• Accedi o registrati per ottenere la migliore esperienza possibile del forum di SpazioGames (e senza banner pubblicitari).

Rubrica Che Jrpg state giocando al momento? | Discussioni quotidiane su Jrpg... e non solo |

Clyde

leader zone
Area Games
Iscritto dal
13 Mag 2011
Messaggi
72,625
Medaglie
18
LV
4
 
Atelier Lydie & Suelle

Ok il sistema di progressione va a fasi.
Aumento popolarità --> Esame da superare --> Esplorazione in un nuovo dipinto --> Inizio nuovo capitolo --> repeat.
Le sidequest dei personaggi spuntano appena inizia il capitolo insieme all'arrivo di nuova gente.

Ho appena iniziato il capitolo 4.


Lo sblocco delle ricette attraverso le idee sembra sia congelato durante la fase di esplorazione dipinto. Avevo una ricetta in sospeso perchè non trovavo l'ingrediente, l'ho trovato lì dentro ma non mi ha dato nulla. Ci sono tornato in seguito e mi ha sbloccato quella ricetta. Diciamo che qui è molto veloce ed immediato sbloccare una ricetta quindi non è una scocciatura rimandare però è strano...
Le ricette sembrano anche suddivise in set. Mi spiego, all'inizio si può imparare un set, poi entrati in un altro capitolo si attiva il set successivo. Non sembra possibile imparare ricette di questo secondo set prima o le avrei già sbloccate visti i requisiti. Ah delle ricette non mi piace la pagina del menu.


Insomma è tutto molto più ordinato rispetto ai due prequel ma anche vincolato. Questo è un male? Non penso, soprattutto non lo è finchè il gioco mantiene un buon ritmo sequenziale.
Ricordo che una delle mie critiche a Sophie fu la frenesia nello sbloccare ricette, aree e quests. Una roba totalmente incontrollata.
In Firis vabbè, vai dove ti porta il vento...letteralmente. Che era anche uno dei suoi punti di forza eh, però ci sono stati compromessi.


Le board quests sono solo un modo per fare soldi. Per questo meglio non sbatterci troppo la testa e fare solo quelle più convenienti e che si possono fare "strada facendo" mentre ci si sta dedicando ad altro in una determinata area ad esempio. Ignoro quelle che chiedono qualità medio-alta (se li faccio li tengo per me oh :sard:) o quando chiedono troppi ingredienti. Oggi una chiedeva 15 winged plant ma per ottenerle avrei dovuto fare tipo 3 giri del dipinto. Anche no.:rickds:
Oggi ne ho fatta scadere una. Zero malus, non succede niente...a parte ovviamente non poter ottenere la ricompensa. Quanto è diventata buona Gust.


Armi: non sembra possibile trasferire traits alle armi direttamente dai lingotti (o forse non ora?) mentre sono stati introdotti i core weapons. Sono dei "pezzi" che si saldano alle armi per trasferire effetti e tratti. Non solo, posso di nuovo staccarli per poterli riutilizzare magari attaccandoli ad altre armi. Hagel si fa pagare per ogni operazione però...cosa si potrebbe fare con questo sistema uhuhu...:woo:


Battaglie: dentro il dipinto i nemici sono stati più resistenti. Se si usano oggetti crollano in fretta, altrimenti gli scontri dureranno di più. Riguardo i fantasmi occhio: o bombe o niente, altrimenti vincono.:asd: Qui non c'è Liane che riesce a far male pure a loro.
In particolare non so se è un bonus-malus per ogni dipinto ma qui c'è stata una variante particolare. In ogni scontro, ogni attacco sia amico che nemico può provocare uno status alterato. Non proprio una sciocchezzuola da prendere alla leggera.:azz:
Al momento ho le gemelle e Mathias nel party ed il combat system è ancora povero e poco soddisfacente.


Esplorazione: penso che Gust si sia divertita a realizzare l'area accessibile da questo dipinto.:asd: Poi è suddivisa in tre aree ma se le mettessimo insieme non avrebbe nulla da invidiare alle locations di Firis come ampiezza. Ci ho messo un pò ad esplorarla tutta. Ed un viaggio rapido sarebbe stato gradito così come dei checkpoint per salvare. Tornare in città ogni volta e poi rifarsi tutta la strada a piedi perchè appunto non c'è un viaggio rapido all'interno è stata una scocciatura.
Mi è sembrata anche un'occasione sprecata perchè non si fa niente dentro al dipinto: si combatte, si raccoglie, ci sono le scenette della storia ma mancano le quests che si sbloccano qua e là come in Firis che rendeva l'esplorazione molto più piacevole e faceva voglia di visitare ogni angolo. Se qui ho visitato tutto è perchè è stato un setting molto simpatico.


Volevo parlare anche dei personaggi ma ho già scritto troppo. Rimando a domani.
 
Iscritto dal
23 Apr 2020
Messaggi
30
Medaglie
1
LV
0
 
Legend of Dragoon

Sconfitto tutti gli spiriti dei dragoons, Meru sta completamente spezzando in due il gioco, contro quel povero bastardo del Golden Dragoon sono arrivato a togliere più di 6k in una botta.
Per il resto a parte le sidequest e le location sempre esageratamente iconiche, il cd4 è abbastanza fetido. C'è stato un crollo della qualità costante dal primo cd verso il quarto.
 

SummerStorm

Surfer & Sailor
Iscritto dal
11 Nov 2007
Messaggi
29,493
Medaglie
8
LV
1
 
Finito P5 Strikers in 40h, che fatica la fase finale, un po'troppo prolissa. Non raggiunge minimamente le vette di P5 ma è stato un viaggio piacevole con i suoi meritati picchi, forse però troppo riciclato narrativamente.
Credo che i Phantom Thiefs abbiano detto tutto, non c'è motivo per ritornare in quest'universo.

Avanti tutta su P6 magari ritornando alle atmosfere di P3 e al setting da.distretto di periferia di P4, basta downtown Tokyo.
 

Ianuarius

Fermali ad ogni costo!
Iscritto dal
12 Gen 2010
Messaggi
8,369
Medaglie
6
LV
1
 
Trails of Cold Steel III
Finito.
Il dungeon finale è stato un susseguirsi di bossfight più o meno impegnative contro personaggi iconici, quindi mi sarei aspettato un boss finale degno di questo nome, purtroppo non è stato così. Paradossalmente penso sia stato uno degli scontri meno ispirati del gioco, tanto è vero che ho realizzato fosse il boss finale solo dopo i titoli di coda.

In ogni caso, finale illegale.
Non fosse per questioni di tempo, inizierei subito Cold IV per vedere cosa succede.

Monster Hunter Rise
Sono arrivato al grado cacciatore 4 e, dai danni che sto iniziando a subire, direi che è il caso di iniziare a pensare ad una nuova armatura. Probabilmente metterò in pausa per qualche giorno le missioni della gilda per finire alla svelta quelle del villaggio, il mio lato completista trova fastidioso saperle incomplete.
 

Clyde

leader zone
Area Games
Iscritto dal
13 Mag 2011
Messaggi
72,625
Medaglie
18
LV
4
 
Atelier Lydie & Suelle

Le scenette del gioco le sto trovando divertenti. A volte imprevedibile (a livelli wtf), a volte prevedibile ma anche quando lo è funziona bene grazie alle reazioni, al tempismo, pause d'imbarazzo, cioè persino la musica stoppata per un secondo per poi farla ripartire come se niente fosse è stata usata in modo saggio per far ridere durante una cutscene (impossibile da spiegare, bisogna vedere). Stanno gestendo bene l'aspetto comico del gioco.

