Referendum per l'abolizione della caccia

Heinrich

Divinità
Moderatore
sezione calcio
LV
2
 
Iscritto dal
6 Gen 2007
Messaggi
27,577
Reazioni
4,935
Medaglie
10
E` piu` complesso di come credi:

Ma cosa dice, in proposito, la legge 157/92?
Prevede che un fondo chiuso all’attività venatoria debba essere recintato con una rete o un muro di altezza minima di un metro e venti centimetri, oppure debba essere delimitato da un corso d’acqua largo almeno tre metri e profondo non meno di un metro e cinquanta. Prevede inoltre che siano apposte tabelle in cui si evinca la presenza di un fondo chiuso ed il relativo divieto di caccia.

Altra possibilità prevista dalla legge è che il proprietario o conduttore del fondo chieda che il terreno venga escluso dalla pianificazione venatoria entro trenta giorni dalla pubblicazione del Piano Faunistico Venatorio a condizione che la richiesta non contrasti con la pianificazione. Questa strada è molto complessa ed inoltre può essere perseguita solo al momento della messa a punto del Piano Faunistico Venatorio, che accade ogni 5 anni.

In definitiva, i proprietari che vogliano vietare la caccia sui propri terreni possono ricorrere solo alle costosissime recinzioni, o a tollerare l’ingresso sui propri fondi dei cacciatori senza potersi opporre e pagando dazio dei rischi e del disturbo che questo comporta.
Sì, okay, la Lipu parla di costosissime recinzioni. All'atto pratico chi ha un minimo di conoscenza della campagna sa bene che le costosissime recinzioni sono la cosa più normale e necessaria di questo mondo visto che oltre ai cacciatori servono anche per evitare l'ingresso nei fondi di animali selvatici o, ancor più banalmente, di animali al pascolo.
 

Valefix

Master of forum
LV
0
 
Iscritto dal
25 Lug 2007
Messaggi
2,161
Reazioni
36
Medaglie
4
Guarda che basta una siepe. Anche perché senza una recinzione come fai a sapere di essere in un fondo privato?
No, non basta una siepe, deve essere completamente recintato.

Qui i dettagli nello specifico:

Cosa si intende per fondo chiuso?
È la legge 157 del 1992 a specificarlo: nell’art. 15 co. 8 si definisce chiuso il fondo completamente recintato (con muro, rete metallica o altro mezzo idoneo) per un’altezza non inferiore ad 1 metro e 20 centimetri. Si considera chiuso anche il fondo circondato da corsi d’acqua larghi e profondi rispettivamente almeno 3 e 1,5 metri.
La chiusura del fondo va segnalata alle autorità competenti, secondo quanto stabilito dalla legge della Regione in cui si trova il fondo.
Si può altresì impedire l’accesso dei cacciatori sul proprio fondo se in questo siano in atto colture che possono essere danneggiate. Il comma 7 dell’art. 15 della legge 157/1992 considera come tali:
  • i terreni con coltivazioni erbacee da seme;
  • i frutteti specializzati;
  • i vigneti e gli uliveti specializzati fino alla data del raccolto;
  • i terreni coltivati a soia, riso e mais per la produzione di seme fino alla data del raccolto.
In ogni caso si può richiedere, l’esclusione del proprio fondo dal libero accesso ai cacciatori per l’esercizio dell’attività venatoria, purché l’istanza motivata sia presentata al presidente della giunta regionale entro trenta giorni dalla pubblicazione del piano faunistico-venatorio della regione.
A norma di legge, la richiesta è accolta se non ostacola l’attuazione della pianificazione faunistico-venatoria.
 
Ultima modifica:

Heinrich

Divinità
Moderatore
sezione calcio
LV
2
 
Iscritto dal
6 Gen 2007
Messaggi
27,577
Reazioni
4,935
Medaglie
10

BlackWizard

Moderatore
televisione
LV
2
 
Iscritto dal
28 Giu 2010
Messaggi
7,516
Reazioni
1,365
Medaglie
13
Vedi, non conosci la legge che regolamenta la caccia.
Ora ti posto l'articolo di legge in questione, dammi un secondo.
EDIT, eccolo qua, articolo 842 del codice civile:


Art. 842.

(Caccia e pesca).

Il proprietario di un fondo non puo' impedire che vi si entri per
l'esercizio della caccia, a meno che il fondo sia chiuso nei modi
stabiliti dalla legge sulla caccia o vi siano colture in atto
suscettibili di danno.

Egli puo' sempre opporsi a chi non e' munito della licenza
rilasciata dall'autorita'.

