• Accedi o registrati per ottenere la migliore esperienza possibile del forum di SpazioGames (e senza banner pubblicitari).

Ufficiale Il salotto letterario di SpazioGames

ufficiale

HunterKakashi

Legend of forum
Iscritto dal
27 Mar 2003
Messaggi
5,401
Medaglie
8
LV
1
 
Più che altro c'è una grande confusione tra psicologo, psicoterapeuta e psichiatra, e soprattutto troppo spesso si cade nell'equivoco di confondere le ultime due figure. La psicoterapia (che richiede abilitazione e non può essere praticata dal semplice psicologo) ha poco a che fare con le patologie, è un percorso atto a centrare l'individuo su se stesso svelando le sovrastrutture mentali con cui viviamo e cercando di metterle da parte...è un percorso che oggigiorno consiglierei a chiunque si senta confuso e smarrito: costerà anche del denaro, ma migliorare la qualità della propria vita non può che avere ripercussioni positive anche sul fronte dei profitti, quindi più che una spesa lo definirei un investimento.
Tra psicologo e psicoterapeuta invece qual'è la differenza?
 

Sparda

Moderatore
games dome
Iscritto dal
16 Dic 2006
Messaggi
20,951
Medaglie
8
LV
2
 
Tra psicologo e psicoterapeuta invece qual'è la differenza?
Lo psicologo è laureato in psicologia che ha superato l'abilitazione ed è iscritto all'albo, lo psicoterapeuta è uno psicologo che successivamente alla laurea ha affrontato un ulteriore periodo di formazione teorica e pratica in una scuola di specializzazione (con un periodo di terapia anche su sè stesso) per poi ottenere la qualifica di psicoterapeuta ;)

La differenza fondamentale (spero di non fare torto agli psicologi, e sarò lieto di essere corretto) è che lo psicologo è un aiuto più "generico" e situazionale di fronte a una situazione di malessere, lo psicoterapeuta invece è chi pratica la psicanalisi, con un percorso lungo e costante che ha l'obiettivo di risalire all'origine di situazioni di grande sofferenza mentale di un individuo...situazioni che si trascinano per anni, complessi perenni, momenti di stress cronici e così via. È un lavoro che ovviamente richiede un certo tempo perché le cose vengano fuori, non può essere risolto sicuramente da una singola seduta (o da una manciata).

Nessuno dei due ha la possibilità di prescrivere farmaci, che sono invece prerogativa dello psichiatra, il quale è un medico a tutti gli effetti ed è la figura che si occupa delle patologie.
 

Makaveli_tha_don

Legend of forum
Iscritto dal
29 Mag 2006
Messaggi
4,545
Medaglie
5
LV
1
 
Più che altro c'è una grande confusione tra psicologo, psicoterapeuta e psichiatra, e soprattutto troppo spesso si cade nell'equivoco di confondere le ultime due figure. La psicoterapia (che richiede abilitazione e non può essere praticata dal semplice psicologo) ha poco a che fare con le patologie, è un percorso atto a centrare l'individuo su se stesso svelando le sovrastrutture mentali con cui viviamo e cercando di metterle da parte...è un percorso che oggigiorno consiglierei a chiunque si senta confuso e smarrito: costerà anche del denaro, ma migliorare la qualità della propria vita non può che avere ripercussioni positive anche sul fronte dei profitti, quindi più che una spesa lo definirei un investimento.
Confermo, sottoscrivo e faccio copia carbone
Post unito automaticamente:

Lo psicologo è laureato in psicologia che ha superato l'abilitazione ed è iscritto all'albo, lo psicoterapeuta è uno psicologo che successivamente alla laurea ha affrontato un ulteriore periodo di formazione teorica e pratica in una scuola di specializzazione (con un periodo di terapia anche su sè stesso) per poi ottenere la qualifica di psicoterapeuta ;)

La differenza fondamentale (spero di non fare torto agli psicologi, e sarò lieto di essere corretto) è che lo psicologo è un aiuto più "generico" e situazionale di fronte a una situazione di malessere, lo psicoterapeuta invece è chi pratica la psicanalisi, con un percorso lungo e costante che ha l'obiettivo di risalire all'origine di situazioni di grande sofferenza mentale di un individuo...situazioni che si trascinano per anni, complessi perenni, momenti di stress cronici e così via. È un lavoro che ovviamente richiede un certo tempo perché le cose vengano fuori, non può essere risolto sicuramente da una singola seduta (o da una manciata).

