• Accedi o registrati per ottenere la migliore esperienza possibile del forum di SpazioGames (e senza banner pubblicitari).

Ultimo Film Visto | Consigli e Domande Inside

  • Autore discussione Staff Cinema
  • Data d'inizio

Kenai

Master of forum
Iscritto dal
29 Gen 2012
Messaggi
2,185
Medaglie
11
LV
2
 
Visto Tolo Tolo con Checco Zalone. Personalmente mi piace la sua ironica e questo film, a dispetto delle critiche, mi ha divertito e intrattenuto il giusto. Forse anche più degli ultimi.
Se piace il genere, consigliato.
 

luciopieracci

Divinità
Iscritto dal
20 Nov 2003
Messaggi
11,271
Medaglie
7
LV
2
 
mi son visto Scott pilgrimm incoraggiato dalle recensioni e la media altissima...





Ma....


Scusate il termine...ma che cagata


Al netto di qualche nerdata che m'è pure piaciuta...l'ho trovato davvero brutto


per certe cose mi ha ricordato zombieland (che è 3 gradini sopra però)


boh non riesco a capire come possa prendere una media di 85\100 ad esempio

fors enon l'ho capito io? boh
di regola mi trovo quasi sempre d'accordo con la critica...o quantomeno un film da 8 o 9 lo so riconoscere :D
 

Steeb

Moderatore
sezione cinema
Iscritto dal
31 Ott 2011
Messaggi
20,349
Medaglie
6
LV
2
 
Tranquillo Lucio ha fatto schifo pure a me, finisce nella scatola delle hipsterate che tirano perchè boh assieme ad Amelie e Donnie Darko :asd:
 

Quinlan

...
Iscritto dal
23 Feb 2010
Messaggi
926
Medaglie
4
LV
0
 
Tranquillo Lucio ha fatto schifo pure a me, finisce nella scatola delle hipsterate che tirano perchè boh assieme ad Amelie e Donnie Darko :asd:
Ma no Donnie Darko e Amelie per quanto possano rientrare nella categoria stanno su un altro livello rispetto a Scott Pilgrim, io ci metterei Juno piuttosto, quello sì un filmetto insopportabile. :asd:
 

Pole

Apprendista
Iscritto dal
19 Apr 2006
Messaggi
6,415
Medaglie
7
LV
2
 
Ma infatti hipsterate cosa che sono usciti minimo 10 anni prima del periodo "hipster"...
Entrambi sono due film che hanno risaltato nel mainstream dei primi anni 2000 perchè non convenzionali.
E Donnie Darko, che alla fine aveva un target adolescenziale, ha fatto da iniziazione a molti a un altro tipo di filmmaking più artistico/surreale/meno lineare. Me per primo. Infatti è uno di quei film che mi ha fatto interessare al cinema e approfondire. Tipo a Lynch e Mulholland Drive ci sono arrivato con Donnie Darko non mi ricordo neanche come.
Scott Pilgrim invece si è una hipsterata come lo è sempre stato pure il fumetto, quello al 100%
 

Togg

Divinità
Iscritto dal
21 Giu 2007
Messaggi
10,149
Medaglie
5
LV
1
 
Mujo, Akio Jissoji (1970)

Vi ritengo tutti responsabili per non avermelo consigliato fino ad adesso. Al cuore dei conflitti morali e sociali della vita. La cosa straordinaria non è la storia in sé, un giovane scultore che intrattiene un paio di relazioni "scomode", ma l'incredibile tensione umana che si costruisce attraverso un rifiuto costante delle logiche narrative abituali. Logiche che riflettendoci non possono che corrispondere alle stesse regole sociali che i protagonisti del film riducono in polvere. Segui gruppi che vivono, due frasi dette lì, un movimento qui, e sono già passati trenta minuti. Sessualità. Il tempo passa e il film non ha l'ossessione di fartelo sentire, uno sfacciato interesse per le emozioni dei personaggi. E' raro averne così. Si parla molto del suo "virtuosismo", a me pare che la cinepresa stia ferma il giusto, e quando si muove e sempre motivata da un sussulto che è giusto mettere in rilievo. Una regia di quelle eccezionali che ci vuole davvero abilità per riuscire a pensare. Loro sono spesso schiacciati nel loro decoro gigantesco fatto di templi e porte scorrevoli. Da un lato oppressione dall'altro un rigonfiamento che li riempie di vitalismo, è la contraddizione che il protagonista vive con la scultura e con Budda. Neanche la morte è fatta troppo pesare, narrativamente è tutto delicatissimo e rispettoso. Alcuni direbbero disinteressato. Quello che importa è la vita.
 
