• Accedi o registrati per ottenere la migliore esperienza possibile del forum di SpazioGames (e senza banner pubblicitari).

Ottimizzare il PC per i giochi in single player

afullo

leader zone
area network
Iscritto dal
4 Dic 2019
Messaggi
25,165
Medaglie
4
LV
0
 
Dal nostro esperto in hardware ICON of SIN (posto io in quanto lui è alle prese con problemi di connessione):

Cosa ormai risaputa è che la prima caratteristica di un pc è quella di non essere una macchina dedicata; un pc, e conseguentemente il sistema operativo (Windows nella maggior parte dei casi), devono essere in grado di eseguire applicazioni diverse e scopi molteplici: videoscrittura, acquisizione immagini, elaborazione video/audio, videogiochi, guardare film, registrare programmi televisivi o da fonti affine, creazione di progetti, navigazione in rete, masterizzazione di cd/dvd e moltissimi altri.

Chi usa il pc sa anche che purtroppo tutto questo ha un prezzo. Se da un lato è bello poter assemblare un computer con i componenti che vogliamo noi, a seconda delle nostre esigenze, dall’altro lato la possibilità di avere migliaia di combinazioni “Motherboard – CPU – GPU” fa si che un’applicazione a volte non funzioni come dovrebbe o addirittura, non funzioni affatto.

Una buona scheda madre fa sempre la differenza tra un pc funzionante e uno che da solo problemi. Certo! Ci sono anche altri fattori che influiscono non poco sulla stabilità della nostra macchina come la manifattura della ram o l’aver montato banchi di memoria di marche diverse e/o con frequenze diverse, che aiutano a dare al nostro pc la stabilità di un cono capovolto. Ad ogni modo il seguire un certo criterio nella scelta dei componenti è sempre una cosa ben accetta.

Risolto il problema hardware, purtroppo anche il software dal lato suo, può dare problemi. Applicazioni schizzinose e programmi che non riescono a convivere pacificamente nello stesso sistema operativo mettono a dura prova la pazienza dell’utente.

Fortunatamente questi problemi hanno sempre una soluzione, sia che si concludano con qualche modifica al registro del Windows o alla BIOS, o con la sola rimozione della mela marcia. Prima o poi tutti gli utenti dovranno fare i conti con qualche “problemino” software dovuto a incompatibilità o ad una eccessiva “usura” del sistema operativo. Anche questo fa parte del normale uso di un pc! Se avete scelto di usarne uno (e sicuramente lo avete fatto se state leggendo questo topic) dovete accettare anche di dedicare qualche attenzione al sistema operativo quando qualcosa non va. Una buona ricerca in internet vi potrà essere di grande aiuto in caso di problemi.

A questo punto vi sarete già chiesti come tutto questo può aiutarvi a ottimizzare il vostro computer per i giochi, ed effettivamente non posso negare di essere andato, nell’introduzione, un po’ oltre quello che era il discorso originale!

Dunque, nel teatrino presentato prima, le applicazione che sicuramente ne possono “soffrire di più” sono proprio i videogiochi. Tra le applicazioni che richiedono tutta la potenza di calcolo che la vostra macchina può dare, i giochi sono i più comuni e il fatto che girino sopra drivers sempre più particolari e pesanti, non si può ritenere del tutto una convenienza.

In parole povere, i giochi non disturbano le altre applicazioni ma sono loro ad essere disturbati da tutto ciò che è eseguito in background. Questo si traduce in insopportabili scatti che si possono notare in fase di transizione di dati “pesanti”, performance al di sotto delle reali potenzialità della macchina e, nei casi peggiori, crash di sistema che ci lasciano letteralmente di stucco per uno o due secondi a fissare l’immagine statica del nostro gioco o l’odiata schermata blu di errore generale del Windows.

Tra tutti i programmi che possiamo installare nel nostro pc quello che più rappresenta la nemesi dei giochi è l’antivirus. Peggio se accompagnato da un firewall e da un filtro anti-spam. Questa simpatica e utilissima applicazione controlla ogni stringa del codice che il gioco sta elaborando ed è la causa più grande dei rallentamenti di quest’ultimo.

Seguono poi applicazioni di monitoraggio delle attività del computer, come le Norton utility e infine codec vari che usano risorse del computer che potrebbero essere usate per i giochi. Basta premere i tasti “Ctrl + Alt + Canc” e andare nella cartella processi per rendersi conto di cosa il Windows sta eseguendo in background. In realtà solo 27 o 29 di essi sono indispensabili per i giochi. Aggiungeteci un gioco di ultima generazione, molto pesante, e più che lamentarci di eventuali performance al di sotto delle aspettative dovremmo stupirci di come fa un pc a muovere tutta quella grafica con una dozzina o più di applicazioni in background che richiedono costante attenzione.

Il vantaggio di una console sta proprio in questo. Oltre ad essere una macchina dedicata che nasce e muore con quell’hardware, sotto il gioco che stiamo eseguendo non c’è in esecuzione nient’altro (il discorso non vale per Xbox 360 e PS3 che hanno veri e propri SO).

Per ottimizzare il nostro pc per i giochi, dobbiamo seguire proprio questo esempio eliminando tutte le applicazioni che possono essere il fattore ostacolante della sua normale esecuzione.

Questo ovviamente lo sapevamo già, e visto che non possiamo fare a meno di un antivirus, dei codec e di altri programmi, l’unica soluzione possibile è quella di far migrare i giochi su un altro sistema operativo da dedicare a questo scopo, e in questo topic spiegheremo come fare. Prendetelo solo come un consiglio: se non potete a causa di mancanza di spazio nell’hard disk o non vi sembra una soluzione gradita non importa, ma il guadagno in cambio di un po’ di tempo e qualche semplice operazione sarà veramente elevato.

La seguente guida spiegherà come installare sul vostro computer un secondo sistema operativo da utilizzare per i giochi. Chi già ha esperienza in questo genere di operazioni e nell’uso del Partion Magic non troverà niente di nuovo qui, se non qualche consiglio da seguire per “alleggerire” il sistema operativo.

Questa guida è invece dedicata a chi non ha mai lavorato con sistemi “Multi-SO” e con le partizioni. Quello che seguirà qui potrà essere di grande aiuto visto che l’installazione di due SO non è proprio un’operazione ortodossa che si può effettuare con le normali utility del Windows.

----------------------

ATTENZIONE!!!

