Cosa c'è di nuovo?

Referendum per l'abolizione della caccia

Wolf Loz

Divinità
LV
1
 
Iscritto dal
12 Ott 2014
Messaggi
20,049
Reazioni
988
Medaglie
6
L’articolo scientifico in questione, infatti, non sostiene assolutamente che la caccia aumenti il numero di cinghiali, ma indica tra le cause dell’aumento il numero gli inverni miti (a causa del riscaldamento globale), le maggiori disponibilità trofiche (per esempio l’incremento delle produzioni agricole) e la riforestazione. Nello studio si evidenzia un costante aumento del numero di cinghiali e, parallelamente, in molte aree europee un declino del numero di cacciatori, in altre un numero costante di cacciatori e in generale una riduzione del numero di nuove reclute.

Esiste certamente una risposta adattiva del cinghiale alla pressione venatoria, ma non esiste nessuno studio che dimostri che la caccia contribuisce positivamente al tasso di crescita costante del numero di cinghiali

Post unito automaticamente:

Post unito automaticamente:

La finisco qui, mi pare inutile continuare a risponderti, non ne vale la pena.
Non mi hai mai risposto se invece di discutere di altri problemi mi accusi solo di benaltrismo.
Non vuoi un confronto.
 

Snow24

LV
2
 
Iscritto dal
18 Ago 2012
Messaggi
8,717
Reazioni
2,881
Medaglie
12
Ragazzi, suvvia, siamo qui per discutere, non per punzecchiarci. Se non siete d'accordo con qualcuno, o vi mettete punto per punto a contestare ciò con cui non concordate, o semplicemente tirate dritto, ma evitate uscite provocatorie.
 

RaskolNikov

LV
0
 
Iscritto dal
1 Set 2019
Messaggi
2,323
Reazioni
590
Medaglie
4
L’articolo scientifico in questione, infatti, non sostiene assolutamente che la caccia aumenti il numero di cinghiali, ma indica tra le cause dell’aumento il numero gli inverni miti (a causa del riscaldamento globale), le maggiori disponibilità trofiche (per esempio l’incremento delle produzioni agricole) e la riforestazione. Nello studio si evidenzia un costante aumento del numero di cinghiali e, parallelamente, in molte aree europee un declino del numero di cacciatori, in altre un numero costante di cacciatori e in generale una riduzione del numero di nuove reclute.

Esiste certamente una risposta adattiva del cinghiale alla pressione venatoria, ma non esiste nessuno studio che dimostri che la caccia contribuisce positivamente al tasso di crescita costante del numero di cinghiali

Post unito automaticamente:

Post unito automaticamente:


Non mi hai mai risposto se invece di discutere di altri problemi mi accusi solo di benaltrismo.
Non vuoi un confronto.
Tu parli di imprese in Toscana che rivesrano veleno nei fiumi, e sono io a parlare di altri problemi? Fai pace con il cervello.
 

NDM

Esperto
LV
2
 
Iscritto dal
11 Nov 2016
Messaggi
4,265
Reazioni
453
Medaglie
6
E premetto che sono una persona attiva nella lotta all'inquinamento e alla preservazione della natura, ma la verità è che i cacciatori amatoriali non creano assolutamente danni e non sono nemmeno molti.
La caccia è lo spauracchio buttato in faccia al popolo per evitare di affrontare e risolvere i problemi seri.

Fai il referendum per abolire la caccia ma in Toscana aziende chimiche riversano nel mare lammerda uccidendo milioni e milioni di pesci e fauna marina ogni anno, però lo sapevi? Hai avviato un referendum?

Dico la Toscana per dirne una, ma succede ovunque sta roba
Post unito automaticamente:


Classico cliché del sud criminale e cattivo, vabbè dai mi fermo qui :asd:
E cosa c`entra l`inquinamento con la caccia?

Cioe` stai mettendo in un calderone cose senza senso.

Che poi perche` avere due mali quando uno puo` essere estirpato? Se si potesse estirpare l`inquinamento con un referendum credi che non lo si sarebbe fatto?

