Gruppo di ri-lettura | Harry Potter Saga | Si accettano maghinò e babbani | In corso: Il Prigioniero di Azkaban (cap. 13-16)

Hype

Sheldoor95

LV
0
 
Iscritto dal
10 Dic 2018
Messaggi
28
Reazioni
29
Medaglie
1
Ma dai stavo scherzando non ci pensare neanche a chiedermi scusa :)

Leggendo il tuo commento al capitolo 11 ho pensato solo che quella cosa su Piton potesse cambiare un po' le carte in tavola ma niente di grave tranquillo!
No ma figurati se ti ho arrecato un danno in qualche modo è giusto che io ti chieda scusa. Comunque ci tengo a specificare per chiunque possa incappare nello stesso dubbio che in quel segmento intendevo dire che sto provando a dare le mie prime impressioni, quelle che avevo quando ero chiaramente ancora estraneo alla storia. A volte conoscendo la storia perfettamente si possono dare delle cose per scontato nel commentarla, volevo semplicemente evitare questo ma credimi..non c'è alcun significato nascosto dietro alle mie parole, mi sarò sicuramente espresso male.
 

Y2Valian

Cheese
LV
2
 
Iscritto dal
21 Feb 2012
Messaggi
10,481
Reazioni
1,490
Medaglie
8
E' un dettaglio che non viene mai spiegato in tutta la saga. Forse Silente ha capito che Voldemort potesse usarla per tornare. Ma perché nasconderla dopo 11 anni dalla sua scomparsa? Strano anche il comportamento di Piton nei confronti di Silente. Come hanno fatto a non capire che c'era Voldemort dietro tutto questo? Cosa poteva farsene il Povero professor Raptor con una pietra di tale valore, se aveva paura anche della sua stessa ombra. Perché non l'hanno subito licenziato o comunque messo sotto stretta sorveglianza? E' vero che Piton lo stava seguendo abbastanza bene, ma sappiamo che si è fatto fregare molto facilmente. Pensate ad una scena finale con Voldemort, Piton e Raptor insieme con Piton intervenuto per impedire a Raptor di prendere la pietra. Cosa sarebbe successo? Piton avrebbe aiutato Voldemort?
!Spoiler libro!
Penso che Silente e co. volessero fare venire allo scoperto Voldemort, sapevano che era vivo ed erano ben consci delle proprietà benefiche delle PF, quindi hanno volutamente tenuto le difese basse per cercare di prendere lo squalo e non il tonno.
Poi Piton è un po'il Vegeta della situazione e quindi il fesso del caso :asd:

Ma per il Quidditich la faranno l'idea di una Superlega?
 

Sheldoor95

LV
0
 
Iscritto dal
10 Dic 2018
Messaggi
28
Reazioni
29
Medaglie
1
Chiaramente possiamo sintetizzare questo capitolo in due avvenimenti realmente importanti: 1) La scoperta dell'identità di Flamel.
2) Harry in versione 007 riesce ad infiltrarsi e ad ascoltare un discorso tanto importante quanto ambiguo tra Piton e Quirrell. L'interpretazione che i ragazzi danno porta ad unire i punti già segnati in precedenza e quindi a convincersi sempre più che Piton vuole rubare la pietra. In più avanzano delle congetture su come possa realizzare il piano e come Quirrel possa essere coinvolto in qualche modo con la pietra stessa.
Personalmente per quanto meno rilevanti vorrei soffermarmi sulle parti che mi hanno divertito. Andando in ordine cronologico parto dalla scoperta di Piton arbitro della partita di Quidditch imminente...i consigli di Hermione e Ron su come far scansare ad Harry la partita li trovo veramente impagabili 😂. La seconda riguarda la rissa durante la partita tra il team Ron-Neville e la gang di Malfoy, credo che tutta la situazione unita nello specifico ad alcune battute del perfido Malfoy sia davvero troppo esilarante

Beh che dire..in questo capitolo Hagrid che si sente la mamma del traghetto, mamma che non si accorge di quanto il figlioletto sia pericoloso e pestifero, mi ha fatto veramente piegare in due. I vari approfondimenti sui draghi e di come siano presenti questi ultimi anche nel mondo dei babbani (e come facciano a tenerli segreti) rendono il libro più preciso rispetto al film anche in quest'ambito. Anche il modo in cui i ragazzi riescono a "sbarazzarsi" di Norberto lo ricordo diverso rispetto alla controparte cinematografica. Proprio nel suddetto momento, tra l'altro, mi sono domandato come Harry e soprattuto Hermione abbiano dimenticato il mantello dell'invisibilità. L'interpretazione che mi sono dato è che nel momento di forte adrenalina si siano lasciati trasportare, fatto sta che la svista rimane clamorosa.

