua quello opposto al vento il secondo viene sollevato per fare da contrappeso , una volta i marinai si sporgevano fuori bordo per fare da contrappeso , ora lo fa il foil , i marinai portano caschi e tute aerodinamiche
images


Quest'anno oltre al Defender New Zealand partecipano il Challenger of Record ovvero il Primo Sfidante Luna Rossa a cui si sono aggiunti Ineos Team UK sul Britannia e l'American Magic del New York Yacht Club per gli Stati Uniti .

Quest'anno ci saranno 3 soli sfidanti contro i 12 di alcune edizioni passate , i 3 Challengers si sfideranno in 4 Round Robins in ognuno dei quali ogni Challenger affronterà gli altri due , alla fine dei 4 Round Robin , il primo in classifica sarà il primo finalista della Prada Cup (la selezione sfidanti una volta era la Louis Vuitton Cup) mentre gli altri due si sfideranno al meglio delle 7 regate , il primo che arriva a 4 vittorie sarà il secondo finalista e affronterà il primo finalista in una sfida al meglio delle 13 regate , chi ne vince 7 competerà contro il Detentore New Zealand nella America's Cup vera e propria

Le Barche sono tutte diverse, essendo una classe tutta nuova non c'erano standards di riferimento e gli ingegneri progettisti hanno avuto differenti approcci nello sviluppo delle barche , chi ha voluto una chiglia più piatta, chi sagomata , chi ha voluto foils più larghi , chi più lunghi, chi più corti ogni soluzione comporta vantaggi e svantaggi rispetto alle diverse condizioni di mare e/o vento , ogni sfidante può avere tre sets di foils , Luna Rossa ne ha svelati solo 2 fino ad ora , particolare interessante il Britannia è l'unico che ha scelto di avere ancora un boma classico invece di fissare la randa al ponte come gli altri

pochi giorni fa ci sono state le World Series sempre ad Aukland NZ , per testare le barche in vista degli ultimi ritocchi, le ha vinte New Zealand davanti agli USA e a Luna Rossa,, ultimi gli Inglesi, ma hanno avuto molti problemi .

Le gare sono estremamente spettacolari , basta un calo di vento anche minimo per veder restringere un distacco anche di 400 metri in pochi secondi, come ho detto queste barche viaggiano molto veloci
 
Ultima modifica:

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
Questo il programma della Prada Cup , la selezione del Challenger la prima regata comincia alle 3:00 del mattino la seconda a seguire, ovviamente senza orario perchè dipende dalla durata della prima, ma comunque con queste barche il tempo limite per finire una regata è di 45 minuti , ai tempo del Moro di Venezia (quando ho cominciato a segure la Coppa America io) era di 4 ore , sono previsti sei lati di regata tre di bolina (verso la direzione del vento e tre di poppa (che però in realtà sono lati di lasco (col vento laterale sia verso che in direzione del vento) perchè queste barche danno il meglio col vento laterale ,Te Reuthai New Zealand ha toccato i 56 nodi ovvero 101 kmh)
Ma se la regata si protrae uno o due lati si possono eliminare per rimanere nei tempi


I nomi delle Barche ogni team può averne al massimo due
Defender
Emirates Team New Zealand -Te Reuthai

Sfidanti
(CoR Challenge of Record ) Consorzio Luna Rossa Prada Pirelli - Luna Rossa
American Magic - Patriot
INEOS Team UK - Britannia
C'erano anche altri 5 sfidanti, tre dei quali accettati un'altra Americana, una Danese ed una Francese , ma si sono ritirati per varie ragioni , costi di gestione, non accettazione delle nuove barche/regole o semplicemente perchè la tecnologia era fuori portata , almeno in tempi brevi (solo 2 anni per progettare costruire e rifinire le nuove barche, a metà Maggio di quest'anno i sostegni dei foils erano ancora in collaudo)

Ecco il collaudo deigli "arms " da regolamento uguali per tutti e tutti costruiti dall'Italiana Persico Marine SpA

Fonte


Come potete vedere ognuno dei sostegni può sostenere fino a 31 tonnellate prima di rompersi , le barche pesano 6,5 tonnellate più equipaggio , più vele si arriva più o meno a 9, 5 tonnellate , quindi ognuno dei braccetti può sostenere oltre il triplo del peso della barca a pieno carico e lo sostiene anche in torsione durante le virate
 
Ultima modifica:

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
Questa notte alle 3 ci sono state due Regate del primo Round Robin : American Magic contro Ineos Team UK e a seguire INeos Team UK contro Luna Rossa nella sorpresa generale Britannia ha vinto entrambe le regate per distacco , diciamo che hanno vinto le partenze e scelto il lato del campo di regata giusto, il vento non ha mai girato e questo ha dato agli Inglesi un vantaggio enorme e decisivo , ma ,come spesso in Coppa America ,c'è lo strascico , un ricorso di Luna Rossa contro Ineos per aver fissato la Randa (ovvero la vela motrice, quella grande dietro ) al Boma (il sostegno per la base della vela che permette di ruotarla a seconda della direzione del vento sulla barca e che è fissato all'albero ) in modo non regolamentare (potrà sembrare poco ma questo facilità le manovre e il controllo della vela è già un vantaggio sulle barche a vela normali figuriamoci su questi siluri è un pò come avere un controllo irregolare sulle ruote in curva in Formula Uno) ebbene Luna Rossa ha vinto il ricorso quel fissaggio è irregolare , I giudici però han deciso di assegnare ugualmente le vittorie al Challenger Inglese per due ragioni, la prima è che a questo stadio della competizione è poco influente e dato che al controllo della barca i Giudici non se ne erano accorti e l'avevano approvata , questo potrebbe scatenare una serie di ricorsi e contro ricorsi che a questo stadio della competizione sarebbe deleterio , comunque gli Inglesi dovranno trovare una soluzione alternativa a partire da stanotte.