Parliamo di un fenomeno incontrollabile se non difficilmente arginabile. La caccia, una volta vietata, non vedrai piu` gente coi fucili andare a cacciare delle povere bestie.


Che poi si parla di allevamenti intensivi. Allevamenti dove purtroppo gli animali nascono e muoiono li. Nei boschi gli animali sono nati liberi e dovrebbero poter vivere la propria vita in santa pace.
 

RaskolNikov

LV
0
 
Iscritto dal
1 Set 2019
Messaggi
2,323
Reazioni
590
Medaglie
4
Ragazzi, suvvia, siamo qui per discutere, non per punzecchiarci. Se non siete d'accordo con qualcuno, o vi mettete punto per punto a contestare ciò con cui non concordate, o semplicemente tirate dritto, ma evitate uscite provocatorie.
Non ho provocato nessuno io, a differenza sua. Se si cerca benaltrismo sul vocabolario la definizione quella è.
 

Valefix

Master of forum
LV
1
 
Iscritto dal
25 Lug 2007
Messaggi
2,230
Reazioni
62
Medaglie
5
L’articolo scientifico in questione, infatti, non sostiene assolutamente che la caccia aumenti il numero di cinghiali, ma indica tra le cause dell’aumento il numero gli inverni miti (a causa del riscaldamento globale), le maggiori disponibilità trofiche (per esempio l’incremento delle produzioni agricole) e la riforestazione. Nello studio si evidenzia un costante aumento del numero di cinghiali e, parallelamente, in molte aree europee un declino del numero di cacciatori, in altre un numero costante di cacciatori e in generale una riduzione del numero di nuove reclute.

Esiste certamente una risposta adattiva del cinghiale alla pressione venatoria, ma non esiste nessuno studio che dimostri che la caccia contribuisce positivamente al tasso di crescita costante del numero di cinghiali

Post unito automaticamente:

Post unito automaticamente:


Non mi hai mai risposto se invece di discutere di altri problemi mi accusi solo di benaltrismo.
Non vuoi un confronto.
Hehhem, hanno introdotto cinghiali dall'Est Europa (più prolifici) a SCOPO VENATORIO (caccia) in zone prive di predatori naturali (in quanto estirpati) e ci si lamenta dei cinghiali? Ma...il cortocircuito lo si nota?
 

Wolf Loz

Divinità
LV
1
 
Iscritto dal
12 Ott 2014
Messaggi
20,049
Reazioni
988
Medaglie
6
Io non so voi, ma di fauna selvatica ne vedo gran poca, poi già abbiamo i problemi di inquinamento, disboscamento ecc.
Non sono stato io a citare altri problemi per primo
Post unito automaticamente:

Tu parli di imprese in Toscana che rivesrano veleno nei fiumi, e sono io a parlare di altri problemi? Fai pace con il cervello.
Quindi, come puoi leggere sopra, fai pace tu col cervello, che sei il solo che sta facendo l'isterico
 

RaskolNikov

LV
0
 
Iscritto dal
1 Set 2019
Messaggi
2,323
Reazioni
590
Medaglie
4
Benaltrismo un paio di palle, si aggiustano prima i macroproblemi e poi le cose che fanno 1/100 del danno.

Mi sembrano i discorsi di uno che è semplicemente un ambientalista ma a cazzo di cane scusami.
Stai facendo l'isterico
Cit
La chiudo veramente qui, non meriti più risposte.
 

Wolf Loz

Divinità
LV
1
 
Iscritto dal
12 Ott 2014
Messaggi
20,049
Reazioni
988
Medaglie
6
Hehhem, hanno introdotto cinghiali dall'Est Europa (più prolifici) a SCOPO VENATORIO (caccia) in zone prive di predatori naturali e ci si lamenta dei cinghiali? Ma...il cortocircuito lo si nota?
Chi li ha introdotti?
Dati, nomi, fatti.
Non due righe senza fonti scritte da un giornale.

E qualora fosse così, chi ha autorizzato? La colpa è del cacciatore o di chi autorizza e poi limita la caccia stessa dopo aver immesso nuovi esemplari?
 