Questo capitolo concorderete con me, per chi è avvezzo anche ai film, presenta molte differenze rispetto al film. Piuttosto che elencarle non posso fare almeno di esprimere quanto lo trovi più dettagliato e superiore di fatto rispetto al film (che secondo me nell'impatto non ha fatto malissimo). Tutta la questione dei centauri e la loro lettura delle stelle e dei pianeti è davvero degna di nota secondo me, per le riflessioni soprattutto che porta a fare sulla visione di fato ecc..
Chiaramente il primo incontro diretto con Voldemort fa da padrone per importanza a tutte le altre questioni. Harry dopo l'incontro inizia a fare una serie di riflessioni e arriva a credere che Piton voglia rubare la Pietra per conto proprio di "Colui che non deve essere nominato". Trovo affascinante che dopo queste congetture, prima di andare a dormire, Harry ritrovi nel suo letto il mantello dell'invisibilità che era ormai perso..che coincidenza!! Non trovate?!
 

Phantomluis88

Moderatore
anime & comics
LV
1
 
Iscritto dal
4 Dic 2012
Messaggi
11,607
Reazioni
495
Medaglie
6
ormai le differenze con la pellicola diventano davvero tante, anche se per fortuna non troppo decisive a livello di trama

avrei messo anche la mcgranitt ad incitare la squadra alla baston :asd: le analogie col calcio continuano, arbitro venduto, interessi extra-sportivi, certo la rowling è inglese ma sembra descriva l'italia e non solo :rickds:
hermione che perde a scacchi non ce la vedo. capirei il quidditch, o altre attività fisiche e pratiche, ma lo vedo solo come un modo per renderla più umana :asd:
certo che per essere una scuola retta da persone prevalentemente oneste, è fin troppo facile incappare in episodi di bullismo che restano impuniti. bello però che harry consoli neville e i suoi dubbi ricordando che sia stato il cappello a riconoscerlo meritevole di essere un grifondoro (col solito dissing facile a serpeverde che al momento ci sta :asd: )
finalmente poi si scopre l'identità di flamel, oltre che l'oggetto che da il nome al libro e al fatto che la figurina di silente è davvero spammata in ogni confezione.
arriva poi la seconda partita. il preside è sugli spalti quindi harry si sente al sicuro. peccato che tra i vari titoli del gran pezzo grosso rientri anche quello di presidente della lega serie a :ahsisi:
la partita procede, ma il vero agonismo lo si vede sugli spalti: carico di burrobirra, ron si lancia sul leone da tastiera malfoy, con neville a dargli man forte contro i due sgherri. nel frattempo le telecamere di sky si perdono il record di velocità stabilito da harry, che cattura il boccino in men che non si dica. nemmeno il tempo di esultare però, che l'attenzione si sposta su una discussione alquanto oscura, con il subentrare di una discreta dose d'ansia