Per l'esercizio della pesca occorre il consenso del proprietario
del fondo.
È vero ma:
1 il fondo non deve essere chiuso (cosa che erroneamente ho dato per scontata, anche perchè non è facilo o conveniente tenerlo aperto ma qui intervengono consuetudini sociali) come tu stesso hai già indicato

2 per la pesca è necessaria l'autorizzazione del proprietario (con il quale si può stipulare un negozio giuridico, ma questa è un'altra storia)

3 poi per quanto sempre previsto dall'art. 842 le possibilità di accesso, riconosciute nei casi di legge, è facile che siano ulteriormente ridotte in assenza di licenza o in presenza di colture suscettibili di danno.

L'accesso è sì previsto ma con moltissime limitazioni che, se il fondo dovesse venire chiuso, dipendono dal proprietario. Quindi, in soldoni, è il proprietario del fondo a decidere l'accesso, decidendone, nel caso la chiusura.
 

Valefix

Master of forum
LV
0
 
Iscritto dal
25 Lug 2007
Messaggi
2,161
Reazioni
36
Medaglie
4
Sì, okay, la Lipu parla di costosissime recinzioni. All'atto pratico chi ha un minimo di conoscenza della campagna sa bene che le costosissime recinzioni sono la cosa più normale e necessaria di questo mondo visto che oltre ai cacciatori servono anche per evitare l'ingresso nei fondi di animali selvatici o, ancor più banalmente, di animali al pascolo.
Ma siccome i cacciatori sanno quali sono le zone adibite alla caccia, dovrebbero sapere anche quali sono le zone private.
Se io ho dei terreni privati non completamente recintati o chessó un bosco privato, non basta che metto dei cartelli di avviso o li inviti ad andarsene, devo proprio impedirli fisicamente l'accesso, si devono trovare tutto completamente sbarrato.

 

BlackWizard

Moderatore
televisione
LV
2
 
Iscritto dal
28 Giu 2010
Messaggi
7,516
Reazioni
1,365
Medaglie
13
No, non basta una siepe, deve essere completamente recintato.

Qui i dettagli nello specifico:

Cosa si intende per fondo chiuso?
È la legge 157 del 1992 a specificarlo: nell’art. 15 co. 8 si definisce chiuso il fondo completamente recintato (con muro, rete metallica o altro mezzo idoneo) per un’altezza non inferiore ad 1 metro e 20 centimetri. Si considera chiuso anche il fondo circondato da corsi d’acqua larghi e profondi rispettivamente almeno 3 e 1,5 metri.
La chiusura del fondo va segnalata alle autorità competenti, secondo quanto stabilito dalla legge della Regione in cui si trova il fondo.
Si può altresì impedire l’accesso dei cacciatori sul proprio fondo se in questo siano in atto colture che possono essere danneggiate. Il comma 7 dell’art. 15 della legge 157/1992 considera come tali:
  • i terreni con coltivazioni erbacee da seme;
  • i frutteti specializzati;
  • i vigneti e gli uliveti specializzati fino alla data del raccolto;
  • i terreni coltivati a soia, riso e mais per la produzione di seme fino alla data del raccolto.
In ogni caso si può richiedere, l’esclusione del proprio fondo dal libero accesso ai cacciatori per l’esercizio dell’attività venatoria, purché l’istanza motivata sia presentata al presidente della giunta regionale entro trenta giorni dalla pubblicazione del piano faunistico-venatorio della regione.
A norma di legge, la richiesta è accolta se non ostacola l’attuazione della pianificazione faunistico-venatoria.
Bisogna vedere come è interpretato questo termine sopratutto da eventuale giurisprudenza, perchè anche solo una siepe di rovi ben cresciuta potrebbe essere idonea e quindi avere ragione Heinrich
 

Valefix

Master of forum
LV
0
 
Iscritto dal
25 Lug 2007
Messaggi
2,161
Reazioni
36
Medaglie
4
A meno che i cacciatori non siano capaci di teletrasportarsi, una siepe non la superano. E sulla necessità di siepi e recinzioni in campagna mi son già espresso nel post successivo.
Necessità....uno con il proprio terreno sarà libero di non recintarlo o meno.
Vedi te se uno ha un bosco di magari chissà quanti ettari e deve recintarlo per non farci andare i cacciatori.
 

BlackWizard

Moderatore
televisione
LV
2
 
Iscritto dal
28 Giu 2010
Messaggi
7,516
Reazioni
1,365
Medaglie
13
Ma siccome i cacciatori sanno quali sono le zone adibite alla caccia, dovrebbero sapere anche quali sono le zone private.
Se io ho dei terreni privati non completamente recintati o chessó un bosco privato, non basta che metto dei cartelli di avviso o li inviti ad andarsene, devo proprio impedirli fisicamente l'accesso, si devono trovare tutto completamente sbarrato.