Sebbene il testo a seguire sia strutturato come una guida “passo – passo” per installare un nuovo Windows da dedicare ai giochi, non consideratela tale e leggete tutto il topic prima di mettervi al lavoro. Sconsiglio anche (più che altro direi: “VIETO”) di iniziare il lavoro se qualche punto è poco chiaro o non si è proprio sicuri di quello che si sta facendo.

Le operazioni qui illustrate sono semplici e poco rischiose, ma siccome bisognerà lavorare con le partizioni del disco rigido bisogna essere sicuri al 100% delle operazioni che stiamo per compiere.

----------------------

Prima di iniziare le uniche cose che vi servono sono:

Un programma di gestione delle partizioni come il Partion Magic o il Partion Commander (in questa guida spiegheremo come utilizzare il PM).

Un programma per l’avvio di sistemi multi OS come il Boot Magic (che di soliti sono forniti insieme al programma per la gestione delle partizioni).

Il CD di installazione del Windows con tutti i driver dei componenti che abbiamo

Un bel po’ di spazio inutilizzato sul vostro disco fisso.

E, ovviamente, un utente tipo “forma di vita umana o 100% compatibile!” //content.invisioncic.com/a283374/emoticons/winks.gif

Se avete tutto l’occorrente ora spiegheremo cosa andremo a fare.

Installare un nuovo sistema operativo sarebbe una risposta tanto immediata quanto spontanea, ma ci sono alcuni punti da precisare.

CONTINUA --->

 

afullo

leader zone
area network
Iscritto dal
4 Dic 2019
Messaggi
25,165
Medaglie
4
LV
0
 
LE PARTIZIONI

La partizione di un disco fisso è la suddivisione del suo spazio in unità logiche. Cioè, un disco fisso può venire diviso, ovvero “partizionato”, in più unità che lavorano proprio come più dischi fissi distinti e separati (C: e D: per esempio).

Vengono considerate distinte in tutto, tranne nel fatto che, come si può immaginare, il disco non può leggere o scrivere contemporaneamente in due partizioni in quanto la testina non può trovarsi contemporaneamente in due punti diversi del disco.

Le partizioni di un HDD sono di tre tipi: primaria, estesa e logica.

La partizione primaria è la prima partizione che viene creata sul disco (la C). Il restante spazio viene occupato dalla partizione estesa. All’interno della partizione estesa possiamo creare diverse partizioni logiche (D: E: F: ecc ecc).

Ecco un esempio:

| Partizione primaria C: |********* Partizione estesa********* |

|*****************| Partizione logica D: | Partizione logica E: |

L’impossibilità di poter installare più sistemi operativi su un computer con gli strumenti del Windows consiste nel fatto che un sistema operativo per funzionare deve essere installato all’interno di un partizione primaria in quanto è l’unica partizione a poter effettuare l’avvio del computer. Se decidete di installare il Windows in un’altra partizione diversa dalla primaria, anche se la cartella “Windows” verrà copiata su un’altra unità, il sistema operativo partirà sempre dal disco C.

Quindi installando un Windows su C: e un altro su D: senza ricorrere all’ausilio di un programma specifico, anche se avremo una cartella “Windows” su entrambe le partizioni, il Windows riscriverà i file d’avvio sul disco C e il penultimo sistema operativo installato diventerà inutilizzabile. In parole povere, vince l’ultimo SO installato!

Per poter installare un nuovo sistema operativo che funzioni correttamente, bisogna creare due partizioni primarie. Cosa che il buon vecchio “Fdisk.exe” e l’utility di partizione del Windows XP non possono fare.

A questo punto entrano in gioco i programmi per la gestione delle partizioni come il Partion Magic.

IL PARTITION MAGIC

Potete utilizzare qualsiasi altra applicazione possa servire al nostro scopo. Consiglio personalmente il PM per semplicità e potenzialità. In questa guida spiegheremo come creare due partizioni primarie col PM.

Questa piccola ma potente applicazione sarà il miglior amico del vostro HDD; non solo servirà per il nostro scopo ma può anche creare, dividere, gestire partizioni senza dover perdere tutti i dati. Supponiamo che vogliate dividere una partizione in altre due. Questo programma potrà eseguire l’operazione senza perdere il contenuto della partizione originaria. Tutti i file contenuti nella vecchia partizione verranno lasciati lì alla fine della divisione.

Sebbene il PartitionMagic sia un programma sicuro, la PowerQuest consiglia di effettuare una copia di backup prima di eseguire questo tipo di operazione. Personalmente ho sempre lavorato col PM distruggendo, ricreando e ridimensionando anche più di una partizione per volta e non ho mai perso un solo byte. Nonostante tutto mi sento obbligato a consigliarvi di seguire l’avviso riportato sopra. Aggiungo anche che diventa assolutamente obbligatorio se non avete un gruppo di continuità che può proteggervi da sbalzi di tensione o da blackout improvvisi. Facile immaginare il rischio che uno corre se se ne va via la luce mentre il computer stava ridimensionando una partizione!

Tutta la documentazione necessaria per altri chiarimenti la potete trovare nella guida inclusa col programma.

Normalmente due partizioni primarie con un SO installato in ognuna non possono esistere sullo stesso disco. Quindi la partizione primaria che non viene utilizzata deve essere nascosta. Questa procedura avviene automaticamente una volta che selezioniamo il sistema operativo da avviare. Il fatto che la partizione inattiva sia considerata nascosta, implica che quella partizione non potrà essere letta quando è attiva l’altra; anche perché dovrebbero coesistere due unità C: sullo stesso computer!

A sua volta sarà impossibile trasferire direttamente dati dalle due partizioni primarie. Per questo genere di operazioni ricorreremo all’uso di una qualsiasi unità logica D:, E:……

La partizione estesa, e quindi tutte partizioni logiche che essa contiene, rimarrano sempre visibili, sia ad un sistema operativo sia dall’altro. Se vogliamo quindi trasferire un file prima lo copieremo su un’unità logica qualsiasi, poi al riavvio selezioneremo il secondo sistema operativo e poi preleveremo il file dalla partizione logica.

Abbiamo parlato di “selezionare il SO all’avvio”; senza un programma apposito quest’operazione non può essere eseguita. Questo compito spetta al BootMagic.