si inizia col fanboysmo verso quirrell e lo studio per gli esami, giusto il tempo di venire invitati a complottare da agrid, che gli offre panini al prosciutto di ermellino (che non saprei reputare se pari o peggio dei panini alla donnola della prima edizione :rickds: ).
veniamo a conoscenza del fatto che tutto il corpo docenti di hogwarts abbia collaborato alla protezione della pietra (quando probabilmente bastavano filch e mrs. norris posti direttamente a guardia della pietra :asd: ), e che piton non sia poi così cattivo.
proseguiamo col vero segreto di hagrid e la sua comunque amorevole proprietà di linguaggio: l'uovo di dorsorugoso di norvegia, custodito in una capanna di LEGNO. nemmeno il tempo di godersi un po' la notizia, che malfoy è sempre al posto giusto e al momento giusto per impicciarsi :asd: e così il tenero norberto, nemmeno il tempo di schiudere l'uovo e dar fuoco alla mamma e ai suoi averi, che si trova costretto ad andare in romania da charlie (avete presente, il weasley che nei film non esiste), non prima di mordere e avvelenare ron. il piano è semplice, far introdurre di notte quattro estranei nel perimetro protetto e inaccessibile di hogwarts, senza che nessuno se ne accorga.
oltre al coinvolgimento di charlie, come detto praticamente omesso nel film, lo svolgimento è diverso. tanto per cominciare ron è assente. in più la mcgranitt becca prima draco e poi harry e hermione, quando nella trasposizione riceveva la soffiata dal serpeverde

comincia la ramanzina, con il pavido neville sorprendentemente coinvolto e la mcgranitt che si indigna manifestando tali imparzialità e severità che piton non può nemmeno sognarle.
è bastato un attimo a rendere harry dalla celebrità della scuola a scarto umano. ecco, capisco la gravità della cosa, ma l'ho trovata fin troppo eccessiva, persino dai compagni di squadra che non sarebbero andati da nessuna parte senza lui. e oltretutto, lui ha sempre 11 anni, in un contesto reale basterebbe molto meno per qualche trauma grave :asd:
intanto il piano di piton pare essere completo e resterebbe solo da passare all'azione, si potrebbe coinvolgere silen..ah già, la punizione, nella foresta proibita, quella dove è appunto PROIBITO l'accesso. ma mandiamoci ragazzini del primo anno di notte come punizione. ah, sento già sbattere le ali dei gufi che recapitano in presidenza una vagonata di denunce e aperture di cause legali :ahsisi:
anche qui, lo svolgimento del film va lievemente a divergere. in primis neville sostituito da ron, poi manca il riferimento alla prima suddivisione con i favoreggiamenti di hagrid che, in effetti, non sono poi così diversi da quelli di piton :asd:
il compito di stanotte è pericoloso e non vogliamo che corriate rischi, però nulla può farvi male se siete con me o zanna. noto solo io il nonsense? :rickds:
ecco i centauri (e non il centauro), chiaramente strafatti poichè incapaci di sostenere una conversazione sensata :ahsisi:
scherzo di malfoy a neville, cosa che se hagrid avesse riportato alla mcgranitt (per via della ship) sarebbe potuta costare punti ai serpeverde, e invece nulla, solo cambio squadre e prosieguo che viene poi ripreso nel film, con l'extra del litigio tra fatton..centauri, tra i centauri, si. avevano marte storto.
dopo di che si torna a casa, harry ritrova il mantello smarrito nel precedente capitolo, restituito non si sa da chi (quel che si sa però è che chi l'ha trovato non si accorge di ben altre cose :asd: )

che dire, signori ci siamo quasi, mancano gli ultimi due capitoli e poi si passa al secondo anno. personalmente non vedo l'ora e proverò a chiudere appena parte la nuova scadenza :rickds:
e voi che dite?
 