Da Notare che prima ancora di cominciare c'è stato un ricorso anche contro Luna Rossa per via delle volanti di poppa ovvero due stralli (cavi in pratica) che servono a ruotare l'albero per allineralo meglio se occorresse, cosa che con queste barche non si usa

Per questo motivo Luna Rossa le aveva intubate all'interno dello spazio fra le due vele che compongono la Randa in modo da toglierle di mezzo visto che hanno comunque resistenza aerodinamica e il regolamento prevede che ci debbano essere anche se non obbliga necessariamente a fissarle , comunque Luna Rossa per evitare di perdere a tavolino le ha montate in modo classico in queste prime regate.

Comunque si sa in Coppa America , da sempre, non si compete solo in acqua , come è noto, "there's no second"
 
Ultima modifica:

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
Questa notte invece erano in programma l'ultima regata del primo Round Robin Luna Rossa- American Magic e la prima del secondo Ineos UK -American Magic domani invece ci saranno le ultime 2 del secondo Round Robin Luna Rossa -Ineos UK e Luna Rossa-American Magic , nel prossimo week end invece si correranno gli ultimi due Round Robin prima selezioni ad eliminazione.
Comunque ho visto solo la prima a causa del ritardo annunciato per la seconda gara ,per il vento debolissimo fra i 6.5 e gli 8 nodi al limite per poter partire , il limite minimo infatti è 6,5 al di sotto di quel vento infatti queste barche non possono sollevarsi dall'acqua , per farlo la velocità minima che devono raggiungere è intorno ai 18 o 20 nodi dipende dalle dimensioni e quindi della portanza dei foil ossia il triplo della velocità del vento minima, ma una volta partiti se il vento cala la gara non si interrompe si continua a navigare in "dislocamento" ovvero galleggiando sull'acqua invece che in foiling ovvero volandoci sopra , il ricorso contro la rimozione degli Stralli di Poppa , le volanti, ha dato torto a Luna Rossa che marcatamente li aveva montati laschi ovvero molli per dimostrare che non le servono anche se così fanno maggiore resistenza aerodinamica che se fossero cazzati ovvero fissati rigidi

Luna Rossa ha vinto contro American Magic con un margine di oltre 5 minuti che è il distacco massimo consentito all'arrivo, se si è oltre la gara finisce così , quando luna Rossa è arrivata gli Americani avevano appena superato la boa di Bolina ed erano in dislocamento , un intero lato di distacco , è stata una regata strana con una partenza strana vinta da Luna Rossa perchè gli Americani hanno tentato una manovra di disturbo cercando di infliggere una penalità su Luna Rossa, ma così facendo han dovuto virare bruscamente e a causa del vento leggerissimo sono scesi dal foil senza riuscire a decollare di nuovo Luna Rossa invece era in volo , non ha subito penalità, ma se anche l'avesse avuta non avrebbe perso il vantaggio che aveva con gli avversari costretti in acqua , dopo la partenza Luna Rossa ha prima cercato il vento e dopo il primo incrocio ha cercato di controllare l'avversario guadagnando costantemente così facendo però ha perso il vento ed è scesa dai foil , gli Americani invece si sono spostati trovando vento, recuperando 600 metri ed andando in vantaggio di 400 , sembrava la replica della gara con New Zealand alle World Series , poi però Luna Rossa ha abbandonato l'avversario e ha cercato il vento e a quel punto non l'ha più marcato cercando invece di rimanere nella brezza per quanto possibile ed è così che ha vinto in 38 minuti di gara

L'altra regata invece è stata vinta da Ineos UK contro American Magic in 43 minuti , appena 2 minuti prima della scadenza del limite che è di 45 minuti

Al Momento la Classifica vede

Ineos UK Team - Britannia 3-0
Luna Rossa 1-1
American Magic- Patriot 0-3


Ah dimenticavo fino a questo punto Luna Rossa è stata la barca che ha raggiunto la velocità maggiore in regata avendo toccato i 48 nodi , stanotte però la supereranno di sicuro sono infatti previsti venti fra i 20 e i 25 nodi, il limite massimo opposto a quello di stanotte
 
Ultima modifica:

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
Nell'ultima regata, che non ho commentato, Patriot ha scuffiato male , lo scafo si è sfondato e quasi affondava , il tutto è avvenuto per un errore umano, più d'uno in realtà , il timoniere Dean Barker e il trimmer che non ha smollato la volante di sottovento cosa che ha impedito alla randa di ruotare completamente e di fare invece da leva al vento sulla parte poppiera della barca abbassandola a questo si aggiunge un colpo di vento forte arrivato al momento sbagliato che ha fatto il resto, la barca poggiava in uscita dal giro di boa era in accelerazione e viaggiava a 45 nodi (83 kmh) in quel momento , Bruni su Luna Rossa invece è andato larghissimo e ha messo la barca in acqua per rallentare la barca ed evitare quella raffica
Post unito automaticamente:

La situazione ora è
Ineos Team UK- Britannia 4-0
Luna Rossa 2-2
American Magic - Patriot 0-4

American Magic si è ritirato dai Round Robins perchè oggettivamente non era possibile rimettere a posto la barca in tempo per Giovedì e gareggiare , l'altra barca che hanno Defiant è stata cannibalizzata per perfezionare Patriot e neanche quella è recuperabile in tempo quindi le 4 gare cui dovrebbero partecipare sono perse in partenza o meglio, no per regolamento si prendono punti solo se si partecipa alla regata quindi ci saranno le "regate Fantasma" ovvero una barca si presenta al via, parte e viene fermata dai giudici che prendono atto che la barca partecipante è in grado di navigare e che l'avversario non si è presentato e quindi assegnano ufficialmente il punto. Di regate vere ci saranno solo le due sfide fra Luna Rossa e Ineos UK una Sabato alle 16 locali ovvero le 4 di notte fra venerdì e sabato in Italia e la seconda domenica alla stessa ora ovvero le 4 del mattino fra sabato e domenica da noi.

Luna Rossa può ancora vincere le selezioni e qualificarsi direttamente in finale di Prada Cup , per farlo deve battere due volte Ineos per finire in parità , ma da regolamento in caso di parità, vale l'ultima regata vinta quindi se Luna Rossa vincesse entrambe le regate , e lo può fare, vincerebbe anche la selezione , viceversa ad Ineos basta vincerne una per essere irraggiungibile in classifica.