Ogni volta che riavviamo la computer, questo programma ci mostrerà la lista dei sistemi operativi presenti e ci chiederà quale vogliamo avviare. Una volta selezionato il SO desiderato il Bootmagic renderà attiva la partizione in cui è residente il SO selezionato e renderà inattive e nascoste tutte le altre. In realtà si possono installare fino ad massimo di 24 sistemi operativi (Credo! Non ricordo il numero esatto). Il programma è stato creato per consentire a più utenti di avere più sistemi operativi in un computer: Windows Xp, Linux, Server 2003 ecc.

Nel nostro caso ci servirà solo per installare lo stesso sistema operativo ma per scopi diversi.

PMprincipale.jpg


Note:

Tutte le immagini sono state ridotte in qualità e dimensione per non violare i diritti di copyright della casa che offre il software.

 


Questa è una schermata del PartitionMagic del mio computer. Il programma riconosce e vede la partizione nascosta anche se non posso effettuare operazioni su di essa.


Ho chiamato rispettivamente le partizioni XPWorks e XPGames il SO per lavorare e quello per giocare. In questo momento sto usando l’XPWorks: come si può vedere la Partizione XPGames è nascosta (hidden) e difatti non ha neanche una lettera associata. La partizione DATA "D:" è una partizione logica dove tengo tutti i dati del computer (in parole povere tutta la cartella “Documenti del Windows). Questa non solo serve da partizione mediatrice tra i due sistemi operativi, ma avendo i dati su un’altra partizione diversa da quella del sistema operativo se sono costretto a reinstallare il Windows non c’è bisogno di spostare tutti dati da salvare.


Sotto la voce Type c’è il tipo di file System usato dalla partizione. Il file System esprime il criterio di indicizzazione dei file contenuti nel disco. NTFS è il “System” standard dell’XP, la FAT32 veniva usato dai vecchi sistemi operativi tipo il Windows ME e il 98. Notate che la partizione Estesa non ha file system proprio perché il file viene associato alle partizioni logiche.


La Partizione Boot "E:" è una partizione dove risiede il BootMagic. Questo programma difatti non può funzionare se installato in un partizione NTFS e richiede una partizione FAT32.


Creeremo più avanti una piccola partizione dedicata al BootMagic se non avete partizioni FAT32 da usare.


Fatte tutte le presentazione non ci resta che metterci al lavoro.

 


CONTINUA --->




 

afullo

leader zone
area network
Iscritto dal
4 Dic 2019
Messaggi
25,165
Medaglie
4
LV
0
 
INSTALLARE UN NUOVO WINDOWS – CASO 1: HDD CON SISTEMA OPERATIVO GIA’ INSTALLATO

 


Questa procedura è la più complessa delle 2 in quanto richiede più attenzione e più passaggi. Nonostante ciò, non è difficile come può sembrare anche per chi è alle prime armi nel lavorare con le partizioni.


Prima di stabilire quanto spazio dedicare ad ogni partizione, c’è una precisazione che vorrei fare e che potrebbe tornarvi utile:


Nel mio Raptor da 74 GB, ho dimensionato lo spazio come compare nell’immagine sopra:

 


Windows Xp da lavoro: 25 Gb


Windows XP per i giochi: 20 Gb


Partizione dati: 25 Gb


Partizione di Boot in FAT32: 1 Gb

 


Devo ammettere che non è una distribuzione del tutto ottimale in quanto ho dedicato più spazio al sistema da lavoro che non a quello per i giochi.


Nonostante nell’XpWorks tenga diversi programmi ed anche molto pesanti. Non sono mai riuscito a riempirlo più della metà.


Al contrario nell’XpGames con soli 3 giochi installati (Doom 3 + espansione, Half Life 2 + Lost cost, X3: Reunion) ho superato di gran lunga la metà.


Gestite lo spazio in base alle vostre esigenze ma tenete in considerazione i seguenti punti:

 

 


I giochi in media occupano più spazio delle applicazioni da lavoro.

 


La partizione, o le partizioni, per i dati non solo vi tornerà utile in caso di formattazione ma tende a riempirsi più velocemente di quanto immaginate. La partizione o la loro somma dovrebbe essere più grande della partizione col sistema operativo

 


La partizione di Boot (FAT32) è necessaria solo se non avete una partizione FAT32. Può essere piccola quanto volete, il BootMagic richiede solo 13 mb di spazio.

 


Volendo si può anche creare la partizione per i dati direttamente col file system FAT32, ma la partizione NTFS è più sicura e raccomandata per i sistemi XP.


Partiamo dal presupposto che voi abbiate un solo disco fisso partizionato in due unità, C e D entrambe NTFS. Il nostro scopo sarà quello di aggiungere un’altra partizione primaria subito dopo il disco C e creare una piccola partizione logica E col file system FAT32 per poter utilizzare il Bootmagic.


Iniziamo installando il PartitionMagic come da manuale, ricordatevi invece di NON installare il Bootmagic in quanto non abbiamo ancora una partizione FAT32 che comunque andremo a creare tra poco.


E’ importante anche che al momento della creazione della nuova partizione la lettera E non sia associata a nessuna unità. Al 99,9% non sarà mai così in quanto avrete almeno una unità ottica. Quindi non ci resta che modificare manualmente la lettera associata all’attuale unità E. aprire il pannello di controllo del Windows e aprire la cartella “Strumenti di amministrazione”, aprite poi “Gestione computer”. Selezionate ora la voce”gestione disco” all’interno della voce “archiviazione”

 


Gestionedisco01.jpg


 


In questa finestra cercate l’unità con assegnata la lettera E, e cliccando col tasto destro del mouse selezionate la voce “Cambia lettera e percorso di unità…”. Selezionate una lettera qualsiasi, confermate e chiudete l’applicazione. Avrete sicuramente notato che tutte le lettere già associate ad una unità non sono disponibili. Se avete più di una unità ottica a fine lavoro dovremmo riordinare i drive in modo che il primo lettore abbia la lettera F, il masterizzatore la G e via di seguito. Potete utilizzare lo strumento usato prima per riordinare i drive.

 


Adesso potete avviare il PartionMagic! Selezionate la voce in alto a sinistra “Crea nuova partizione”. Vi comparirà la seguente finestra:

 


PartitionMagic01.jpg


 


Cliccate su “avanti”:

 


PartitionMagic02.jpg


 


In questa finestra vi viene chiesto in quale punto del disco fisso volete creare la nuova partizione.