Theta

LV
0
 
Iscritto dal
19 Ago 2019
Messaggi
1,660
Reazioni
472
Medaglie
2
E finalmente svelato Flamel. Ho scoperto proprio pochi giorni fa che l'intera scena di Neville vittima del Locomort Mortis di Malfoy (incantesimo che tra l'altro ti viene usato ripetutamente dai prefetti quanto ti sgamano nelle missioni stealth dei videogiochi per console...) e conseguente epifania di Harry sulla figurina di Silente era stata in realtà adattata nell'adattamento cinematografico ma inclusa solo nella extended... come anche l'intera scena della prima lezione di Pozioni. Anche se condito da una linea comica non necessaria con Seamus che si propone di salvare lui Neville nonostante le sue esplosioni e del trio che poi si dimentica di salvarlo lasciandolo cadere...
La partita di Quidditch è un attimo, e questa volta viene menzionata chiaramente la presenza di Silente, quindi grave errore del film che evidentemente non voleva adattare due partite... considerando quanto è ininfluente la seconda è una scelta che può starci e volendo comunque mettere Silente in scena avranno giocato sul fatto che molti ancora non conoscessero quel personaggio (e quindi quanto sarebbe stato difficile attentare alla vita di Harry con lui presente).
Norberto viene presentato subito dopo e non ricordavo durasse letteralmente un capitolo :asd:. Pratica sbrigata subito che serve praticamente a infliggere la punizione ai ragazzi e... altro. Sì perché poi si arriva come fatto notare unanimemente alla parte più lolwut del libro di quattro ragazzini mandati in una foresta già di per se pericolosa a cercare un omicida di unicorni :asd:. Oltre all'essere un libro per ragazzini penso sia complice anche l'ingenuità della Rowling come scrittrice più o meno agli esordi di questa forzatura. Se non altro si fa la conoscenza dei centauri e del loro ambiguo rapporto con gli umani, oltre a essere fissati con le stelle che manco le predizioni di Paolo Fox per quello che avrebbe dovuto essere il glorioso 2020. Simpatico
il fatto che si dia un antipasto di come la McGranitt non impazzisca per la Divinazione... e così sarà pure Hermione :unsisi:
. Peccato invece che, penso per motivi di budget, nel film appaia solo Fiorenzo e i centauri per il resto della saga cinematografica verranno praticamente glissati nonostante arriveranno
e arriverà
a coprire un ruolo abbastanza importante...
E si finisce col misterioso donatore che riconsegna il mantello ad Harry.
La parte con Harry diventato d'un tratto il più odiato della scuola l'ho trovata anch'io decisamente esagerata, ma penso sia il classico stereotipo del racconto dell'eroe con esso che raggiunge il punto più basso dopo un apparente apice per poi tornare a risplendere.
Tutta questa parte nel film è molto diversa e più semplificata per quanto si arrivi allo stesso punto, però se prima me la "prendevo" con la scena comica del Locomotor Mortis del film è perché in quella scena Harry infonda un po' di coraggio a Neville il quale poi arriverà a sgattaiolare di notte per prottegere gli amici da Malfoy... per quanto semplice si è persa un po' di sua caratterizzazione mostrandolo come troppo goffo.
E ora si va di rush finale :gogogo:
 

PEVO

Moderatore
area tech
LV
2
 
Iscritto dal
26 Apr 2010
Messaggi
23,607
Reazioni
727
Medaglie
13
Capitolo che serve a far evolvere un personaggio in particolare: Hagrid. La situazione è veramente assurda e la cosa che assolutamente non capisco è perché gli amici di Charlie non potevano semplicemente recarsi nella capanna di Hagrid per prelevare il drago. Doverlo portare fino alla torre più alta è palesemente una forzatura, che non viene mai spiegata. Hagrid inoltre non si assume nemmeno la responsabilità della cosa, anzi nel capitolo successivo sembra comportarsi come se non fosse stato lui a causare tale punizione agli studenti. Io un po' mi sarei sentito in colpa. Chiaramente non si comporta in maniera severa, come avrebbe fatto anche se avessero causato un altro tipo di violazione, però di fatto è solamente colpa di Hagrid e mi aspettavo un comportamento leggermente diverso. Almeno ci sta per Malfoy che si è subito una bella punizione.

Capitolo meraviglioso, forse il migliore fino ad ora. La foresta è descritta in maniera eccellente insieme alle creature che la popolano. Il primo incontro con i centauri è veramente brillante. In poche frasi riusciamo a capire che tipo di creature sono. Però ritengo ridicolo che dopo quanto visto nella foresta e le continue uccisioni di unicorni non abbiano fatto scattare qualche allarme in più ad Hogwarts. Capisco che i centauri non vogliano intervenire per natura, ma almeno Hagrid e Harry potevano fare qualcosa dopo quanto successo (e soprattutto dopo quello che ha visto Harry nella foresta con tanto di dolore alla cicatrice). Harry era sicuro di aver visto Voldemort (la conferma è arrivata dal centauro), eppure non va a dirlo a nessuno? Strano, troppo strano.

Pronto per il gran finale!
 