La perdente affronterà American Magic al meglio delle 7 regate ovvero la prima che ne vincerà 4 passerà il turno e sarà la seconda finalista per disputare la Prada Cup vera e propria.

E' una situazione peculiare in cui una barca tecnicamente ritirata sia in realtà ancora in gara , accade perchè le barche sono solo 3 se fossero state di più avremmo salutato gli Americani dal molo
Post unito automaticamente:

Nonostante Luna Rossa sia ritenuta una barca da venti leggeri e Patriot e Britania siano invece barche da venti medio forti anche nella terza giornata di gare Luna Rossa è stata la più veloce del lotto, ha infatti superato i 46 nodi durante le gare ovvero 87 kmh
 
Ultima modifica:

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
Altra regata con Ineos e altra sconfitta , il vento girava molto, ma le barche erano molto vicine all'ultima boa il distacco era di 1 secondo e fino a quel momento non ha mai superato i 16 secondi, dopo l'ultimo incrocio col traguardo a 400 metri circa essendo passati dietro a Ineos luna Rossa ha mollato è scesa dai foils poi è ripartita ed è arrivata a 31 secondi , ma fino all'incrocio era 1 secondo indietro.

Nuovo record di velocità in gara all'inizio della seconda poppa Ineos ha toccato i 50,29 nodi contro i 49,37 di Luna Rossa 93 kmh e 91,400 kmh rispettivamente il vento era fra 13 e i 15 nodi ossia tra i 24 e i 27 kmh con punte a 18 ovvero 33 kmh (un nodo corrisponde ad un miglio nautico 1,852 km che a sua volte corrisponde ad un grado di spostamento all'orizzonte)

è stata giudicata dagli esperti una delle più spettacolari regate nella storia della coppa con ben 9 cambi di posizione in testa , barche vicinissime
 

SummerStorm

Surfer & Sailor
Iscritto dal
11 Nov 2007
Messaggi
29,507
Medaglie
8
LV
1
 
Dorsai non disperare, ci sono pure io che la seguo, sono velista dalla nascita. Hai visto stanotte?
 

Koyomi Araragi

Purple Lightning
Iscritto dal
20 Mar 2014
Messaggi
6,734
Medaglie
9
LV
2
 
Mio padre se la sta vedendo, stamattina esultava manco avessimo rivinto lo scudetto dopo 30 anni :rickds:
 

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
Dorsai non disperare, ci sono pure io che la seguo, sono velista dalla nascita. Hai visto stanotte?
Ovviamente si e ho goduto come un riccio
Post unito automaticamente:

Mio padre se la sta vedendo, stamattina esultava manco avessimo rivinto lo scudetto dopo 30 anni :rickds:
e ne aveva motivo, anche se va detto i sia i giornali Italiani che quelli britanici spingevano non poco sul lato polemico che fra i competitors in realtà non c'è , si conoscono bene e sanno anche che non sono moltissimi i syndacates con reali possibilità di competere ad alto livello , Luna Rossa è uno di questi ,4 volte in finale Challenger in 5 sfide , lo stesso Scott Giles era con Luna Rossa nel 2013 ed a suo dire ai tempi era un inesperto che stava imparando , Max Sirena era già lì poi da lì è passato ad Oracle nel 2015 e ha vinto e nel 2017 Luna Rossa ha ritirato la sfida per protesta perchè gli Americani avevano cambiato le regole all'ultimo momento e Max Sirena insieme a diversi altri è passato a New Zealand vincendo di nuovo .

Ma sopratutto l'italia o meglio gli Italiani hano un ruolo di primo piano in Coppa America e nella sua storia non oso dire sin dai tempi di Azzurra nel 1982 , ma quasi , Oltre all'ormai leggendario Moro di Venezia che fu il primo sfidante non Anglosassone a partecipare alla sfida e alla stessa Luna Rossa che con la vittoria contro America One in Vuitton Cup nel 2000 fu protagonista della prima Coppa America disputata senza Americani nè come defenders nè come challemgers , ma va ricordati Matteo de Nora che sostiene New Zealand e ha creato un gruppo di "mates" Finanziatori sparsi intorno al globo che sostengono finanziariamente New Zealand in Coppa America,( https://www.nzherald.co.nz/business/the-man-behind-team-nz/4DOMYFEDMTE6OAX676OTIG2454/) ma sopratutto il Romano Ernesto Bertarelli che ha creato dal nulla la Sfida Svizzera con Alinghi e diventando il primo a riportare the Auld Mug (Vecchia Brocca quella del mio avatar) ) in Europa addirittura in un Paese che nemmeno ha il mare (sia De Nora che Bertarelli hanno la cittadinanza Svizzera ) Alinghi potrebbe rientrare se la Coppa venisse vinta da un team Europeo , ora non credo proprio che dei velisti professionisti si mettano a sparlare dei potenziali datori di lavoro nel trofeo più prestigioso al mondo in campo velico e non solo , già solo parteciparvi è tanta roba , sono occasioni che capitano poche volte nella vita di un velista sopratutto al livello più alto , quello dei potenziali vincitori , nessuno è così scemo da insultarli ,di sicuro non Ben Ainslie
 
Ultima modifica:

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
Fatta la nottata anche l'altro ieri, che dire? Luna Rossa praticamente perfetta e ha giusto quel nodo in più di velocità media forse 2 in bolina che anche partendo nei rifiuti (le turbolenze generate dalle vele avversarie che limitano la spinta del vento e rallentano la barca che segue) e costretta a virare via per trovare aria pulita e che appena lo fa riesce comunque a passare avanti di una ventina di metri al primo incrocio nonostante abbia una virata in più e mettersi quindi in controllo , ovverso mettersi sempre sopravento rispetto agli avversari per rallentarli o comunque fra loro e la boa così che siano costretti a manovrare e quindi a rallentare (ogni volta che si vira o si stramba si deve cambiare il lato da cui si riceve il vento e nel farlo anche per pochissimo tempo si perde la spinta e quindi velocità a questo si deve aggiungere l'inerzia della barca che si sposta sull'acqua che fa rallentare ulteriormente ) per superarli .
 