Valefix

Master of forum
LV
1
 
Iscritto dal
25 Lug 2007
Messaggi
2,230
Reazioni
62
Medaglie
5
Chi li ha introdotti?
Dati, nomi, fatti.
Non due righe senza fonti scritte da un giornale.

E qualora fosse così, chi ha autorizzato? La colpa è del cacciatore o di chi autorizza e poi limita la caccia stessa dopo aver immesso nuovi esemplari?


 

Wolf Loz

Divinità
LV
1
 
Iscritto dal
12 Ott 2014
Messaggi
20,049
Reazioni
988
Medaglie
6
Stai facendo l'isterico
Cit
La chiudo veramente qui, non meriti più risposte.
Ti rispondo a tono se mi accusi solo perché non hai letto il messaggio dell'utente precedente che ha messo in mezzo lui argomenti quali l'inquinamento ed il riscaldamento globale.
Non rispondere più se non vuoi, fai un favore a me e a te stesso
Post unito automaticamente:

Ragazzi ma continuano a non esserci prove :sard:
 

Valefix

Master of forum
LV
1
 
Iscritto dal
25 Lug 2007
Messaggi
2,230
Reazioni
62
Medaglie
5
Ti rispondo a tono se mi accusi solo perché non hai letto il messaggio dell'utente precedente che ha messo in mezzo lui argomenti quali l'inquinamento ed il riscaldamento globale.
Non rispondere più se non vuoi, fai un favore a me e a te stesso
Post unito automaticamente:


Ragazzi ma continuano a non esserci prove :sard:

Più prova del DNA, non so io...
 

Wolf Loz

Divinità
LV
1
 
Iscritto dal
12 Ott 2014
Messaggi
20,049
Reazioni
988
Medaglie
6
Più prova del DNA, non so io...
Perché gli animali non possono spostarsi autonomamente? Magari proprio per conseguenze climatiche? E comunque i dati di questi test del DNA chi li ha, RomaToday?
 

RaskolNikov

LV
0
 
Iscritto dal
1 Set 2019
Messaggi
2,323
Reazioni
590
Medaglie
4
Perché gli animali non possono spostarsi autonomamente? Magari proprio per conseguenze climatiche? E comunque i dati di questi test del DNA chi li ha, RomaToday?
Ahhahahahahahahahahahahaha ce li vedo i cinghiali migrare dalla Romania a Roma hahahahah è na girata
 

Wolf Loz

Divinità
LV
1
 
Iscritto dal
12 Ott 2014
Messaggi
20,049
Reazioni
988
Medaglie
6
L'articolo originale su aumento selvaggina / caccia - travisato forse di proposito per propaganda - è questo:


L'abstract dice:
Across Europe, wild boar numbers increased in the 1960s-1970s but stabilised in the 1980s; recent evidence suggests that the numbers and impact of wild boar has grown steadily since the 1980s. As hunting is the main cause of mortality for this species, we reviewed wild boar hunting bags and hunter population trends in 18 European countries from 1982 to 2012. Hunting statistics and numbers of hunters were used as indicators of animal numbers and hunting pressure. The results confirmed that wild boar increased consistently throughout Europe, while the number of hunters remained relatively stable or declined in most countries. We conclude that recreational hunting is insufficient to limit wild boar population growth and that the relative impact of hunting on wild boar mortality had decreased. Other factors, such as mild winters, reforestation, intensification of crop production, supplementary feeding and compensatory population responses of wild boar to hunting pressure might also explain population growth. As populations continue to grow, more human-wild boar conflicts are expected unless this trend is reversed. New interdisciplinary approaches are urgently required to mitigate human-wild boar conflicts, which are otherwise destined to grow further.
Post unito automaticamente:

Ahhahahahahahahahahahahaha ce li vedo i cinghiali migrare dalla Romania a Roma hahahahah è na girata
Quanta ignoranza :asd:
Le razze si spostano, si mischiano e mutano
 

Wolf Loz

Divinità
LV
1
 
Iscritto dal
12 Ott 2014
Messaggi
20,049
Reazioni
988
Medaglie
6
Praticamente il numero di animali è aumentato mentre quello di cacciatori diminuiva.
Quindi se c'è evidenza correlativa è questa.
Inoltre qui si analizza il problema a livello europeo e non solo in Italia (buuuh i cacciatori cattivi li hanno portati dalla Romania).