Si ma quello che intendevo io è che il diritto di proprietà è molto più forte di una licenza di caccia, perchè, indipendentemente dalla presenza della recinzione o meno io, proprietario del fondo, posso, esercitando il diritto di proprietà, decidere di mettere una recinzione prevista dalla legge ed escludere chiunque volesse cacciare.
 

Valefix

Master of forum
LV
0
 
Iscritto dal
25 Lug 2007
Messaggi
2,161
Reazioni
36
Medaglie
4
Si ma quello che intendevo io è che il diritto di proprietà è molto più forte di una licenza di caccia, perchè, indipendentemente dalla presenza della recinzione o meno io, proprietario del fondo, posso, esercitando il diritto di proprietà, decidere di mettere una recinzione prevista dalla legge ed escludere chiunque volesse cacciare.
Sì, puoi, te lo devi pagare e hai una bella scocciatura.
 

Heinrich

Divinità
Moderatore
sezione calcio
LV
2
 
Iscritto dal
6 Gen 2007
Messaggi
27,577
Reazioni
4,935
Medaglie
10
Necessità....uno con il proprio terreno sarà libero di non recintarlo o meno.
Vedi te se uno ha un bosco di magari chissà quanti ettari e deve recintarlo per non farci andare i cacciatori.
Difatti per necessità parlavo di tutt'altro.
E comunque sì, continuo a non trovarci niente di strano nel fatto che uno debba chiudere un proprio terreno.
 

BlackWizard

Moderatore
televisione
LV
2
 
Iscritto dal
28 Giu 2010
Messaggi
7,516
Reazioni
1,365
Medaglie
13
Sì, puoi, te lo devi pagare e hai una bella scocciatura.
Che c'entra questo scusami :asd:
Stiamo parlando di fondi, nei quali se si potesse esercitare la caccia, dovrebbero essere grandi migliaia di ettari e, io proprietario, avrò interesse a tutelare con la recinzione una terra, la mia, che ha un valore neanche paragonabile agli aggiustamenti, recinzioni o muri o "altro idoneo" per tutelarlo.
 

Valefix

Master of forum
LV
0
 
Iscritto dal
25 Lug 2007
Messaggi
2,161
Reazioni
36
Medaglie
4
Difatti per necessità parlavo di tutt'altro.
E comunque sì, continuo a non trovarci niente di strano nel fatto che uno debba chiudere un proprio terreno.
Io non devo niente, se ho un bosco mio non sono obbligato a recintarlo, magari mi piace tenerlo aperto, idem con qualsiasi terreno, anche in campagna.
Le recinzioni impediscono l'accesso anche agli animali, non solo ai cacciatori, magari io nel mio terreno mi compiaccio di vedere i cerbiatti che pascolano ma mi sta sulle palle che uno mi venga a sparare.

Post unito automaticamente:


Nel frattempo Lega e Fratelli d'Italia cercano di sabotare i referendum (tranne quello sulla Giustizia che è salvo in ogni caso).
 
Ultima modifica:

HunterKakashi

Legend of forum
LV
2
 
Iscritto dal
27 Mar 2003
Messaggi
7,047
Reazioni
582
Medaglie
10
Sanzioni talmente ridicole che si sono fatti beccare da soli condividendo quello scempio.
Della serie il rischio vale la candela, dovrebbero subire un rischio talmente grande da farli passare la voglia.
Comunque sai cosa? Con il referendum deciderà la maggioranza dei votanti su questo tema, deciderà il popolo, più democrazia di così..

Ma poi lo sai come funziona la caccia? Lo sai per dire che i cacciatori possono pure venire a sparare e cacciare in fondi privati altrui?
Poi se vuoi farti un giro in un bosco in zona e periodo di caccia, meglio che te ne stai a casa che c'è il rischio di venire sparato.
Hai una visione un po da far west :facepalm:
 

Valefix

Master of forum
LV
0
 
Iscritto dal
25 Lug 2007
Messaggi
2,161
Reazioni
36
Medaglie
4

creonte

Professionista
LV
1
 
Iscritto dal
17 Dic 2006
Messaggi
987
Reazioni
13
Medaglie
6
Io non devo niente, se ho un bosco mio non sono obbligato a recintarlo, magari mi piace tenerlo aperto, idem con qualsiasi terreno, anche in campagna.
Le recinzioni impediscono l'accesso anche agli animali, non solo ai cacciatori, magari io nel mio terreno mi compiaccio di vedere i cerbiatti che pascolano ma mi sta sulle palle che uno mi venga a
non conosco la legge, ma in generale la proprietà è una cosa, quello che ci puoi fare o quello che devi consentire agli altri fare sono cose diverse
 
Top