Nell’immagine riportata trovate più voci di quelle che troverete voi secondo l’esempio che stiamo usando in quanto sto lavorando su un disco con 4 partizioni già create. Sfortunatamente non ho un computer da poter usare per l’esempio e sono costretto ad utilizzare il mio, dove il lavoro che stiamo facendo ora, è già completato. Se avete solo due partizioni (C e D) le voci disponibili saranno “prima di C”, “prima di D ma dopo C” e “Dopo D”.


Selezionate la voce che vi consente di creare la partizione dopo quelle già esistenti, di solito quella raccomandata dal programma stesso.

 


PartitionMagic03.jpg


 


La finestra sopra vi chiede di selezionare da quali partizioni deve essere preso lo spazio per il nuovo disco E. Prelevare lo spazio dal disco adiacente renderà l’operazione più veloce, in caso contrario il PM richiederà più tempo. Non lasciate ugualmente che questo fattore sia il motivo della vostra scelta. Quest’operazione andrà fatta una volta sola quindi prendete lo spazio dal disco, o dai dischi, in base alle vostre esigenze.


Andando avanti troverete la seguente finestra:

 


PartitionMagic04.jpg


 


Selezionate qui la dimensione della partizione. Sulla destra vi vengono riportati i valori massimi e minimi che potete dare alla partizione. Il BootMagic richiede solo 13 mb quindi 20-25 mb possono bastare ma se volete utilizzare questa partizione per altri scopo potete immettere il valore che più vi aggrada. Siate sicuri che la lettera associata sia la “E” e che il file System sia FAT32 nonostante il PM vi raccomanda l’uso del NTFS. Sotto la voce Label potete già inserire l’etichetta (vi consiglio di scrivere “BOOT”). Fatto ciò andate avanti.


La finestra successiva vi mostra come apparirà il vostro disco prima e dopo l’operazione appena conclusa; controllate che tutto sia come volevate a conclude l’operazione.


In questo istante il PartionMagic ancora non ha fatto nulla, in basso a sinistra noterete che ci sono delle operazioni in sospeso. Per creare la nuova partizione cliccate su “Applica” e al riavvio il computer inizierà a creare la nuova partizione. Questo processo è formato da più operazioni e può durare diversi minuti, a secondo di quante partizioni donino lo spazio e quanto piene siano le partizioni donatrici.


Ricordatevi sempre di avere una copia di tutti i dati presente sul disco fisso specialmente se non avete un gruppo di continuità in grado di tenere il computer acceso in caso ci sia un blackout o uno sbalzo di tensione.


Anche se avete un gruppo di continuità vi consiglio di fare un backup di tutto il contenuto del disco fisso in caso ci siano problemi di natura software o hardware (ricordate sempre che il Windows è un mistero!). Ripeto che personalmente ho lavorato col PM diverse volte e non ho mai avuto problemi nonostante le operazioni complesse che gli ho fatto eseguire. Nonostante questo NON posso consigliarvi di iniziare a lavorare col PM senza avere una copia di sicurezza dei contenuti di tutti i vostri dischi!


Con la nuova partizione FAT32 potete installate il BootMagic!

 


CONTINUA --->

 

afullo

leader zone
area network
Iscritto dal
4 Dic 2019
Messaggi
25,165
Medaglie
4
LV
0
 
Adesso possiamo creare la nuova partizione primaria, per far ciò avviate il PM è cliccate sulla voce “installa un altro sistema operativo”, la seguente finestra apparirà:

PartitionMagic10.jpg


Se volete potete cliccare sulle istruzioni per ripassare la procedura secondo la guida del programma. Cliccate poi su “avanti”.

PartitionMagic11.jpg


Selezionate il sistema operativo che volete installare, Windows XP nel nostro esempio.

Ricordate, anche se avete più disco fisici, di installare i sistemi operativi solo sul primo.

Le finestre che seguono sono le stesse che avete già visto nella creazione della partizione E:

La prima vi chiederà dove volete creare la nuova partizione primaria; selezionate “Dopo C ma prima di D” (ricordate sempre di mettere le partizioni primarie sempre per prime. Non è una prassi obbligatoria ma è raccomandato farlo!). Andando nella finestra successiva vi verrà chiesto da quale disco deve essere preso lo spazio per la seconda partizione. Vale la stessa procedura e stesse raccomandazioni fatte per la creazione del disco E. Ricordate solo che i giochi occupano più spazio dei programmi.

PartitionMagic12.jpg


Nella successiva finestra dovrete, come già fatto per la creazione del disco E, selezionare la dimensione del disco, un’eventuale etichetta da assegnare e selezionare il tipo di file system da usare (Sempre NTFS per l’XP!). Importante anche selezionare la partizione come primaria.

Andiamo ancora avanti!

PartitionMagic13.jpg


In questa finestra vi verrà chiesto se volete eseguire l’installazione subito dopo la creazione della nuova partizione oppure no.

IMPORTANTE: NON selezionate la voce “immediatamente”. In caso contrario non sarà più possibile avviare il pc dalla partizione contenente il SO usato fino adesso in quanto non abbiamo ancora creato il disco di avvio del Bootmagic.

Selezionate invece “dopo” e andate avanti.

La finestra che vi comparirà vi mostrerà come sarà il vostro disco dopo questa operazione. Controllate che tutto sia apposto è cliccate su “fine”. Nella finestra principale del PartionMagic cliccate poi su “applica”. Il computer si riavvierà e svolgerà tutte le operazioni necessarie per la creazione della nuova partizione primaria e, una volta completate, il pc partirà sempre dal vostro vecchio sistema operativo.

Un piccolo trucco: Potete anche effettuare la creazione della seconda partizione primaria e quella del disco E in un unico riavvio. Per far ciò basta cliccare su “installa un altro sistema operativo” invece che su “applica” subito dopo aver creato la partizione E. Lo sconsiglio in quanto al riavvio successivo, il computer dovrà ricreare tutte le partizioni e, meno operazioni esegue, meglio è!

INSTALLIAMO IL WINDOWS PER I GIOCHI

La parte più difficile è stata fatta. Su risorse del computer potete vedere che la nuova partizione primaria non compare, proprio come spiegato sopra. Essa è nascosta e invisibile all’occhio vigile del Windows! Se non l’avete già fatto potete ora installare anche il BootMagic

Potete procedere adesso alla creazione dei dischi di ripristino del PartitionMagic e al disco di avvio del Bootmagic.