PEVO

Moderatore
area tech
LV
2
 
Iscritto dal
26 Apr 2010
Messaggi
23,607
Reazioni
727
Medaglie
13
Ci siamo, mancano gli ultimi due capitoli! Poi faremo una settimana di pausa per permettere a tutti di finire il libro e postare i loro commenti, opinioni e quant'altro.
 

xyz

LV
0
 
Iscritto dal
22 Mar 2021
Messaggi
50
Reazioni
37
Scopriamo finalmente che cosa sia questa pietra filosofale.
Mi aspettavo fosse una pietra che dava a chi la possedeva il sapere assoluto invece a quanto pare sono "solo" soldi e lunga vita :sard:

Gran capitolo il 15.
Un piccolo film horror pieno di suspense, ansia e adrenalina (anche io ero un po' in agitazione lo ammetto :sisi:).
Mandare dei ragazzini undicenni a notte fonda in una foresta piena di bestie pericolose per indagare su un misterioso serialkiller di unicorni. Più che una punizione la definirei una quasi condanna a morte :asd:
L'incontro con i centauri è bellissimo. Questi esseri a metà fra il mondo animale e il mondo umano mi affascinano un sacco. Non si capisce se siano dotati di un'intelligenza limitata, e per questo è difficile a portare avanti una conversazione con loro, o se siano semplicemente di un livello superiore, della serie che scacano gli uomini perché inferiori.
Voldemort che si aggira per la foresta come un'anima reietta alla ricerca del sangue di unicorno per sfuggire alla morte. Un'incontro disturbante è dir poco.
Mi chiedo Piton da che parte sta...
 
Ultima modifica:

Phantomluis88

Moderatore
anime & comics
LV
1
 
Iscritto dal
4 Dic 2012
Messaggi
11,607
Reazioni
495
Medaglie
6
l'ora è giunta!

e infatti si svolgono anche gli esami di fine anno. subito dopo riecco hagrid che cita il famoso villaggio, ne sapremo di più nei libri successivi.
da qui in poi la situazione precipita e il preside si trova lontano dalla scuola (mi sono sempre chiesto come si sposti. sappiamo dai libri successivi che c'è quell'incantesimo, però se lo usasse le tempistiche indicate sarebbero comunque sospette, chissà :ahsisi:
in ogni caso sboccia definitivamente la ribellione del giovane potter, così come la voglia di leggere di hermione :rickds:
altra scena omessa dai film, ulteriore incontro con peeves, con harry che però lo frega per la prima volta. certo, ci si dovrebbe immaginare un undicenne che imita un vocione abbastanza duro, ma lode all'idea :asd: così come è diversa, con meno spettacolarità, ma a favore dell'ingegnosità del libro, la scena con fuffi. e ancora, il tranello del diavolo, forse migliore nel film che qui, con hermione che lamenta l'assenza della legna :ahsisi: leggere differenze con le altre prove, un (altro) troll già distrutto e infine la prova delle pozioni, che non ricordo se eccessivamente semplificata o quasi nella pellicola. in ogni caso harry avanza da solo verso il confronto, mentre hermione torna ad avvisare tutti con ron, e chi si ritrova davanti?

il p-p-povero, ba-balbuziente p-professor qu-quirrell!
dal confronto, tra le varie cose si scopre il perchè piton abbia voluto arbitrare la seconda partita di quidditch di grifondoro (anche se, i più sostengono che ci fossero in ballo scommesse clandestine e grosse somme).
torna in ballo lo specchio delle emarb e l'intenso confronto avviene in gran parte come adattato poi al cinema :sisi: salvo il finale, lievemente edulcorato
voglio dire, nel film praticamente uccide quirrell (senza mai porsi dubbi morali e traumi in seguito, tra l'altro :asd: ) probabilmente anche qui eh, ma niente voldy che abbandona il corpo morente del suo servo
ed ecco il volto gaio di silente
nel dirgli dei doni per lui da parte dei vari ammiratori (che non si sono fatti scrupoli a risalire sul carro del vincitore :ahsisi: ) menziona quello da parte dei gemelli weasley, originariamente indirizzato a ginny, ma purtroppo sequestrato :rickds:
la pietra è andata distrutta, ma voldy non si arrenderà per così poco