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
Ci sono problemi regolamentari che Luna Rossa vuole sfruttare e problemi di Covid che Ineos vuole sfruttare . Per il primo il regolamento stabilito dal Challenger of Record e il Defender dice che alla data del 24 Febbraio la Finale di Prada Cup deve essersi conclusa , se non lo fosse vale il punteggio a quella data , unica eccezione la parità, in quel caso si disputerebbe una regata di spareggio.
In Nuova Zelanda però sono stati identificati 3 casi di COVID ed il Paese è andato in Lockdown di livello 3 che più o meno corrisponde al nostro arancione , ma già da oggi è sceso a livello 2. Le barche possono uscire in mare per allenarsi e testare nuove vele o nuovi assetti e gli equipaggi possono riunirsi per allenarsi al simulatore e predisporre variazioni ai materiali.
Intendiamoci le barche sono state stazzate e misurate non si possono più modificare salvo rotture ad eccezione delle vele che però rappresentano le ali di queste barche volanti e sono importantissime e ovviamente fa anche eccezione il software che è anche lui della massima importanza , la figura barbina di Ineos nelle World Series era dovuta principalmente al software.

L'Organizzazione dell'Evento vorrebbe spostare tutto di una settimana , America's Cup inclusa per assicurarsi un'adeguata cornice di pubblico ( l'evento è gratuito, ma il pubblico consuma e spende e i proprietari di barche devono comunque pagare lo stazionamento ) Luna Rossa invece esige il rispetto del regolamente, al momento è in vantaggio su Ineos non solo di punti, ma anche di assetto, per esempio il loro software non alza subito il foil al vento , lo tiene parzialmente in acqua tempi e altezza sono regolati dal software di controllo e questo accelera di quasi un secondo il tempo di virata della barca permettendole di decelerare di meno dell'avversario e di accelerare prima , luna Rossa guadagnava 15 metri ad ogni virata su Ineos , poca roba forse , ma non era solo quello il guadagno , il ridotto rallentamento dava molto di più, il trucco ovviamente è stato scoperto ma l'avversario non aveva il tempo di fare altrettanto e sopratutto non aveva il tempo di testarlo a dovere, ora invece lo avrebbe per cui Luna Rossa dice no.
 

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
Alla fine si applica il regolamento, si gareggia a partire dalle 16 di sabato 20 Febbraio in NZ ovvero le 4:00 della notte fra venerdì 19 e sabato 20 in Italia
 

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
Ieri è finita 1 a 1 , Spithill ha dato lezione di partenza infliggendo una penalità in più a Ineos e vincendo con oltre un minuto preso di pura prestazione , nella seconda regata però non è riuscito a fargli lo stesso giochetto anche perchè Ineos stavolta ha scelto la parte sinistra del campo e non la destra che era invece quella che copriva Luna Rossa, gli Inglesi han preso quei 17 metri in partenza , ma sopratutto han forzato Luna rossa alla virata anticipata per togliersi dalle turbolenze e lì ha perso altro tempo .
Ineos non ha voluto ingaggiare una lotta di virate , sapeva che se lo avesse fatto Luna Rossa lo avrebbe massacrato e Ben Ainslie è stato costretto a lasciare molto spazio , ma il vento non è mai cambiato tranne alla terza bolina verso la fine , non abbastanza per recuperare lo svantaggio completamente , ma comunque per ridurlo fino a 25 metri e 9 secondi di cronometro, di poppa Ineos è leggermente più veloce di uno o due nodi , sopratutto se può scegliersi il lato più ventoso , Luna Rossa ovviamente non può accodarsi perchè significherebbe perdere di sicuro dovendo poi sorpassare la barca avversaria con due strambate in più preciso che virata è un cambio di direzione e di lato al vento quando si va di bolina ossia nella direzione opposta al vento, mentre strambata è un cambio di direzione e di lato esposto al vento quando si va di poppa o comunque nella stessa direzione del vento. Puggiata o poggiata e orzata sono invece variazioni di direzione che si fanno senza cambiare il lato al vento , valgono in entrambe le direzioni , si chiama poggiata il cambio di direzione verso lo stesso lato del vanto ovvero se avete il vento a destra che vi spinge verso la sinistra sarebbe un cambio a sinistra se invece avete il vento a sinistra sarebbe un cambio a destra, l'orzata è il contrario è un cambio in direzione contraria al vento ovvero verso destra se il vento è sulla destra e a sinistra se il vento è sulla sinistra.
Tutto ciò è disorientante per chi guarda in TV perchè vede una "curva a destra" sullo schermo e la sente chiamara orzata , mentre l'avversario fa la stessa "curva" e la sentite chiamare poggiata , la discriminante per chiamarle così non è la direzione presa dalla barca destra o sinistra, bensì quella di riferimento ovvero la direzione del vento rispetto alla barca. Crea particolare confusione la virata alla boa dove si possono sentire tutti e tre i termini nella stessa manovra mentre si vede una barca che semplicemente gira intorno alla boa .