Gemelline: sono due folletti dispettosi. Lydie è più educata ed ingenua ma ogni tanto tira fuori qualche commento dalla lingua tagliente che non ti aspetti da una come lei, anche se al padre e Mathias non si risparmia a trattarli bene in ooni caso. Suelle è vispa e sveglia e se vuole fare un commento che picchia non è perchè l'è "scappato" come la sorella ma perchè è infame e basta.:rickds:
Non sono cattive, sono solo caratterialmente due bambine e se devo essere sincero questo sta facendo bene al gioco dal punto di vista delle interazioni.
Anche se Suelle è più tomboy a volte sembra più girly ed aggrappata alla sorella ad esempio quando entrano in ballo le fobie, perchè ha paura di insetti e fantasmi mentre Lydie non sembra faccia una piega. Insomma non sono due opposti stereotipati ma ci sono aspetti caratteriali che uno associerebbe a Lydie ma che invece appartengono a Suelle e viceversa. Molto bene Gust che non è affatto cascata nella banalità. Ma anche quando va più sul clichè tipo il discorso sui romanzi d'amore (possiamo intuire chi è più romantica e chi no) mi ha fatto schiattare. Cavolo, ho già voglia di ricominciare il gioco solo per le scenette. Oggi ho sintetizzato un Water Bag per raccogliere acqua è Suelle pensava fosse un
portable toilet.:paura:
Sembra che solo Lydie
sia in grado di sentire le voci dai dipinti. Che sia capace di sentire le voci dei materiali?

Mathias:
La maschera da puni. La posa da power ranger. Cosa si sono fumati? :rickds:
Abbiamo avuto Sterk, abbiamo avuto Julio, abbiamo avuto Revy ed adesso Mathias che a quanto pare a differenza degli altri non sarà il cavaliere rispettato. In un solo capitolo è stato considerato "interessato alle loli", creep, stalker, fifone, sfigato, disoccupato. Sono tremende con lui in quanto a trollaggio.
Suelle: "I’ve got so many ideas for pranks already!" giusto per rendere l'idea.
Hanno appena scoperto che Mathias
è il principe. Waiting for the next cutscene.:predicatore:

Parti nel dipinto:
La maledizione a sgamo.:rickds: La voce dei fantasmini.:rickds:
Nella parte finale ho scelto di fare come Lucia nonostante fossi convinto che sarebbe stato uno sbaglio ma volevo vedere che casino combinavano. Totally worth it.
Ho guardato sul tubo cosa succedeva con l'altra scelta ed i fantasmi attaccavano Lucia invece che Suelle ma sembra non capitava una fight. Invece con la mia scelta mi è piaciuto che anche se li battevo non cambiava nulla perchè tornavano in loop.

Ilmeria quanto è maturata come affidabilità? Adesso è la teacher perfetta. Disponibile, premurosa, porta i dolci come premio tutto nei giusti limiti senza viziare le allieve. Qualcuno la sposi, non si può perdere una persona come questa.:bruniii:
Se scopro che perderò cutscene importanti riguardo lei (cfr Wilbell) solo perchè è DLC mi incazzo come una iena.

Lucia è la tsundere aristocratica ed è un tantino clichè. Non regge il ruolo bene come Mimi. Però è bello vederla trollata.

Intanto sono arrivati Fritz e Drossel. Ho già paura.
Sto gioco è già pieno di gente instabile e non è nemmeno iniziato il "circo" di Firis e Liane.

Per quanto riguarda il ruolo di fabbro:
Hagel >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>> Logy.
"Who are you calling bald?"
f3ef84ab38efa83176c8776288fda933.jpg
 
Iscritto dal
17 Gen 2021
Messaggi
3,382
Medaglie
2
LV
0
 
Tales of Graces f

Allur. Ieri ho passato la serata a fare side quest e roba secondaria. C'era pure un boss extra, Bryce. Ad Hard è stata bella tosta... Tra 60.000 HP e probabilmente una Team Composition non ottimale. Ma va bene cosi, ora devo andare a Fendel per proteggere il terzo Valkynes Cryas. Penso di essere verso metà ormai, il ritmo mi pare quello
 
Iscritto dal
23 Apr 2020
Messaggi
30
Medaglie
1
LV
0
 
Legend of Dragoon

fatto un rushone finale per chiudere tutto, sono anche andato a sconfiggere Fausto e i dragon spirit.

Per Fausto sono andato anche troppo preparato, nonostante fossi underlevel avevo un setup che stroncava sul nascere qualsiasi ribellione da parte del vecio. La maggior parte dei suoi attacchi o missava o faceva 0 e quei pochi che riuscivano a penetrare le mie difese levavano cmq una pochezza.

Meru poi da quando ho preso la psicobomba x ha completamente rotto il gioco, la maggior parte dei boss tranne fausto e quello finale venivano oneshottati o poco meno.

Cmq il punto forte di sto gioco alla fine della fiera credo siano le ambientazioni, una più memorabile dell'altra fino alla fine. Il cast e i dialoghi invece erano proprio lerci, irritantemente lerci. Mo so troppo stanco per dare un parere più completo però
 

Jin Uzuki

A Gift from Greecia
Iscritto dal
31 Ago 2009
Messaggi
2,398
Medaglie
5
LV
0
 
LoD è uno dei pochi jrpg che non sono riuscito a finire, mi sono arreso dalla noia all'inizio del CD2 tipo. Totalmente piatto come gioco.
 
Ultima modifica:
Iscritto dal
23 Apr 2020
Messaggi
30
Medaglie
1
LV
0
 
LoD è uno dei pochi jrpg che non sono riuscito a finire, mi sono arresto dalla noia all'inizio del CD2 tipo. Totalmente piatto come gioco.
Non so se piatto è il termine che userei, per bene e per male è abbastanza unico. Secondo me ha pure diverse idee giuste, ma vengono uccise da altrettante idee pessime alla base che spengono sul nascere ritmo e fun factor.

Per quel che vale cmq CD1 è il cd migliore quindi se non ti è piaciuto quello al cd4 ti trovavano appeso in camera probabilmente.

quel che mi porterò dietro dell'esperienza sono le location e la cinematografia, si vede che ci hanno puntato molto e investito col budget e in molti casi la cosa ha aiutato decisamente certe scene. Voleva essere un epos e in certi casi ci riesce ma purtroppo gli ingranaggi non si incastrano mai bene.
 

Sh1n

Bracer
Iscritto dal
25 Ott 2011
Messaggi
4,154
Medaglie
5
LV
0
 
The Last of Us Part II (35 ore)

Ho terminato il gioco. A mio parere la parte finale non è stata gestita nel migliore dei modi, i contenuti "narrativi" che si son visti potevano essere inseriti benissimo nel capitolo precedente. Del "finale finale" mi è piaciuta solo qualche scena. A livello d'esperienza di gioco è stato abbastanza interessante ma dopo le 20/25 ore ho iniziato un pò a stancarmi, l'approccio è virato quindi dal full stealth a stealth/aggressive.

Ora vedo un pò che fare, penso che continuerò la run di YS9, dovrebbe durare almeno fino all'uscita di Nier (non lo prendo al lancio ma neanche fra parecchi mesi).
 

Geddoe

Capomoderatore
retrogames
jrpg world
Iscritto dal
27 Dic 2012
Messaggi
20,895
Medaglie
13
LV
2
 
Kotodama

Sentivo...

...tanto ma tanto il bisogno di fare una sessione come si deve.

L'esperienza continua ad essere gradevole ma non posso negare che alcuni elementi inizino a mostrare tutte le loro debolezze.
L'ost è poco varia, si passa il 90% del tempo ad ascoltare in sottofondo le stesse due traccie in croce, in tema audio anche alzando il parlato al massimo ed abbassando l'ost, non è raro che si faccia davvero fatica a sentire le voci dei personaggi, anche giocando in cuffia.