H: "prof, ma perchè lui mi voleva morto?
S: "leggi i ca... di libri :sisi: "
segue la riunione del trio e l'aggiornamento reciproco sugli avvenimenti, con una partita che salta anche nel libro :ahsisi: e subito dopo, l'incontro con hagrid, che nel film chiude la storia.
banchetto di fine anno: serpeverde domina la classifica, ma non ha fatto i conti con qualcuno più scorretto di piton :rickds: (che poi, come faceva a sapere tutto, ma proprio tutto? :ahsisi: anche se, salvo i punti di neville e i 10 extra di harry, è stato un po' il recuperare i punti persi per norberto).
ed ecco i risultati degli esami; insomma, è pur sempre un ambiente scolastico, alla fine. ottimi voti per tutti, hermione la strega più brillante del suo anno, e, un po' a sorpresa, anche neville manifesta una specifica inclinazione. rotta verso casa, con congedo a king's cross e incipit per il secondo libro. ecco la mamm... la signora weasley ad accogliere i ragazzi, e sorprendentemente anche i dursley :asd:

beh, che dire, aspetto che finiate anche voi per dei commenti globali, manifestatevi come peeves se ci siete ancora, e per indicarci dove siete :asd:
 

Papa Demilol

Hanno droppato?
LV
2
 
Iscritto dal
14 Mag 2011
Messaggi
43,117
Reazioni
296
Medaglie
8
Sto lavorando per voi. :ivan:
Domani dovrei partire, lavoro permettendo, con la mia analisi dei primi capitoli + extra succosi.

Speriamo vi piacciano!
 

Phantomluis88

Moderatore
anime & comics
LV
1
 
Iscritto dal
4 Dic 2012
Messaggi
11,607
Reazioni
495
Medaglie
6

Buddha94

Moderatore
televisione
LV
2
 
Iscritto dal
17 Feb 2010
Messaggi
14,859
Reazioni
552
Medaglie
7
E' stato divertente l'atteggiamento super fazioso di Silente nell'annunciare prima che Serpeverde era in vantaggio, lasciando intendere che sarebbero stati i vincitori, e poi dare personalmente giusto i punti necessari affinché Grifondoro potesse sorpassarli. Ho goduto un pochino :asd:
 

Papa Demilol

Hanno droppato?
LV
2
 
Iscritto dal
14 Mag 2011
Messaggi
43,117
Reazioni
296
Medaglie
8
Eccomi, andrò a rilento ma arrivo alla fine. :asd:

Considerazioni generali

Il primo capitolo della saga di Harry Potter è paradossalmente il più anomalo della saga. In prima battuta è l'unico capitolo fuori dalla continuity temporale perché gli eventi narrati sono 10 anni più vecchi rispetto al racconto, cosa da non sottovalutare. Secondariamente è un piccolo presagio al cambio di registro che avremo durante tutta la narrazione: all'inizio la tecnica di scrittura è molto simile a quella che si può trovare nei libri dedicati ai bambini, andando avanti però si ci si accorge di come la struttura del racconto si appesantisca.
Il paradosso è l'altro elemento fondamentale del capitolo. La chiave di lettura data dalla Rowling è semplicissima ma geniale: il normale è negativo, il diverso è positivo. In un libro per bambini i buoni, seppur descritti come esseri fantastici, grandi avventurieri e/o esseri benevoli dalle forme più disparate, tendono sempre a coniugare e/o giustificare atti mirabolanti con fini normalissimi quali l'amore, l'amicizia ecc. Qui invece si ribalta la lettura dell'opera poiché il normale è colui che non ha niente da offrire al lettore se non comportamenti negativi, il diverso invece è calmo, pacato, gentile...accomodante.