Per il primo vi serviranno due floppy. All’interno della cartella del PM c’è una cartella chiamata “PartionMagic 8.0 Utility”, al suo interno c’è il programma “Crea dischetti di salvataggio”, avviatelo e seguite le operazioni che vi verranno chieste (se il programma dovesse bloccarsi o la creazione non riuscire correttamente vuol dire che c’è qualcosa che interferisce con l’applicazione. Se dovesse capitarvi riavviate in modalità provvisoria ed eseguite l’operazione normalmente).

Questi dischi vi serviranno in caso un virus o qualche altro fattore esterno distrugga le informazioni sulle vostre partizioni. Ricordatevi anche di ricreare questi dischetti ogni volta che modificate, aggiungete o eliminate partizioni.

Avviate anche il programma per la creazione del disco di salvataggio del Bootmagic.

Vi servirà solo un floppy per creare questo utilissimo dischetto che vi consente di selezionare il SO da avviare, anche col Bootmagic disattivato o non installato (Se non riuscite a crearlo utilizzate il metodo scritto sopra).

Noi andremmo a installare il PM e il BM solo nella partizione da lavoro in quanto sarebbe inutile tenere due volte lo stesso programma. Il motivo per il quale non vi ho fatto sezionare l’installazione del nuovo SO immediatamente sta nel fatto che una volta attivata la nuova partizione primaria senza aver attivato prima il BM, la finestra di selezione del SO da avviare non comparirà e il pc si avvierà sempre dal nuovo Windows.

Ovviare a questo problema è facile in quanto basta installare il BM nel nuovo SO e potremmo riusare il menu di avvio del programma. Ma è anche vero che installare due BootMagic (e due PartionMagic) nello stesso computer non è molto raccomandabile.

Vi basterà invece inserire il dischetto nel computer, riavviare e dopodiché partirà la versione DOS del BootMagic. Completato l’avvio selezionare coi caratteri numerici il SO da avviare (1 per la prima partizione e 2 per la seconda) vi tornerà molto utile specialmente per eventuali format futuri dove il Bootmagic viene automaticamente disattivato.

BootMagic01.jpg


Questa finestra è quella principale del BootMagic, accessibile dall’interno della sua cartella.

Torneremo più avanti su questo programma. Al momento dovete solo togliere la spunta dalla voce “Attiva BootMagic” e cliccare su “Salva/Esci”.

Aprite il PartionMagic. Nella finestra principale cliccate col tasto destro del mouse sopra la seconda partizione primaria; è segnata con "*:", selezionate “avanzate” e poi su “setta come attiva”.

Dal prossimo riavvio il pc partirà dalla nuova partizione, al momento senza sistema operativo.

Inserite il disco del Windows e riavviate il computer. Installate il Windows come da manuale ma accettatevi che lo state installando sulla nuova partizione primaria vuota. Il Windows normalmente vi avvisa se è già presente un SO sulla partizione attuale. Se dovesse apparirvi questo messaggio vuol dire che il computer si avviato sempre con la vecchia partizione primaria. Controllate e rieseguite l’operazione per attivare la partizione primaria nuova. Una volta completata l’installazione, inserite il floppy del BootMagic, riavviate, selezionate la partizione 1 e riavviate il pc. Adesso si avvierà il vecchio SO.

Aprite il BootMagic. All’interno troverete i due Windows. In caso contrario cliccate su “Aggiungi” e seguite le istruzioni per far riconoscere al BM anche il secondo Windows. Rinominate i due sistemi operativi come preferite. Questo non rinomina l’etichetta del disco fisso (per fare questo potete usare il PartionMagic) ma semplicemente il testo che vi compare nel menu di avvio del Bootmagic. Sotto potete settare il tempo che vi resta per scegliere il SO da avviare, prima che si avvii il primo della lista automaticamente. Se volete potete far si che il computer aspetti la vostra scelta.

Mettete la spunta su “Abilita BootMagic”, salvate e uscite. Da questo momento dopo il bootstrap della macchina vi comparirà la finestra del BM che vi chiederà quale SO volete avviare.

CONTINUA --->

 

afullo

leader zone
area network
Iscritto dal
4 Dic 2019
Messaggi
25,165
Medaglie
4
LV
0
 
INSTALLARE UN NUOVO WINDOWS – CASO 2: HDD NUOVO

Se dovete installare due sistemi operativi su un disco fisso nuovo, la procedura sarà ancora più semplice in quanto dovrete saltare i passaggi più complessi.

Per prima cosa installate il nuovo Windows come da manuale. L’installer vi chiederà di partizionare il disco fisso: partizionate solo una parte di esso della dimensione desiderata per installare il primo Windows da lavoro.

Creata la prima partizione potete installare direttamente il Windows ma ricordatevi di NON creare ora la partizione, o le partizioni, per i dati in quanto si andrebbero a creare subito dopo la prima partizione; è raccomandato mettere in sequenza le partizioni primarie e dopo la partizione estesa in quanto questa risulterebbe non contigua perché spezzata da un’altra primaria; ciò è possibile ma sconsigliato. Lasceremo il compito di creare le partizioni successive al PM.

Completata l’installazione del Windows potete iniziare a lavorare alla creazione di una seconda partizione primaria.

Aprite il PartionMagic e cliccate sul pulsante “Installa un altro sistema operativo” si aprirà la seguente finestra:

PartitionMagic10.jpg


Leggete le istruzioni e andate avanti.

PartitionMagic11.jpg


Selezionate il sistema operativo da installare e andate avanti.

PartitionMagic02.jpg


In questa schermata dovete selezionare in quale punto del disco installare la nuova partizione.

La schermata che vi si presenterà avrà solo l’opzione “Before C:” (Dopo C: ) in quanto la restante parte del disco non è ancora partizionate (Nota: è probabile che non vi compaia anche questa finestra in quanto è un passaggio che non da scelta! Non ho mai provato).

Selezionate l’opzione e andate avanti.

PartitionMagic12.jpg


Adesso dovete immettere lo spazio da dedicare al secondo sistema operativo. Assicuratevi che l’opzione “Crea come” sia messa su “Primaria” e che il “File system” sia su NTFS se state installando un altro XP.

PartitionMagic13.jpg


Questa schermata ci chiede se vogliamo installare il nuovo sistema adesso oppure dopo.

Selezionate “dopo”. Andate avanti e cliccate su “fine”

IMPORTANTE: NON cliccate ancora sul pulsante applica della finestra principale del PM.