La ragione per non dire destra o sinistra è dipesa dal fatto che quei termini possono riferirsi a qualunque cosa, un lato della nave o un lato dell'orizzonte o perfino un avversario o un nemico in battaglia inoltre non dicono destra o sinistra rispetto a cosa se si deve aggirare un ostacolo o andare a prendere vento, poggiare , virare, strambare o orzare invece sono termini inequivocabili

Luna Rossa ha perso la regata per 14 secondi , ma comunque se finisse sempre 1-1 anche domani e dopodomani ci metterei la firma ,andrebbe 7-3 e tanti saluti agli Inglesi , ma è molto dura , ricordiamoci che Ainslie era fra i protagonisti della clamorosa rimonta di Oracle da 1-8 a 9-8 , al timone c'era Spithill comunque ed oggi sono su barche avversarie
 
Ultima modifica:

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
CAPOLAVORO!
A vedere il risultato finale 7-1 sembra che sia stata una passeggiata a leggere i distacchi delle due regate di stanotte (rispettivamente 1'45" e 56") sembrerebbe che siano state due formalità , invece no, sono state due capolavori , Luna Rossa le ha vinte nonostante abbia perso entrambe le partenze nella seconda addirittura subendo una penalità per partenza anticipata.
Se volete vedere o rivedere le due regate: https://www.americascup.com/en/live

Nella prima Ainslie è stato molto aggressivo anche troppo va notato che durante la partenza su Ineos Ainslie non ha cambiato timone ne ha lasciato uno in mano al fido Giles Scott sposando temporaneamente la scelta dei due timonieri di Luna Rossa che ha dato subito frutti infatti fingendo di volere andare a destra ha costretto Luna Rossa a marcarlo da quella parte mentre invece si è lanciato verso la sinistra prendendo velocità cosa che Luna Rossa ha potuto fare solo in ritardo , ma ecco il capolavoro , invece di virare a destra per liberarsi dalla copertura gli sta incollata nei rifiuti sapendo di essere più veloce con vento leggero (10 nodi circa) e di poter resistere più a lungo del normale dato il distacco minimo sui 20 metri e così ha fatto resistendo fino al boundary del campo di regata dove Ineos doveva virare per forza e doveva farlo in anticipo per evitare di rimanere incastrata fra il Boundary e Luna Rossa e di dover ingaggiare un duello di virate strette dove Luna Rossa è avvantaggiata , Luna Rossa invece una volta riottenuta aria libera arriva sino al Boundary per guadagnare un pò di velocità poi vira , Ineos pur potendolo fare per incastrare Luna Rossa fra se ed il Boundary sinistro non ingaggia un duello di virate sapendosi soccombente alla lunga (come ho detto in altro post più sopra Luna Rossa completa le virate mettendoci un secondo in meno rispetto ad Ineos con inoltre un guadagno fra i 15 e i 20 metri ad ogni virata) e quindi lascia spazio dirigendosi verso l'altro Boundary , dato lo spazio ottenuto e nell'aria libera Luna Rossa prosegue verso l'altro Boundary e nel farlo sorpassa Ineos e quando arrivano al primo incrocio è davanti e gli vira in faccia mettendosi in marcatura , addirittura sbaglia la prima manovra da 10 gare a questa parte , cade dai foils e spancia sull'acqua poteva essere un errore fatale, ma l'equipaggio è lestissimo a riportarla in volo prima che perda velocità ( queste barche decollano velocità fra i 17 e i 20 nodi se calano scendono sull'acqua e a seconda della velocità del vento può volerci molto per riportarle in volo) e , con perdita minima, riesce a rimanere davanti, da lì in poi comincia a guadagnare lentamente fino a costruirsi il vantaggio finale.

Nel la seconda Regata con vento sui 12 nodi, Ineos attira Luna Rossa verso la boa di partenza sinistra e poi addirittura gli taglia la strada impedendo a Luna Rossa di manovrare e costringendola ad andare dritta superando la linea di partenza in anticipo , penalità automatica (deve dare all'avversario 50 metri di vantaggio) Luna Rossa la paga subito viaggiando parallela alla linea di sinistra per non perdere velocità per poi virare sulla destra verso il Boundary opposto ove si sta dirigendo anche Ineos che forte della vittoria con penalità e con una virata in meno intende guadagnare quanto più possibile prima dell'incrocio , ma Luna Rossa libera prende una rotta lunga verso il Boundary guadagnando velocità, il vento è semistabile, ha cali, ma non gira al primo incrocio è ancora dietro di una quarantina di metri , ma Ineos non può mettersi in marcatura ingaggiando un duello di virate, potrebbe farlo con vento più forte fra i 15 e i 20 nodi, ma non con questa brezza , perderebbe e pertanto lascia Luna Rossa libera confidando nella propria velocità e nel fatto che farà una virata in meno prima della lay line ovvero la rotta ottimale di avvicinamento alla boa , una volta in lay line ogni virata allontanerebbe dalla boa e ne richiederebbe una seconda per riportarsi in rotta e ciò comporterebbe perdite pesanti , ma Luna Rossa con questo vento è più veloce e al secondo incrocio gli è già davanti e la regata finisce lì.

Non pensiate che vincere una regata perdendo in partenza in una regata di Match Race sia una cosa facile, non si vede tutti i giorni men che meno due volte in un giorno addirittura con una penalità contro , nella seconda regata del giorno precedente infatti con vento a 14 nodi ,solo leggermente più forte quindi, Ineos ha vinto la partenza ed anche la regata.

Va detto che prima della regata c'era stata una duplice protesta da parte di Ineos circa l'uso del fiocco (la vela triangolare anteriore in questo caso un genoa) secondo loro non corretto , gli sportivissimi Inglesi hanno aspettato la sesta regata per inoltrarlo , se avessero vinto si sarebbero ritrovati in vantaggio 6-0 , ma il comitato di regata sentita Luna Rossa su come lo usava e visti i filmati delle regate precedenti che supportavano quanto dichiarato e dimostravano un uso corretto del fiocco hano respinto il ricorso.

Io non mi scandalizzo, questa è l'America's Cup, non si compete solo sul campo il team legale conta quanto l'equipaggio a bordo, non ci sono secondi
 

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
Si ricomincerà il 6 Marzo (regata 1 e 2) poi di nuovo il 7 marzo (regata 3 e 4) e poi il 10 Marzo (regata 5 e 6) e purtroppo le previsioni del tempo dichiarano venti fra i 15 e i 20 nodi in tutte le tre giornate, le condizioni ottimali per Te Reuthai la barca neozelandese rischiamo di trovarci sotto di 6 senza neanche iniziare.