Nessuno dei due ha la possibilità di prescrivere farmaci, che sono invece prerogativa dello psichiatra, il quale è un medico a tutti gli effetti ed è la figura che si occupa delle patologie.
Attenzione a non mischiare la psicoterapia con la psicoanalisi però. La psicoanalisi è per l'appunto quello che hai descritto, ma si limita solo ad un lavoro di risalita all'origine del problema. La psicoterapia prevede il lavoro sul problema, se così lo possiamo definire. Almeno questo è un aspetto su cui mi hanno fatto una testa grande così :asd:
 
Ultima modifica:

HunterKakashi

Legend of forum
Iscritto dal
27 Mar 2003
Messaggi
5,401
Medaglie
8
LV
1
 
Lo psicologo è laureato in psicologia che ha superato l'abilitazione ed è iscritto all'albo, lo psicoterapeuta è uno psicologo che successivamente alla laurea ha affrontato un ulteriore periodo di formazione teorica e pratica in una scuola di specializzazione (con un periodo di terapia anche su sè stesso) per poi ottenere la qualifica di psicoterapeuta ;)

La differenza fondamentale (spero di non fare torto agli psicologi, e sarò lieto di essere corretto) è che lo psicologo è un aiuto più "generico" e situazionale di fronte a una situazione di malessere, lo psicoterapeuta invece è chi pratica la psicanalisi, con un percorso lungo e costante che ha l'obiettivo di risalire all'origine di situazioni di grande sofferenza mentale di un individuo...situazioni che si trascinano per anni, complessi perenni, momenti di stress cronici e così via. È un lavoro che ovviamente richiede un certo tempo perché le cose vengano fuori, non può essere risolto sicuramente da una singola seduta (o da una manciata).

Nessuno dei due ha la possibilità di prescrivere farmaci, che sono invece prerogativa dello psichiatra, il quale è un medico a tutti gli effetti ed è la figura che si occupa delle patologie.
La parte sullo psichiatra la sapevo gia, comunque grazie per la spiegazione
 

Sparda

Moderatore
games dome
Iscritto dal
16 Dic 2006
Messaggi
20,951
Medaglie
8
LV
2
 
Attenzione a non mischiare la psicoterapia con la psicoanalisi però. La psicoanalisi è per l'appunto quello che hai descritto, ma si limita solo ad un lavoro di risalita all'origine del problema. La psicoterapia prevede il lavoro sul problema, se così lo possiamo definire. Almeno questo è un aspetto su cui mi hanno fatto una testa grande così :asd:
Ah ecco, grazie mille per questa distinzione perché non ne avevo idea! Anche perché concretamente non so bene quando si attraversa la linea di confine, quando si passa dall'analisi alla soluzione :hmm: io ho sempre vissuto i due momenti come due aspetti reciprocamente implicati (nel momento in cui si scoprono le sovrastrutture si capisce come risolverle)
 

BlackWizard

Moderatore
televisione
Iscritto dal
28 Giu 2010
Messaggi
5,792
Medaglie
10
LV
2
 
Finalmente ho la scusante per scrivere anche in questo topic, non che prima non ci fosse ma difficilmente trovavo il tempo quando ero loggato. Snow24