In ultimo non posso negare che la narrazione sia fin troppo guidata.
Le scelte che conducono ad un cambio di prospettiva ed ad indizi aggiuntivi, ci sono ma sono davvero poche a livello concreto tutto quello su cui si può lavorare sono le dritte del oroscopo(a partire dal cap.5), le vaghissime indicazioni di Luke e Mon-Chan "quando" si ricorda di intervenire. Si perché il nostro/a protagonista ha una testa ma spesso dimentica di averne una.

Il cap.6 è dedicato al identità del Preside, il focus è su Chinatsu: ligia al dovere, rispettosa, educata ma anche prona a deprimersi e a sentirsi responsabile per cose che sono fuori dal suo controllo, retaggio di una personalità insicura. Avevo delle buone prospettive su di lei e su questo mistero, dopotutto si tratta di un "futuro" che non ero stato in grado di raggiungere prima d'ora. Tuttavia l'enigma, se di enigma possa trattarsi, è uno dei meno complessi e al posto di Chinatsu poteva esserci una pletora di pg. che effettivamente conoscono l'identità del preside, personale scolastico a parte? Tutti i membri del consiglio studentesco, solo che quel trollone di Kujo scarica tutte le responsabilità su Chinatsu che inizia a correre come una disperata per tutto l'istituto per sfuggire alle attenzioni di Nanami.

Ora, per quanto questo bizzarro acchiapparello aiuti a presentare alcuni elementi di interesse, viene tirato troppo per le lunghe.
Tutti i compagni di classe di Chinatsu ed i membri del consiglio studentesco mentono platealmente cercando di nascondere la loro amica e si è costretti ad assistere ad una sequenza che...si prolunga oltre il dovuto, come si suol dire lo scherzo è bello quando dura poco. Il tutto diventa noioso e superfluo. A che pro Kujo si è messo ad aiutare l'ORC se poi conosceva il sesto mistero ed ha attivamente sabotato l'indagine?

Fra una falsa pista e l'altra, a spiccare sono:
a) Ancora una volta le persone "testarde"(aka Chinatsu) mostrano di essere estremamente resilienti al potere del Kotodama.
b) L'uomo con il camice, quello che parlava del "progetto" con Mizuki sensei, e Shuji vengono visti insieme nella foresta, ed il ragazzo era chiaramente furioso perché "non funzionava".
c) Il prof Matsubara scontratosi accidentalmente con Nanami ha lasciato cadere una penna, raccolta poi dal main. La penna si rivela successivamente essere di Wakaba
d) Sempre più studenti mostrano comportamenti aggressivi e violenti

...ed il preside? La sua identità è plateale visto che sotto la tuta da lavoro è visibile la giacca e la cravatta, ma è il bidello.
Ha sempre avuto la problemi a gestire l'ansia, per cui lascia che il suo vice si occupi di tutte le apparizioni pubbliche e come lui stesso ha detto in precedenza "Chinatsu lo aiuta spesso", semplicemente. Detto per come va detto visto che la ragazza viene da una famiglia ricca immaginavo che fosse tipo, nipote o comunque una sua parente. Il fantomatico premio per aver trovato il dirigente sono delle caramelle. Quelle e la consapevolezza di aver archiviato il sesto mistero.

Giunti al settimo ed ultimo mistero, sulla carta c'è poco da indagare.
Al accademia tutti sanno che lo specchio che riflette il futuro è una metafora per l'aula che Mizuki sensei utilizza per dare consigli agli studenti, la quale "ha" un grosso specchio. Basta solo verificare, parlare con i ragazzi che hanno usufruito del supporto della sensei ed il gioco è fatto, no? Ni.

Il sensei Matsubara ha una cotta enorme per la sua collega, è di dominio pubblico, e che l'uomo con il camice sia stato più volte visto in sua compagnia è frutto ovviamente di pettegolezzi e batuttine nel corpo studentesco. Tuttavia è abbastanza evidente come, durante i primi sopralluoghi, ad infastidire il nostro irascibile coach sia non tanto l'ennesima delusione amorosa, quanto la prospettiva che i ragazzi vadano a "terapia" dalla sensei "Non andate da lei".

Il vicepreside è molto sintetico, freddo, conciso sul argomento: la sensei Mizuki è un medico con tanto di licenza e quanto fa per gli studenti è un servizio per cui è pagata, semplice? Non esattamente . Intervistando vari studenti che hanno effettivamente usufruito del servizio, emergono degli elementi preoccupanti, un esempio? è sempre stata la Kaorin ad avvicinare i suoi potenziali pazienti, mai il contrario.

Un altro "paziente" è stato sospeso per aver reagito violentemente contro il suo insegnante responsabile ma ovviamente per avere testimonianze ben più preziose bisogna puntare a persone che si conoscono, la prima, fortuita, teste è Honoka: incontrata nel boschetto,lo stesso teatro del suo sclero nel primo capitolo.

Più che consigliare, la sensei rimaneva in silenzio ad ascoltare i suoi problemi, le dava una...spintarella(quel spintarella viene enfatizzato da Nanami con tono apatico) e sebbene ne abbia tratto giovamento inizialmente, con il tempo ha iniziato a diventarne quasi dipendente ed a divenire instabile portando alle conseguenze che conosciamo.

Fortunatamente per lei un "amico" l'ha aiutata a venire a patto con i suoi patemi ed a fare ammenda per i suoi errori ah, ed è scontato che Honoka sia più che grata a questa "amico" che l'ha aiutata cosi tanto, il che la rende il primo vero potenziale love interest della storia

La ricerca di info e testimonianze, aiuta a gettare luce anche su Nanami. O più correttamente, aggiunge altre sfumature ad un quadro che è fatto di poli estremi. L'occasione arriva grazie a Yukino, lei e Nanami sono sempre li ad azzuffarsi, ma questa volta la seconda si è arrabbiata sul serio. Yukino è ovviamente troppo hime per andare a chiedere consigli ad altri ma Nanami non solo l'ha zittita di brutta con un improvvisa esplosione di rabbia ma ha anche rimarcato come la "rivale" possa parlare cosi solo ed esclusivamente perché non ha mai affrontato delle difficoltà in vita sua.

Questo improvviso momento di serietà, si unisce ad alcuni commenti fatti dopo con Chinatsu sulla natura dei consigli di Kaorin.
La kohai si è recata più volte a terapia e come Honoka non ha ricevuto consigli diretti, ha semplicemente parlato dei suoi problemi e ricevuto un "supplemento" ad ogni visita. Fortunatamente per l'ORC Chinatsu (per motivi a noi ignoti), ha poi deciso di non recarsi più a terapia concludendo di dover badare da solo ai suoi problemi, il commento della sensei in tale sede è passabile di svariate congetture"allora forse non ne avevi davvero bisogno".

...ed ha condotto a degli inevitabili sensi di colpa.
Cosi come Honoka era divenuta emotivamente instabile,anche le crisi depressive di Chinatsu erano divenute più comuni.
Il motivo? Il fantomatico supplemento. La kohai ne ha conservato una, come "ricordo" dopo la sua ultima seduta. Il caso però vuole che la pillola scivoli e venga recuperata dal main ed esploda con una piccola fiammata fra lo stupore e la vergogna di Chinatsu che si sente responsabile per il potenziale danno fatto al suoo senpai.

Mon chan a questo punto entra a gamba tesa nel indagine e richiede un colloquio privato con il suo contraente.
Quanto avvenuto con la pillola NON è un incidente dovuto ad una accidentale reazione chimica ma un meccanismo di difesa per proteggere la "sua" proprietà, l'umano con cui ha stipulato il contratto. Questo tipo di meccanismi non sono nati per difendere gli esseri umani ma per impedire un umano possa stipulare contratti con più demoni perché sono creature avide che NON condividono le cose.