Come ogni cosa, il cambiamento climatico, agricoltura e allevamenti intensivi risultano essere LE PRINCIPALI CAUSE.
Cause che ovviamente non conviene affrontare, ed è meglio trovare altre pecore nere.
 
Ultima modifica da un moderatore:

RaskolNikov

LV
0
 
Iscritto dal
1 Set 2019
Messaggi
2,323
Reazioni
590
Medaglie
4
:asd: Praticamente il numero di animali è aumentato mentre quello di cacciatori diminuiva.
Quindi se c'è evidenza correlativa è questa.
Inoltre qui si analizza il problema a livello europeo e non solo in Italia (buuuh i cacciatori cattivi li hanno portati dalla Romania).

Come ogni cosa, il cambiamento climatico, agricoltura e allevamenti intensivi risultano essere LE PRINCIPALI CAUSE.
Cause che ovviamente non conviene affrontare, ed è meglio trovare altre pecore nere.
Io è :asd:
 
Ultima modifica da un moderatore:

Valefix

Master of forum
LV
1
 
Iscritto dal
25 Lug 2007
Messaggi
2,230
Reazioni
62
Medaglie
5
Perché gli animali non possono spostarsi autonomamente? Magari proprio per conseguenze climatiche? E comunque i dati di questi test del DNA chi li ha, RomaToday?
No..un momento, la razza autoctona di cinghiali è quella maremmana.

Hanno introdotto una razza alloctona a scopo venatorio una razza più prolifica originaria dall'Europa centrale, la maggior parte sono di origine rumena.
E lo hanno fatto in zone dove i cinghiali non c'erano più da tempo e dove non c'erano più predatori in quanto estinti con la caccia e gli hanno introdotti con il solo scopo di essere cacciati.
Non sono cinghiali che dalla Romania si sono sposati da soli in Italia, no, non è così.

È un po'come il pesce siluro che è stato introdotto nei fiumi italiani per pesca sportiva e ora sta facendo macelli.
Con la differenza che il pesce siluro è un superpredatore che sono d'accordo che venga estirpato, la sua introduzione (umana anch'essa) sta portando all'estinzione un sacco di altri pesci.
 

Wolf Loz

Divinità
LV
1
 
Iscritto dal
12 Ott 2014
Messaggi
20,049
Reazioni
988
Medaglie
6
No..un momento, la razza autoctona di cinghiali è quella maremmana.

Hanno introdotto una razza alloctona a scopo venatorio una razza più prolifica originaria dall'Europa centrale, la maggior parte sono di origine rumena.
E lo hanno fatto in zone dove i cinghiali non c'erano più da tempo e dove non c'erano più predatori in quanto estinti con la caccia e gli hanno introdotti con il solo scopo di essere cacciati.
Non sono cinghiali che dalla Romania si sono sposati da soli in Italia, no, non è così.

È un po'come il pesce siluro che è stato introdotto nei fiumi italiani per pesca sportiva e ora sta facendo macelli.
Con la differenza che il pesce siluro è un superpredatore che sono d'accordo che venga estirpato, la sua introduzione (umana anch'essa) sta portando all'estinzione un sacco di altri pesci.
E ti ripeto:

Chi ha autorizzato l'introduzione?
Una volta introdotti se addirittura aboliamo la caccia cosa succede?

Non c'è un problema di cacciatori (che sono pochi), ma un problema di gestione.

È come l'evasione fiscale. Se i controlli sono pochi e fatti male, non se ne esce.

Ci vuole una regolamentazione ferma, se in passato sono state autorizzate cazzate simili non andava fatto a monte da chi ha il potere di autorizzare queste importazioni (non di certo il singolo cacciatore amatoriale, visto che abbiamo uno Stato che ha potestà legislativa).