Parlo per esperienza personale, in moltissmoltissimi casi la psicoterapia è una manna dal cielo, ti pone nella situazione di affrontare un percorso di vita e di conoscenza verso se stessi, non cambiando cosa si guarda ma il modo in cui si guarda una cosa, cambiando approccio, ragionamenti, dando interpretazione e voci alle sensazioni che si hanno.
Io oramai sono più di 4 anni che faccio psicoterapia per problemi personali, fortunatamente non gravi ma che affliggono tantissime persone e sono date dal rapportarsi alla vita sociale, di studio/lavorativa.
Nel mio caso mi ha cambiato completamente i "connotati" come si sul dire :asd:, non che abbia acquisito abilità conpletamente estranee, anzi, ho imparato a riflettere su me stesso, a conoscermi e a pormi le giuste domande, ricevendo gli strumenti più adeguati per affrontare la mia quotidianità dal momento in cui si verificarono eventi che fecero delineare qualche problema o cose che ritenevo tali.
Fare un percorso del genere vuol dire mettersi in gioco verso se stessi e per se stessi, imparando a conoscersi, come ho già detto, e capendo cosa si vuole e come ottenerlo e, appunto, risolvere eventuali problemi sociocarateriali.
Come è molto vicina al mentale coach, o almeno per come l'ho conosciuta io, servendo per combattere lo stress quotidiano e ad approcciarsi in maniera diversa a tantissime situazioni.
Anche le società sportive più importanti hanno sedute psicoterapeutiche, questo per dire che bisogna sfatare il mito negativo di considerare pazzo chi ci va, ad esperienza personale è sciocco chi ha un problema e non decide di farsi aiutare se ne ha necessità. Chiedere aiuto è un esempio di grande coraggio, vuol dire voler risolvere il problema e non accantonarlo. La cosa fondamentale però è l'accettazione di avere un problema, perché se il "paziente" non accetta di avere il problema, il negazionismo è solo deleterio.
Detto questo io sono contento di esserci andato e tornando indietro ci andrei prima di quanto non feci tempo fa. Per quelli che hanno un minimo di cultura letteraria grecae/o filosofica: gnoti seauton (conosci te stesso)

La psichiatria è un altra cosa, è molto più vicina alla medicina ed adatta ai casi cronici, gente con reali patologie.
 
Iscritto dal
7 Ott 2009
Messaggi
49,415
Medaglie
9
LV
2
 

Non mi aspettavo che uno come lui si esponesse così tanto. (spero di essere in Topic)
 

Snow24

Moderatore
sezione altro
sezione motori
Iscritto dal
18 Ago 2012
Messaggi
6,796
Medaglie
14
LV
1
 

Non mi aspettavo che uno come lui si esponesse così tanto. (spero di essere in Topic)
Lo trovo un intervento un po' stupido perché sembra un grosso e bait. Però, riferendosi al femminismo ideologico, non mi pare una frase sbagliata. Ho frequentato personalmente ambienti ultra femministi/radicali e devo dire che effettivamente sono abbastanza tossici. I commenti sotto questo post comunque sono allucinanti, da ambo le parti :asd:
 
Iscritto dal
7 Ott 2009
Messaggi
49,415
Medaglie
9
LV
2
 
Lo trovo un intervento un po' stupido perché sembra un grosso e bait. Però, riferendosi al femminismo ideologico, non mi pare una frase sbagliata. Ho frequentato personalmente ambienti ultra femministi/radicali e devo dire che effettivamente sono abbastanza tossici. I commenti sotto questo post comunque sono allucinanti, da ambo le parti :asd:
Beh a me non sembra stupido, anzi: esprime un concetto difficile (anche perché, se sei uno qualunque, vieni riempito di merda in 0,2 secondi) in modo chiaro e in poche parole.
Sui commenti sotto il post ne ho letto qualcuno: abbastanza povero di contenuti :asd:
 

Snow24

Moderatore
sezione altro
sezione motori
Iscritto dal
18 Ago 2012
Messaggi
6,796
Medaglie
14
LV
1
 
Beh a me non sembra stupido, anzi: esprime un concetto difficile (anche perché, se sei uno qualunque, vieni riempito di merda in 0,2 secondi) in modo chiaro e in poche parole.
Sui commenti sotto il post ne ho letto qualcuno: abbastanza povero di contenuti :asd:
Appunto, è un concetto difficile e per questo trovo stupido il modo in cui ne ha parlato. Capisco che FB non sia un luogo in cui con calma ti metti a spiegare queste cose, però l'ho trovata proprio una sparata di cui mi sfugge il senso :asd:
 