Se ne deduce che le pillole siano un modo per "forzare" coloro che le ingeriscono in una forma di "pseudo contratto" ma chi o più correttamente in quanti hanno preso le pillole? Una svolta in questo senso arriva grazie a Wakaba. La leader(sulla carta) del ORC ci fa partecipi del suo disagio , la famosa penna è anche una pennetta usb. Una pennetta che contiene un file mai visto prima con un elenco di studenti, dosaggi, analisi di effetti positivi e collaterali e commenti vari. Nel elenco c'è anche Wakaba che ha visto descritte in termini "medici" i suoi sbalzi di umore ed il suo cambio di prospettiva verso le questioni amorose. "Genki" che possa essere la sua facciata, Nanami non appare ingenua o credulona ma fredda e disinteressata al altrui dolore.


Fra un dubbio e l'altro, si decide di condividere le proprie preoccupazioni con Kujo. Chinatsu aveva riconosciuto la penna ed aveva detto di averla trovata alla torre del orologio ed inserita insieme agli altri oggetti confiscati appartenenti a Tanaka/SAKURA ma ila penna era libera, non conteneva alcun file...allora a chi?

è scontato, dopotutto sono giorni che vaga per la scuola alla ricerca di qualcosa: il sensei Matsubura; il quale però sospetto che possa sembrare NON è l'autore del file. Quel file è una copia. Una copia di un originale che l'uomo aveva intravisto sul pc della sensei Mizuki e che, preoccupato, aveva deciso di copiare sfruttando la famosa penna che si trovava a portata di mano. La sua sbandata per la collega non ha impedito di fargli notare la crescente aggressività di quegli stessi studenti che si recavano a consulto.

Tutti sanno che la scuola si trova su un terreno di proprietà del Ashiya Pharma, tutti sanno che l'Ashiya Pharma è tuttora la più grande finanziatrice del istituto ma che ruolo ha la sensei in tutto questo? è davvero solo "bassa manovalanza", un'altra vittima come sostiene Matsubara...o c'è del altro? Il gruppetto chiede delucidazioni direttamente al preside, il quale viene salvato da un furioso pestaggio ad opera di uno studente ormai fuori controllo.

Seppur titubante e restio, oltre che dolorante, il dirigente si convince a sputare il rospo una volta saputo che fra le "vittime" c'è Wakaba e che i supplementi forniti agli studenti sono "un type I". Non conosciamo i dettagli, ma ha un debito per la vita nei confronti del Ashiya Pharma, NON può disubbidire ad una loro richiesta e sono sempre stati loro a dargli la presidenza.

Ma cosa sono questi Type I e Type II? Nient'altro che versioni di una pillola, entrambe parti del cosiddetto Evelon Project il quale sulla carta è un tipico disegno megalomane che punta a perfezionamento, a...spingere l'umanità verso il prossimo step evolutivo...si, fa tanto Evangelion, 999 e tanta altre opere Sci-fi ma sto divagando.

Nella sua mediocrità, il preside sostiene che tutti gli studenti coinvolti nella sperimentazione lo avevano fatto di loro spontanea volontà, con tanto di firma su un contratto scritto ed il Type I di cui ha parlato Wakaba NON dovrebbe essere più somministrato. Questa prima versione del farmaco, ideata dalla stessa Mizuki sensei, a vantaggi maggiori per concentrazioni e prestazioni fisiche accompagnava anche una serie di effetti collaterali, irascibilità, sbalzi d'umore eccessivi. Incompatibili con la sperimentazione e con lo sviluppo di massa. Kaorin trovava inaccettabile che alla sua formula ne fosse preferita una inferiore ed è quindi stata sospesa dal servizio attivo sul progetto.

Con il preside dolorante, al ORC più Kujo il compito di catturare Kaorin, che è stata vista recarsi nel bosco insieme a Shuji.
L'ex asso è sempre più nervoso, sempre più irascibile. Il suo referente(l'uomo con il camice) ha detto che la sensei "ha" delle pillole con se, ne ha bisogno ma le sue richiesta vengono cestinate con una punta di disgusto.
Shuji ha già ricevuto la sua "benedizione", una benedizione inferiore a quella offerta del suo Type I, per cui non ne è degno.

Le virgolette sono dovute, perché in preda al suo delirio la sensei ha utilizzato molte metafore di tipo religioso.
Benedizione, divinità, salvare, proteggere, guidare...sembrano deliri di onnipotenza, questo fino a quando in uno scatto improvviso la donna ingerisce una quantità notevole di pillole è in puro momento WTF acquisisce una forma pseudo angelica fra lo stupore dei presenti.

Al Kotodama il compito di ricondurla al ovile ed impedirle di scatenarsi.
La natura della trasformazione non viene spiegata, lo shock emotivo e la rabbia di Wakaba che voleva solo dei "consigli" e non della droga, convincono la sensei a rinunciare ai suoi piani e...sparire. Letteralmente.

Portando con se una quantità abnorme di interrogativi.
è lei che ha fatto il "patto" con questo altro demone che ha fornito l'ingrediente segreto nel supplemento? Oppure la componente "demoniaca" è presente solo nel type 2 ed è per questo inosservabile dai test anti-doping?è questo "altro" demone, il benefattore da lei citato e che è persino la sua parola chiave "segreta" utilizzabile dal prossimo loop per risolvere facilmente il suo puzzle? In che modo il suo benefattore l'ha aiutata, l'ha salvata? è stata la morte di Mikoto, il "non voler far più morire nessuno" a convincerla di dover "salvare" i suoi studenti? Sono tutte domande che per ora restano senza risposta.

Un senso però lo acquisiscono altre sfumature della vicenda.
Honoka e gli altri studenti colpevoli di violenze sugli animali a cui si era accennato? Tutti ignari pazienti a cui era stato somministrato il type I. Lo sclero di Wakaba e la sua instabilità? Idem. L'improvviso successo di Shuji come atleta e studente?Sperimentazione con il Type 2.

Tanti misteri e dubbi, hanno un senso ora ma mancano troppe cose o per usare le parole di Luke sono tante piccole cose che si sono accumulate e che impediscono di arrivare sul binario giusto Si perché, NON ho ottenuto alcun ending alla fine della vicenda. Un altro loop, un altro suggerimento di Luke preceduto da alcune note sommarie e poco soddisfacenti.

Il preside si è dimesso ma probabilmente si è accordato sottobanco con l'Ashiya e le sperimentazioni sono state interrotte. Kaorin è sparita, nessuno sa dove sia ed i nostri devono iniziare a pensare al proprio futuro...tutti tranne Nanami ovviamente. Rimasto da solo con il/la protagonista sul tetto, la ragazza ha detto di dover fare "rapporto" a Mikoto, commento che ha subito sfumato con l'ormai arcinota cg con sorriso ultra creepy e l'immancabile "Grazie Mikoto, ciao ciao".

Immagino che nel bad ending che ho sfiorato, quando abbiamo modo di sentirla parlare della sua "maschera" stesse facendo "rapporto" e che ogni volta che è sfumata su quel sorriso, stesse facendo rapporto. Un altro punto che sento di dover toccare sono le parole chiave.

Il cap.7 aveva focus su Kaorin, non su Nanami come le icone dei trofei lasciavano intendere.
Controllando inoltre il Wordbook è chiaro come le "sagome" che mi mancano siano quelle di Shuji(cap.2), Yukino(cap.3) e appunto Nanami.
Kujo a cui è idealmente assegnato il cap. 5 NON sembra essere il soggetto principale di alcun mistero anche perché l'unico puzzle che sono riuscito a trovare nel cap.5 aveva per protagonista proprio Nanami che con la sua risatina creepy si è fatta beffe del Kotodama.