E' interessante e curioso quello che sta facendo Ben Ainslie in Nuova Zelanda resterà fino ad aprile cercando di fare lobbying per cambiare le regole e togliere peso al CoR Challenger of Record quello che gestisce e fa le regole della selezione Sfidanti dopo essersi accordato con il Defender , grazie alla campagna da lui fatta contro la "scorettezza " degli Italiani che erano il COR di questa edizione potrebbe anche riuscirci , dando ovviamente per acquisita la vittoria dei Kiwi.

Ma la cosa eclatante è che gli scorretti erano gli Inglesi i quali pretendevano che il COR cedesse ogni vantaggio nell'essere tale per cedere invece ogni vantaggio a loro , non si capisce perchè dovrebbe farlo nè perchè loro dovrebbero meritarlo.

più avanti farò l'elenco e la cronistoria del tutto

Subito dopo le World Series di Dicembre resisi conto che la loro barca era troppo sbilanciata sul vento forte e che coi venti leggeri non andava proprio e adirittura nemmeno si alzava sui foils gli Inglesi volevano alzare il limite minimo di vento per iniziare una regata da 6,5 a 9 nodi , ma il Challenger of Record ha rifiutato di concederlo

Allora , prima ancora dell'Inizio dei Round Robins qualcuno ha contestato l'uso delle volanti di Luna Rossa ovvero non le usava, le infilava fra le due rande in modo che non facessero resistenza aerodinamica , l'interpretazione era che il regolamento le prevede ma non stabilisce se e quanto debbano essere fissate , nè potrebbe perchè ovviamente quando si usano non hanno uno status costante varia a seconda delle regolazioni che si devono fare all'albero. Secondo Luna Rossa c'era un guadagno, ma nessuno è riuscito a capirne l'uso nè a copiarlo e allora glielo hanno fatto cambiare. Non so chi abbia interessato i Giudici ma era già passata nelle World Series senza problemi, stavolta invece no.


Alla prima regata contro Ineos, Luna Rossa contesta un uso non conforme nel fissaggio del boma e dell'uso della Randa , I giudici le danno ragione, multano Ineos ( $ 5.000) e le assegnano un warning diciamo una specie di cartellino giallo , se si dovesse trovare un'altra irregolarità perderebbero automaticamente la regata o le regate se fossero più d'una quelle coinvolte nell'irregolarità. Va detto che i Commissari di Stazza che avevano controllato e misurato le barche qualche giorno prima non s'erano accorti dell'irregolarità e avevano dato il via libera.

Durante le World Series di Dicembre erano emersi alcuni problemi col software di posizionamento che si trova nelle barche e nel sistema di controllo dei Giudici e capitava che le barche uscissero dai confini del campo di regata (boundaries) senza volerlo perchè erroneamente indicati dal Sistema di bordo o addirittura che non li avessero superati ma erano stati erroneamente segnalati fuori dal Sistema dei Giudici. Il software di tale Sistema è unico per tutti ed è fornito dall'organizzazione , essendo uno strumento del controllo gara non può essere modificato dalle parti . Allo scopo di rendere le gare regolari si è deciso di dare ai concorrenti la possibilità di chiedere di rimandare la partenza di 15 minuti durante i Round Robin allo scopo di risolvere eventuali problemi di software, si poteva fare una volta soltanto per ogni partecipante.

In gara 12 , l'ultima regata dei Round Robin erano in gara Luna Rossa e Ineos (ancora loro) la gara aveva già subito due posticipi di 30 minuti per dei salti di vento che , cambiandone la direzione, hanno imposto lo spostamento delle boe , prima del countdown per la partenza iNeos chiede un'ulteriore posticipo di 15 minuti, ma non aveva problemi di software , invece ha riparato un "Cunningham" un attrezzo che serve a regolare la randa (la vela grande , Mainsail in Inglese) riescono a sistemarlo anche se non completamente, alla fine Ineos vince la regata superando Luna Rossa all'ultimo incrocio dopo ben 9 capovolgimenti di fronte in gara

Visto che i Round Robin erano finito , che non c'erano stati problemi di software e che i 15 minuti erano invece stati usati impropriamente , la possibilità di questo posticipo non è stata estesa alla semifinale fra Luna Rossa e American Magic.

Ma non finisce qui , gli Inglesi volevano anche l'azzeramento del "cartellino giallo" perchè non avevano avuto vantaggi da quell'irregolarità e non si capiva come mai dovessero trascinarsi dietro questa sentenza sospesa anche nella finale che non c'entrava niente coi Round Robin
Il COR ha risposto che le regole sono regole ed erano state stabilite anni prima

Ainslie , tutta la stampa Britannica e parte di quella Neozelandese (in particolare Stuff.nz, forse anche le TV di entrambi i Paesi, ma io non le ho viste) hanno cominciato a dare degli antisportivi agli Italiani con toni che sottintendevano di peggio anche in considerazione delle condizioni in cui si trovava American Magic dopo il quasi affondamento subito e la ricostruzione di parte della chiglia forata. Secondo gli Inglesi togliere agli Americani la chance di dare un ultimo ritocco in caso di problemi equivaleva a colpire un concorrente ferito , segno che ormai quei 15 minuti erano visto come tempo per riparare la barca e non per resettare il software , da notare che i diretti interessati, gli Americani, non hanno detto nulla . Comunque nonostante l'indiscutibile performance di Luna Rossa e la vittoria della semifinale a zero non hanno smesso di lamentarsi e alla fine il COR ha accettato di reintrodurla per la finale .

Durante le gare e durante la pausa fra la semifinale e la finale Sir Ben Ainslie ha continuato a lamentarsi della spada di damocle che gli pendeva sulla testa e continuava a dire che era un ingiusto vantaggio che Luna Rossa si stava prendendo approfittandosi senza ritegno del suo status di Challenger of Record

Ian Murray ,Neozelandese , membro del comitato organizzativo dell'America's Cup e responsabile per la sicurezza alla luce di quanto avvenuto ad American Magic già col limite di 21 nodi ha ritenuto che il limite superiore di vento previsto per la finale di Prada Cup e per l'America's Cup fosse troppo pericoloso se già una raffica a 23 nodi al momento sbagliato ha quasi affondato una barca che viaggiava a 49 nodi (90 kmh) in quel momento figuriamoci cosa potrebbero fare raffiche a 25 o 26 nodi se stessero gareggiando a limiti superiori di vento , pertanto ha diciso di non consentire l'aumento del limite di vento a 23 nodi ma lui non ha il potere di deciderlo e pertanto ha riunito il COR e il Defender che quel potere lo avevano uno per la Prada Cup e l'altro per l'America's Cup e ha illustrato le ragioni della sua proposta e tutti insieme hanno concordato di tenere il limite superiore a un massimo di 21 nodi anche per la finale di Prada Cup e per l'America's Cup .