Cliccate invece su “Crea nuova partizione”. Purtroppo non posso aiutarvi con delle immagini in quanto non ho spazio non partizionato, ma la procedura è molto semplice (simile a quella per creare la partizione E come spiegato prima ma con meno passaggi).

Dobbiamo creare ora una partizione che conterrà tutti i dati (immagine, testi, eseguibili, musica ecc ecc. In parole povere creiamo una partizione che contenga la cartella “Documenti” di Windows)

Usate una parte dello spazio non partizionato per crearla. Ovviamente, non prelevate lo spazio dalle partizioni già create, ma usate lo spazio non ancora assegnato. Lasciatene un poco per la partizione del BootMagic in FAT32. Selezionata la dimensione, selezionate il file system NTFS e mettete l’etichetta che più vi aggrada

Completata questa operazione, cliccare nuovamente su “crea nuova partizione” e selezionate la dimensione massima pari allo spazio non ancora partizionato. Ricordatevi anche che, questa volta dovete selezionare il file system FAT32. Mettete l’etichetta “BOOT” e completate l’operazione.

Al momento non è stata fatta alcuna modifica alle partizioni, per renderle effettive dobbiamo cliccare sul pulsante “applica” nella finestra principale del PM.

Il PartitionMagic vi mostrerà come apparirà il vostro disco fisso, se la distribuzione dello spazio che avete scelto non vi convince potete annullare le operazioni e ridistribuire lo spazio.

Applicate poi le operazioni e al prossimo riavvio il vostro computer sarà pronto per ospitare il nuovo SO.

Da questo punto in poi potete seguire le istruzioni spiegate nel capitolo “INSTALLIAMO IL WINDOWS PER I GIOCHI”.

PREPARARE IL WINDOWS PER I GIOCHI

Ricordate sempre una cosa: un sistema operativo non potrà mai vedere e usare le applicazioni installate nell’altro. Per avere lo stesso programma su due sistemi operativi diversi bisogna installarlo su entrambi anche se se questo viene installato nella partizione comune.

Chiusa questa parentesi, ricordate anche che la parola d’ordine per questo nuovo sistema operativo è “leggero”, quindi non dobbiamo installare niente che non sia di utilità ai giochi.

Installate quindi i driver della scheda madre, le DirectX, i driver della scheda video e quelli della scheda audio. Non installate invece i driver della stampante, dello scanner o di altre periferiche che non useremo in questo sistema operativo.

Per i driver del modem bisogna precisare diversi punti. Mancando un antivirus e un firewall il pc sarà costantemente sotto un rischio costante quando sarà collegato ad internet. Ho specificato nel titolo l’ottimizzazione del SO per il single player in quanto con questo sistema operativo è raccomandato collegarsi a internet solo quando questa è realmente necessaria: come per attivare Half Life 2.

C’è da dire che collegandosi tramite Steam o altri server sicuri, il rischio di prendere un virus o incontrare utenti malintenzionati è quasi nullo; quindi qualche collegamento per aggiornamenti, attivazioni o registrazioni ondine di un nuovo gioco, sono più che permesse.

Quello che non dovrete mai fare sarà navigare in rete liberamente, scaricare la posta ed eseguire nel computer programmi contenuti in cd, dvd, pen drive o altre periferiche di archiviazione, provenienti da computer potenzialmente infetti.

Il gioco on-line è la pecca di questo metodo di ottimizzazione in quanto più il computer sta collegato senza una protezione, più c’è il rischio di prendere un virus o lasciare che utenti malintenzionati entrino nel nostro pc. E’ anche vero che collegandosi in rete solo per connettersi a server che offrono un servizio di gioco on line, il rischio di prendere un virus è praticamente nullo e anche il firewall incluso nell’XP un minimo di protezione la da.

Ad ogni modo non posso dirvi di usare il computer senza protezione e di stare tranquilli quando vi collegate. La cosa più sicura sarebbe quella di installare il gioco da usare on-line nel sistema operativo da lavoro dove è già presente un antivirus e giocare in single player con nostro SO ottimizzato. Io personalmente uso la partizione da “gioco” anche per i giochi on-line e finora non è mai successo nulla. La scelta finale però spetta voi.

Tornando al nostro Windows da gioco, a seconda di alcune periferiche che avete montato nel vostro computer potrebbe essere necessario lavorare con l’utility “gestione periferiche”. Il Windows potenzialmente non ama che sia installata una periferica che non riconosce, questo si traduce a volte in un continua richiesta di inserire il cd coi driver. Per la stampante basterebbe non accenderla ma alcune periferiche autoalimentate tramite la porta usb, non hanno questo vantaggio. Cliccate col tasto destro del mouse “sopra risorse del computer” nel desktop, selezionate “Proprietà”, la cartella “Hardware” e cliccate su “Gestione periferiche”.

CONTINUA --->

 

afullo

leader zone
area network
Iscritto dal
4 Dic 2019
Messaggi
25,165
Medaglie
4
LV
0
 
Qui troverete una lista di tutte le periferiche installate e riconosciute dal sistema. Cercate la periferica per la quale sono richiesti i driver e cliccate sempre col tasto destro per selezionare la voce “Disattiva”. In questo modo il Windows non utilizzerà più la periferica installata e non vi chiederà più di installare i driver.

Visto che un collegamento internet diventa obbligatorio per alcuni giochi, installate il vostro modem normalmente, ma visto che lo utilizzeremo saltuariamente disattivatelo come spiegato prima. I modem analogici richiedo una procedura più semplice in quanto si installa solo il driver, si crea la connessione e basta. I modem ADSL hanno veri e propri programmi da installare per il loro corretto funzionamento. Se teniamo in considerazioni i modem dei gestori che offrono il servizio ADSL la situazione si aggrava. Come per il modem di Alice che installa una serie di utilily completamente inutili e terribilmente fastidiose; da questo punto di vista sono migliori i modem comprati in negozio che installano solo lo stretto indispensabile per il loro funzionamento.

Disattivato il modem ADSL da “Gestione periferiche”, adesso dobbiamo disattivare l’esecuzione automatica del programma che lo supporta: cliccate su “Start” e selezionate “Esegui”.