Spero e dico spero di riuscire quantomeno a beccare il normal ending al prossimo loop, fra le cose che dovrò sicuramente fare c'è il seguire il consiglio di Tanaka e rivolgere lo sguardo verso qualcun altro nel cap.7, oltre al preside le opzioni sono Wakaba e...Nanami. IL vero mistero della vicenda
 
Ultima modifica:

Jin Uzuki

A Gift from Greecia
Iscritto dal
31 Ago 2009
Messaggi
2,398
Medaglie
5
LV
0
 
Finito Bravely Default 2. Non brutto ma dimenticabilissimo, gli do tipo un 6, ma tipo mi ha lasciato zero. Se non i dungeons per il fatto che non c'è la minimap e il devs erano fissati col connettere punti verso la fine con l'inizio rendendo tutto molto disorientante, fastidiosissimi tantè che ho smesso di esplorare verso la fine.

Tra l'altro è il JRPG più facile da "rompere" di sempre, basta che livelli Red Mage e Hellblader e fai 99k di danno a gogo lol.
 
Ultima modifica:

Sh1n

Bracer
Iscritto dal
25 Ott 2011
Messaggi
4,154
Medaglie
5
LV
0
 
Finito Bravely Default 2. Non brutto ma dimenticabilissimo, gli do tipo un 6, ma tipo mi ha lasciato zero. Se non i dungeons per il fatto che non c'è la minimap e il devs erano fissati col connettere punti verso la fine con l'inizio rendendo tutto molto disorientante, fastidiosissimi tantè che ho smesso di esplorare verso la fine.

Tra l'altro è il JRPG più facile da "rompere" di sempre, basta che livelli Red Mage e Hellblader e fai 99k di danno a gogo lol.
Ti manca una terza classe per fare 99999 su più bersagli :D

Sent from Tapatalk
 

Jin Uzuki

A Gift from Greecia
Iscritto dal
31 Ago 2009
Messaggi
2,398
Medaglie
5
LV
0
 
Ti manca una terza classe per fare 99999 su più bersagli :D

Sent from Tapatalk

Red Mage + Hellblade + Across the Board è la combo che ho usato per cheesare il boss finale, era per dire che basta livellare due jobs che ti da il gioco normalmente per essere completamente sgravo :asd: Pure thief non scherza con l'abilità che si prende a livello 8 tipo.
 

Sh1n

Bracer
Iscritto dal
25 Ott 2011
Messaggi
4,154
Medaglie
5
LV
0
 
Red Mage + Hellblade + Across the Board è la combo che ho usato per cheesare il boss finale, era per dire che basta livellare due jobs che ti da il gioco normalmente per essere completamente sgravo :asd: Pure thief non scherza con l'abilità che si prende a livello 8 tipo.
Io ho provato per sfizio ma mi è bastata una certa classe con la mossa che attacca 9 volte. Ho steso tutto nel post game, ovviamente con una seconda classe a supporto :)

Sent from Tapatalk
 

Geddoe

Capomoderatore
retrogames
jrpg world
Iscritto dal
27 Dic 2012
Messaggi
20,895
Medaglie
13
LV
2
 
Kotodama

Sono...

finalmente ad una svolta, forte finalmente di poter skippare quasi tutto il testo, ho iniziato e completato il quarto loop in una singola sessione.
I punti di interesse non sono mancanti, seppur nella maggior parte dei casi si sia trattato di conferme e verifiche, più che di colpi di scene o sorprese vere e propri e...si, dai, proverò a schematizzare il tutto per il bene della sintesi.

Cap.1) Nulla di davvero rilevante, smanettando un po' con alcune risposte sono riuscito a rintracciare l'ultima parola chiave.

Cap.2) Forte delle oramai assodate conoscenze sul Evelon Project, della sottintesa presenza di un tunnel che collega l'Ashiya Pharma al istituto e dei presunti accordi presi dagli studenti con l'azienda farmaceutica ho potuto muovermi con la giuta cautela senza allertare Shuji prima del tempo. Quanto la sua amica d'infanzia(la studentessa responsabile della libreria) aveva asserito si rivela la pura e semplice verità. Shuji "è" un ragazzo volgare, una testa calda (Ma non un violento, questo è piuttosto importante). Il suo apparire come l'atleta e lo studente perfetto "è"una recita, le attenzioni delle sue odiosissime fan gli danno il voltastomaco ma è un compromesso a cui NON può rinunciare ora che non solo è un Honor Student ma anche l'asso indiscusso del club di atletica.

In base alle informazioni raccolte in precedenza possiamo formulare qualche congettura: gli studenti compatibili con l'Evelon type 2, sono stati elevati al rango di Honor Student. Con tutti i privilegi e doveri che ne conseguono. Ufficialmente però questi ricevono soltanto saltuari controlli medici "privati" da un laboratorio del Ashiya Pharma raggiungibile tramite un tunnel nascosto dietro l'archivio. Quindi un tunnel effettivamente "c'è" solo che non conduce alla conoscenza ma ad una delle sedi di quanto più c'è di marcio al interno del istituto. D'altra parte l'ORC seppur deluso dalla scoperta, concorda nel non divulgare l'esistenza del tunnel al pubblico.

Cap.3) Mai come in questo caso si tratta solo ed esclusivamente di sottigliezze, sfumatura. Sappiamo già che Yukino si è presa una sbandata per Luke, che vuole diventare una violinista, che NON odia Nanami come invece lascia credere a tutto il resto del corpo studentesco, che è una Hime tenuta per questo a distanza da tutti i suoi compagni e che lei e Mikoto erano amiche di infanzie. Quelle che però NON sapevo è che il famoso portachiavi con l'orsetto violinista è un dono della stessa Mikoto, la quale l'ha sempre supportata nel realizzare il suo sogno . Inoltre il suicidio è ora ancora più insensato perché si sarebbe dovuta suicidata per una delusione amorosa quando poco prima della tragedia le aveva rivelato di essersi innamorata di un altro?

Also, in questa sede ho beccato un fastidiosissimo bug che ha ripetuto lo stesso baloon due volte, togliendomi a conti fatti un pezzettino della narrazione.

Cap.4) Due note in croce a) il prof Matsubara "segnalava" studenti bisognosi a Kaorin b) Il Kotodama sembra in grado di counterare gli effetti negativi del EVELON, mia ipotesi? Può darsi che sia dovuta alla sua natura di potere demoniaco. Un demone che ne contrasta un altro.

Cap.5) Non rushare, profilo basso. Quindi nessun progresso salvo una piccola illazione da parte di Mon chan, che identifica con la morte di Mikoto il momento in cui la sensei Mizuki si è autoconvinta di dover "salvare" i suoi poveri studenti.

Cap.6) Ho modificato approccio nel noiosissimo acchiapparello nella speranza di ottenere qualcosa di nuovo. Inseguendo Chinatsu da solo, è un po' triste verificare quanta fiducia abbia riposto nella sensei Mizuki per tutto l'aiuto datole quando era una matricola. Mi prudevano le mani ma ho evitato di smerdare l'identità del preside subito, per non far saltare la mia copertura con Nanami in compenso in puro stile meta narrativa Mon Chan si fa voce nel mio tedio nel correre intorno alla scuola facendo finta di credere a tutte le false piste. Also, la nostra partner volpina conclude che il preside si "degradi" a fare lavori manuali a causa dei suoi profondi sensi di colpa.

Cap.7) Lo svolgimento del generale capitolo, è tutto sommato lo stesso. Le uniche variazioni di rilievo sono state evitare il piccolo incidente con la pillola di Chinatsu e guardare verso Wakaba(e non il preside) prima di raggiungere Shuji e Kaorin nella foresta.

Dopo aver placato ancora una volta l'angelica forma della sensei però le cose prendono una piega decisamente diversa.
La donna non si scusa e allontana per sparire per sempre dal accademia ma ci parla di un suo incontro con Mikoto. La defunta era profondamente contraria al idea di far uso di droghe per "aiutare" gli studenti(Non mi è chiaro se fosse contraria alla sperimentazione del Ashiya in se o ai test solitari di Kaorin), inoltre le aveva rivelato di essere profondamente preoccupata per una persona a lei molto vicina e le aveva chiesto come aiutarla.