La semplificazione della routine

Il capitolo si apre con la descrizione della giornata del capofamiglia Dursley, il nostro Vernon. Ad onor del vero, il susseguirsi degli eventi è solo una piccola semina di dubbi nella testa del lettore che la Rowling astutamente attua in maniera molto superficiale, ma ci arriviamo. La giornata tipo di Vernon è in realtà non tanto "tipo", nche perché non ha minimamente senso in un libro di magia dedicato ai bambini inserire i particolari della normalissima quotidianità della borghesia londinese. Non c'è quindi il paragone esplicito con tutte le altre giornate della famiglia Dursley: Vernon usciva regolarmente a prendere la ciambella? Si arrabbiava spesso a lavoro? Era sempre imbottigliato nel traffico? Non ci interessa nulla, va bene essere superficiali su questi aspetti e partire subito con la "stranezza" della giornata.
Sempre nella prima parte del capitolo vengono introdotti gli scomodi parenti di zia Petunia e capiamo subito che non sono i ben graditi. Il mistero quindi non si risolve con lo scambio di battute tra marito e moglie...

Immagini della splendida edizione illustrata:

7nzLnyR.jpg


ux1w0iD.jpg

Stasera la seconda parte! Edito questo messaggio. :asd:
 

Phantomluis88

Moderatore
anime & comics
LV
1
 
Iscritto dal
4 Dic 2012
Messaggi
11,607
Reazioni
495
Medaglie
6
Eccomi, andrò a rilento ma arrivo alla fine. :asd:

Considerazioni generali

Il primo capitolo della saga di Harry Potter è paradossalmente il più anomalo della saga. In prima battuta è l'unico capitolo fuori dalla continuity temporale perché gli eventi narrati sono 10 anni più vecchi rispetto al racconto, cosa da non sottovalutare. Secondariamente è un piccolo presagio al cambio di registro che avremo durante tutta la narrazione: all'inizio la tecnica di scrittura è molto simile a quella che si può trovare nei libri dedicati ai bambini, andando avanti però si ci si accorge di come la struttura del racconto si appesantisca.
Il paradosso è l'altro elemento fondamentale del capitolo. La chiave di lettura data dalla Rowling è semplicissima ma geniale: il normale è negativo, il diverso è positivo. In un libro per bambini i buoni, seppur descritti come esseri fantastici, grandi avventurieri e/o esseri benevoli dalle forme più disparate, tendono sempre a coniugare e/o giustificare atti mirabolanti con fini normalissimi quali l'amore, l'amicizia ecc. Qui invece si ribalta la lettura dell'opera poiché il normale è colui che non ha niente da offrire al lettore se non comportamenti negativi, il diverso invece è calmo, pacato, gentile...accomodante.

La semplificazione della routine

Il capitolo si apre con la descrizione della giornata del capofamiglia Dursley, il nostro Vernon. Ad onor del vero, il susseguirsi degli eventi è solo una piccola semina di dubbi nella testa del lettore che la Rowling astutamente attua in maniera molto superficiale, ma ci arriviamo. La giornata tipo di Vernon è in realtà non tanto "tipo", nche perché non ha minimamente senso in un libro di magia dedicato ai bambini inserire i particolari della normalissima quotidianità della borghesia londinese. Non c'è quindi il paragone esplicito con tutte le altre giornate della famiglia Dursley: Vernon usciva regolarmente a prendere la ciambella? Si arrabbiava spesso a lavoro? Era sempre imbottigliato nel traffico? Non ci interessa nulla, va bene essere superficiali su questi aspetti e partire subito con la "stranezza" della giornata.
Sempre nella prima parte del capitolo vengono introdotti gli scomodi parenti di zia Petunia e capiamo subito che non sono i ben graditi. Il mistero quindi non si risolve con lo scambio di battute tra marito e moglie...

Immagini della splendida edizione illustrata:

7nzLnyR.jpg


ux1w0iD.jpg

Stasera la seconda parte! Edito questo messaggio. :asd:
ma questa è la prima versione illustrata o la minalima?
 