Ainslie ha avuto da ridire anche su questo, ma sopratutto accusava ed accusa ancora gli Italiani del COR di avere cambiato le regole a competizione in corso e di aver voluto eliminare una delle condizioni favorevoli per Ineos e garantirsi un vantaggio nella serie, Da notare che il Comitato di Sicurezza ha il potere di fermare le regate se ravvisa rischi eccessivi, ed ha in effetti cambiato il regolamento che prevedeva che la gara è rituneta persa se un cntentende accumula un ritardo di oltre 5 minuti sulla barca in testa , ovviamente in caso di ribaltamento questo avviene sempre, ma siccome per quei 5 minuti la barca è ufficialmente in gara i soccorsi non possono intervenire prima dello scadere , ma con concorrenti bloccati sotto la barca 5 minuti sono troppi potrebbero annegare mentre i soccorsi anche della barca appoggio aspettano guardando il cronometro ed attendendo l'OK dai giudici , Il Comitato ha stabilito che in caso di ribaltamento , la barca ha perso e i soccorsi possono intervenire immediatamente , ovviamente COR e Defender hano accettato senza obiezioni , ma non potevano farne .
Un Braccio di ferro contro il comitato per la Sicurezza non si può fare , come detto ha potere suo , esigere che il COR gli si mettesse contro addirittura per favorire i suoi avversari era a dir poco assurdo e comunque la regola è stata imposta anche per l'America's Cup dove il COR non ha voce in capitolo

poi cominciano le gare e Ineos va sotto 0-4 e lui si zittisce

A questo punto comincia l'allarme COVID in Nuova Zelanda , il governo va in allerta 3 per l'area di Auckland che è il livello massimo , non ci si può nemmeno allenare in acqua , gare sospese e rimandate di 3 giorni.

Durante questi 3 giornil ACE (America's Cup Event l'organizzatore dell'evento sul piano pratico ovvero prepara i campi di regata e le tribune spettatori) decide di sua iniziativa di rinviare le gare di 10 giorni in attesa dell'allerta 1 spostando così l'evento ben oltre la data limite del 24 Febbraio e arrivando a spostare anche l'America's Cup vera e propria di 3 giorni (per dirla all'Italiana per scendere da Rosso a Giallo) allo scopo di "preservare lo spettacolo a vantaggio degli spettatori Neozelandesi" in altre parole per preservare i suoi incassi senza tenere in alcun conto che quella che si sta svolgendo è una competizione che un ritardo di 10 giorni ne falserebbe il risultato poichè darebbe alla squadra in svantaggio tempo per recuperare, tempo per allenarsi e tempo per cambiare e sopratutto testare quel che può essere cambiato su una barca stazzata (software e vele) e falserebbe anche il risultato dell'America's Cup poichè verrebbe posposta di soli 3 giorni a fronte dei 10 della Prada Cup con ciò lasciando molto meno tempo al Challenger per prepararsi

Ovviamente il COR ha detto no, non se ne parla , la Prada Cup finisce il 24 Febbraio come da regolamento , l'ACE non ha il potere di cambiarlo, solo il Challenger of Record può farlo e non lo farà.

La grancassa mediatica che definisce gli Italiani "bari" (cheaters) , dishonest e di non rispettare il Paese che li ospita si apre in modo brutale e ovviamente Ainslie la cavalca nel tentativo di forzare il COR a cedere , ma non lo fa, ci prova anche l'ACE, ma il COR minaccia le vie legali, solo il COR può cambiare le regole, se vogliono rimandare facciano pure, ma le regate finiscono il 24 Febbraio con qualunque risultato chi è avanti vince.

Il COR sottolinea anche che il piano date delle regate è stato approvato, dal COR, dal Comitato organizzativo, dal Defender e dal Governo a Marzo/Aprile dello scorso annco e che alla luce della Pandemia il piano è stato revisionato in Novembre prevedendo protocolli specifici per ogni tipo di allarme COVID , questi protocolli prevedevano che si potesse gareggiare in allarme 2 e, del resto si può andare per mare ad allenarsi, se si va per mare si può anche regatare .

Alla fine Luna Rossa vince l'ennesimo braccio di ferro e si gareggia , nel frattempo in quei 4 giorni di ritardo Ineos ha Provato il doppio timoniere e si è allenata sulle partenze in modo intenso sia al simulatore che in mare col gommone civetta , il risultato è che vince o pareggia tutte le rimanenti 4 partenze infliggendo una penalità a Luna Rossa per ben 2 volte in gara 5 e in gara 7 e vincendo gara 6 , figuriamoci a dargli altri 6 giorni di tempo , da notare che nel frattempo si è scoperto un peculiare uso dei foils nelle virate da parte di Luna Rossa che gli consente di completarla prima e di guadagnare dai 15 ai 20 metri ad ogni virata , il tutto è gestito da un software ed è stato reso pubblico da vari osservatori attenti , avendo tempo si potrebbe cefcare di copiarlo di implementarlo e testarlo per recuperare il ritardo , appunto avendo tempo , ma Luna Rossa non l'ha concesso e pur perdendo le partenze ha vinto comunque grazie al costante aumento del vantaggio che otteneva ad ogni virata.