Quella persona? Nanami Kagura.
Ipotizzo che le preoccupazioni possano essere in parte dovute al infortunio riportato durante il famoso torneo di tennis.

Ciò che conta ora però e che tradita dal improvviso slancio di onestà della Sensei, Nanami getta la maschera.
è furiosa e stizzita, nei confronti di quella insegnante che per cosi tanto a taciuto"Se devi stare zitta, taci e basta. Dannazione" dopodiché si fa beffe di Kujo.

Con immenso e sadico,gusto "Ogni volta che si parla di Mikoto cadi in ginocchio e piangi. Mikoto aveva proprio ragione.Sei una noia,non stai mai zitto"

è passato tanto tempo dal ultima volta che ho trovato il termine schadenfreude, il godere delle sfortune altrui ma è proprio cosi che il/la protagonista descrive le sensazioni che trasmette Nanami. Finalmente non deve più fingere, quante volte ha visto Kujo disperato e colpevolizzarsi per la morte della ragazza quando quella rottura l'aveva sollevata?

Il tutto viene anche espresso attraverso un gioco di parole sul come prima che il corpo di Mikoto si schiantasse(Crushed), aveva già una cotta(Crush) per qualcun altro. Fra lo stupore dei presenti anche Wakaba riceve la sua dose di scherno. è solo "grazie" a lei e al ORC che Nanami ha potuto diffondere la "storiella" sulla Curse of Mikoto.

Storiella. Proprio come avevo pensato a suo tempo durante la mia prima run nel cap.5.
Il primo incidente attribuito alla fantomatica maledizione è avvenuto un mese dopo che Nanami si unisse al ORC. Wakaba non ricordava male, Nanami parlava "già" di Curse of Mikoto allora. Stava già lavorando per creare quel mistero" e poi beh, le risate finiscono, Nanami ghiaccia sul posto, fredda, immobile, priva di qualunque espressione "Non vi dimenticherò, grazie a tutti. Addio" ma prima che si possa scoprire la natura di questo addio parte il Kotodama che mi permette nuovamente di riportare la situazione sotto controllo.

Nanami farfuglia parole incomprensibile, questa forse è la prima volta in cui il Kotodama ha davvero effetto su di lei ma tutto quello che mi arriva è una lacrima e un "Perdonami Mikoto"...prima che partano nuovamente i titoli di coda.

Questo è il "Good Ending" anche se un Ending non è.
Non si può chiamare ending, per quanto molte delle conclusioni siano ormai scontate manca ancora qualcosa. Luke stesso è abbastanza diretto in questa sede "Mi raccomando di riempire quel tuo wordbook"...già fatto.

O più correttamente Mi manca una singola parola nel Cap.7, il "Perdonami Mikoto" è la parola chiave che dovrebbe permettermi di avere ragione più facilmente del infernale puzzle di Nanami. Stasera si prova ad andare per il True Ending.
 
Ultima modifica:

Clyde

leader zone
Area Games
Iscritto dal
13 Mag 2011
Messaggi
72,625
Medaglie
18
LV
4
 
Atelier Lydie & Suelle

Firis.:ivan: Come sei cresciuta.:ivan:
E fa subito vedere quanto è badass stendendo un drago tutto da sola.
Come parametri fa schifo. .__. Questa mi sa che è colpa di Ilmeria che le ha detto di controllarsi per non rendere troppo agevole il percorso delle gemelle.:granma:


Le scenette dove interagiscono tra loro Lucia e Mathias mi hanno steso.
Quando l'ha trasformato in un puni non riuscivo a credere ai miei occhi. Ed è rimasto così, a guardia del cancello in forma di un puni pure quando andavo a trovarlo con le sorelle.:sard:
Il gioco me l'ha ridato in forma umana quando sono uscito dalla città. Grazie.:rickds:
E Lucia fino all'altro giorno non mi diceva letteralmente nulla.


Gli enhancing agents da usare durante la sintesi possono avere delle potenzialità abnormi. Permettono di cambiare colore ad alcuni ingredienti presenti nella griglia e possono anche creare effetti a catena. Cioè io posso anche non mettere nessun ingrediente di colore rosso e metterli tutti gialli (magari hanno il trait che mi serve o qualità migliore), poi uso l'enhancing agent che fa cambiare i gialli in rosso ed ecco che tutto il calderone può diventare rosso (magari m serviva l'effetto dato dal colore rosso).
Si possono usare nel momento in cui si vuole durante la sintesi che sia alla fine o tra l'inserimento di un ingrediente o l'altro. Devo solo capire se posso usarlo più volte durante la sintesi e che conseguenze porta al cambio di colore (se ad esempio mi annulla i colori precedenti). Insomma sulla carta c'è la possibilità di avere un sistema di una malleabilità spaventosa, finchè si usa la testa.

Io voglio sapere come li studiano sti sistemi.
Sono partiti con sistemi di sintesi dove qualità, effetti, tratti, costo davano già il loro intruglio di cose da valutare negli Arland. Poi aggiungono gli elementi, sparisce il costo ma arrivano poi le differenti forme degli ingredienti, la scelta della posizione nel calderone, i diversi componenti, poi i catalizzatori ed adesso gli enhancing agents.:asd: Ad uno che li ha visti inseriti passo per passo riesce certo a prendere confidenza ma chi inizia da Lydie&Suelle deve ringraziare che Atelier tende ad essere un'esperienza leggera come una brezza, altrimenti a vedere e seguire tutto questo insieme gli imploderebbe il cervello.



Adesso finalmente ho più di tre pg e posso cambiare la formazione. Alla buon'ora.
I personaggi in seconda linea possono usare i loro assist in automatico a seconda del comando usato dal pg in prima linea. Perciò dipende dall'uso che si vuole del pg in prima linea. Ad uno che usa tanti item è meglio assegnargli un pg di seconda linea che attiva i suoi assist dopo l'uso degli item appunto. Idem a chi usa tante skills. C'è un fattore strategico aggiuntivo nella scelta della formazione su entrambe le linee. Ogni pg sembra abbia almeno tre assist di supporto, molto bene.
Cosa mi ha sorpreso è che il pg di supporto non è vincolato all'uso di un solo assist. Ad esempio se ho Suelle in seconda linea e il suo pg associato fa una skill offensiva, la birichina attiva sia il supporto per l'uso di una skill che il supporto per la skill offensiva. Fa due assist di seguito e quando l'ho scoperto mi è uscita la bava dalla bocca. Non vedo l'ora di avere tutti e sei i pg, perchè ci sono tutte le carte in regola per fare il finimondo di assist in battaglia come col mio caro Atelier Shallie.

Oggi mi hanno sbloccato l'Extra Mix da usare in battaglia ma non l'ho ancora approfondito. E se non sbaglio esiste pure la meccanica del Battle Mix che prima o poi arriverà.
Prevedo soddisfazioni ma il problema è che è un gioco davvero lento ad ingranare nelle meccaniche. Ma lento lento.
 

Geddoe

Capomoderatore
retrogames
jrpg world
Iscritto dal
27 Dic 2012
Messaggi
20,895
Medaglie
13
LV
2
 
Kotodama

Finito e Platinato.

A...
dispetto delle mie aspettative, completare in hard mode un puzzle per pg.(soprattutto Nanami) NON mi ha impegnato per cosi tanto tempo. Ho avuto la sensazione pad alla mano che la Fantasize mod sia comunque calibrata verso il basso(anche ad hard) rispetto ai puzzle che si affrontano durante il gameplay standard.