Iscritto dal
1 Ago 2008
Messaggi
5,285
Medaglie
7
LV
2
 
Non scherziamo, Scott Pilgrim ha uno dei migliori montaggi degli ultimi vent'anni e una densità di invenzioni visive scena dopo scena impressionante.

Poi è una commedia dallo stile molto forte e inevitabilmente i gusti personali incidono molto sull'impressione che se ne può trarre, però a mio parere anche solo dal punto di vista tecnico non lo si può liquidare così.
 

Pole

Apprendista
Iscritto dal
19 Apr 2006
Messaggi
6,415
Medaglie
7
LV
2
 
Non scherziamo, Scott Pilgrim ha uno dei migliori montaggi degli ultimi vent'anni e una densità di invenzioni visive scena dopo scena impressionante.

Poi è una commedia dallo stile molto forte e inevitabilmente i gusti personali incidono molto sull'impressione che se ne può trarre, però a mio parere anche solo dal punto di vista tecnico non lo si può liquidare così.
Ma non cambia che comunque il film è la definizione di hipster.
Insomma tutta quella scena musicale indie rock, i riferimenti e l'estetica dei personaggi strizzano tanto l'occhio a quella moda del periodo secondo me.
Poi niente da dire su Mary Elizabeth Winstead che pure con quei capelli era tanto figa
 
Iscritto dal
1 Ago 2008
Messaggi
5,285
Medaglie
7
LV
2
 
Ma non cambia che comunque il film è la definizione di hipster.
Insomma tutta quella scena musicale indie rock, i riferimenti e l'estetica dei personaggi strizzano tanto l'occhio a quella moda del periodo secondo me.
Poi niente da dire su Mary Elizabeth Winstead che pure con quei capelli era tanto figa
Sulla definizione di hipster e relativa connotazione si può discutere, sta di fatto che per me stilisticamente è centratissimo e tecnicamente brillante. Togli quello e togli tre quarti di film, non è gratuito. Poi ripeto può non piacere ed è assolutamente legittimo, però è anche soggettivo e non toglie nulla al valore del film.

La Winstead è ancora più clamorosa del montaggio di Wright e perlomeno su quello credo che non possiamo che essere tutti d'accordo.
 

Quinlan

...
Iscritto dal
23 Feb 2010
Messaggi
926
Medaglie
4
LV
0
 
Con quel look lì a me non piace onestamente, molto meglio in Grindhouse, lì sì che era clamorosa. :asd:

Ci sarebbe da aprire un topic sulle attrici più belle...
 

Pole

Apprendista
Iscritto dal
19 Apr 2006
Messaggi
6,415
Medaglie
7
LV
2
 
Sulla definizione di hipster e relativa connotazione si può discutere, sta di fatto che per me stilisticamente è centratissimo e tecnicamente brillante. Togli quello e togli tre quarti di film, non è gratuito. Poi ripeto può non piacere ed è assolutamente legittimo, però è anche soggettivo e non toglie nulla al valore del film.

La Winstead è ancora più clamorosa del montaggio di Wright e perlomeno su quello credo che non possiamo che essere tutti d'accordo.
Ma io non sto dicendo che il film è brutto tecnicamente :asd:
Sto dicendo che è hipster nel dna, come lo era il fumetto alla fine.
Proprio a livello di sottocultura :asd:
Allo stesso modo come il film di The Crow è goth e il fumetto pure di piú :asd:

Con quel look lì a me non piace onestamente, molto meglio in Grindhouse, lì sì che era clamorosa. :asd:

Ci sarebbe da aprire un topic sulle attrici più belle...