Iscritto dal
7 Ott 2009
Messaggi
49,415
Medaglie
9
LV
2
 
Appunto, è un concetto difficile e per questo trovo stupido il modo in cui ne ha parlato. Capisco che FB non sia un luogo in cui con calma ti metti a spiegare queste cose, però l'ho trovata proprio una sparata di cui mi sfugge il senso :asd:
Non so sinceramente se è successo qualcosa che lo ha riguardato direttamente, ma il fatto che sia un concetto difficile non significa che l'abbia espresso/spiegato male. Poi sì, se ci soffermiamo sul perché l'ha detto, non saprei dirti, ma il non esserci una motivazione precisa e chiara non mi a secondo me la correttezza di quanto ha detto :sisi:
 
Iscritto dal
22 Feb 2021
Messaggi
1
LV
0
 

Snow24

Moderatore
sezione altro
sezione motori
Iscritto dal
18 Ago 2012
Messaggi
6,796
Medaglie
14
LV
1
 
Non so sinceramente se è successo qualcosa che lo ha riguardato direttamente, ma il fatto che sia un concetto difficile non significa che l'abbia espresso/spiegato male. Poi sì, se ci soffermiamo sul perché l'ha detto, non saprei dirti, ma il non esserci una motivazione precisa e chiara non mi a secondo me la correttezza di quanto ha detto :sisi:
La Murgia non l'ha presa benissimo :unsisi:


Se leggi i commenti aggiunge anche altro, per esempio una critica al concetto di "femminismo ideologico" :sisi:
 
Iscritto dal
7 Ott 2009
Messaggi
49,415
Medaglie
9
LV
2
 
La Murgia non l'ha presa benissimo :unsisi:


Se leggi i commenti aggiunge anche altro, per esempio una critica al concetto di "femminismo ideologico" :sisi:
Mamma mia, la Murgia :dsax:

Comunque, per completezza:



La povertà della risposta della Murgia (saprà lui cos'è ideologico gne gne) mostra una mancanza di contenuti, oltre che una mancanza di consapevolezza su come venga vissuto il femminismo nei social (e non solo), e a cosa Recalcati facesse riferimento:sisi:
 

Snow24

Moderatore
sezione altro
sezione motori
Iscritto dal
18 Ago 2012
Messaggi
6,796
Medaglie
14
LV
1
 
Ci tengo a precisare che non ce l'ho con la Murgia e non l'ho presa di mira, questo articolo l'ho trovato per puro caso, ma, esattamente, che cosa ho appena letto? :morris2:
 

Coin Op

Signore
Iscritto dal
7 Mag 2012
Messaggi
5,976
Medaglie
6
LV
2
 
Ci tengo a precisare che non ce l'ho con la Murgia e non l'ho presa di mira, questo articolo l'ho trovato per puro caso, ma, esattamente, che cosa ho appena letto? :morris2:

qualcuno le ha spiegato che in ambito musicale il linguaggio surreale è uno strumento espressivo?
allora secondo lei la licenza poetica, adottata per ragioni di metrica, nella poesia, così come nella musica, invaliderebbe la bellezza di una canzone o di una poesia?
bisognerebbe quindi cestinare praticamente tutto Lundini perché usa spesso umorismo nosense?

capisci perché dico che certi "maitre-a-penser" sono dei palloni gonfiati che sopravvalutano il loro valore intellettuale?
 

Snow24

Moderatore
sezione altro
sezione motori
Iscritto dal
18 Ago 2012
Messaggi
6,796
Medaglie
14
LV
1
 
Comunque, per cambiare radicalmente argomento, qualche giorno fa ho visto questo video che mi ha subito incuriosito per il titolo. Trovo che sia una riflessione interessante, ma che ci siano delle semplificazioni, però, prima di dirvi cosa non mi convince, vi lascio prima guardarla in pace (se vi va, capisco che sono più di quaranta minuti :asd:) e poi ne discutiamo (sempre se vi va :asd:) perché effettivamente ci sono diversi spunti interessanti :sisi:
 