Scrivete al suo interno “msconfig” e premete invio, vi comparirà la seguente finestra:

Msconfig01.jpg


Ciccando sulla cartella avvio c’è la lista con le applicazioni eseguite automaticamente in background all’avvio del Windows. Cercate la voce che riporta il vostro modem aiutandovi con la colonna “Comando”. Nel caso qui riportato possiamo vedere che è presente un modem della Digicom che usa il programma CnxDslTb, togliete la spunta a questo programma e date l’ok. Al riavvio successivo il Windows non caricherà più il programma: una risorsa in meno a cui pensare! Ricordatevi che per alcuni modem ci potrebbero essere più file da disattivare, basta solo cercarli e disattivarli con la stessa procedura.

Cosa bisogna fare invece per riattivare il programma nel caso ci servisse il modem? E’ facile, basta eseguirlo manualmente come facciamo normalmente (scusate la cacofonia!).

In pratica l’esecuzione automatica di un programma non fa altro che eseguirlo all’avvio del SO. Niente ci vieta di eseguirlo invece a comando!

Cercate all’interno del menu avvio la cartella del vostro modem, al suo interno troverete il file che si auto avviava, eseguitelo e il gioco è fatto. Se avete dei dubbi su quale file avviare cliccateci sopra col destro e selezionate “Proprietà”. Guardate se il nome che compare nella voce “ Destinazione” sia lo stesso che compariva nell’MSconfig di Windows.

Michelangelo01.jpg


Eccolo qui! E’ lui!

Se non trovate il file all’interno del menu avvio, dovete cercarlo tramite “Risorse del computer”. Se guardate la colonna “Destinazione” sempre dell’MSconfig, troverete il percorso completo dell’applicazione desiderata, basterà seguirla e troverete il file. A questo punto potete, se volete, crearvi un collegamento sul desktop o all’interno di una cartella dei file programmi in modo tale che non dobbiate più ricercarlo all’interno di “ Risorse del computer”.

Se avete un router la procedura è molto più semplice. Un router non ha bisogno di driver, comunica col computer tramite cavo LAN (vi sconsiglio di usare il Wi-Fi per collegare il router al computer da gioco). Basta dolo configurare l’indirizzo IP manualmente o lasciare che il Windows lo trovi da solo. Onde evitare però che il Windows da gioco navighi da solo mentre giocate potete creare un collegamento sul desktop della vostra connessione al router che potete trovare all’interno di “connessione di rete”. Per far si che il computer non comunichi più col router basta cliccarci sopra col destro e selezionare “disattiva”. Per riattivare basta invece un doppio click sopra l’icona.

Potete ripetere la stessa operazione per qualsiasi programma dia fastidio al vostro SO. Attenzione però quando usate questa utilità di configurazione del Windows in quanto molti programmi che compaiono, sono vitali per quest’ultimo e non devono assolutamente essere toccati.

Un'altra utility che vi potrà servire è quella per la gestione dei servizi di Windows. Vi si può accedere tramite il comando “services.msc”, potrete disattivare il servizio che non vi serve da qui ma state attenti a non modificare un servizio se non siete sicuri al 100% di quello che state facendo.

Nonostante sia un XP da dedicare ai giochi nella mia foga ottimizzatrice ho persino disattivato le utility del joystick per i simulatori di volo in quanto è inutile tenerle per giochi che non usano questa periferica.

Il Saitek X52 ha moltissime funzioni gestite da tre programmi diversi. Siccome è una periferica di gioco che non uso spessissimo mi è tornato molto utile gestire manualmente l’avvio delle sue utility. Per prima cosa la loro esecuzione automatica è stata disattivata dall’Msconfig e poi o creato 3 collegamenti sul desktop per gli stessi in modo tale da avviarli facilmente prima di dover usare il joystick.

Siate liberi di gestire le applicazioni simili e che usate saltuariamente come più vi piace. Fate in modo che siate voi ad avere la gestione di queste applicazioni e non il Windows, ma attenzione sempre a non toccare le applicazioni vitali per il vostro sistema operativo.

Se avete dubbi su un applicazione o volete sapere come si può disattivare postate qui! Sarò felice di potervi aiutare! ^_^ Postate anche consigli e tecniche che trovate per alleggerire il Windows . Più ottimizziamo, meglio è!

Se avete comunque dei dubbi sull’utilità di una applicazione seguite questo consiglio: dopo aver completato l’installazione del Windows e dei driver principali come spiegato sopra, ma prima di installare il modem, i giochi ed eventuali periferiche utili per gli stessi, premete “Ctrl+Alt+Canc” e selezionate la voce processi. In basso a sinistra c’è il totale dei processi attualmente eseguiti, questi dovrebbero essere circa 27 e non più di 32. Ricopiate in un foglio tutti i processi eseguiti e completate l’installazione del modem e di altre periferiche come spiegato sopra. Ogni volta che avete un dubbio sui processi utili, potete controllare la lista e vedere qual è comparso ora nel vostro Windows e scegliere cosa farne.

E’ importante anche che non installiate altri programmi, in particolar modo gli antivirus, l’Office e le utility come le Norton. Se volete invece un buon defragger vi consiglio Perfectdisk, è piccolo, leggero, e non ha programmi fastidiosi da eseguire in background.

Altri programmi utili e leggeri da installare sono il Registry Mechanic per correggere eventuali errori del Windows che possono crearsi con l’installazione o la rimozione dei giochi e il Privacy Guardian per eliminare i file non voluti o temporanei.

Per il resto installate solo i giochi e nient’altro.

A questo punto il vostro SO è pronto per accogliere i vostri giochi.

I benefici guadagnati saranno molti, per prima cosa il vostro SO sarà caricato in pochi secondi (con un 3,5 Ghz sarete pronti per giocare in 7 secondi!). Nei giochi otterrete performance più elevate e non ci saranno più dei fastidiosi freeze temporanei dovuti allo swap dei dati mentre una valanga di applicazioni in background chiede costante attenzione da parte della CPU e della ram. Infine non rischiate che il gioco vada in crash a causa di un conflitto tra più programmi eseguiti sempre in background.

Bene, a questo punto non mi resta che augurarvi buon lavoro e buon divertimento con il vostro nuovo sistema operativo per videogiochi!!!

:ciao:

 
I

ICON of SIN

Rieccomi qui! Dopo più di due mesi finalmente mi hanno riallaciato l'adsl! //content.invisioncic.com/a283374/emoticons/laugh.png

Diciamo che ci hanno messo più tempo di quanto pensavo ma meno di quanto mi aspettavo visto che una settimana fa mi dissero che se ne sarebbe parlato verso la fine di ottobre.

Per Afullo: Grazie ancora per aver postato il tutorial.