Ma non è abolirla la soluzione.
La caccia fa parte della natura stessa, è insita negli animali.
Solo deve esistere unicamente quella volta a procurarsi selvaggina da mangiare. Non da vendere, non sportiva.

E sì che si può controllare, esistono forse più guardie forestali che cacciatori in Italia :asd:
Basta metterli a lavorare.
O punizioni/sanzioni più stringenti, dopo che becchi i primi 2-3 che hanno cacciato più di quanto concesso o in zone proibite o addirittura specie proibite, invece di fare solo una multa ci vuole il penale e il sequestro a vita di porto d'armi e armi stesse.

E vedi che non lo fa più nessuno.
E cosa c`entra l`inquinamento con la caccia?

Cioe` stai mettendo in un calderone cose senza senso.

Che poi perche` avere due mali quando uno puo` essere estirpato? Se si potesse estirpare l`inquinamento con un referendum credi che non lo si sarebbe fatto?

Parliamo di un fenomeno incontrollabile se non difficilmente arginabile. La caccia, una volta vietata, non vedrai piu` gente coi fucili andare a cacciare delle povere bestie.


Che poi si parla di allevamenti intensivi. Allevamenti dove purtroppo gli animali nascono e muoiono li. Nei boschi gli animali sono nati liberi e dovrebbero poter vivere la propria vita in santa pace.
Ma la caccia esattamente cosa avrebbe di contronatura?
Ripeto: non quella sportiva che, come già detto, andrebbe abolita (anche la pesca sportiva) per come la vedo io.
 

Valefix

Master of forum
LV
1
 
Iscritto dal
25 Lug 2007
Messaggi
2,230
Reazioni
62
Medaglie
5
E ti ripeto:

Chi ha autorizzato l'introduzione?
Una volta introdotti se addirittura aboliamo la caccia cosa succede?

Non c'è un problema di cacciatori (che sono pochi), ma un problema di gestione.

È come l'evasione fiscale. Se i controlli sono pochi e fatti male, non se ne esce.

Ci vuole una regolamentazione ferma, se in passato sono state autorizzate cazzate simili non andava fatto a monte da chi ha il potere di autorizzare queste importazioni (non di certo il singolo cacciatore amatoriale, visto che abbiamo uno Stato che ha potestà legislativa).

Ma non è abolirla la soluzione.
La caccia fa parte della natura stessa, è insita negli animali.
Solo deve esistere unicamente quella volta a procurarsi selvaggina da mangiare. Non da vendere, non sportiva.

E sì che si può controllare, esistono forse più guardie forestali che cacciatori in Italia :asd:
Basta metterli a lavorare.
O punizioni/sanzioni più stringenti, dopo che becchi i primi 2-3 che hanno cacciato più di quanto concesso o in zone proibite o addirittura specie proibite, invece di fare solo una multa ci vuole il penale e il sequestro a vita di porto d'armi e armi stesse.

E vedi che non lo fa più nessuno.

Ma la caccia esattamente cosa avrebbe di contronatura?
Ripeto: non quella sportiva che, come già detto, andrebbe abolita (anche la pesca sportiva) per come la vedo io.
Non so, immagino la autorità competenti abbiano autorizzato la reintroduzione a scopo venatorio per i cinghiali e per la pesca sportiva per quanto riguarda il pesce siluro.
Che poi non ha molta importanza il chi, l'importante è il perché, hanno fatto una grande sciocchezza, non bisogna mai introdurre specie alloctone e non puoi reintrodurre animali prolifici dove essi erano prima presenti se non si introducono anche i predatori, altrimenti accadono i danni.

Quindi la domanda è, perché lo hanno fatto? Per cacciare nel caso dei cinghiali, per pesca sportiva nel caso del pesce siluro.

Dici che la caccia è controllabile? Vatti a vedere l'areale originario e il numero di animali...e poi dimmi se è controllabile, vai a vedere perché hanno istituito i Parchi Naturali.
Immagino che ad esempio: lupi, orsi, stambecchi, linci, gipeti sulle Alpi italiane si siano dati a un suicidio di massa.
Mentre i castori che ad esempio popolavano il nord Italia siano andati in vacanza da qualche parte.
 
Top