In ogni caso il tempo dedicato al cleaning dei trofei mi ha aiutato a riflettere sul plot.
Arrivato alla fine dei giochi, dopo aver completato tutto e visto il vero epilogo della storia provo sensazioni contrastanti.

Se la vicenda acquisisca valore con la chiave che ci viene fornita in uno degli epiloghi o sia semplicemente inadeguata ma andiamo con ordine.

Il quinto loop, il mio ultimo loop è del tutto dedicato a interrogarsi, verificare e osservare la vicenda alla luce delle ultime rivelazioni di Nanami.
La "co-protagonista"(perché lo è, non giriamoci intorno) è un'attrice eccezionale, abile nel manipolare l'altrui percezione oltre che estremamente pericolosa. Dal terzo loop in poi il mio intero agire è stato votato al NON allertarla, a tenerla tranquilla, distesa. A farle credere che la sua recita stesse funzionando e che non ci fosse nessuno che sospettasse di lei.

A non essere chiare, sono le ragioni che si celano dietro il suo agire nonché l'esatta natura della "perfect timeline" tanto predicata da Luke.

Con queste premesse, i capitoli fino al settimo scorrono veloci a suon di skip con poche eccezioni che corroborano ed aiutano nella ricerca della tanto agognata verità.
Cosa voleva fare esattamente Nanami con la Curse of Mikoto? Quanti incidenti ha programmato?
Con quale gelida e lucida perfidia ha fatto cadere il vaso proprio il giorno delle commemorazioni per la morte di Mikoto? A che pro?

Qual era esattamente il rapporto fra le due ragazze? O più correttamente, come viveva Nanami il rapporto con la sua partner di tennis? Chi è il "partner" e chi è il vero autore del messaggio ritrovato nelle mani di Mikoto? Cosa intende Nanami quando risponde stizzita a Yukino asserendo di aver dovuto passare delle "vere difficoltà"? Possibile che nessuno si sia preoccupato di indagare a dovere sulla morte di una ragazza che NON aveva ragione di suicidarsi? Che neppure le persone a lei più vicine abbiano mai messo in dubbio l'evidenza? Possibile che il duo Wakaba-Kujo non si sia insospettito minimamente di fronte alla discordanza temporale fra il primo incidente e l'arrivo di Nanami al ORC?

Fa un certo effetto osservare come riesca a girarsi e rigirarsi non solo le persone a lei "vicine" ma l'intero corpo studentesco, facendo credere a tutti quello che"lei" preferisce.
Tante domande, un confessione apparentemente innocente(Prologo "Si, l'ho spinta"), tanti segreti di pulcinella.
Gli elementi sono tutti li, gli attori sono pronti.

Basta preparare il palco e l'ultima riga del copione, l'ultima parola chiave.
E quella parola chiave arriva volgendo lo sguardo non verso il preside o Wakaba ma verso Nanami stessa "Anche Mikoto le prendeva spesso".
Un'ultima spinta, un'ultima menzogna quanto basta per aumentare la carica emotiva e far scaricare la rabbia di Kujo verso la sensei Mizuki.

Una sfumatura importante, che però non modifica il risultato iniziale più di tanto.
La sensei va in berserk ed al Kotodama il compito di placarne l'angelica forma. Da qui in poi la svolta.
Di fronte alle accuse di Wakaba e Kujo, la sensei fa mea culpa.

Ma è un mea culpa figurato, sottile.
è vero, "ha" ucciso Mikoto ma è più corretto dire che è "come se l'avessi uccisa io".
Questo perché nonostante l'abbia tanto pregata non è riuscita a farle prendere l'Evelon, non è riuscita a trasmetterle la portata dei benefici di quel farmaco eppure ha avuto la prova concreta degli effetti terapeutici proprio grazie aduna dei presenti "Kagura san eri cosi depressa e stressata a causa della tua gelosia verso Sasaki san che stavi persino contemplando il suicidio e ora guardati, sei energia allo stato puro" le reazioni e le parole di Nanami "pre" Kotodama non sono diverse e il dopo, ancora una volta, ad essere diverso.

Se guardando verso Wakaba, se nel "cosiddetto" Good Ending avevamo avuto una lacrima ed una richiesta di perdono(o presunta tale), finalmente Nanami getta la maschera. Finalmente rivela al mondo intero la natura del suo peccato, l'estensione del suo odio.

Il tennis era l'unica cosa in cui fosse veramente brava, nessuno poteva competere con lei.
Nessuno, fino al arrivo di Mikoto. Non importa quanto provasse, Mikoto era bellissima, intelligente, popolare ed era un'atleta a lei infinitamente superiore.
Con lei sul campo tutti si dimenticavano persino che esistesse, la odiava con tutta se stessa.

Per questo a deciso di farla sparire.
Il piano per sommi capi lo conosciamo, a non conoscere è la lucida perfidia con cui tutto è stato architettato.
Nanami ha scritto un messaggio alla sua "partner"(Suona familiare, vero?) dandole un appuntamento, da sola, di notte. Pregandola di non dire niente a nessuno. In quella lettera Nanami parlava di come avesse intenzione di togliersi la vita.

Mikoto, da ragazza sensibile ed altruista, rispettò le istruzioni, voleva salvarla era persino riuscita a vincere il suo terrore nei confronti delle altezze per avvicinarsi a e tenderle la mano. Non sapendo di essere finita nella tela del ragno.
Una volta assicuratasi che Mikoto avesse in mano solo la parte meno "esplicita" della lettera compromettente, la tragedia poté consumarsi.

Il suo odio non si fermò al uccidere Mikoto, il suo obiettivo era cancellare la memoria della ragazza dal intero istituto.
Attribuendole ogni sorta di evento sfortunato o increscioso. Questa è la vera natura della Curse of Mikoto. Una diceria, un pettegolezzo nato appositamente per calunniare, denigrare e distruggere la memoria di Mikoto Sasaki.

E Nanami? Nanami è cosi.
Non è stata manipolata, corrotta, maledetta o altro.
Kagura Nanami è semplicemente una sociopatica,gelida e calcolatrice. Un'attrice nata, una narcisista del tutto incapace di provare empatia per gli altri, ipocrisia allo stato puro.

Con uno schiocco di dita a questo punto Luke fa la sua entrata in scena.
Nanami a parte, quella che più resta colpita dal suo arrivo è la sensei Mizuki. A quanto pare il demone dai biondi capelli era "ufficialmente" intrappolato al Ashiya Pharma ma avrebbe potuto andarsene in qualunque momento. è lui il benefattore di cui aveva parlato la sensei Mizuki. è lui che ha dato alla Ashiya l'idea per l'Evelon( il cui reale scopo e tentare e corrompere gli umani) ed è sempre lui che ha fornito il famoso "supplemento" della droga. Dalle sue parole è possibile che Kaorin non solo fosse innamorata di lui(altamente probabile) ma che fosse anche a conoscenza della sua natura soprannaturale(congettura) sebbene probabilmente pensava fosse un angelo.

Ma perché intrappolarci nel loop? Cosa voleva?
Stava aspettando questo. Stava aspettando una contraente adeguata. Voleva che Nanami rivelasse la sua vera personalità, abbracciasse apertamente la sua natura distorta e malvagia. Era questa la timeline ideale che stava cercando. Nanami non ci pensa due volte ad accettare la sua offerta e dopo aver salutato freddamente il protagonista, sparisce insieme a Luke.

E dopo? Time Skip.
Non ho la più pallida idea di come alcuni ricordi possano funzionare "senza" di loro, ma nessuno degli interessati ricorda più Luke, Nanami o l'Evelon(non sappiamo neppure se è esistito) sebbene quanto accaduto abbia avuto delle conseguenze positive sulle vite di ognuno dei comprimari, come è ben visibile dagli epiloghi.