BlackWizard

Moderatore
televisione
Iscritto dal
28 Giu 2010
Messaggi
5,792
Medaglie
10
LV
2
 
Comunque, per cambiare radicalmente argomento, qualche giorno fa ho visto questo video che mi ha subito incuriosito per il titolo. Trovo che sia una riflessione interessante, ma che ci siano delle semplificazioni, però, prima di dirvi cosa non mi convince, vi lascio prima guardarla in pace (se vi va, capisco che sono più di quaranta minuti :asd:) e poi ne discutiamo (sempre se vi va :asd:) perché effettivamente ci sono diversi spunti interessanti :sisi:
Non credo avrò mai il tempo e la voglia di vederlo :asd: ma ti dico solo una cosa:
Con quale altra sanzione riabilitativa lo sostituiresti?
Come sanzione privativa della libertà personale è essenziale dal punto di vista punitivo/riabilitativo in ambito penalistico.
Può essere un argomento interessante ma non vedo possibili sbocchi.
Poi ripeto non ho visto il video, quindi se il tizio fa riferimenti a possibili alternative papabili e concrete ben venga :sisi:
 
Iscritto dal
7 Ott 2009
Messaggi
49,415
Medaglie
9
LV
2
 
Comunque, per cambiare radicalmente argomento, qualche giorno fa ho visto questo video che mi ha subito incuriosito per il titolo. Trovo che sia una riflessione interessante, ma che ci siano delle semplificazioni, però, prima di dirvi cosa non mi convince, vi lascio prima guardarla in pace (se vi va, capisco che sono più di quaranta minuti :asd:) e poi ne discutiamo (sempre se vi va :asd:) perché effettivamente ci sono diversi spunti interessanti :sisi:
Devo ancora finirlo, ho visto poco meno di 10 minuti (mamma mia però, che prolisso :asd:), ma intanto la butto lì: fosse per me, abolirei l'ergastolo. Vediamo se tratta l'argomento, e/o che ne pensa in merito
 

Snow24

Moderatore
sezione altro
sezione motori
Iscritto dal
18 Ago 2012
Messaggi
6,796
Medaglie
14
LV
1
 
Non credo avrò mai il tempo e la voglia di vederlo :asd: ma ti dico solo una cosa:
Con quale altra sanzione riabilitativa lo sostituiresti?
Come sanzione privativa della libertà personale è essenziale dal punto di vista punitivo/riabilitativo in ambito penalistico.
Può essere un argomento interessante ma non vedo possibili sbocchi.
Poi ripeto non ho visto il video, quindi se il tizio fa riferimenti a possibili alternative papabili e concrete ben venga :sisi:
Allora, partendo dal fatto che c'è un pizzico di click bait/provocazione nel titolo, lui una sua soluzione la propone, ma per diversi motivi pratici è molto difficile e non so fino a che punto praticabile, ma a prescindere da questo ho apprezzato l'analisi. Ci sono dinamiche e sistemi che diamo per scontati e che sembrano essere l'unica possibilità (tipo la democrazia, per fare un esempio un po' forte), mentre trovo davvero interessante fare delle analisi e provare ad uscire dallo schema. Questo video un po' ce la fa, ma si perde spesso in eccessive semplificazioni e visioni spesso univoche (poco veritiere, oserei dire). Non mi ha convinto, però mi ha spinto a rimuginare sulla cosa e può comunque essere utile per capire quante falle ci sono nel sistema attuale (e che sono facilmente riscontrabili da chiunque) :sisi:
Devo ancora finirlo, ho visto poco meno di 10 minuti (mamma mia però, che prolisso :asd:), ma intanto la butto lì: fosse per me, abolirei l'ergastolo. Vediamo se tratta l'argomento, e/o che ne pensa in merito
Mi annoio molto facilmente e non ho una soglia dell'attenzione molto alta, però devo dirti che l'ho seguito senza problemi. Non l'ho mai trovato eccessivamente prolisso (semmai un po' cringe o inutilmente teatrale), però quei 40 minuti sono volati via :hmm:
Dell'ergastolo non ne parla onestamente e anche quello è un argomento abbastanza complesso :hmm:
 
Top
AdBlock Rilevato

La pubblicità talvolta disturba, lo sappiamo!

Questo sito non potrebbe esistere senza qualche inserzione pubblicitaria, ma lavoriamo ogni giorno per rendere l'esperienza utente la più fluida ed interattiva possibile, e ciò vale anche per gli annunci promozionali. Non saranno mai invasivi od invalidanti, quindi ti chiediamo la cortesia di disattivare l'AdBlock per poter navigare. Grazie di cuore.

Ho disattivato AdBlock