PEVO

Moderatore
area tech
LV
2
 
Iscritto dal
26 Apr 2010
Messaggi
23,607
Reazioni
727
Medaglie
13
ma questa è la prima versione illustrata o la minalima?
E' l'edizione illustrata ufficiale fata in collaborazione con l'artista Jim Kay
Post unito automaticamente:

Su Amazon si trova anche la versione digitale con delle piccole animazioni
 

Aftermath

Moderatore
games dome
LV
2
 
Iscritto dal
9 Gen 2014
Messaggi
12,853
Reazioni
2,872
Medaglie
10
Ragazzi scusate se sono sparito, ma da quando qua siamo tornati in zona gialla, non ho avuto neanche un attimo di respiro dal lavoro. Entro questa settimana che arriva, recupero tutto :sisi:
 

PEVO

Moderatore
area tech
LV
2
 
Iscritto dal
26 Apr 2010
Messaggi
23,607
Reazioni
727
Medaglie
13
Nonostante sia un capitolo molto avvincente con sfide particolari per raggiungere la Pietra, non mi è piaciuto. Conoscendo cosa accade esattamente nelle varie prove, la trovo una parte noiosa che salto volentieri durante la rilettura. Ho apprezzato però come i personaggi siano stati "usati" dalla scrittrice per mettere in risalto le loro abilità. Ron con i scacchi, Hermione con la logica "babbana" nell'indovinello di Piton e Harry nel suo coraggio e determinazione nel voler fermare l'assassino dei suoi genitori. Geniale anche l'idea di Silente nel nascondere la Pietra con il trucco dello specchio. Penso che sarebbe bastato quell'incantesimo per proteggerla per sempre. Raptor veramente banale e stupido, si è fatto fregare da un undicenne inesperto e spaventato. Rimango ancora perplesso di come abbiano lasciato Raptor senza sorveglianza, quando ha tentato più volte di rubare la Pietra, quando Harry l'ha visto nella foresta con Voldemort e quando Silente non era presente nel castello. L'hanno capito tre giovani undicenni, mentre Piton e gli altri si stavano godendo le vacanze estive. Voldemort anonimo nella scena finale, ma comunque spaventoso. Ricordo che non riuscivo a dormire la notte quando l'ho visto per la prima volta nel film da bambino.

Finale stupendo. Adoro il personaggio di Silente e di come riesca a formulare frasi veramente perfette. Il discorso fatto a Harry è semplicemente stupendo, pur avendo lasciato parecchi punti interrogativi.

Ovviamente mi riferisco alla profezia tra Voldemort e Harry che è stata la prima cosa che ha chiesto il giovane mago al preside. Voi cosa avreste fatto? Avreste detto la verità a Harry già in quel momento o avreste ceduto come il buon saggio e vecchio Silente? Io penso che sarebbe stato più saggio dirglielo quell'anno, quando l'aveva appena sconfitto e sapeva che avrebbe faticato molto a tornare. Avendo quell'idea in testa, forse avrebbe avuto il tempo per digerirla e capire al meglio la profezia, che non è nient'altro che una storiella in fin dei conti. Proprorio per questo il giovane Harry undicenne probabilmente le avrebbe dato il peso che merita e non l'importanza che ha ricevuto in seguito all'Ordine della Fenice dove per un anno intero l'Ordine ha protetto proprio quella profezia. Sono comunque curioso di sentire la vostra opinione in merito.

Vittoria dei Grifondoro veramente meritata. Silente è stato un po' maleducato ad aver dato le false speranze a Serpeverde, ma i punti assegnati a Grifondoro erano indubbiamente meritati. Contento anche per il momento di Gloria di Neville.
 

Tesshou

LV
0
 
Iscritto dal
11 Giu 2013
Messaggi
4,020
Reazioni
460
Medaglie
4
Scusate l’assenza ma son stato ingordo con Nier e alcuni impegni universitari mi hanno fatto venire la nausea per tutto ciò che è stampato :sard: Provvedo al più presto a rimettermi in pari con il commento finale :dsax:
 

PEVO

Moderatore
area tech
LV
2
 
Iscritto dal
26 Apr 2010
Messaggi
23,607
Reazioni
727
Medaglie
13
Come concordato in precedenza questa settimana ci sarà una pausa per permettere a tutti di completare la lettura, postare i vostri commenti e opinioni e creare un po’ di discussione sul primo libro. Capiamo perfettamente la situazione per quanto riguarda le riaperture, impegni scolastici/universitari e anche un po’ di sana voglia di uscire. Non preoccupatevi, siamo qui ed il topic non scappa. Non vorrei però concludere la lettura del settimo libro quando andrò in pensione :bip:
 
Top