Kujo: grazie al amicizia con il protagonista(di cui ora è il tutor) ha realizzato l'estensione dei suoi errori. Quanto fosse infantile, patetica, miserabile...la gelosia che aveva provato per Mikoto, quanto dolore le aveva causato. E tutto per cosa? Perché pensava solo ed esclusivamente a se stesso. Una cosa a cui da ora in poi ha intenzione di rimediare.

Mizuki sensei: in perfetta antitesi a quanto a sempre predicato nel corso della storia e delle sue prospettive messianiche, è sollevata dal vedere che il/la protagonista non ha bisogno dei suoi consigli.

Shuji: messe da parte droghe ed altri aiuti esterni, con tanto impegno e duro lavoro, è tornato ad essere l'asso del club di atletica. Al quale non pesa neppure rompere la sua immagine di ragazzo perfetto, ignorando le sue fan per passare un po' di tempo con i suoi amici.

Honoka: gli abusi sugli animali sono cessati del tutto ed è riuscita a chiarirsi con sua madre ed ora passa moltissimo tempo nella foresta a curare gli animali feriti. Aiutata talvolta dal/la protagonista per cui di tanto in tanto prepara anche il pranzo. Gli animali sembrano ancora odiarla ma le cose stanno migliorando.

Wakaba: più di tutti sente che "manca qualcosa". Sente di avere un buco cuore, ricorda di trascorso e passato tanto tempo al ORC insieme al/la protagonista insieme ad una terza persona, che non riesce proprio a ricordare. Fortunatamente per lei, il/la protagonista non ha alcuna intenzione di abbandonare il club ed insieme possono dedicarsi alla ricerca di nuovi membri per fare in modo che le attività continuino anche dopo il loro diploma.

Yukino: come Wakaba sente di aver "dimenticato qualcosa". Lo tsun è sempre forte in lei, ma si è attenuato. Ha scoperto che "una volta tanto" non è cosi male ammettere di avere delle debolezze e su suggerimento del il/la protagonista ha chiesto consiglio al sensei Matsubara il quale ha dimostrato largamente di tenere moltissimo ai suoi studenti. Forte del suo supporto ed entusiasmo, Yukino ha ora il benestare dei suoi genitori per perseguire il suo sogno, inoltre gradisce particolarmente la compagnia del/la protagonista. Si vedono anche dopo la scuola.

Chinatsu: ha impiegato qualche mese a trovare la forza per dirlo ad alta voce, ma è finalmente riuscita(davanti a tantissimi studenti) a trovare il coraggio per chiedere al protagonista di mangiare "sempre insieme" e chi vuole capire capisca. è quanto di più simile ad una vera dichiarazione fra tutti gli epiloghi

Il che rende Chinatsu, Yukino le più papabili love interest per un MC ragazzo, più implicite Honoka e Wakaba, per la ragazza invce Shuji è decisamente più diretto rispetto a Kujo.

Fine? No. Resta un epilogo, il più importante.
Quello di Mon chan.

Per suo bocca arrivano chiarimenti e facepalm.
Il memory wipe? Un altro dei poteri di Luke "è il suo modo di essere premuroso".
Perché il Kotodama placava gli individui in Berserk? Perché andava ad interferire con componente demoniaca degli pseudo contratti di Luke. Non è specificato, ma l'Evelon contenevo, letteralmente, Luke. Suppongo il suo sangue.

Perché il protagonista a tutti i suoi ricordi? Perché ha già un contratto con un altro demone, Mon chan appunto.

In questo frangente mi sono sentito esattamente come il protagonista: usato.
Mon chan avrebbe potuto interrompere l'intero teatrino dei time loop in qualunque momento solo che lo trovava "divertente" e aveva deciso di "dare una mano" a Luke, che stava avendo cosi tante difficoltà a trovare un contraente adeguato.

Usato, letteralmente.
A da quanto ci viene detto NON è la prima volta che succede.
è un demone ed i demoni sono egoisti, volubili e approfittatori ma la vicenda non è conclusiva. A questo punto non solo sono interessato a sapere come il protagonista ha stipulato il contratto ed in che tipo di pasticcio si sia cacciato per inseguire la verità ma anche sapere dove e cosa faranno Nanami e Luke, non oso neppure immaginare cosa potrebbe fare con il support di Luke. C'è materiale sia per un prequel che per un sequel.

NON può finire cosi,non è accettabile. Non è soddisfacente.

Questo anche al di là delle tante domande che non hanno avuto alcuna risposta.
Esempi?
Qual è la missione di Mon chan e Luke? Chi la ha assegnata?è una cosa a cui si fa accenno una ed una sola volta. La primissima volta che finiamo il cap.3 nel unica istanza in cui osserviamo anche la forma demoniaca di Mon chan. Direttamente collegato a questo ma la vera forma di Mon chan è davvero "quella" o una bellissima e umanoide come sostiene lei?

Perché la sensei Mizuki era andata in modalità one winged angel dopo aver inserito le pillole? E ancora Luke l'ha charmata? No, perché è il secondo pg. che mostra di essere interessato a lui dopo Yukino e questo mi porta a credere(mera illazione) che potesse essere lui la nuova cotta di Mikoto.



Proseguendo qual era il debito di vita del preside verso la Ashiya Pharma?
In che modo Luke era stato "imprigionato" dalla Ashiya.

Cosa voleva fare Nanami sul finale(sia nel good che nel true, prima del Kotodama finale) quando dice addio a Wakaba e compagni, fuggire? Suicidarsi?
E ancora qual è il senso di quella lacrima nel good ending?

L'interpretazione che gli do è che sia la manifestazione, l'unica manifestazione, del senso di colpa verso verso le sue azioni ecco perché la sua presenza è "inaccettabile" nella timeline ideale voluta da Luke.

Sempre in tema Nanami , cosa intendeva esattamente con il "fare rapporto a Mikoto" forse si tratta solo di una manifestazione della sua psicosi, ma un giocatore ha bisogno anche di risposte, le congetture, le supposizioni, le teorie...fanno bene, ma servono anche delle risposte. Inoltre, era l'Evelon a permettergli di resistere cosi bene al Kotodama, ad essere cosi brava a mentire oppure era cosi dal inizio?

In ultimo, l'indagine sulla morte di Mikoto c'è stata?
No perché non è possibile che nessuno sia andato a leggere quella presunta lettera che annunciava il suicidio, niente perizia calligrafica, niente dubbi sul suicidio da parte di una ragazza che non aveva problemi e che notoriamente soffriva di vertigini. Nessuna domanda, nessuna indagine né dalle autorità competenti né da parte di Yukino o le altre persone a lei vicine.

Ipotizzo che la scuola o più correttamente la Ashiya abbia aiutato ad insabbiare inconsapevolmente il tutto per non rischiare di far scoprire l'Evelon ma questa rimane una mia illazione e non ci dice nulla su come la morte di Mikoto sia stata interpretata nel post memory wipe.

Un incidente o sempre un suicidio? Almeno questo andava detto.

Chiuso l'argomento storia, mi fa piacere che un titolo come questo sia arrivato in occidente e su cosi tante console.
Non è una VN ad alto budget(Nessun seiyuu di richiao, pochissime cg e dieci tracce in croce), però intrattiene e la componente piccante è leggera e non invasiva.

Questo ovviamente esula dai punti di domanda lasciati dal plot che necessitano di essere ripresi.
 
Ultima modifica:
Top
AdBlock Rilevato

La pubblicità talvolta disturba, lo sappiamo!

Questo sito non potrebbe esistere senza qualche inserzione pubblicitaria, ma lavoriamo ogni giorno per rendere l'esperienza utente la più fluida ed interattiva possibile, e ciò vale anche per gli annunci promozionali. Non saranno mai invasivi od invalidanti, quindi ti chiediamo la cortesia di disattivare l'AdBlock per poter navigare. Grazie di cuore.

Ho disattivato AdBlock