Ho modificato delle faccine extra che sono comparse in quanto mentre scrivevo usando il Word non ho fatto mente locale che nel forum i caratteri

Codice:
sono visti come ":)" . Quindi quando scrivevo

Codice:
(C:)
per indicare il drive "C", il nel post compariva "(C:)"

 

afullo

leader zone
area network
Iscritto dal
4 Dic 2019
Messaggi
25,165
Medaglie
4
LV
0
 
bentornato! //content.invisioncic.com/a283374/emoticons/laugh.png

per quanto riguarda il tutorial grazie a te per avermelo inviato via e-mail, io a postarlo qui ho solo fatto il mio dovere :rspecial:

p.s. dovresti fare un salto un attimo in area51... ci sono parecchie discussioni e ci piacerebbe avere il tuo parere a proposito //content.invisioncic.com/a283374/emoticons/winks.gif

 
I

ICON of SIN

Come vi sembra il tutorial con le immagini piene?

Alla fine è entrato tutto in una pagina. //content.invisioncic.com/a283374/emoticons/smile.png Che faccio? Provo a mettere delle thumb?

 

afullo

leader zone
area network
Iscritto dal
4 Dic 2019
Messaggi
25,165
Medaglie
4
LV
0
 
ti dirò quando mi arriverà l'adsl, adesso col 56k ci metterei una vita a caricare la pagina se attivassi le immagini nei posts... //content.invisioncic.com/a283374/emoticons/winks.gif

 
I

ICON of SIN

ti dirò quando mi arriverà l'adsl, adesso col 56k ci metterei una vita a caricare la pagina se attivassi le immagini nei posts... //content.invisioncic.com/a283374/emoticons/winks.gif
Giusto! Allora per il momento lascio tutto così!

 

afullo

leader zone
area network
Iscritto dal
4 Dic 2019
Messaggi
25,165
Medaglie
4
LV
0
 
magari Gyppi può fornirci il suo parere... //content.invisioncic.com/a283374/emoticons/winks.gif

 
B

BARTUC[ITA]

complimenti per il tutorial

finalmente si spera che la gente capisca la potenzialita enorme di avere due o piu partizioni su uno stesso disco e dunque da avere piu os contemporaneamente sulla stessa macchina

 
B

BARTUC[ITA]

io installo sempre due win xp dato che io ragiono in questo modo

se per caso uno mi si blocca e non ho voglia di reinstallare tutto o l'altro di rincalzo che mi para il ****

e dal 2003 che faccio sto lavoro e ringrazio *** che abbiano creato il kernel perche se non ci fosse non saprei come fare:asd:

 
H

H3||fir3

Ciao , al prossimo format devo provare sta cosa , cmq dato che i giochi che utilizzo non sono così pesanti per l'hardware , penso che trarrei molti meno benefici di un pc piu lento del mio . ho un dual core e4600 con radeon 1950 pro , naturalmente overcloccato //content.invisioncic.com/a283374/emoticons/winks.gif

aggiungerei guide sui servizi del sistema operativo

http://www.harrrdito.it/faq/search.asp?id=552

http://www.megalab.it/articoli.php?id=250&pagina=1

http://www.wintricks.it/windxp/guida.html

 
B

BARTUC[ITA]

Ciao , al prossimo format devo provare sta cosa , cmq dato che i giochi che utilizzo non sono così pesanti per l'hardware , penso che trarrei molti meno benefici di un pc piu lento del mio . ho un dual core e4600 con radeon 1950 pro , naturalmente overcloccato //content.invisioncic.com/a283374/emoticons/winks.gif
aggiungerei guide sui servizi del sistema operativo

http://www.harrrdito.it/faq/search.asp?id=552

http://www.megalab.it/articoli.php?id=250&pagina=1

http://www.wintricks.it/windxp/guida.html
ma la partizione di un disco non serve solo per giocare

pensa che ti va a puttane un os

recuperare i dati diventa troppo un casino

la gente quando sente parlar di partizioni si spaventa dato che pensa che complicherà la loro vita senza capire che sono una cosa comodissima

se ti va a puttane un l'os e o tuoi dati sono salvati su un altra partizione puoi formattare l'altra partizione reinstallando tutto senza che i tuoi dati vengano sfiorati

io penso che non riuscirei a vivere in pace con il mio computer senza avere due partizioni //content.invisioncic.com/a283374/emoticons/emoticons_dent1005.gif

 
H

H3||fir3

é vero quello che dici , io infatti ho sempre utilizzato c e d in qualità di singole unità . attualmente sto a 40 giga di hd interno + 250 giga esterno , dove tengo driver , programmi ecc . per me è già molto comodo così reinstallare . Io invece mi riferivo al fatto di provare a installare il so 2 volte //content.invisioncic.com/a283374/emoticons/winks.gif

 
B

BARTUC[ITA]

é vero quello che dici , io infatti ho sempre utilizzato c e d in qualità di singole unità . attualmente sto a 40 giga di hd interno + 250 giga esterno , dove tengo driver , programmi ecc . per me è già molto comodo così reinstallare . Io invece mi riferivo al fatto di provare a installare il so 2 volte //content.invisioncic.com/a283374/emoticons/winks.gif
il fatto di reinstallare l'os due volte io lo faccio perche suo windows xp e se lo utilizzi sai che come os si impianta da un giorno all'altro

io che ne ho bisogno non posso rimanere senza computer allora io lo reinstallo

se uno dei due muore nel vero senso della parola e capita ad esempio durante una fase di installazione o disinstallazione e non capisco perchè certe volte capita che alcuni file come quelli del kernel si corrompono allora se mi si impianta di colpo io prendo e avvio quello di emergenza

se ho bisogno di alcuni programmi li prendo e li reinstallo dall'hd esterno che ho

cosi io nel giro di 5 minuti ho di nuovo il mio os come nuovo

quando poi mi si impianta anche il secondo purtroppo devo a quel punto formattare e reinstallare il tutto

solo questo

 
Top
AdBlock Rilevato

La pubblicità talvolta disturba, lo sappiamo!

Questo sito non potrebbe esistere senza qualche inserzione pubblicitaria, ma lavoriamo ogni giorno per rendere l'esperienza utente la più fluida ed interattiva possibile, e ciò vale anche per gli annunci promozionali. Non saranno mai invasivi od invalidanti, quindi ti chiediamo la cortesia di disattivare l'AdBlock per poter navigare. Grazie di cuore.

Ho disattivato AdBlock