A me piaceva pure in Birds of Prey nel totale dei 10 minuti forse in cui c'era :asd:
 

Togg

Divinità
Iscritto dal
21 Giu 2007
Messaggi
10,149
Medaglie
5
LV
1
 
Endless Waltz, Wakamatsu
Standardino, non il suo migliore.
 

rave98

Divinità
Iscritto dal
20 Ott 2013
Messaggi
6,801
Medaglie
4
LV
0
 
Limite

Ritenuto il miglior film della storia del cinema brasiliano, è il primo e unico girato da Mario Peixoto
La trama è molto semplice e caratterizzata da flashback, i quali "presentano" i protagonisti
Il cast è abbastanza ristretto e la messa in scena è favolosa
La scena del bagnasciuga, descritta da Wikipedia come "magistrale", per me è effettivamente tra le più significative della storia

Le Sang d'un Poète

Film di 55 minuti realizzato da Cocteau
La storia è ispirata agli incubi del regista e procede per flusso di coscienza, vi sono molti riferimenti all'arte
Non sono un esperto di date ma considerando che è stato realizzato nel 1930, il cambio di fuoco dovrebbe essere il primo mai utilizzato

L'anno Scorso a Marienbad

Film diretto da Resnais, ispirato al romanzo L'invenzione di Morel dello scrittore argentino Casares
Narrazione con uso massiccio di flashback, che però ... non lo posso dire
Location bellissima
 

Buddha94

Moderatore
televisione
Iscritto dal
17 Feb 2010
Messaggi
14,679
Medaglie
6
LV
1
 
Visto La Teoria del Tutto di James Marsh. Redmayne è stato bravissimo ad interpretare Hawking, con tutte le difficoltà del caso. Non sapevo che avesse vinto l'Oscar per questo, ma direi che è meritato. E' stato bello durante il film sentire accennare alle teorie di Hawking, di cui ero a conoscenza avendo letto un paio di suoi libri, ed alcuni aneddoti come quello della scommessa con Kip Thorne. Per il resto il film si concentra più sulla vita privata di Hawking, non appesantendo eccessivamente il film con nozioni scientifiche, che tuttavia personalmente mi avrebbero fatto piacere.
 

Togg

Divinità
Iscritto dal
21 Giu 2007
Messaggi
10,149
Medaglie
5
LV
1
 
Galaxy, Adachi
Un po' distratto io, un po' distratto lui.
 

rave98

Divinità
Iscritto dal
20 Ott 2013
Messaggi
6,801
Medaglie
4
LV
0
 
Closer

Devo ammettere che, nonostante uno scetticismo iniziale, m'è piaciuto
Ciò che m'ha colpito di più è stata la scrittura e, in certi momenti, il montaggio
Tutti gli attori sono stati bravissimi
Mi ha sorpreso, non c'è dubbio su questo, ha sovvertito le mie aspettative

La Mappa delle Piccole Cose Perfette

Il mio solito "né infamia né lode", ora mi spiego
Il fatto che affronti un argomento trito e ritrito, soprattutto negli ultimi anni, in modo "nuovo" me lo fa apprezzare
Il problema è che non ha mai un momento in cui si dice "wow" e nel finale diventa prevedibilmente troppo mieloso
L'attrice è brava, sempre quest'anno l'ho apprezzata anche in Freaky, è promettente

A Week Away

Insomma, questo è abbastanza dimenticabile
Non dico che sia brutto, però manco mi ricordavo di averlo visto (e l'ho visto sabato credo)
Dalla sua ha il fatto che le scene musicali sono girate abbastanza bene e che per fortuna non diventa mai un comizio politico (ad un certo punto il rischio c'era...)
Però senza girarci troppo attorno è un tentato rifacimento di High School Musical, ambientato in un campeggio estivo, non ha nulla da spartire con altri film del genere
 

Togg

Divinità
Iscritto dal
21 Giu 2007
Messaggi
10,149
Medaglie
5
LV
1
 
Poem, Jissoji
Un altro capolavoro.
 

Steeb

Moderatore
sezione cinema
Iscritto dal
31 Ott 2011
Messaggi
20,349
Medaglie
6
LV
2
 
Ma no Donnie Darko e Amelie per quanto possano rientrare nella categoria stanno su un altro livello rispetto a Scott Pilgrim, io ci metterei Juno piuttosto, quello sì un filmetto insopportabile. :asd:
Mai sopportati :asd: mi piacciono tutti i film di Edgar Wright a parte quello, Juno non l'ho visto per fortuna ma ho ben presente
 
Top
AdBlock Rilevato

La pubblicità talvolta disturba, lo sappiamo!

Questo sito non potrebbe esistere senza qualche inserzione pubblicitaria, ma lavoriamo ogni giorno per rendere l'esperienza utente la più fluida ed interattiva possibile, e ciò vale anche per gli annunci promozionali. Non saranno mai invasivi od invalidanti, quindi ti chiediamo la cortesia di disattivare l'AdBlock per poter navigare. Grazie di cuore.

Ho disattivato AdBlock