A questo punto, sul 5-1 Ineos inoltra 2 reclami uno sull'uso improprio delle vele in virata e l'altro su presunte appendici aerodinamiche vietate dal regolamento , esigeva inoltre che Luna Rossa gli fornisse dei video sull'uso delle vele a dimostrare la loro legittimità, ovviamente Luna Rossa si è rifiutata e ha invece fornito una relazione ai giudici sull'uso indicato che ai giudici è risultato ben visibile e confermato dai filmati di gara ,mentre le "appendici" aerodinamiche altro non sono che coperture sopra i winch e i supporti idraulici che regolano le vele , i giudici hanno respinto entrambi i ricorsi.
Da notare che qualora gli Inglesi avessero vinto c'era il rischio che perdesse a tavolino le regate già vinte , ovviamente il ricorso non è stato fatto alla prima regata ma dopo la sesta....

Da aggiungere che il meteo prevedeva venti più sostenuti in arrivo nei giorni successivi , venti che avrebbero svantaggiato Luna Rossa e avvantaggiato Ineos, ma non è successo non si è arrivati fin lì, da notare inoltre che in quei giorni e con quei venti Te Reuthai ha superato i 57 nodi sul campo di regata e sfiorato i 60 in campo libero.

Ora Sir Ben Ainslie si tratterrà in Nuova Zelanda per fare lobbying e per convincere i Kiwis a cambiare le regole trasferendo il potere del Challenger of Record agli altri Syndacates in virtù dell'"evidente antisportività" dimostrata da Luna Rossa.

Dunque ricapitolando secondo lui per essere equo il Challenger of Record avrebbe dovuto

A ) Cambiare i limiti inferiori di vento per limitare lo svantaggio di cui soffriva coi venti deboli
B) Azzerare le ammonizioni dei suoi avversari così che possano provarci di nuovo senza conseguenze
C) Considerare i Round Robin , le Semifinali e la Finale di Prada Cup come competizioni differenti e pertanto rendere nulle le sanzioni che valgono solo per la gara in corso
D) Ignorare le raccomandazioni di sicurezza in gara dopo un incidente grave per mantene in vigore i limiti di vento
E) Considerare I Round Robin , le Semifinali e la Prada Cup come una unica competizione e perciò impedire che si cambino le regole in corsa , sia per quanto riguarda i 15 minuti a richiesta sia per quanto riguarda i limiti di vento superiori
F) Ignorare quanto affermato fino ad ora sulle regole in corsa e posporre le gare a tempo indeterminato nonchè allungare ad libitum la data limite della competizione ad uso e consumo del suo avversario

Da notare che il buon Sir Ben si guarda bene dal rilevare che è stato il Comitato per la Sicurezza a ridurre il limite , come detto dallo stesso Ian Muray in una conferenza stampa convocata da Luna Rossa stanca di essere linciata sulla stampa e sui social e Sir Ben si guarda bene anche dal rilevare che tali nuovi limiti valgono anche per l'America's Cup dove le regole le fa il Defender e dove Luna Rossa Challenger of Record non può imporre nulla , Luna Rossa si è limitata ad essere d'accordo come anche Te Reuthai

Da Sottolineare che non solo gli Americani non hanno detto mai nulla, ma che addirittura erano d'accordo con gli Italiani a tal proposito linko un rinomato blog USA di vela

 
Ultima modifica:

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
BREAKING NEWS:
Allarme COVID il governo Neozelandese ha dichiarato allerta 3 per 7 giorni , non c'è Coppa America che tenga non solo si rimandano le gare, ma non ci si può neanche allenare nè si possono testare i nuovi materiali che sono stati montati su Luna Rossa che è stata 3 giorni in cantiere , non ci voleva , non so se come previsto dal regolamento dovrà ugualmente dichiarare la barca agli Stazzatori Lunedì e se aspetteranno la riapertura , se stazzassero è un guaio bisognerà dichiarare la barca al buio senza sapere se i nuovi foils e le nuove vele sono veramente migliori di quelle vecchie.

Il ritardo potrebbe spingere avanti la coppa erano previsti venti fra i 15 e i 20 nodi nei primi 3 giorni di regate, il 6 , il 7 e il 10 marzo mentre sarebbero stati meno forti nei giorni 8 e 9 . se si va molto più in là del 15 Marzo il giorno di gara 13 i venti saranno quasi sicuramente sempre forti visto che ci si avvicina al cambio di stagione fra Estate e Autunno il 21 Marzo
 
Ultima modifica:

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
E' ora ufficiale il programma prevede regate il 10, il 12, il 13 , il 14 ed il 15 marzo per un totale di 10 regate se non fossero sufficienti si procederà ad oltranza ogni giorno fino alla fine , salvo ovviamente il parere del COVID
 

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
Ho dimenticato di aggiungere una cosa in precedenza. E' costume consolidato che una volta che il Challenger è stato definito, gli altri collaborino e si coalizzino contro il Defender , si fa da sempre in Coppa America ,nel 2017 Luna Rossa ritirò la sfida per protesta e andò a collaborare con Team New Zealand tanto per dire ecco Max Sirena con Peter Burling in maglia All Black nel 2017

Ineos invece ha rifiutato
 

Dorsai

m'arimbarza
Iscritto dal
1 Apr 2004
Messaggi
74,135
Medaglie
9
LV
2
 
Da stanotte si ricomincia , fino ad ora si è scherzato , ma ora c'è la gara vera , non c'è secondo.
americas-cup-100-guinea-cup-a-victorian-ewar-known-as-the-auld-mug-E3WKNA.jpg
 
Ultima modifica:

NDM

Esperto
Iscritto dal
11 Nov 2016
Messaggi
3,557
Medaglie
3
LV
0
 
sono mesi che non riesco a trovare un programma. A che ora si può vedere?
 
Top
AdBlock Rilevato

La pubblicità talvolta disturba, lo sappiamo!

Questo sito non potrebbe esistere senza qualche inserzione pubblicitaria, ma lavoriamo ogni giorno per rendere l'esperienza utente la più fluida ed interattiva possibile, e ciò vale anche per gli annunci promozionali. Non saranno mai invasivi od invalidanti, quindi ti chiediamo la cortesia di disattivare l'AdBlock per poter navigare. Grazie di cuore.

Ho disattivato AdBlock